giovedì 17 novembre 2011

Brownies al caramello e riso soffiato

Brownies al caramello e riso soffiato

Premessa: trattasi di post ad alto contenuto calorico. Se siete a dieta (come me per finta) non guardate nemmeno la foto o potreste ingrassare anche solo così per via telematica. Se al contrario lo siete veramente non sognatevi nemmeno di preparare la ricetta di oggi, il vostro palato gradirebbe assai, ma i vostri fianchi no. Se invece siete curiosi di sapere che sapore hanno questi goduriosi brownies, mangiateli, godetene e poi magari uscite a fare due passi per sentirvi meno in colpa.

Bene, dopo avervi messi in guardia possiamo cominciare. Dovete sapere che tutto ciò che contiene caramello a casa mia riveste un’importanza particolare e per questo merita un sacrosanto rispetto. Se leggete il mio blog da qualche tempo saprete senz’altro che c’è qualcuno, così a caso eh (siamo in due ad abitare tra queste mura, se non sono io andate per esclusione ;), che ne va ghiotto e accampa richieste su richieste, in continuazione. L’ultima volta il fattaccio è successo mentre sfogliavo il nuovo numero di Donna Hay, ero arrivata ad un bellissimo servizio sui brownies e tac, proprio in quel momento, arriva lui e vede quella spettacolare foto di Chris Court, nella quale tra due strati scuri campeggia una zona più chiara, dal colore caldo e dorata, puntinata da tanti piccoli chicchi bianchi. Non vi racconto altro, ma sappiate che se ho voluto la pace ho dovuto prepararli. E velocemente anche.

Onestamente pensavo si trattasse di una preparazione molto complessa, non so perché nutrivo anche non poche perplessità sul risultato finale, ma invece, con mio grande stupore, rispettando modalità e, soprattutto, i tempi di riposo di ogni strato in maniera scrupolosa, ho ottenuto l’effetto che mi ero immaginata. In pratica dare un morso ad uno di questi estatici brownies secondo me può mandare in paradiso, non mi è stato infatti possibile non restare ammaliata dal loro gusto pieno e ricco, dalle diverse consistenze tra la soffice base (realizzata con un classico impasto da brownies), il livello intermedio a base di caramello mou e riso soffiato che definirei con il termine chewy (fila quasi come quelle barrette con il leone, dai avete capito) e la fondente ganache di copertura.

E lui? Beh ne è rimasto molto soddisfatto, ora però il problema è che dovrò sfornarne a ripetizione, creano una certa dipendenza. Ecco la ricetta corredata, come sempre, dalle mie personali annotazioni:

Brownies al caramello e riso soffiato

Ingredienti per 12-16 quadrotti (a seconda della dimensione):
per la base:
100 g di cioccolato fondente al 75%
125 g di burro
170 g di zucchero di canna
2 uova
100 g di farina 00
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere

per lo strato al caramello e riso soffiato:
440 g di zucchero semolato
125 ml di acqua
125 ml di panna fresca
70 g di riso soffiato
50 g di burro

per la ganache di copertura:
300 g di cioccolato fondente al 75%
125 ml di panna fresca

Preparate la base: mettete il cioccolato fondente grossolanamente tritato e il burro tagliato a cubetti all’interno di una casseruola a fiamma moderata e fate fondere mescolando con un cucchiaio di legno fino a quando otterrete un composto liscio. Portate a temperatura ambiente e aggiungete lo zucchero di canna, le uova (una alla volta), la farina ed il cacao setacciati, mescolando con una spatola dopo ogni aggiunta. Dovrete ottenere un composto omogeneo che disporrete all’interno di una teglia quadrata da 23 x 23 cm che avrete precedentemente imburrato e rivestito con un foglio di carta da forno (in questo modo eviterete inutili pieghe della stessa, le quali non andranno a rovinare i bordi del dolce) che lascerete comunque un minimo debordare in modo da essere agevolati una volta che dovrete sformare i brownies. Livellate e fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 30-35 minuti, o comunque fino a quando uno stecchino infilato al centro della base uscirà pulito. Fate raffreddare.

Nel frattempo preparate lo strato al caramello e riso soffiato: in una casseruola di acciaio dal fondo pesante versate lo zucchero semolato e l’acqua senza mescolare. Fate scaldare a fiamma bassa, noterete che lo zucchero inizierà a sciogliersi lentamente, fino a quando si sarà fuso del tutto formando uno sciroppo. Lasciate sobbollire avendo cura di pulire le pareti della casseruola con un pennellino umido per rimuovere eventuali cristalli che si potebbero essere formati. Lasciate cuocere fino a quando otterrete un caramello limpido rigirando di tanto in tanto la pentola. Non mescolate in questa fase perché altrimenti rischiate che il caramello si cristallizzi irrimediabilmente. Togliete dal fuoco ed unite la panna e il burro tagliato a pezzetti in due riprese, facendo molta attenzione perché il caramello schizzerà formando moltissime bolle e diventerà un po’ più denso. Mescolate con una spatola di legno per amalgamare. Rimettete la salsa brevemente sul fuoco, facendo attenzione a non cuocerla troppo, e unite il riso soffiato mescolando di nuovo fino ad amalgamare. Versate il caramello così preparato sulla base (che mi raccomando dovrà essere giunta nel frattempo a temperatura ambiente), livellate facendo attenzione a lambire bene i bordi della teglia e fate raffreddare a temperatura ambiente per almeno 30 minuti, o comunque fino a quando lo strato sarà diventato solido.

Preparate per ultima la ganache di copertura: versate la panna in una casseruola insieme al cioccolato fondente tritato grossolanamente e fate fondere a fuoco moderato, mescolando con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un composto liscio e vellutato. Versate la ganache così ottenuta sullo strato di caramello, livellate anche questa, e portate a temperatura ambiente. Fate riposare per tre ore (io ho messo il tutto un po’ in frigo per ridurre i tempi) o comunque fino a quando il cioccolato si sarà addensato, tagliate a fette e servite.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

56 comments

1 breakfast at lizzy's 17 novembre 2011 alle 07:41

Ma questo è il re dei brownies, peccato di gola all’ennesima potenza! concordo con te sul fatto che creino dipendenza! eccezionali

2 Mascia 17 novembre 2011 alle 07:56

Ti prego, prepara qualche volta una ricetta che io non ti voglia copiare !!!!! Sono diventanta monotematica, preparo sempre tue ricette :-)
Io non sono a dieta, anche se ne avrei un GRANDE bisogno quindi copio e provo a replicare !
Buona giornata

3 Kitty's Kitchen 17 novembre 2011 alle 08:17

alto contenuto di calorie, ma alto godimento. Secondo me per con questi brownie potrei fare carte false. Bellissima foto come sempre. Bacino

4 mary 17 novembre 2011 alle 08:21

Che buono con il riso soffiato.

5 Sara@fiordifrolla 17 novembre 2011 alle 08:56

@ breakfast at lizzy’s: sì un brownie molto più ricco e decadente rispetto a quello classico, il mio compagno li ha fatti entrare nella top ten dei dolci che ho preparato :D

@ Mascia: ahahah! Quando ho letto il commento sono morta dalle risate :D Ok dai mi impegno a pubblicare qualcosa che tu non mi voglia copiare, promesso ;) Guarda che a me fa tanto piacere, quindi non farti nessun tipo di problema! Buona giornata anche a te :)

@ Kitty’s Kitchen: altissimo Elisa, però come giustamente dici tu, il godimento è assicurato :) Grazie mille, ultimamente come vedi con le foto vado di sfondo nero, io mi trovo bene :) Un bacio cara

@ mary: concordo!

6 imma 17 novembre 2011 alle 08:57

Una bomba cara Sara ma tu sai che sono pazza di questi dolci….ne prendo un paio e ti auguro una buona giornata!!baci,Imma

7 I manicaretti di Annarè 17 novembre 2011 alle 09:05

Che bontà!!impeccabile come sempre!!Davvero i miei complimenti,per la preparazione e la fotografia.Anche io oggi sul mio blog ho pubblicato un dolcetto troppo simpatico,se ti va,ti aspetto!!!Un abbraccio Anna

8 Chiara 17 novembre 2011 alle 09:16

Voglio assolutamente rifarla. Da brownies addicted, non posso lasciarmela scappare :-)

9 CorradoT 17 novembre 2011 alle 09:37

Mioddio che bonta’!!! Faremo una pausa nella dieta (se mi riesce di convincere la moglie) e li facciamo.
BRAVA :)

10 Serena 17 novembre 2011 alle 09:59

Parlavamo giorni fa della difficoltà a strappare una *proposal* “comme il faut”… se mi prometti che mi prepari ‘sta cosa stratificata ogni domenica, te lo chiedo io di sposarmi, oppure puoi sposare Marco, basta che mi porti a vivere con voi!

11 Raffy 17 novembre 2011 alle 10:07

questi brownies sono non golosi, ma di più!!!! ho segnato la ricetta…. sono senza parole tesoro, complimenti!

12 paola 17 novembre 2011 alle 10:08

No, no…. non sono buoni….DI PIUUUUUUUUU’!!!!!
Mamma mia che meraviglia! Da fare, io poi adoro il caramello!
Buonissima giornata
Paola

13 Sara@fiordifrolla 17 novembre 2011 alle 10:36

@ Imma: eh infatti credo proprio ti piacerebbero sai! ;) Un bacione e buon fine settimana :)

@ I manicaretti di Annaré: ti ringrazio, non so se riesco a passare perché sono in partenza per Padova, tra poco mi vengono a prendere che devo andare in stazione :)

@ Chiara: peccato tu oggi non sia potuta venire, mi avrebbe fatto piacere conoscerti :) Spero ti piaceranno!

@ CorradoT: cioé tu dici che se mostri la foto alla moglie non le viene un improvviso desiderio di accantonare la dieta per un istante? Ha una volontà di ferro questa donna, la invidio! :D

@ Serena: beh in effetti alla fine potremmo pure sposarci io e te, se le proposte tardano ad arrivare ;)

14 Sara@fiordifrolla 17 novembre 2011 alle 10:37

@ Raffy: sono particolarmente opulenti lo so, però vuoi mettere che botta di buonumore e serotonina che regalano? ;) Grazie, bacio.

@ Paola: se ti piace il caramello allora fanno per te e seguimi perché ho in previsione qualche altra ricetta a base di questa preparazione ;)

15 Giulietta | Alterkitchen 17 novembre 2011 alle 10:39

Questi brownies sono di una cattiveria assoluta.. non perché siano cattivi nel gusto, ovviamente.. la cattiveria sta nel vederli e non poterli mangiare!

16 Rossana 17 novembre 2011 alle 13:35

Non credo esista nulla di più goloso @-@
Il riso soffiato chewy mou mi fa impazzire!
La bontà elevata all’ennesima potenza ;P

17 federica 17 novembre 2011 alle 13:54

una vera goduria!!!!!!!!

18 Elga 17 novembre 2011 alle 14:07

Ehh però questa è una piccola cattiveria Sara! Mamma mia, oggi recupero gli ingredienti;D

19 Le Rocher 17 novembre 2011 alle 14:37

Questo è un tiro mancino… ma come si fa a resistere davanti a tanta bontà?! Solo a guardarli fanno una gola!

20 Marina 17 novembre 2011 alle 15:04

Non sono a dieta (o lo sono da sempre, non so) comunque me ne frego e godo di questa iper calorica visione!

21 cleareIlpomodorosso 17 novembre 2011 alle 15:11

hai ragione son calorici però dai se se ne fa una teglia per tante persone e se ne mangia solo un pezzetto (se vabbè..)..cavolina son tentata di rifarli..ma ho paura di mangiarli tutti io!!

22 speedy70 17 novembre 2011 alle 17:43

STragoloso, lo adoro!!!!!!

23 Monica - Un biscotto al giorno 17 novembre 2011 alle 19:55

ma meraviglia!! Devo seguirti nella scelta del caramello, ancora non ho mai provato!

24 risomandorlino 17 novembre 2011 alle 20:36

Fascinosiiiii=))!! Grazie grazie…un salutino Lys

25 Valentina 18 novembre 2011 alle 09:38

Fantastici..
Sembrano fatti con la bacchetta magica :)

26 kiarina 18 novembre 2011 alle 11:09

Questa ricetta me la segno!!!! Non so più come finire il riso soffiato che ho in casa e direi che non potrebbe fare fine migliore! Grazie!

27 sere 18 novembre 2011 alle 11:12

mannaggia, non ho guardato le fot, le ho saltate subito, ma….. ho letto il procedimento e ho preso lo stesso 1 kg! aiutooooooooooo

28 Wish List..Ovvero la lista dei dolci che desidero (fare) ;) | La Patisserie 18 novembre 2011 alle 11:18

[...] Brownies al caramello e riso soffiato – http://www.FiodiFrolla.it [...]

29 caia 18 novembre 2011 alle 12:42

fantastica questa versione dei brownies!
volevo dirti che ho provato la tua torta di grano saraceno e farti i complimenti!
se passi dal mio blog puoi vedere il risultato. ciao ^__^

30 Papricadolce 18 novembre 2011 alle 17:07

Avevo visto la foto su twitter e finalmente riesco a sbiarciare la ricetta . . . ha un aspetto molto goloso, la preparerò presto per i miei bambini, cerco sempre alternative alle solite merendine , grazie

31 lise.charmel 18 novembre 2011 alle 17:18

tutto quel numero di donna hay fa ingrassare appena a guardarlo! :)
i brownies ti sono venuti bellissimi e si capisce che devono essere proprio buoni, ma io temo che ringrazierò (per modo di dire!) le ultime analisi del sangue che decretano colesterolo alto e non potrò proprio nemmeno progettare di farli :(

32 Symposion 19 novembre 2011 alle 13:02

anche io a dieta per finta :D
guardando la foto ho già ripreso i pochi etti perduti eh eh

33 Concetta Pollice 19 novembre 2011 alle 15:11

per postare queste ricette ci vuole il porto d’armi! poveri noi.

34 Maura 20 novembre 2011 alle 11:21

Goduriiiiiiiiiiiiiiiiaaaaaaaaaaaaaaaaa !!!!!!!
Buona domenica !!!!

35 Nero di Seppia 21 novembre 2011 alle 11:09

Non ci posso credereeeee! Questi brownies hanno un aspetto incredibile! :D No veramente, ne voglio uno ORA!

36 Passiflora 21 novembre 2011 alle 12:48

che attentato! con il caramello credo proprio di non avere speranze, mi hai conquistato.

37 Sara@fiordifrolla 21 novembre 2011 alle 22:01

Buonasera a tutti, come state?

Io benone, un po’ di fretta ed ecco perché vi rispondo in maniera cumulativa, spero mi perdonerete per questa volta ;) Sono strafelice che l’idea di questi brownies un po’ insoliti e particolarmente opulenti vi sia piaciuta, sappiate che mi sono stati nuovamente richiesti da amici, mi toccherà riprepararli, non vedo l’ora ;)

Un abbraccio e a domani con una nuova ricetta!

Sara

38 Barbara 23 novembre 2011 alle 12:11

sembrano proprio “goduriosi” … sento gia` la sensazione del caramello sotto i denti!!!

39 Sara@fiordifrolla 23 novembre 2011 alle 22:56

@ Barbara: eh goduriosi lo sono per davvero questi… spero ti piaceranno!

40 silvia 24 novembre 2011 alle 15:13

ciao Sara, premetto che sono tua fan e che ho provato già tantissime tue ricette, sempre con soddisfazione!!!!
Ho avuto un po’ di problemi con questi dolcetti che, invece, mi ispiravano tantissimo: la base brownies è venuta più alta ma l’interno del mio stampo forse era solo 21×21…riproverò. Il problema grosso è stato invece con il caramello: fatto secondo regole, tutto ok, non mescolato, biondo q.b. aggiunta panna e burro come da ricetta ma…..in quel momento la base non era ancora fredda per cui ho dovuto aspettare; così facendo, il caramello si era raffreddato e ispessito per cui l’ho dovuto riscaldare leggermente per potervi inserire il riso. Fatto stà che, all’assaggio, i 3 sapori sono meravigliosi e stanno divinamente insieme (anche se, nel mio caso, il dolcissimo caramello forse prevaleva)ma il caramello, sapeva proprio tanto tanto di zucchero e sentivo scricchiolare sotto i denti. Riusciamo a capire cosa non ha funzionato? perchè io sono seriamente convinta di rifarlo e vorrei proprio ottenere quella consistenza chewy che immaginavo dal tuo racconto. Grazie come sempre e….continua così!!!!!!

41 Sara@fiordifrolla 24 novembre 2011 alle 22:23

@ silivia: se ho capito bene la risposta è già in quello che hai scritto. Nel procedimento della ricetta ho ben specificato più volte che i vari strati si devono raffreddare bene prima di poter aggiungere quelli superiori. Dal primo errore con la base ancora calda si sono trascinati tutti gli altri. Il mio consiglio è quindi lo stesso che emerge dal post, quindi fare 1 strato farlo raffreddare per poi fare il secondo, farlo raffreddare e così via. Sono sicura che al prossimo tentativo ce la farai, basta solo fare attenzione a questi piccoli passaggi che sono fondamentali :) Tutto chiaro? :)

42 Greta 14 dicembre 2011 alle 12:53

Mmm…questi brownies mi attirano tantissimo!!! Anche se la preparazione mi sembra abbastanza impegnativa…Complimenti!!! :-)

43 Irene 7 gennaio 2012 alle 18:30

Ciao Sara, ti seguo da un po’ di tempo e tutte le tue ricette che ho fatto sono sempre uscite meravigliosamente.
Purtroppo però con questi brownies qualcosa è andato storto: non sono riuscita a fare il caramello. Ho fatto tutto seguendo il tuo procedimento ma non si è colorato e si è cristallizzato. In più quando li ho assaggiati si sentivano i granelli di zucchero… Invece l’impasto dei brownies e la ganache erano molto buoni. Puoi spiegarmi perchè non è uscito il caramello? Grazie mille!

44 Sara@fiordifrolla 9 gennaio 2012 alle 21:58

@ Greta: grazie!

@ Irene: credo che semplicemente tu dovessi solo avere un po’ più di pazienza e aspettare che il caramello si fondesse di nuovo, è praticamente impossibile che non si fonda. E’ vero quando si fa il caramello con l’acqua si attraversa una fase nella quale, evaporando l’acqua stessa, lo zucchero sembra che si cristallizzi, però poi se si aspetta si fonde piano piano e diventa di un bel colore ambrato. Ovviamente non avendo ottenuto un caramello, ma essendoti fermata allo stadio precedente, è normale che si sentissero i granelli di zucchero sotto ai denti, insomma dalla foto credo si noti di quale colore deve diventare :) Spero di essere stata chiara, altrimenti sono qua!

45 Magda 27 gennaio 2012 alle 16:51

Li ho appena fatti! L’unico errore è stato risparmiare sul riso soffiato….PECCATO

46 Sara@fiordifrolla 29 gennaio 2012 alle 14:44

@ Magda: in che senso risparmiare sul riso soffiato? :)

47 Sorina Petre 28 febbraio 2012 alle 08:51

Ciao!!
Ho trovato questa tua ricetta che mirende piu golosa che sono!!! Lo provero, piu presto possibile e poi ti racconto come `e stata la “faccenda”.
Grazie per “sharing”!!!!!

48 Sara@fiordifrolla 29 febbraio 2012 alle 22:54

@ Sorina Petre: ok grazie mille, attendo un tuo riscontro!

49 Elisa 3 aprile 2012 alle 16:14

Li ho fatti, li ho fatti!! Ovviamente non sono venuti bene come i tuoi, soprattutto perché non ho potuto (leggi resistito) aspettare le tre ore da te consigliate, ho tagliato e la glassa sopra non si era ancora solidificata colando un pò ai lati.. ma sono…superbi, niente da dire!! Li ho portati agli amici e ai colleghi, e si son leccati tutti i baffi :) conto di postare presto la ricetta sul mio blog (ovviamente riportando alla tua ricetta!), se per qualche motivo non ti va bene, fammi sapere.

50 Sara@fiordifrolla 3 aprile 2012 alle 22:42

@ Elisa: eh aspettare e avere pazienza sono due cose fondamentali per realizzare questi brownies, perché richiede il rispetto delle tempistiche che ho indicato. Mi fa molto piacere che tu ne sia rimasta entusiasta così come i tuoi colleghi! Non ti preoccupare pubblica pure, se citi la fonte non hai problemi :)

51 Sorina 4 aprile 2012 alle 07:27

Anch’io li ho fatti!!!!!!!!!! Sono stati “la piece de resistence”!!! Tutti hanno conclusionati: meravigliosi!! :D Posso provare Sara, con una fotografia :)) Complimenti!!
PS- hai visto il film Julia & Julie? Un film di cose da cucinare e altre… te lo racommando.

52 Elisa 4 aprile 2012 alle 14:02

Sara, fino alla glassa ho aspettato, ma dopo la mou, una volta stesa la glassa avevo già sguardi famelici intorno ;)))

53 Sara@fiordifrolla 4 aprile 2012 alle 21:25

@ Sorina: wow bene! Quello che scrivi, il tuo entusiasmo, è bellissimo, grazie! Sì il film l’ho visto, per certe cose c’è da immedesimarsi un po’ vero? :)
Buona serata

@ Elisa: ahahah, ti confesso che a volte anch’io faccio come te e lo trovo ugualmente bello perché il cibo è in grado di scatenare queste pulsioni, ha una grande forza :)

54 Sorina 5 aprile 2012 alle 08:07

Carissima Sara,
SI, SI…. vero, il film mi è piaciuto tanto. Per quelli che non “sentono” il cibo, non rappresenta un gran che.
Le foto di queste meraviglie brownie non li ho messo ancora … il tempo sempre corto :(
Devo riconoscere, i miei cari mi chiedono di rifargli spesso …
A presto!

55 Sara@fiordifrolla 5 aprile 2012 alle 20:04

@ Sorina: sì è vero quello che dici, penso facciano un po’ fatica ad immedesimarsi nella protagonista e a capire cosa si prova :) A presto!

56 martina 5 luglio 2014 alle 18:18

li ho fatti x il compleanno di mia figlia, 11 anni, é sono stati divorati….come tutte le tue ricette…bellissime e buonissime…grazie!!!!!!!!!

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.