Categoria - Contorni e verdure

6 settembre 2012

Pomodori farciti con carne di manzo, salsiccia e pecorino

Pomodori farciti con carne di manzo, salsiccia e pecorino

Mi sono sempre piaciute le ricette che prevedono la cottura nel forno. Sarà perché molto spesso non richiedono una costante attenzione o per il senso di calore e di intimità che esso mi trasmette ogni volta che lo metto in funzione. Come sapete, non mi pongo particolari problemi ad accenderlo nemmeno in estate, o come qualche settimana fa, con quasi 40° fuori (io però lo faccio con l’aria condizionata in funzione, mi piacere vincere facile, lo so), ma ora che le temperature sono notevolmente scese, beh, per me è un vero spasso. E poi c’è da dire che, mentre la pietanza in questione si cuoce, io nel frattempo posso fare mille altre cose, come un bagno caldo, dare l’aspirapolvere o chessò scrivere un post. Capirete che visto il grande utilizzo che ne faccio cerco di prestare molta attenzione ai prodotti che impiego per la cottura dei miei piatti, che devono essere prima di tutto resistenti.

Uso i prodotti Pyrex da sempre, soprattutto quelli in vetro, praticamente indistruttibili (i miei avranno si e no almeno 6 anni e non hanno nemmeno un graffio), durevoli nel tempo e molto pratici perché lavabili in lavastoviglie. Anzi, se ci penso bene, credo anche involontariamente di averli fatti comparire in qualche foto in questi anni, utilizzandoli come contenitore per alcune mie ricette. Va da sé che quando sono stata contattata dalla Pyrex stessa per testare alcuni dei loro prodotti sono stata molto felice di collaborare proprio perché certa dell’indiscutibile qualità degli stessi.

Per farla breve nei prossimi due mesi io e le altre quattro blogger che aderiscono al progetto (Sonia - Genny - Claudia - Elena), pubblicheremo quattro ricette ciascuna e tutte avranno come comune denominatore un aspetto: esaltare la cottura in forno. Io ho cercato, per quanto possibile, di comporre idealmente un menu studiando quattro portate dall’antipasto al dolce e per questo primo appuntamento ho pensato proprio ai  pomodori ripieni che sono oggetto del post di oggi.

Pomodori farciti con carne di manzo, salsiccia e pecorino

Si tratta di una ricetta relativamente veloce (escludendo il tempo necessario ad eliminare l’acqua di vegetazione dei pomodori) e davvero semplice, che vi può tornare utile perché potete realizzarla con quello che avete in frigorifero. Avete presente quei pezzetti di formaggio o gli avanzi dei salumi che non sapete mai come utilizzare? Ecco, con un po’ di fantasia, andranno benissimo. La mia versione prevede carne macinata di manzo, salsiccia (questo è un ricordo d’infanzia, dei pomodori che faceva mia madre), pecorino e tanto timo. Per una versione vegetariana potete utilizzare il riso o, perché no, legumi. Per cuocere questa mia preparazione ho scelto la pirofila quadrata in vetro che vedete in foto, che amo molto perché essendo trasparente permette di controllare la cottura dei cibi in maniera immediata e perché questo materiale, essendo resistente agli shock termici, può passare tranquillamente dal congelatore al forno senza avere il timore di alcuna rottura.

Inoltre Pyrex ha indetto un concorso chiamato “Il premio è servito”. Partecipare è davvero molto semplice e si può fare in due modi: nel primo basta registrarsi in maniera del tutto gratuita, compilando un form con i propri dati che saranno necessari per garantire la legalità dello stesso. Nel secondo basterà acquistare un prodotto Pyrex tra quelli in promozione e inviare un sms al numero indicato per partecipare all’estrazione finale. Trovate tutti i dettagli, il regolamento e le modalità di partecipazione sul sito www.ilpremioeservito.it oppure cliccando sul banner che trovate al termine del post. I premi sono davvero molto allettanti, io ci farei un pensierino ;)

Pomodori farciti con carne di manzo, salsiccia e pecorino

Pomodori farciti con carne di manzo, salsiccia e pecorino

Ingredienti per 6 persone:
6 pomodori tondi maturi
80 g di polpa di manzo macinata
70 g di salsiccia fresca
2 cucchiai di pecorino grattugiato
1 cucchiaio di pangrattato
1 uovo piccolo
½ spicchio d’aglio
timo fresco
olio extravergine di oliva
pangrattato
sale, pepe

Lavate i pomodori, asciugateli e con un coltello affilato tagliate una piccola fettina alla base degli stessi per fare in modo che possano stare in piedi sul piatto da portata senza rovesciarsi. Tagliate la calotta (che conserverete per decorazione) e, avvalendovi di un cucchiaino, scavateli con cura. Salateli internamente, metteteli capovolti su di uno scolapasta e lasciate che perdano la loro acqua di vegetazione per circa 20 minuti. Asciugate l’interno con carta assorbente.

In una padella antiaderente fate scaldare l’olio e rosolatevi la carne (polpa di manzo e la salsiccia, che nel frattempo avrete privata del budello e tritata) fino a farle prendere colore. Fatela scolare all’interno di un colino e fate raffreddare. In una ciotola mettete lo spicchio d’aglio tritato, il timo, il pecorino e l’uovo che avrete precedentemente sbattuto in una ciotola. Aggiungete la carne e mescolate, aggiungendo altro pangrattato se il composto dovesse risultare troppo umido. Regolate di sale e di pepe.

Disponete i pomodori all’interno della teglia, farciteli e chiudeteli con le calottine. Irrorate con un filo di olio extravergine di oliva e cospargete con del pangrattato. Fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 30 minuti. Servite caldi o a temperatura ambiente a piacere.

Pyrex

27 Comments

23 agosto 2012

Sformatini di melanzane, my way.

Sformatini di melanzane my way

Vi dico la verità, non sono una grande consumatrice di melanzane. Lo si capisce anche dalle poche ricette che trovate qui, credo infatti che esse si possano contare sulle dita di una mano. Non è che non mi piacciano, anzi, se penso ad un piatto di pasta alla norma o la parmigiana di melanzane (tanto per andare sui classici della cucina regionale italiana) mi viene l’acquolina. E’ che proprio non ho l’abitudine di cucinarle, a meno che non debba preparare questo paté alla robiola, per dire, oppure che non si tratti delle melanzane sott’olio che ho mangiato in qualche occasione da mia suocera. Sono speciali, un giorno devo riuscire a farmi dare la ricetta (per poi condividerla con voi, ovvio). 

Nonostante il mio brutto rapporto con le melanzane, di tanto in tanto, non so per quale strano motivo, sono vittima del loro fascino e non riesco ad astenermi dall’acquistarle, per poi tuttavia lasciarle stazionare tutte sole nel cassetto delle verdure del mio frigorifero perché non so mai come impiegarle. Di recente però ho adottato una nuova tecnica per riciclarle: le utilizzo con sucesso per creare degli sformatini, molto semplici e preparati con pochi ingredienti che tutti abbiamo comunemente in casa. L’idea è una rielaborazione di un assaggio di qualche tempo fa avvenuto in un ristorante sui colli imolesi, quando buona parte della mia famiglia si è radunata per festeggiare, al fresco, il cinquantanovesimo anniversario di matrimonio dei miei nonni paterni. Un bel traguardo, eh? Nemmeno una coppia di signori seduti al tavolo di fianco si capacitava di un periodo così lungo (a dire il vero lui se la rideva dicendo che è impossibile sopportare per tutto quel tempo la propria moglie, mentre a lei brillavano gli occhi; secondo me un po’ le sarebbe piaciuto invece ;) ed io non posso che essere molto fiera di loro.

Tornando a noi, il piatto è nel complesso veloce (lo sformatino si fa praticamente tutto nel mixer), scenografico, colorato e dai sapori tipicamente mediterranei. Io ho preparato la salsa al pomodoro nel modo canonico, essa però, se da un lato ha il vantaggio di permettervi di utilizzare pomodori maturi che ora sono nel pieno della stagione, dall’altro è abbastanza lunga da preparare. Per chi va di fretta, ma ci tiene ugualmente ad un buon risultato, consiglio quindi di velocizzare il tutto utilizzando una buona passata che farete scaldare in padella con olio e aglio e farete insaporire con basilico fresco.

Sformatini di melanzane, my way

Ingredienti per 6 sformatini:
300 g di melanzane
4 uova
200 ml di panna fresca
4 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
4 foglie di basilico
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 spicchio d’aglio
sale, pepe

per la salsa di pomodoro:
4 pomodori ramati o san marzano maturi
olio extravergine di oliva
1 spicchio d’aglio
sale, pepe
basilico

Lavate le melanzane e tagliatele a cubetti (io non le ho sbucciate). In una padella fate scaldare l’olio e insaporitelo con l’aglio per qualche minuto. Eliminatelo e aggiungete le melanzane, salate e fate cuocere per circa 10 minuti, se necessario aggiungendo poca acqua. Riducetele in una crema con il mixer e lasciatele intiepidire. Sempre nel vaso del mixer unite le uova e il parmigiano, azionando l’apparecchio per amalgamare. Unite la panna a filo e regolate di sale e pepe. Versate il composto così ottenuto in 6 stampini imburrati e infarinati. Fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 35 minuti.

Nel frattempo preparate la salsa: tagliate i pomodori a metà, spremeteli leggermente per eliminare i semi, e trasferiteli in una casseruola, nella quale li farete cuocere fino a quando saranno diventati teneri. Passateli al passaverdura. In una padella fate tirare la salsa ottenuta insieme ad un po’ di olio extravergine di oliva, aglio e basilico fresco a piacere. Con il frullatore ad immersione riducete il tutto in una salsa vellutata. Aggiustate di sale e pepe. In alternativa per velocizzare il tutto potete utilizzare della passata di pomodoro fatta in casa (vedi premessa).

Sfornate gli sformatini, fateli riposare per qualche minuto (noterete che saranno cresciuti un po’ in altezza, fateli quindi assestare) e sformateli delicatamente. Aiutandovi con un cucchiaio adagiate la salsa calda a specchio sui piatti da portata, quindi disponetevi sopra gli sformatini e servite, guarnendo a piacere con del basilico fresco.

14 Comments

12 aprile 2012

Insalata di asparagi e fagiolini con dressing ai mirtilli rossi e pistacchi

Insalata di asparagi e fagiolini con dressing ai mirtilli rossi e pistacchi

Dopo i bagordi pasquali e quelli, virtuali o meno (vi assicuro che i miei appartengono senza dubbio al secondo caso), del compleanno di questo blog, ho pensato che fosse meglio passare a qualcosa di decisamente più leggero, così per dare un’idea diversa dal solito anche a chi, magari, la pastiera l’ha mangiata solo con gli occhi perché ha iniziato una dieta o la sta facendo da diverso tempo. Come sapete adoro la verdura in tutte le sue forme e mi diverto un sacco non solo a preparare sempre nuove ricette che la vedono come protagonista, ma a ingegnarmi a farla desiderare anche a chi non la ama particolarmente. Chi l’ha detto infatti che i piatti a base di ortaggi sono spesso tristi e monotoni?

Ecco che quindi al grido di “Go Green!” vi mostro come ho ravvivato dei semplici asparagi e fagiolini (ok non proprio di stagione, è vero, però devo dire che questi erano bellissimi e non ho saputo resistere). Mi è bastato sbianchirli, facendo in modo però che restassero teneri ma sodi (mi raccomando non lessateli del tutto, è fondamentale) e accompagnarli con un condimento brioso e allegro. Verdi pistacchi tostati e tritati per andare sul tono su tono, mirtilli rossi secchi che, come preziosi rubini, rendono improvvisamente allegra e festosa questa semplice insalata e, infine, qualche anello di scalogno per donare intensità. Al posto del classico aceto, consiglio di utilizzare qualcosa di più delicato, come quello di lamponi che, se non riusciste a trovare, potete anche prepararlo da voi seguendo i consigli di questa ricetta che ho scritto qualche tempo fa.

Un’insalata che può accompagnare anche secondi importanti, nel mio caso l’ho preparata insieme al carré di vitello per dire, e che per la sua sobria eleganza può comparire sia sulla tavola di tutti i giorni che essere il vostro asso nella manica per le occasioni speciali.

Insalata di asparagi e fagiolini con dressing ai mirtilli rossi e pistacchi

Ingredienti per 4-6 persone:
200 g di asparagi
100 g di fagiolini
sale

per il dressing:
50 g di mirtilli rossi secchi
1 scalogno
1 cucchiaio di aceto di lamponi
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 cucchiai di pistacchi non salati, tostati e tritati
1 cucchiaino di zucchero semolato
maggiorana fresca q.b.
sale, pepe

Preparate il dressing: mondate e tagliate lo scalogno a rondelle sottili, trasferitelo in una ciotola di piccole dimensioni insieme all’aceto, all’olio, allo zucchero e mescolate il tutto. Unite i pistacchi, tostati e tritati grossolanamente e i mirtilli rossi. Salate, pepate, mescolate e lasciate da parte per tutto il resto della preparazione.

In una capiente casseruola contenente acqua salata in ebollizione, fate sbianchire prima gli asparagi e poi i fagiolini (consiglio di farlo separatamente perché impiegano tempi diversi), scolandoli in modo che risultino teneri, ma ancora sodi, quindi bloccatene la cottura sotto acqua corrente fredda. Scolate nuovamente e trasferite in un piatto, quindi condite con il dressing precedentemente preparato. Completate con foglie di maggiorana fresca (o menta in alternativa), aggiustate di sale e di pepe, quindi servite.

22 Comments

Page 1 of 1812345...10...Last »