martedì 19 giugno 2012

Confettura di albicocche

Confettura di albicocche

Lo avevo detto che sarebbe giunto il momento delle confetture, no? Io amo l’estate anche per questo. Sempre durante la stessa giornata nella quale ho preparato la confettura di fragole pepe rosa e vaniglia, dopo aver riempito i miei vasetti, averli capovolti e successivamente disposti in maniera ordinata nella mia dispensa, ho provato così tanta soddisfazione che  mi sono detta che dalla via che c’ero avrei potuto approfittare di tutto quel tempo libero (ultimamente devo ammettere che è diventato un vero lusso) per invasare anche tutte quelle albicocche mature che avevo in frigorifero.

L’idea era quella di preparare la confettura di albicocche secondo la classica ricetta che uso bene o male per tutta la frutta, ma subito dopo un paio di tweet (e sì perché, come spesso accade, stavo raccontando il tutto in presa diretta su twitter) mi è arrivata una dritta provvidenziale dalla cara Rossana che non potevo non cogliere. “Prova quella di Annalisa Barbagli che trovi su Papero Giallo mi è stato detto e così ho fatto. La ricetta mi ha colpita subito, perché prevede un metodo sostanzialmente diverso da quello che utilizzo di solito, ovvero di partire da uno sciroppo in ebollizione nel quale poi immergere la frutta tagliata in quarti insieme al succo di limone. Questo sistema io l’ho trovato molto pratico perché permette di ridurre i tempi di cottura, aspetto che vi farà ottenere una confettura a pezzettoni dal profumo e dal colore più intensi. Non sembra anche a voi che all’interno di questo vasetto ci sia un po’ di sole estivo? Una piccola postilla: non ho ancora testato questo metodo con altri tipi di frutta, cosa che però proverò molto presto e, ovviamente, non mancherò di aggiornarvi con un post ad hoc.

Io, una volta tanto, non ho aggiunto spezie o altre stranezze e devo dire che ne sono rimasta particolarmente soddisfatta, perché in questo modo ho dato pieno risalto al gusto delle ottime albicocche di cui disponevo. Per i fanatici della spezia a tutti i costi consiglio di provare l’abbinamento, oltre con l’intramontabile vaniglia, anche con il cardamomo, la cannella, lo zenzero e il rosmarino. Ottima spalmata sul pane per una sana colazione o per la merenda, trovo che questa confettura sia molto adatta a farcire torte e biscotti (tipo occhi di bue per capirci), in quest’ultimo caso però il mio consiglio è di frullarla altrimenti non otterrete un risultato gradevole a livello estetico.

Confettura di albicocche di Annalisa Barbagli

Ingredienti:
1,200 kg di albicocche mature (snocciolate)
700 g di zucchero semolato
il succo di 1 limone piccolo
1 bicchiere d’acqua

Sterilizzate quattro barattoli da 250 ml secondo il metodo che preferite. Lavate le albicocche e tagliatele in quattro. In una casseruola dal fondo pesante versate l’acqua e lo zucchero e fate bollire il tutto a fuoco vivace per circa 10 minuti o comunque fino a quando noterete che in superficie si sono formate delle grosse bolle. Aggiungete le albicocche insieme al succo di limone e proseguite la cottura, sempre a fuoco vivace, per 15 minuti circa (io in realtà ho proseguito ancora un po’, regolatevi voi con la consistenza), a questo punto la confettura è pronta. Versatela ancora bollente nei barattoli, pulite il bordo con un panno pulito e mettete subito i coperchi. Capovolgeteli fino al giorno seguente.

Nota:

- per ottenere una confettura più fine (adatta a torte e biscotti) frullate il tutto con il frullatore ad immersione fino al raggiungimento della consistenza desiderata.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

29 comments

1 Rossana 19 giugno 2012 alle 05:33

sono molto felice che anche Tu abbia ottenuto questo spettacolare risultato!!! C’é proprio il sole dentro questi vasetti, la mia inizia a scarseggiare, ma avrò modo di riprepararla ;D
ho utilizzato lo stesso metodo per fragole e pesche senza successo… Mi é dispiaciuto perché lo trovo davvero veloce e con le albicocche per me é il migliore!
Vorrei tentare con le ciliegie…
Io non ho resistito ad aggiungere la vaniglia Tahiti, ma concordo che é perfetta anche senza spezie.
Adesso scappo, mi aspetta per la colazione, su una fetta di pane ai 7cereali ;P
foto meravigliosa!

2 Raffy 19 giugno 2012 alle 06:57

la adoro, è l’unica che riesco a mangiare insieme a quella di mandarino… complimenti, è perfetta…

3 Valentina 19 giugno 2012 alle 07:24

l’ho fatta anche io con questa ricetta e la trovo spettacolare anche se ho dovuto diminuire la quantità di zucchero (forse le mie albicocche erano molto mature)

4 Micol 19 giugno 2012 alle 08:01

Le confetture!!!! che meraviglia! Mi fai venire una voglia di mettermi all’opera. Sono un paio d’anni che non mi cimento, ma ora che ho anche l’imbuto di ceramica per invasare….. :-)

5 nutella 19 giugno 2012 alle 08:02

Io ho preparato giusto ieri quella di pesche, ma uso molto meno zucchero: 300 g ogni chilogrammo di frutta pulita…

6 kitchenmemories 19 giugno 2012 alle 08:07

gnam! Complimenti anche x la foto, è bellissima!Una domanda: non c’è bisogno di fare la sterilizzazione del vasetto pieno? Così quanto si conserva? Grazie mille!

7 Paola 19 giugno 2012 alle 08:27

Buonissime le albicocche, adoro la confettura. Ciao!

8 Marta 19 giugno 2012 alle 08:40

Questo procedimento è davvero interessante, devo provarla assolutamente!

9 Valentina 19 giugno 2012 alle 09:08

Che buona, la segno! :) Mangerei kg e kg di albicocche in questo periodo… ma devo frenarmi, troppi zuccheri! ;) Complimenti :)

10 Nadia 19 giugno 2012 alle 11:10

Ottimo trucco!
Me lo segno immediatamente! Solitamente io preparo le confetture e simili in agosto, ma mia mamma è già all’opera, quindi glielo dirò quanto prima!
Grazie mille!

Nadia – Alte Forchette -

11 Marina 19 giugno 2012 alle 13:15

Non conoscevo questo metodo e l’idea di ridurre i tempi di cottura della frutta mi ha convinta, aspetto le albicocche del mio albero e poi mi cimento. A presto

12 Giulia 19 giugno 2012 alle 15:33

oh che bellezza, chissa’ che profumo in cucina quando l’hai fatta!! Ora appena le albicocche sono in stagione anche quaggiu’ (manca poco) mi sa che ti prendo questa bella ricettina e me la faccio anche io. un abbraccio, Giulia

13 rosanna 20 giugno 2012 alle 10:38

Io ho usato questo metodo con le fragole ed è stato un successone, ho fatto uno sciroppo con 700 gr. di zucchero e mezzo bicchiere di acqua e quando è diventato trasparente ho aggiunto 1 kg. di fragole, un sapore unico,un colore brillantissimo e veramente dimezzati i tempi, io ho letto questo metodo da tuki.Provate è sicuro il successo.

14 Paola 20 giugno 2012 alle 16:01

Meravigliosa!!In realtà non ho mai provato a fare confetture, sono una farmacista e il prodimento che hai usato mi suona tanto di familiare che potrei usare a farlo e riapplicarlo anche in questo nuovo ambito!
La fot è sensazionale, i colori splendidi; c’è davvero tanto da vedere qui e imparare!Ti seguirò con piacere; a presto,
Paola

15 alice 20 giugno 2012 alle 16:10

ciao!ho comprato delle bellissime albicocche dal contadino e volevo cimentarmi!però ho un dubbio, le albicocche vanno sbucciate o no? grazie mille! alice

16 Sara@fiordifrolla 20 giugno 2012 alle 20:11

@ Rossana: proverò con altri tipi di frutta, pensavo alle pesche (magari un bel pesche e lamponi che dici), ma il metodo è davvero molto interessante e soprattutto veloce che sarebbe un peccato non adattarlo ad altri tipi di frutta. Ho letto qualche commento più giù che qualcuno ha provato con le fragole ed è riuscito, ora sono curiosa di provare!

@ Raffy: io invece bene o male le amo tutte, anche se quella di fragole per ora resta la mia preferita :)

@ Valentina: io invece che di norma utilizzo altre proporzioni (quindi 1 kg di frutta e 500 g di zucchero) non l’ho trovata per nulla troppo dolce, forse come dici tu dipende dal grado di maturazione delle albicocche e pensare che le mie erano belle mature :)

@ Micol: io vado a momenti con le confetture, ma d’estate almeno un paio non me le faccio mai mancare, mi regala troppa soddisfazione prepararle :)

@ Nutella: con molto meno zucchero però si conservano anche meno a lungo, questo bisogna specificarlo e comunque a me non è sembrata poi così estremamente dolce :)

17 Sara@fiordifrolla 20 giugno 2012 alle 20:21

@ kitchenmemories: è sempre preferibile farla per essere più sicuri, inoltre è sempre bene utilizzare vasetti nuovi (con tappi nuovi) e sterilizzarli prima di riempirli. Non ti so dire un tempo esatto perché l’ho preparata una settimana fa per la prima volta, ad ogni modo se noti la comparsa di muffe o altro non mangiarla.

@ Paola: questa poi fatta così mi è piaciuta particolarmente :)

@ Marta: interessante, vero? Mi sono fatta tentare perché diverso da quello che utilizzo di solito e comunque mi sono trovata molto bene :)

@ Valentina: grazie!

@ Nadia: io seguo un po’ quelle che sono le esigenze del mio frigo, mi capita spesso di trovarmi infatti con grandi quantità di frutta matura e visto che non riuscirei a consumarla tutta in tempo procedo con le confetture :) Grazie a te.

18 Sara@fiordifrolla 20 giugno 2012 alle 20:43

@ Marina: io, che ero fanatica del mio metodo, mi sono trovata molto bene, ti dirò, credo proprio che anche il prossimo anno ripeterò l’esperimento :)

@ Giulia: sì c’era davvero molto profumo in cucina. E poi pensa che questa confettura l’ho fatta subito dopo quella di fragole, quindi ti lascio immaginare ;)

@ Rosanna: proverò anche questo metodo, grazie per il suggerimento. E’ molto bello mettere insieme tutte le nostre esperienze :)

@ Paola: ora hai scatenato la mia curiosità. In cosa ti risulta familiare? Sono molto felice di sapere che tu ti sia trovata bene qui, sei la benvenuta :)

@ Alice: io le ho lavate bene, asciugate, e non le ho sbucciate :)

19 Rossana 20 giugno 2012 alle 21:06

devo proprio riprovare con le fragole, grazie anche
@Rosanna per le dosi, é bellissimo condividere le proprie esperienze! ;D

20 Sara@fiordifrolla 20 giugno 2012 alle 22:38

@ Rossana: io farò lo stesso mi sa, sono curiosa! :)

21 Barbara 21 giugno 2012 alle 09:38

Bellissima! appena l’ho vista mi e` venuta tutta quella roba strana in bocca, come quando vedo le fragole. Aquolina? non so…ma credo che sia una risposta fisica del nostro corpo quando vediamo un cibo molto, molto buono ;)

22 rosanna 22 giugno 2012 alle 12:28

non ci posso credere, sono dall’altra parte, di chi da le ricette,una bella sensazione speriamo di non fare brutta figura.Comunque volevo anche raccontare che avendo una figlia in attesa, il medico le ha proibito la frutta che non si sbuccia al limite metterla a bagno con acqua e bicarbonato, con le fragole proprio non si può e allora con questo metodo ho ridotto i tempi quando ancora il liquido era fluido ed ho invasato.Spettacolare ho ottenuto le fragole condite come quelle da dessert però cotyte e quindi sicure, con un sapore……….bhè ora voglio i vostri pareri e mi raccomando siate clementi è la prima volta che dispenso consigli su un blog……..un bacio.

23 rosanna 22 giugno 2012 alle 12:29

volevo dire “COTTE” da dove sia uscito “cotyte” non so, sarà l’emozione….

24 Fede 23 giugno 2012 alle 10:05

…preparata ieri e questa mattina a colazione è stata divorata anche dai miei piccoli, veloce da fare e veramente buona! Appena riesco provo con le ciliegie e ti farò sapere.
Grazie per le ricette sempre di successo e “fattibili” anche da chi ha poco tempo…
Ps Ho letto nell’altra ricetta che sei passata dalle mie zone, le colline modenesi!

25 Sara@fiordifrolla 25 giugno 2012 alle 21:22

@ Barbara: sì, direi che si può riassumere con acquolina e per me che ho fatto la foto è un grandissimo complimento, grazie!

@ Rosanna: e invece credici perché questo è un blog democratico, dove il parere di ogni persona che scrive conta, perché permette di scambiare opinioni e idee per un’informazione più corretta e, magari, potrebbe anche essere un momento di crescita per molti, me compresa perché no ;) Quindi il tuo contributo, come quello di tutti voi, è fondamentale :)

@ Fede: sono contenta che ti sia piaciuta e che il metodo ti sia sembrato valido :) Abito a Bologna, diciamo che passo spesso dalle tue zone ;D

26 kati 10 agosto 2012 alle 21:51

un’accoppiata che mi piace molto e’ albicocche-fiori di lavanda. o pesche bianche-fiori di lavanda

27 Sara@fiordifrolla 18 agosto 2012 alle 09:32

@ kati: piace molto anche a me, la lavanda con questi frutti sta benissimo :)

28 Chiara 26 giugno 2013 alle 15:27

Ciao Sara, sto finendo di cuocere la confettura di albicocche, è veramente buonissima, grazie per la ricetta! Volevo chiederti, desiderando provare quella albicocche e lavanda, quanta lavanda (del mio giardino) devo usare? Vado ad occhio? Grazie per la risposta, ciao

29 Sara@fiordifrolla 29 giugno 2013 alle 09:44

@ Chiara: ciao Chiara, sì io fossi in te andrei ad occhio e farei dei tentativi in modo da trovare la quantità che fa per te :)

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.