giovedì 16 aprile 2009

Crostata cioccolato e pere

crostataperaciocco

Se notate che in questo periodo sono un po’ diversa sappiate che non è venuto meno l’interesse per la cucina, per voi o per il blog, è solo che nel campo lavorativo sto vivendo un momento molto intenso (ed ho usato un eufemismo…). Una situazione che mi permette di imparare molto, ma nella quale non mi sarei mai voluta trovare, o per lo meno non a queste condizioni. Alla sera rientro sempre molto stanca(complice anche un po’ la primavera senz’altro) e spesso mi manca il tempo per rispondere a tutti i commenti singolarmente, quello per passare da voi soffermandomi a scrivere il mio pensiero epurtroppo anche quello per scambiare due parole con le amiche che sento via mail o skype. Vi chiedo di portare un po’ di pazienza, continuerò a postare con regolarità, ma non so se riuscirò ad essere sempre presente nei vostri blog, mi capite vero?
Ho bisogno di qualcosa che mi consoli e mi regali preziosa energia mentale (seeee balle, ogni scusa è buona!). Una crostata di quelle come dico io è l’ideale non trovate? Approfittando del fatto che, come me, molti di voi avranno una discreta quantità di cioccolato avanzato dalle uova di Pasqua da smaltire, oggi vi mostro questo dolce che vede il cibo degli dei declinato in uno degli abbinamenti più consolidati eapprezzati in pasticceria, ovvero insieme alle pere.
Lo avevo già proposto anche in questa occasione (proprio agli albori del blog), questa volta però ho preferito servirlo contornato da un friabile guscio di pasta frolla che contribuisce a renderlo ancora più ricco. La ricetta non è mia, ma della celebre Anna Moroni che ho trovato dalla sua più grande fan, la mia omonima Sara.
Siccome non disponevo di pere che fossero degne di questo nome, ho optato per quelle sciroppate, che ho fatto scolare molto bene e disposto sopra ad uno strato di amaretti sbriciolati per non inumidire troppo l’impasto e soprattutto la base del dolce. Se però voi riuscite a reperirne di buone, puntate su quelle più mature perché risulteranno più morbide.
Il risultato è stata una crostata golosa, farcita da un ripieno che in seguito alla cottura diventa simile ad una scioglievolissima crema nella parte inferiore, mentre la superficie è caratterizzata da cioccolatosemi-fuso e piccole sfere di pasta frolla che creano un piacevole contrasto non solo di consistenze, ma anche visivo che invoglia all’assaggio. Davvero da riproporre al più presto!

crostataperaciocco3

CROSTATA CIOCCOLATO E PERE

(ricetta di Anna Moroni tratta da “Il dolce mondo di Sara”)

Ingredienti per 8 persone:

per la pasta frolla:
300 g di farina 00
150 g di zucchero semolato
1 cucchiaino raso di lievito per dolci
3 tuorli
150 g di burro
La scorza grattugiata di un limone bio

per il ripieno:
2 pere mature (per me 2 barattoli di pere sciroppate)
10/15 amaretti ( o altri biscotti a piacere)
100 g circa di cioccolato fondente spezzettato

Preparate la pasta frolla: nella planetaria (o nel mixer) utilizzando il gancio a k lavorate il burro con lo zucchero semolato, quindi sempre tenendo l’apparecchio in funzione incorporate un tuorlo alla volta e la scorza di limone grattugiata. Unite infine la farina setacciata insieme al lievito e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di striature. Estraetelo dalla ciotola dell’impastatrice, se necessario lavorate brevemente a mano, formate la classica palla che avvolgerete nella pellicola alimentare. Fate riposare in frigorifero per circa 30 minuti.
Prendete circa 2/3 della pasta frolla e stendetela uniformemente su di una spianatoia leggermente infarinata (o tra due fogli di carta da forno se preferite) in un disco che andrete a posizionare in uno stampo a cerniera da 24 cm, imburrato e infarinato con cura, formando la base e i bordi della crostata.
Con le mani sbriciolate gli amaretti e posizionateli sul fondo, quindi aggiungete le pere tagliate a fettine sottili (io le ho lasciate intere perché erano sciroppate), quindi coprite formando delle palline con il terzo rimanente della pasta frolla. Completate disponendo il cioccolato spezzettato grossolanamente.
Cuocete nel forno già caldo a 180° per circa 30 minuti (nel mio caso è stato necessario un tempo superiore dovuto sicuramente al mio forno, notoriamente un po’ più lento, e ho dovuto coprire la superficie della crostata con un foglio di alluminio per non far bruciare la frolla). Fatela raffreddare eservite spolverizzando con lo zucche a velo (facoltativo).
Nota bene: per ottenere l’effetto decorativo della superficie ho leggermente arricciato, se mi passate il termine, il cioccolato con la punta del manico di un cucchiaino subito dopo aver estratto la crostatadal forno.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

6 comments

1 Pere cotte con salsa caramellata al caffé — Fior di frolla 10 settembre 2010 alle 05:03

[...] cardamomo con le pere intere – ciambella alle pere e cioccolato bianco – zuppa di zucchine e pere – crostata cioccolato e pere – quiche alle pere e gorgonzola – strudel di pere e parmigiano – crostata di pere e amaretti [...]

2 martina 14 marzo 2011 alle 22:14

fatta!!!solo non ho lo stampo da 24 e ho presso quello di 28…ho fatto poco bordo, ma comunque e venuta bella…carina con queste palline di frolla..diversa!domani mattina mio marito la porta in ufficio, vediamo che mi dicano!!!l’aspetto è bello!!!

3 Sara@fiordifrolla 15 marzo 2011 alle 18:36

@ martina: vero che le palline di pasta frolla sulla superficie sono molto carine? ;) Sono curiosa di sapere cosa ti hanno detto!

4 giulia 24 maggio 2012 alle 11:31

Buonissima! le crostate sono i miei dolci preferiti..io di solito per arricchirli metto un pò di bricioline di argento alimentare! ovviamente mi fido solo della Manetti Battiloro!

5 Sara@fiordifrolla 28 maggio 2012 alle 22:26

@ Giulia: io cerco di usare il meno possibile coloranti artificiali o altro, però immagino che ci staranno bene ;)

6 Arianna 28 marzo 2014 alle 20:40

che bella! mi attira moltissimo! ma se a qualcuno non piacessero le pere, con cosa potrei sostituirle?

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.