giovedì 7 giugno 2012

Di terme, tartufi, vespe e campagna toscana. La Valdera in 5 punti.

Campagna toscana

Amo molto la Toscana. Una regione che ho esplorato in lungo e in largo in diverse occasioni, un po’ grazie ad amici che abitano in questa regione, un po’ per la passione per il vino e per i viaggi che mi hanno sempre portato a percorrere le sue strade, rimanendo ogni volta incantata davanti ai meravigliosi paesaggi che la campagna toscana, con le sue dolci colline, sa offrire.

Grazie al blog trip di #CascianaVitaSana al quale ho preso parte lo scorso week end, ho avuto la grande opportunità di visitare una parte della Toscana a me sconosciuta: la Valdera. Un territorio ricco di attrattive, che ho imparato ad apprezzare sin da subito grazie al ricco programma studiato apposta per me e per gli altri blogger (tutti del settore travel, a parte me e Giulia che eravamo le uniche foodblogger). So che in molti aspettavate un resoconto su questa mia esperienza e quindi eccomi qui pronta a raccontarvene i punti salienti.

Museo Piaggio

1. Inizio in ordine temporale dalla visita al Museo della Piaggio, che poi è stata la prima attività che abbiamo fatto. Si trova all’interno dello stabilimento dell’ex Attrezzeria di Pontedera, uno spazio che è stato recuperato e inaugurato il 29 marzo del 2000. Nasce con lo scopo di conservare la memoria storica dell’azienda e dei suoi progettisti come Corradino D’Ascanio e Luigi Pegna. Al suo interno sono ospitate le collezioni Piaggio, Gilera e Vespa. Ho potuto vedere l’interessante evoluzione di quest’ultima dalla sua nascita ai giorni nostri e di scoprire numerosi bizzarri prototipi che sono stati ideati e costruiti nel tempo. Credo che questo museo valga una visita, perché permette di conoscere ed approfondire un pezzo di storia di questa importante realtà italiana.

Museo Piaggio “Giovanni Alberto Agnelli”
Viale Rinaldo Piaggio, 7
56025 Pontedera (Pi)
per info su visite guidate cliccate qui

Museo Piaggio

Museo Piaggio

Quadro - Museo Piaggio

2. Al rientro da questa visita ci aspettava un “aperispa” presso l’hotel Terme Villa Borri. Di cosa si tratta? Una delle cose più simpatiche che abbia mai fatto. Un aperitivo/cena all’interno della spa dell’albergo stesso. Immaginateci tutti a cenare in accappatoio e costume e fare l’idromassaggio, bagni nella piscina del sale coperti da una volta stellata e la sauna. Non male vero? Io mi sono molto rilassata e anche divertita.

Terme di casciana

3. Sempre restando in tema di wellness non posso non spendere due parole sulle Terme di Casciana, situate tra le colline pisane nell’omonimo paese. Uno stabilimento che vanta una storia molto lunga, la cui origine pare sia legata ad un merlo delle Contessa Matilde di Canossa, il quale era vecchio e malconcio, ma dopo numerosi bagni in uno stagno contente acqua calda ritornava sempre più vispo e allegro. Qui sgorga l’Acqua Mathelda ad una temperatura costante e naturale di 35,7°C, un’acqua che appartiene alla famiglia delle bicarbonato calciche e che è da sempre conosciuta per le sue proprietà antireumatiche, contro l’artrosi e la sciatica. Noi siamo stati nella grande piscina esterna per qualche ora e ne abbiamo tratto grande giovamento, inteso in termini di relax e benessere. Oltre a locali adibiti a cure termali e a un centro di riabilitazione, il villaggio ospita al suo interno anche in centro estetico dove ho avuto l’occasione di provare un massaggio viso che ha completamente cancellato dal mio volto i segni della stanchezza accumulata nei giorni precedenti. Impagabile.

A caccia di tartufi

4. E poi non potevo non parlarvi del tartufo. Dopo tutto questo è sempre un food blog e di cibo dobbiamo parlare, no? E sì perché la Valdera è un’area molto vocata al tartufo, specie quello bianco. Dovete sapere che abbiamo avuto l’opportunità di assistere ad una battuta di caccia al tartufo in compagnia di Cristiano Savini e ai suoi fidati cani. Siamo stati quindi condotti in un bosco nei dintorni della sede dell’azienda e, subito dopo aver liberato i cani, abbiamo iniziato a fare i primi ritrovamenti, come quello che potete vedere in foto. Non mi era mai capitato di poter assistere a questa raccolta, devo dire che è stato particolarmente emozionante vedere il cane scavare nel terreno e portare al padrone una grossa palla di tartufo (in questa stagione tartufo nero estivo).

A caccia di tartufi

Il nostro raccolto

Ovviamente a questa sessione di caccia al tartufo è seguita una degustazione presso la sede di Savini Tartufi con i prodotti preparati dall’azienda. Qui una vera folgorazione è stata l’assaggio del gelato alla crema con il miele al tartufo. Nonostante inizialmente fossi particolarmente scettica, devo dire che mi sono dovuta ricredere. Credo che lo riproporrò molto presto anche a casa.

Savini Tartufi Srl
Piazza C. D’Ascanio
56036 Forcoli (Pi)
email: info@savinitartufi.it

Tartufo

Antipasti misti by Savini Tartufi

Una scoperta ;)

Miele al tartufo

5. Un territorio molto interessante quello della Valdera che vi consiglio caldamente di visitare noleggiando una Vespa, come abbiamo fatto noi con il nostro Vespa Tour. In questo modo avrete l’opportunità di scoprire in piena tranquillità panorami sempre diversi e suggestivi, da colline dolci punteggiate qua e là da qualche cipresso, a zone più verdi e inaspettatamente rigogliose. Ovunque una distesa di campi di grano dorati (pensate che mentre ero sulla mia vespa color senape canticchiavo Fields of Gold di Sting) alternati ad altri verdi o addirittura rosa, grazie alla presenza di una miriade di fiori di questo colore. Attraverserete borghi, percorrete salite e tornanti, ma lo spettacolo merita davvero di provare questa esperienza. Ah, se vi stavate chiedendo se ho guidato io, beh ovviamente no, ero caricata come passeggero, altrimenti credo avrei combinato senza dubbio qualche guaio ;)

Campagna toscana

Il teatro del silenzio

Io e Federchicca

Come prenotare il tour Valdera in Vespa? Semplice, ecco tutti i riferimenti:

Fiocco Rosso Viaggi
Via Galimberti 3
56025 Pontedera (Pi)
Tel. 0587/291039
email: e.petricci@fioccorossoviaggi.it

Inutile dire che questa sia stata una bella esperienza, sia perché ho avuto modo di scoprire un territorio e le sue tipicità a me sconosciute, sia perché ho avuto l’opportunità di farlo insieme a degli ottimi compagni di viaggio. Alcuni erano già stati con me in altri blog trip come Vitanova11 e nel progetto Quality 4 Travel, altri invece li ho conosciuti sul posto. Ecco i loro nomi:

Michela Simoncini – Comunica  Te Stesso
Francesca Turchi – Travel’s Tales
Cristiano Guidetti – Viaggio Vero
Francesca Barbieri – Fraintesa
Federica Piersimoni – Viaggi Low Cost
Michela Passarin – Color Trip
Giuseppe Trisciuoglio – Eurotrip
Giulia Scarpaleggia – Juls’ Kitchen
Simone Attanasio – Pizzulata
Bruna Fusco – Slow Travel
Leela Cyd – Leela Cyd

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

19 comments

1 Giulia 7 giugno 2012 alle 05:47

ahh come mi manca la mia Toscana! ahh che bellissimo post con tante foto favolose! che bel giretto che ti sei fatta, ti invidio tanto :-)
un abbraccio,
Giulia

2 Bruna 7 giugno 2012 alle 06:16

Che bel post, Sara :) Mi ha fatto piacere conoscerti, nonostante nemmeno tu mi abbia inserito nell’elenco dei compagni di viaggio….mi sa che voi food blogger volete boicottare le tartarughe! :p

3 michela 7 giugno 2012 alle 06:53

Che bello essersi riviste Sara, sempre un gran piacere parlare con te, così come leggerti e vedere le tue foto. Continua così e… a presto, spero! :)

4 Cristiano 7 giugno 2012 alle 07:07

Mi unisco ai complimenti per l’articolo e per le fotografie!
E confermo pure il pensiero di Bruna… contentissimo di averti conosciuto e di essermi avvicinato a un mondo (il food blogging) che mi era oscuro :) ciao ciao

5 Paola 7 giugno 2012 alle 08:13

Sara, che splendide foto! Io adoro la Toscana! Però quelle delizie davanti agli occhi di prima mattina sono un attentato ai miei buoni propositi di dieta pre-vacanze :-( Vabbè ora vado a lavorare, così non ci penso più!

6 Michela 7 giugno 2012 alle 08:15

Bel post e belle foto! Quella del gelato con il miele di tartufo è troppo invitante, ah che “buon ricordo” :) E’ stato un vero piacere averti conosciuta e…magari il libro lo scriviamo per davvero, ahahah :D a presto!

7 Juls 7 giugno 2012 alle 08:19

Evviva la Fiòrdi! ora che ho sentito come ti chiamano non posso fare a meno di pensarti come Fiòrdi! :)
Felicissima di averti rivista, è stato proprio un bel weekend!
… e questi travel blogger sono proprio forti!

8 Rossana 7 giugno 2012 alle 10:06

Mille di questi blog trip!
Mi sembra di sentire il vento tra i capelli, il profumo della mietitura e soprattutto ho una cosmica acquolina sviluppata dal punto 4!!!

Sai sorprendere, emozionare, coinvolgere, stuzzicare e deliziare con i tuoi reportage ogni volta di più ;DDDD

Fossi un’editrice ti proporrei un programma di viaggi, nello stile “FDF NO RESERVATION”!

Sono curiosissima di sbirciare anche i resoconti dei tuoi compagni di viaggio, grazie dei link ;D

Conosco bene la Toscana, ma non questi luoghi, devo colmare le mie lacune…

Un bacio

9 manuela e silvia 7 giugno 2012 alle 12:09

Ciao, che bellezza questa gita! La terra di toscana offre moltissime alternative e voi ve la siete studiata davvero bene!
un bacione

10 Paola 7 giugno 2012 alle 13:45

ma che meraviglia e che indivia!!!!!! il mio sogno una viaggio in Vespa

11 PaolaA 7 giugno 2012 alle 13:46

mannaggia mi sono accorta che c’è un’altra Paola, mi scuso e aggiungo una A

12 Dario 7 giugno 2012 alle 13:48

Ma che bei paesaggi, non sai quanto ti invidio!!! Buon pomeriggio!
P/S:Stai molto bene sulla Vespa!

13 Nadia 7 giugno 2012 alle 17:10

Bellissima gita!
Un sacco di cose interessanti e…gustose! Ma altro che giro in vespa, qui ci vorrebbe la bici: così si ha la scusa di poter mangiare tutte quelle meraviglie!
Bello, bello!

Nadia – Alte Forchette -

14 Sara@fiordifrolla 7 giugno 2012 alle 21:57

@ Giulia: adoro la Toscana e appena posso ci vado, pensa che ci sono ancora un sacco di zone che non conosco, ma voglio approfondire :)

@ Bruna: perdonami! Ho corretto subito dopo la tua segnalazione, sorry :) Anche a me ha fatto piacere conoscerti! No ti assicuro che le foodblogger non ce l’hanno con le tartarughe, anzi ;)
Alla prossima!

@ Michela: ogni volta che ci vediamo è sempre bellissimo, concordo. Mi diverto sempre molto insieme a te, mi piacciono le nostre chiacchierate (:D), insomma spero di rivederti al più presto! Un bacio.

@ Cristiano: grazie! Mi ha fatto molto piacere conoscerti :) Lo stesso è per me, mi sto accostando piano piano al mondo di voi travel blogger e devo dire che mi piace molto :) Alla prossima!

@ Paola: grazie Paola, abbiamo anche questa passione in comune mi sa ;) Ho letto la mail, prometto che appena ho un secondo ti rispondo :)

15 Sara@fiordifrolla 7 giugno 2012 alle 22:03

@ Michela: ahahah ci sarebbe da scriverlo per davvero Michela! Mi fai tornare in mente un sacco di ricordi e le grasse risate che ci siamo fatte. Sono contenta che ci siamo conosciute, spero avremo modo di rivederci presto :)

@ Juls: ahahah ora sarò per sempre Fiordi, ormai mi chiamano sempre così :D Era da tanto che non ci si rivedeva, mi ha fatto un sacco piacere Giulia, un abbraccio.

@ Rossana: lo sapevo che il punto 4 ti avrebbe messo un certo languorino ;)
Già mi ci vedo nei panni di Fiordifrolla Bourdain! :D Grazie per tutti questi numerosi complimenti che mi emozionano. E sì, se ti capita vai in esplorazione di questa zona della Toscana perché secondo me merita di essere scoperta :)

@ manuela e silvia: grazie :)

@ PaolaA: ok dai oggi sei ufficialmente PaolaA con la doppia “a” ;) E’ bellissimo viaggiare in Vespa, ti permette di ammirare il panorama in tutta tranquillità secondo me :)

16 Sara@fiordifrolla 7 giugno 2012 alle 22:05

@ Dario: grazie caro Dario! Quando siamo partiti il casco me lo sono messa però eh ;) Buona serata, un abbraccio.

@ Nadia: beh in effetti Nadia non hai tutti i torti, in bicicletta si potrebbero bruciare tutte le calorie ingerite nei pasti :) Sono contenta che il mio resoconto ti sia piaciuto, grazie!

17 irene 25 giugno 2012 alle 16:25

Ti ringrazio di aver rappresentato così bene la mia Valdera..la mia terra…..bellissimo post….
Irene

18 Sara@fiordifrolla 25 giugno 2012 alle 21:28

@ Irene: impossibile non restare affascinati dalla tua terra Irene, è bellissima, sei molto fortunata ad abitarci :) Grazie, quello che hai scritto è bellissimo.

19 Olivenholzliebhaber 13 marzo 2013 alle 12:04

grazie e bravo! La mia Toscana! Che bellissimo post con tante bello foto! Ami i tartuffi….saluti di monaco di bavarese

Chris

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.