lunedì 8 novembre 2010

Crostata di zucca e cannella

Crostata di zucca e cannella

Non ci crederete, ma è il primo dolce che faccio con la zucca. In fondo, dopo anni di rifiuto totale nei suoi confronti, mi ci sono riappacificata solo un anno fa, quando mi sono decisa a concederle un’ultima chance provandola prima in un risotto, poi cotta nel forno con il gorgonzola e le noci e successivamente con tutte le altre ricette che ho pubblicato nel tempo. Ma si tratta sempre e comunque di ricette salate, non so per quale motivo non mi ero mai sentita di provarla per una torta o un dessert. Beh, per fortuna che l’ho fatto.

Ho scelto di tenere questa sorta di battesimo con una ricetta che porta la firma di Donna Hay e che proviene nientemeno da “Classici Moderni – Vol.2″. Ricetta che mi ha colpito da subito per l’involucro dipasta frolla senza uova, magnificamente burroso (come piace a me) e con una modesta quantità dizucchero, che ho scoperto gradire sempre più nelle crostate con ripieno alla frutta (come la pie alle prugne, se vi ricordate) o come in questo caso con la zucca, perché ne esalta maggiormente i sapori grazie al suo gusto neutro. Inoltre si tratta di un impasto veramente molto valido e versatile, facilmente lavorabile e ben ponderato nelle proporzioni, che consiglio caldamente di provare almeno una volta.

Ma veniamo a lei, la protagonista di questo dolce: la zucca. Ridotta a purea semplicemente con un robot da cucina, dopo essere stata cotta a vapore, si trasforma in un ripieno compatto, denso e cremoso amalgamandola con uova, panna, zucchero di canna (che ben si sposa con il sapore della zucca) ecannella. Niente più, pochi ingredienti per una crostata dal colore ammaliante, resa ancora più particolare grazie ad una spolveratina di noce moscata finale (passaggio da non saltare, mi raccomando) e dal gusto dolce, ma non troppo, e profondamente ricco.

Crostata di zucca e cannella

Ingredienti per uno stampo da crostata da 24 cm di diametro:
per la pasta frolla:
270 g di farina 00
3 cucchiai di zucchero semolato
150 g di burro freddo di frigo
2-3 cucchiai di acqua ghiacciata

per il ripieno:
250 g di purea di zucca
65 g di zucchero di canna
2 uova
80 ml di panna fresca
cannella in polvere (a piacere)

inoltre:
noce moscata per spolverizzare

Procedimento:
Preparate la pasta frolla: nella ciotola della planetaria lavorate, con il gancio a k e a bassa velocità, la farina, lo zucchero e il burro tagliato a cubetti fino ad ottenere un composto bricioloso. Sempre tenendo l’apparecchio in funzione, aggiungete l’acqua, poca alla volta, quel tanto che basta ad ottenere un impasto liscio e privo di striature di burro (in alternativa potete impastare con il mixer, utilizzando le lame e procedendo ad impulsi). Se necessario rilavorate brevemente a mano, quindi avvolgete nella pellicola per alimenti e mettete in frigorifero a riposare per almeno 1 ora.

Nel frattempo preparate la purea di zucca: private la zucca della scorza, quindi tagliatela a tocchetti efatela cuocere a vapore fino a quando sarà diventata tenera. Riducetela in purea frullandola con un robot da cucina e lasciatela raffreddare completamente.

Prelevate la pasta frolla dal frigorifero e stendetela su di una superficie infarinata con il mattarello, portandola ad uno spessore di circa 3 mm e foderateci uno stampo da crostata da 24 cm di diametro, che avrete preventivamente imburrato con cura. Bucherellate la base con i rebbi di una forchetta, appoggiatevi sopra un foglio di carta da forno e versatevi all’interno gli appositi pesetti per la cottura in bianco (oppure potete usare legumi crudi o riso). Fate cuocere nel forno per 10 minuti a 180°, quindi eliminate carta e pesetti, e fate asciugare ancora in forno per altri 10 minuti alla stessa temperatura. Sfornate, fate raffreddare su di una griglia per dolci e abbassate la temperatura del forno a 150°.

Preparate il ripieno: in una ciotola mescolate con una frusta la purea di zucca con lo zucchero dicanna, le uova, la panna e la cannella, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Versate delicatamente il tutto nel guscio di pasta frolla a temperatura ambiente e fate cuocere nel forno per circa 50 minuti o comunque fino a quando il ripieno apparirà ben sodo. Sfornate e fate raffreddare nello stampo. Prima di servire spolverizzate a piacere con della noce moscata e servite con panna montata alla cannella.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

53 comments

1 Your Noise 8 novembre 2010 alle 06:30

Adoro la zucca (soprattutto la parte mantovana di me ;) )! Bellissima foto, molto elegante. Anch’io faccio parte del partito “w la frolla burrosa ma neutra per le crostate”, devo dire che è quella che apprezzo sempre di più.
Buon lunedì e buona settimana :)
Agnese

2 Elga 8 novembre 2010 alle 08:15

Hai fatto bene a concederti questa prova dolce: La zucca è talmente versatile che conquista su tutti i fronti, ma sempre con la spolverata di noce mescata, non vi rinuncerei mai! Bellissima luce nella foto, buona settimana,

3 Gaia 8 novembre 2010 alle 08:15

Sara,bellissima questa torta fa molto “ringraziamento” sai!!!

4 giulia pignatelli 8 novembre 2010 alle 08:21

Proprio particolare questa crostata!! Però non so se avrò il coraggio di provarla ;)))

5 maia 8 novembre 2010 alle 08:26

wow!

interessante il mix zucca, cannella e noce moscata

6 Milena 8 novembre 2010 alle 08:27

Anch’io avevo delle reticenze all’uso della zucca nei dolci, ma l’anno scorso le ho vinte ….
E’ una crostata molto raffinata e il tocco della noce moscata dà quel quid in più :D

7 Nicoletta 8 novembre 2010 alle 08:36

Donna Hay è sempre grande nella sua semplicità e questa crostata dev’essere buonissima, mi sa che la provo proprio. Ciao!

8 Tweets that mention Crostata di zucca e cannella — Fior di frolla -- Topsy.com 8 novembre 2010 alle 08:51

[...] This post was mentioned on Twitter by Sara Querzola, Sara Querzola . Sara Querzola said: Crostata di zucca e cannella http://goo.gl/fb/Kp1Yz [...]

9 Carlotta 8 novembre 2010 alle 09:15

Che buona, mooolto autunnale questa crostata!!!
La foto è magnifica…
buona settimana

10 Carolina 8 novembre 2010 alle 09:37

Buongiorno e buona settimana Sara!
Il tuo weekend?!?! ;)
Questa tipica crostata americana è una vita che mi ripropongo di farla… Poi ogni Halloween c’è sempre qualcosa che me lo impedisce. Mannaggia!
A presto cara!

11 cleare 8 novembre 2010 alle 09:45

ma com’è lucida! Se viene cosi bella è un piacere anche per gli occhi oltre che per il palato..se poi la mangi anche tu che nn l’hai mata per molto tempo..io l’adoro la zucca! Ne ho poca poca in frigorifero..uhm però una mini crostata..http://ilpomodorosso.blogspot.com/

12 imma 8 novembre 2010 alle 10:28

Sara idem, nemmeno io ho mai provato dolci con la zucca anche se amo molto questo ortaggio pero come te pensavo che in tutto si ma nei dolci no ed invece visto che ti sei ricreduta tu e mi fido ciecamente nn posso nn provarla, anch’i0…ha un aspetto cosi invitante!!!un mega bacio imma

13 deatitti 8 novembre 2010 alle 10:44

Ciao Sara, questa torta la faccio spesso, però sul fondo aggiungo noci tritate e poi verso la crema di zucca, è una variante e comunque è più buona il giorno dopo.Un caro saluto, deatitti

14 Juls @ Juls' Kitchen 8 novembre 2010 alle 10:48

Anche io mi sono avvicinata alla zucca pian piano, partendo dalle cose più semplici, fino davvero a considerarla il mio ingrediente preferito di questo periodo. Nel dolce per il momento ho avuto risultati non molto soddisfacenti, diamo una chance a Donna Hay, via! :)

15 ichigo 8 novembre 2010 alle 11:00

che bella,l’ho scoperta anche io da poco la zucca,dopo anni in cui ero convinta che non mi piacesse!dev’essere molto buona,iol’ho provata anche zucca e noci caramellate!buona!

16 Onde99 8 novembre 2010 alle 11:05

Ma sai, cara, che anch’io stavo riflettendo sul fatto che non ho mai pubblicato un dessert a base di zucca? Per la verità nella mia vita pre-blog (come amo chiamare la mia prima fase culinaria, quella senza foto) ne ho preparati, talvolta, ma senza esserne mai sinceramente convinta. La tua crostata, però, l’avevo adocchiata anch’io, ce n’è una simile anche su I Love Torte, anche se Trish utilizza la polpa di zucca in lattina (anatema) e mi proponevo di farla per Halloween, ma poi il 31/10 ho dormito tutto il giorno, quindi ogni progetto è saltato. Quasi quasi la preparo per il compleanno della mia mamma, sabato, che ne dici?

17 lise.charmel 8 novembre 2010 alle 11:07

guarda te, anch’io ho fatto un dolce con la zucca questo w-e, ma direttamente nell’impasto.
quello che hai fatto tu è uno dei miei dolci preferiti: in questo periodo si trova alla california bakery (una catena di pasticcerie americane a milano) e quando ci vado non posso fare a meno di ordinarla. la adoro!

18 Sara@fiordifrolla 8 novembre 2010 alle 11:14

@ Your Noise: anche tu la pensi come me quindi, io preferisco utilizzare questo tipo di frolla non per tutte le crostate, ma solamente per quelle che hanno un ripieno alla frutta. Mi piace scegliere il tipo di frolla in base al risultato che voglio ottenere insomma :) Buona settimana anche a te Agnese :)

@ Elga: nemmeno io rinuncerei alla noce moscata con la zucca, le dona quel pizzico di carattere in più :) Grazie, devo dire che per una volta sono soddisfatta anch’io della foto :) Buona settimana cara.

@ Gaia: vero, non ci avevo pensato ;)

@ Giulia Pignatelli: perché dici? Non sei molto amante della zucca? :)

@ maia: grazie :)

19 Sara@fiordifrolla 8 novembre 2010 alle 11:23

@ Milena: mi consola il fatto di non essere l’unica, devo dire che si comporta esattamente come se fosse un frutto, anche dal punto di vista del sapore. Concordo sulla noce moscata ;)

@ Nicoletta: a me piace proprio per la sua raffinata semplicità, due cose non sempre facili da conciliare senza cadere nel banale :)

@ Carlotta: beh direi che siamo nel pieno della stagione della zucca e quindi è il periodo migliore per approfittarne ;) Grazie, buona settimana anche a te.

@ Carolina: buongiorno Caro! Beh immagino che avrai letto qualcosa su twitter del mio week end, no? ;) Tanto per non smentirmi (:D) sono andata in giro a bere e mangiare, questa volta ero al Merano Wine Festival. Esperienza che mi è davvero molto piaciuta ti dirò.
Personalmente Halloween non è una festività che sento molto, immagino che lì a Londra l’atmosfera sarà stata molto diversa, sarei curiosa di vedere con i miei occhi una volta o l’altra :) A presto, un bacione.

@ Cleare: l’effetto lucido un po’ è suo, ma un po’ è anche dovuto alla luce nella foto, questo te lo dico per chiarezza :) Se ami la zucca allora è il dolce che fa per te, se al contrario non la apprezzi molto come ortaggio forse è meglio lasciare stare ed orientarsi verso un altro dolce :)

20 Sara@fiordifrolla 8 novembre 2010 alle 11:30

@ Imma: ma dai anche tu? Pensavo di essere rimasta una delle poche a non averla mai provata in un dolce! Grazie per la fiducia Imma, un bacio.

@ Deatitti: senz’altro il giorno dopo è migliore, come molte crostate :) Bella la variante con le noci.

@ Juls: direi che il mio percorso nei confronti della zucca è molto simile al tuo ;) In questa crostata a me è piaciuta, l’effetto è quello di un ripieno cremoso, dolce ma non troppo, che sa di cannella e di noce moscata. Ha un retrogusto che ricorda per certi versi quello della castagna cotta o della patata americana per capirci :)

@ Ichigo: ottima con le noci caramellate, proverò ;)

@ Onde99: ecco ed io che credevo di essere rimasta la sola! Quella su I love torte me la sono persa, più tardi vado a dare un’occhiata per capire com’è l’interpretazione di Trish Deseine. Mi sa che la pensiamo alla stessa maniera sulla polpa di zucca in lattina :D E poi io qui non la trovo, non so da te. Se alla tua mamma la zucca piace potresti preparargliela sì, io ne sarei onorata :) Un abbraccio.

@ lise.charmel: quindi il tuo era più una torta, giusto? Prossimo giro che faccio a Milano voglio andarci alla California Bakery, è da un po’ che ne sento parlare :) Buona giornata.

21 Dario 8 novembre 2010 alle 11:43

Buongiorno carissima, non ci credo è ugiale alla mia, la differenza è che io nella farcia metto anche vaniglia e zenzero…E’ buonissima, concordo!
Un abbraccio e buona giornata

22 ( parentesiculinaria ) 8 novembre 2010 alle 11:49

Una volta feci anche io un dolce con la zucca e il risultato fu molto simile a una specie di castagnaccio dolce… non mi convinse troppo.
Indubbiamente il guscio di frolla regala un po’ di croccantezza e racchiude questo ripieno morbido.
Il colore, hai ragione, è fantastico. E anche la spolveratina di noce moscata…

23 CorradoT 8 novembre 2010 alle 11:49

Sai che mi piace questa zucca in dolce? Anche la frolla senza uova! Brava :)
Io l’altro giorno ho fatto delle tagliatelle in dolce, ma ricetta innovativa.
Sto pensando di inventare qualcosa di dolce anche con la zucca….

24 Edda 8 novembre 2010 alle 12:12

Potresti convincere chiunque con questa crostata bellissima e dalla consistenza perfetta. Manca solo l’assaggio :-)

25 mirtilla 8 novembre 2010 alle 12:54

ha un aspetto meraviglioso!!!

26 micaela 8 novembre 2010 alle 13:28

che bella, è stupenda… se poi penso all’accostamento di sapori, alla frolla! dev’essere buonissima! baci baci.

27 Virò 8 novembre 2010 alle 15:58

Amo molto la zucca ma non ho mai assaggiato nulla di dolce che la preveda come ingrediente. Questa crostata mi ispira: la trovo allegra e mi dà l’idea di non essere eccessivamente dolce…

La aggiungo nelle tue ricettine da provare…

28 Claudia 8 novembre 2010 alle 16:58

Cara Sara, la zucca in questo periodo è uno dei miei ortaggi preferiti! dal dolce al salato si usa in tutti i modi .. ho appena dedicato una settimana alle ricette con la zucca. se vuoi puoi dare un’occhiata!!! a presto :-) Claudia

29 Gigi 8 novembre 2010 alle 20:05

la crostata deve essere veramente ottima! :D
complimenti, belle anche le foto…

30 Your Noise 8 novembre 2010 alle 20:52

Esatto, anch’io “studio” l’abbinamento frolla-ripieno. Anche perchè le crostate sono, certo, sempre deliziose, ma se viene utilizzata la giusta versione di frolla l’armonia che si crea col ripieno è… struggente ;)

31 Symposion 8 novembre 2010 alle 21:38

non ci credo, tu la regina dei dolci che fa la prima torta di zucca??!!! :)
ottima e bella, prendo nota della frolla di donna hay

32 speedy70 8 novembre 2010 alle 21:54

Ne ho fatta una molto simile, e la zucca in versione dolce è buonissima!!! Complimenti, ottima riuscita!

33 Norma 8 novembre 2010 alle 22:21

Ciao!
Scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma siamo in poche e abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti di un’importante iniziativa food-blogger contro l’omofobia!
Trovi tutte le info qui e qui

grazie! :-)

34 Stefy 8 novembre 2010 alle 22:52

A guardarla ti dico….divina….baci e notte

35 Valeria 9 novembre 2010 alle 07:17

Mamma mia! Questa la faccio! Ti seguo sempre anche se è un po’ che non commento presa da tante cose, cmq volevo aggiornarti su una cena di cui ti avevo parlato, fatta dall’inizio alla fine con tue ricette. Antipasto: Pancake speck e funghi e stelline al pecorino + verdurine varie, gnocchi di patate allo zola, finocchi gratin con nocciole e crostata di amaretti. Un successone è dir poco! Ti sto facendo una gran pubblicità anche perchè trovo che le tue ricette siano veramente affidabili, precise e dettagliate, non sai quante volte (o forse lo sai) ci si imbatte in ricette che riportano errori madornali. Un caro grazie perchè diffondi il tuo sapere e la tua passione. Buona giornata. Vale T.

36 Ady 9 novembre 2010 alle 07:32

Anche a me piace molto il contrato tra dolce e salto, soprattutto per questa crostata che contiene la zucca, la pasta briseè secondo me ci sta benissimo, non ho mai provato ad aromatizzarla con la cannella, proverò, buona giornata :)

37 Sara@fiordifrolla 9 novembre 2010 alle 08:47

@ Dario: buongiorno a te! Pensa te, come ti ho scritto su fb, questa è sintonia! Un abbraccio.

@ parentesiculinaria: il sapore in effetti ricorda un po’ quello della castagna o della patata dolce se vogliamo, però in abbinamento alla frolla croccantina e burrosa, alla cannella e alla noce moscata lo trovo veramente piacevole :)

@ CorradoT: voglio venire a vedere la tua ricetta innovativa (spero che tu l’abbia già pubblicata), mi hai veramente incuriosita Corrado ;)

@ Edda: dici? :D Beh ti ringrazio :)

@ Mirtilla: grazie :)

@ Micaela: grazie cara, un grosso bacio.

38 Sandra 9 novembre 2010 alle 08:48

Uhhhhh, ma una fettina per la ‘zia Sandra’ è rimasta?? :)
Che luce, che foto!
Mi piace, molto. Brava Sara, hai fatto bene a fare pace con la zucca, guarda il risultato!

39 Sara@fiordifrolla 9 novembre 2010 alle 08:50

@ Virò: sì decisamente allegra grazie al colore e non eccessivamente dolce a mio avviso, sono felice che ti abbia colpita :)

@ Claudia: bella idea la tua, con maggiore calma verrò a dare un’occhiata, grazie :)

@ Gigi: grazie mille e benvenuto :)

@ Your Noise: straquoto :)

40 Sara@fiordifrolla 9 novembre 2010 alle 08:58

@ Symposion: sì è la verità, incredibile eh? Non me ne capacito nemmeno io! :D Provalo quell’impasto e fammi sapere come ti sei trovato ;)

@ Speedy70: grazie!

@ Norma: benvenuta e grazie a te per avermi avvisata. Vengo a vedere.

@ Stefy: grazie, buona giornata :)

@ Valeria: bentornata! Wow con queste tue parole la giornata non può che iniziare in maniera positiva, sono molto contenta che tu sia stata soddisfatta dell’esito della cena e mi fa molto piacere che ti trovi così bene con le mie ricette. Grazie mille a te, buona giornata :)

@ Ady: la pasta non è propriamente salata, al suo interno c’è infatti un piccolo quantitativo di zucchero semolato, circa 3 cucchiai (ed è per questo che non l’ho definita brisée), ma non risulta troppo dolce ed è per questo che la trovo divina con i ripieni alla frutta. Buona giornata a te cara Ady :)

@ Sandra: ma certo che sì! ;) Grazie Sandra, lo sai che ci tengo al tuo parere eh :* Buona giornata, un abbraccio.

41 germana 9 novembre 2010 alle 09:15

Ha un aspetto stupendo.
Bravissima come sempre.
Buona giornata

42 lise.charmel 9 novembre 2010 alle 10:58

sìsì, la mia era una tortina.
se fai un salto a milano spero di potertici accompagnare io alla california bakery (dove si trova eventualmente anche la zucca in lattina che io pure guardo con diffidenza)

43 Federica 9 novembre 2010 alle 15:29

adoro la zucca e anche la cannella!!!è il dolce perfetto per me!!!

44 Cinzia 9 novembre 2010 alle 16:39

la perfezione delle torte! complimenti!!

45 manu e silvia 9 novembre 2010 alle 23:16

Neanche noi abbiamo mai provato un dolce a base di zucca! dev’essere molto particolare, cermanete semplice nell’esecuzione e nel sapore!
bravissima!
baci baci

46 Tortino al cioccolato 9 novembre 2010 alle 23:50

neanke noi non abbiamo mai provato un dolce con la zucca, ma siamo alla ricerca di una ricetta che ci convinca…e l’abbiamo trovata!! :-) meravigliosa questa crostata e chissà com’è l’abbinamento con la cannella!!

47 Sara@fiordifrolla 10 novembre 2010 alle 12:15

@ germana: grazie mille Germana, buona giornata a te :)

@ lise.charmel: guarda che ci conto eh? ;) Eheheh la zucca in lattina ci fa paura un po’ a tutte mi sa! Ci vuole così poco a tagliarla e farla cuocere a vapore… ;)

@ Federica: direi proprio di si!

@ Cinzia: grazie, non è perfettissima ma si presenta bene ;)

@ manu e silvia: grazie :)

@ tortino al cioccolato: sono felice di avervi convinte, fatemi sapere ;)

48 matildetiramisu! 17 novembre 2010 alle 10:01

Foto stupenda, Donna Hay si sente tutta :)
Voglio provare assolutamente questa torta, amo la zucca.
p.s. hai idea se esiste una ricetta di crostata senza burro? impossibile vero?

49 Sara@fiordifrolla 18 novembre 2010 alle 09:20

@ matildetiramisu!: grazie, se si avverte anche nella foto è un complimento non da poco! ;) Esistono paste frolle all’olio sì, in rete ce ne sono moltissime versioni, anche se io sono una fan del burro (quando serve ovviamente) e il sapore di una frolla fatta con esso è impagabile :)

50 Federica (deri) 24 novembre 2011 alle 11:26

Ciao Sara questa crostata la trovo fantastica! Pensi che si possa usare lo stesso quantitativo della panna in latte e sostituirli con essa? Va bene anche uno yogurt bianco..? Però l unica cosa che potrei usare sarebbe del latte? ;)

51 Sara@fiordifrolla 24 novembre 2011 alle 22:25

@ federica: non credo onestamente che tu possa ottenere lo stesso risultato con il latte, delle due forse meglio lo yogurt bianco, ma sono del parere che 80 ml di panna non abbiano mai ucciso nessuno e per una volta che si prepara un dolce vale la pena farlo come si deve ;)

52 Ci mangiamo anche la buccia! Arriva la zucca Hokkaido | RaggioBlog 21 agosto 2012 alle 14:26

[...] infine, le cose dolci: ciambella alla zucca su unaveganainfamiglia.it, crostata di zucca e cannella su fiordifrolla.it e infine una torta di zucca e cioccolato, che non specifica il tipo di zucca ma [...]

53 La notte dei morti e dei viventi - L'Ora di Religione - I blog di Panorama 31 ottobre 2012 alle 10:23

[...] detto, il pan dei morti, la crostata di zucca e le caldarroste sono cose buonissime, soprattutto se innaffiate dal vin brulé. E le carnevalate [...]

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.