giovedì 14 giugno 2012

Bublanina

Bublanina

Una variazione sul tema ciliegie. Innanzitutto, qualcuno di voi conosce la bublanina o ne ha mai sentito parlare? Io l’ho scoperta solo di recente, mentre stavo sfogliando per caso il bellissimo volume “La cucina ebraica” di Clarissa Hyman, del quale vi ho già parlato in qualche occasione qui su queste pagine. Ho provato a fare qualche ricerca in rete, ma non sono riuscita a sapere granché sulla storia e sulle origini di questo dolce. Tutto quello che so è che si tratta di una torta morbida alle ciliegie (ho letto che ne esistono varianti molto comuni anche ai mirtilli) originaria della Repubblica Ceca, una sorta di coffee cake da servire insieme a panna montata. Naturalmente, se qualcuno avesse qualche informazione in più e la volesse condividere nei commenti, gli sarei davvero grata.

La sua particolarità risiede nella morbidezza dell’impasto e nel fatto che quest’ultimo è privo di burro, olio, yogurt o altro grasso (ok lo ammetto, è anche per questo motivo che ho deciso di prepararla, la prova costume è vicina per tutti, no?). Diciamo che per certi versi la sua consistenza, come il procedimento, ricordano quella del pan di Spagna (eccezion fatta per la presenza del lievito), solo che all’interno ci trovate tante succose e rosse ciliegie. E’ un dolce dal sapore molto delicato e semplice (si sentono anche in sottofondo la vaniglia e il limone), quasi infantile direi, nel quale questo frutto sarà il vero protagonista, e che io vedo proprio per questo motivo molto adatto ad una sana e genuina colazione. Non si tratta quindi per i miei gusti di una torta da portare in tavola a fine serata, ma senza dubbio accostata ad una pallina di gelato alla vaniglia farà comunque la sua bella figura.

Bublanina

Ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro:
125 g di farina 00
125 g di zucchero semolato
300 g di ciliegie (denocciolate e tagliate a metà)
4 uova
la scorza di 1 limone grattugiata
2-3 cucchiaini di succo di limone
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 pizzico di sale
1/2 bustina di lievito per dolci

inoltre:
panna montata per servire
oppure gelato alla vaniglia

Preriscaldate il forno a 180°. In una ciotola sbattete i tuorli con le fruste elettriche, unite lo zucchero semolato, l’essenza di vaniglia, la scorza e il succo di limone. Incorporate la farina setacciata insieme al lievito e stemperate il composto con una piccola parte di albumi che avrete nel frattempo montato a neve insieme al sale. Incorporate la parte restante utilizzando una spatola, compiendo movimenti dal basso verso l’alto. Unite le ciliegie, tagliate a metà, e passate in poca farina (in questo modo non precipiteranno nel fondo del dolce) e mescolate delicatamente. Versate il tutto all’interno di uno stampo a cerchio apribile da 24 cm di diametro, livellate e fate cuocere nel forno a 180° per circa 45 minuti, o comunque fino a quando uno stecchino infilato al centro del dolce uscirà asciutto. Se la superficie dovesse diventare troppo scura copritela con un foglio di alluminio. Fate raffreddare completamente e servite accompagnando con panna montata oppure una pallina di gelato alla vaniglia.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

36 comments

1 Chiara 14 giugno 2012 alle 07:08

io non ne ho mai sentito parlare ma mi hai già convinto a provarla! Dev’essere ottima anche a colazione…

2 Valentina 14 giugno 2012 alle 07:14

non l’avevo mai sentita! ma dura o il giorno dopo si sente già invecchiata?

3 nanocucina 14 giugno 2012 alle 07:56

nemmeno io l’avevo mai sentita, però il fatto che sia priva di grassi me la fa diventare subito simpatica!

4 Raffy 14 giugno 2012 alle 08:12

buonissima..sofficissima…complimenti!!!

5 Sorina 14 giugno 2012 alle 08:23

Le tue ricette sono sempre speciale!!! Ti seguo con tanta gioia che scopro tantissime delizie nel tuo blog!!!
COMPLIMENTI!!!!!!!!!!!
PS- stasera devo provare davero questa bonta`

6 Paola 14 giugno 2012 alle 08:36

Nemmeno io l’avevo mai sentita, grazie Sara per farci scoprire sempre nuove cose interessanti!

7 romina 14 giugno 2012 alle 09:11

..a parte che è un dolce di origine ceca non so altro..ottimo però come alleato della linea (sembra uno spot pubblicitario:)

8 Lea 14 giugno 2012 alle 09:18

Ciao Sara, mai sentito parlare della bublanina ma mi da la sensazione di essere soffice e la voglio provare…magari cn le mele perchè nn mi piacciono le ciliegie nei dolci ;-)
Suppongo che l’infarinatura delle ciliegie valga anche per non far precipitare le mele, giusto? Grazie per la dirtta ;-D
baci baci
e…: questo w-end sarò a Roma per un matrimonio, sapresti indicarmi qualche posto carino dove fare spuntino e dove cenare? Grazie, rispondi solo se puoi! ;-)

9 Valentina 14 giugno 2012 alle 09:27

Non ne avevo mai sentito parlare, grazie per avermela fatta conoscere, è golosissima e anche light, binomio perfetto! :) Complimenti come sempre, un bacio :)

10 Alessia 14 giugno 2012 alle 09:42

Sembra davvero deliziosa e perfetta per la merenda del pomeriggio

11 manuela e silvia 14 giugno 2012 alle 09:45

Ciao! una golosità tutta straniera, ma che deve avere un sapore morbido e dolce!
ottima proposta per un frutto di stagione!
baci baci

12 Francesca 14 giugno 2012 alle 09:46

non l’ho mai sentito ma sembra delizioso e molto leggero, con le ciliegie ancora più invitante! ciao :-)

13 cleareIlpomodorosso 14 giugno 2012 alle 11:06

beh che nn ci siano grassi oltre alle uova me la rende subito simpatica..mi son finite le ciliegie del frutteto però mi sa che andrò al mercato a prenderle per farla. La vedo perfetta per le colazioni post corsa!

14 MarinaM 14 giugno 2012 alle 12:07

Se è una ricetta ceca posso chiedere lumi sulla sua storia a mia cognata che è di Praga. Comunque al di là di tutto ha l’aria di essere deliziosa. :)
MarinaM

15 Laura 14 giugno 2012 alle 12:20

Mitica, senza burro nè olio!!! Cercavo proprio un dolce sano come questo, e poi le ciliegie in questo momento sono il top… Ricetta rubata, appena posso la faccio! Ti farò sapere com’è venuta;)
A presto!

16 Rossana 14 giugno 2012 alle 15:09

Riesci sempre ad essere originale, creativa e dolcissimamente tentatrice…
Non sempre cercando di alleggerire i dolci si ottengono grandi risultati, ma questa sofficissima torta appaga tutti i sensi ;D

Questo libro è sempre fonte di grande ispirazione, già a nominarlo mi mengono in mente moltissime delizie ;P

Spero di poterla preparare stasera ;]]]

17 elenuccia 14 giugno 2012 alle 16:33

Pero’ mica male questa bublanina. Non ne avevo mai sentito parlare ma gia’ il fatto che abbia tante ciliegie dentro e non abbia grassi me lo fa piacere parecchio.

18 Alessia 14 giugno 2012 alle 17:51

quel libro è un piccolo tesoro!

19 Marina 14 giugno 2012 alle 19:45

Mai sentita nominare… e dato che la prova costume è vicina anche per me direi che è perfetta per farci colazione!

20 Sara@fiordifrolla 14 giugno 2012 alle 21:31

@ Chiara:sì secondo me è davvero perfetta per la colazione, perché è semplice a livello di gusto, è leggera e ha dei sapori elementari :)

@ Valentina: guarda, la mia il giorno dopo non c’è arrivata, ma credo che comunque sia meglio consumarla il più in fretta possibile :)

@ nanocucina: immaginavo che il fatto che sia priva di grassi sarebbe stato molto apprezzato! Cercherò di preparare più dolci seguendo questo filone :)

@ Raffy: grazie!

@ Sorina: ti ringrazio, quello che scrivi è davvero bellissimo, mi fa immenso piacere! Un abbraccio, spero che la bublanina ti piacerà :)

21 Sara@fiordifrolla 14 giugno 2012 alle 21:35

@ Paola: e pensa che credevo di essere rimasta l’unica a non conoscerla, beh mi fa piacere aver proposto qualcosa di nuovo!

@ Romina: beh in effetti lo sembra, però è proprio così, è un dolce molto leggero, anche a livello calorico :)

@ Lea: se non ti piacciono le ciliegie nei dolci puoi sostituirle con quello che vuoi, io più che le mele ci vedrei dei frutti rossi come i lamponi, le more o i mirtilli (quest’ultima sarebbe poi una versione classica da quanto ho capito) :) Sì infarinare la frutta è fondamentale per evitare che poi precipiti tutta sul fondo in cottura :) Guarda a Roma ci sono stata una sola volta e non ho consigli particolari da darti purtroppo, prometto che colmerò questa mia lacuna! Buon fine settimana!

@ Valentina: grazie mille, sì è leggera, pensa che io ho fatto il bis senza sentirmi particolarmente in colpa ;)

@ Alessia: colazione e merenda secondo me sono i momenti migliori per gustare questo dolce :)

22 Sara@fiordifrolla 14 giugno 2012 alle 21:39

@ manuela e silvia: grazie!

@ Francesca: ma tu pensa, non credevo che fosse sconosciuta a quasi tutti! :)

@ Cleareilpomodorosso: sì ecco credo proprio che sia una merenda perfetta anche per gli sportivi, proprio perché priva di grassi e perché mi è sembrata anche molto facile da digerire :)

@ MarinaM: se ti va di informarti sarebbe una cosa davvero bella, se poi ti andrebbe di condividere la risposta con tutti noi ancora meglio!

@ Laura: ok attendo tue notizie allora! A presto

23 Sara@fiordifrolla 14 giugno 2012 alle 21:43

@ Rossana: pensa che io ho sempre il terrore di cadere nel banale! So bene che a volte cercando di alleggerire i dolci si hanno degli insuccessi, ti ricordi quando ti raccontai del tentativo di fare dei brownies senza burro? :D Per fortuna questo dolce è la dimostrazione che leggero e gustoso si può ;)

@ elenuccia: immaginavo che l’assenza di grassi sarebbe stata gradita in questa fase di dieta che precede la prova costume! Credo che proseguirò nella preparazione di questo genere di dolci, per la gioia della mia e della vostra linea ;)

@ Alessia: concordo, uno dei miei preferiti!

@ Marina: sono contenta di aver fornito e scovato una valida alternativa per fare una colazione dolce ma senza troppi sensi di colpa :)

24 Lea 15 giugno 2012 alle 09:55

Grazie lo stesso! un bacio

25 Sorina 15 giugno 2012 alle 11:06

Ti faccio sapere di sicuro!!! ti mandero una piccola “prova” su e-mail oppure tramite la posta! :))
QUest’estate desideriamo di arrivare in Toscana (la mia terra favorita) vicino da Firenze.. chi lo sa, probabile di intracciarti !
A presto con buone notizie dolci!!!

26 Terry 16 giugno 2012 alle 13:40

Non la conoscevo … Ed è un piacere scoprirla!!! Meravigliosa ricetta… Un
Iibro che mi tenta da tempo ed ora ancor di più!

27 Stefania 17 giugno 2012 alle 14:33

Ciao Sara, per me è proprio una novità questa blubanina ma senza dubbio l’impasto è da provare soprattutto adesso che nessuno ha molta voglia di cose pesanti! grazie del consiglio e buona domenica!

28 Leda 18 giugno 2012 alle 17:33

ciao Sara, qualche giorno fa ti ho inviato una e.mail per About Food? l’hai per caso letta?

29 Sara@fiordifrolla 18 giugno 2012 alle 21:39

@ Lea: di nulla :)

@ Sorina: ok guarda che aspetto la mail eh! ;)

@Terry: quel libro è un vero gioiello secondo me :)

@ Stefania: immaginavo che un dolce così leggero fosse ben accolto! :)

@ Leda: sì l’ho vista, ma non l’ho ancora letto, provo in serata :)

30 ella 20 giugno 2012 alle 15:19

Sembra fantastica e poi senza grassi, giusta con giugno… caldo + prova costume… ho giusto comprato delle belle ciliegie stamattina… La provo subito!

31 Sara@fiordifrolla 20 giugno 2012 alle 22:38

@ Ella: l’idea è stata proprio quella di proporre un dolce leggero e adatto non solo a questo caldo, ma anche alla prova costume. Sono contenta che anche tu sia d’accordo con me :)

32 kiara 30 giugno 2012 alle 14:52

mamma mia che bonta, bravissima ciao kiara

33 Sara@fiordifrolla 2 luglio 2012 alle 19:24

@ Kiara: grazie :)

34 Blueberry Muffin Bakery 18 dicembre 2012 alle 07:14

è veramente buonissima! l’ho provata anch’io.. ovviamente con un riferimento alla tua pagina! buona giornata
http://blueberrymuffinbakery.blogspot.it/2012/12/bublanina-natalizia.html#more

35 Bublanina Natalizia | Food Blogger Mania 19 dicembre 2012 alle 08:45

[...] un dolce invernale ma io me ne sono innamorata non appena l’ho visto sul blog Fior di Frolla (qui trovate il link) e non potevo aspettare che arrivasse la primavera prima di assaggiarlo!  [...]

36 Sara@fiordifrolla 20 dicembre 2012 alle 22:31

@ Blueberry Muffin Bakery: grazie mille, sono felicissima che ti sia piaciuta!

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.