giovedì 7 gennaio 2010

Fondant au chocolat e lamponi

Fondant au chocolat e lamponi
Ma Camo non dovevi essere a dieta? Lo so che ve lo stavate domandando non appena avete visto la foto. Eh, cosa volete che vi dica, le diete si iniziano di lunedì, quindi oggi mi risulta essere giovedì (sono un filo persa con i giorni della settimana con tutte queste feste, uhm…) e pertanto posso ancora darci dentro, no? ;)
Scherzi a parte, non so voi, ma io quando ricevo un invito a cena a casa di amici sono sempre l’incaricata dei dolci. Chissà poi perché, mi chiedo ;) Spesso quando non conosco quali saranno gli altri invitati, e soprattutto i loro gusti in fatto di cibo, la scelta ricade inevitabilmente sul cioccolato. Difficile sbagliare, poi vabbé qualcuno a cui il cibo degli dei non piace ogni tanto c’é lo stesso, ma si tratta pur sempre di un numero ristrettissimo di persone, no? Tra l’altro se c’è una cosa che detesto è trascorrere l’intero tempo del pasto a pensare “oddio chissà come sarà il dolce, chissà se è venuto bene, se gradiranno…” e via discorrendo, insomma. Ecco che quindi con una torta al cioccolato, lussuriosa e dal cuore fondente, di solito si fa sempre un figurone.
Questa volta ho voluto provare il famosissimo fondant au chocolat di Trish Deseine, nulla di nuovo sotto il sole quindi lo so, ma avevo necessità di non sbagliare e così infatti è stato. Alla ricetta originale, che ho seguito alla lettera, ho solo aggiunto dei lamponi nell’impasto (ma anche come decorazione), in questo modo durante la cottura il loro succo si fonderà al cioccolato, dando la giusta nota di acidità che serve a smorzare un po’ il gusto dolce e avvolgente dell’intera torta. Come previsto è stato divorato in pochi attimi tra le approvazioni dei miei amici, cosa che naturalmente mi ha regalato non poca soddisfazione. Ah poi una cosa da non sottovalutare è che la preparazione è davvero molto semplice epure veloce, quindi lo consiglio caldamente come asso nella manica proprio per le occasioni in cui andate di fretta (tipo ospiti improvvisi a cena) o quando avete necessità di fare bella figura, ecco.

Fondant au chocolat e lamponi

Ingredienti per uno stampo da 20 cm di diametro (6-8 persone):
200 g di cioccolato fondente di ottima qualità (il mio al 75%)
200 g di burro
250 g di zucchero semolato
5 uova
1 cucchiaio di farina
125 g di lamponi
per decorare:
1 vaschetta di lamponi freschi (125 g circa)
Procedimento:
In una casseruola fate fondere a bagnomaria il cioccolato fondente spezzettato insieme al burro, mescolando con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio. Spegnete e fuori dal fuoco unite lo zucchero semolato, rimestate di nuovo con cura, quindi lasciate intiepidire. Incorporate le uova, una alla volta, aspettando che la prima si sia ben amalgamata prima di aggiungere la seguente mescolando con una frusta. Unite da ultima la farina setacciata e rimestate il composto fino a quando noterete che è diventato liscio e omogeneo.
Imburrate uno stampo circolare da 20 cm di diametro a cerchio apribile e mettetevi un foglio di carta da forno (in questo modo sarà più stabile) facendolo aderire bene alla base e ai bordi. Versate all’interno dello stampo metà del composto, posizionatevi al centro (in questo modo non coleranno lungo i bordi) ilamponi lavati ed asciugati e coprite con la metà restante. Livellatelo sbattendo un po’ la teglia. Fate cuocere nel forno già caldo a 190° per circa 22 minuti (con il mio forno, un po’ lento, ce ne sono voluti circa 30-35 in tutto) o comunque fino a quando il dolce si sarà rassodato, ma apparirà ancora un po’ tremolante al centro. Fate raffreddare il fondant all’interno dello stampo su di una griglia per dolci, quindi sformatelo. Decorate con lamponi freschi.
Note:
- è consigliabile preparare il fondant con un giorno di anticipo e farlo riposare in frigorifero;

- una volta raffreddato il dolce si abbasserà notevolmente, non vi preoccupate è una torta priva di lievitoe quindi è così che deve essere;

- la ricetta indica di utilizzare uno stampo da 20 cm, io non l’avevo ed ho usato quello classico da 24 cm, se volete ottenere un risultato un po’ più alto del mio vi consiglio di attenervi alla misura indicata.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

5 comments

1 Valeria 30 aprile 2010 alle 20:45

Risupero il mio riserbo web (anzi basta con questo riserbo!), per dirti che questo dolce, realizzato oggi di corsa per il mio compleanno, ha strappato il battimano. E poi ho scoperto il sito di Imma! Ragazze ma quante ore avete dedicato alla cucina per diventare così brave? Un salutone.

2 Sara@fiordifrolla 3 maggio 2010 alle 08:35

@ Valeria: esatto basta con questo riserbo, così mi piaci! ;) Grazie mille, questo fondant è qualcosa di favoloso vero? Se ha strappato anche l’applauso non posso che esserne davvero contenta, grazie. Eh io personalmente cucino da moltissimo tempo e passo gran parte del mio tempo libero dedicandomi a questa mia grande passione, non posso più farne a meno!

3 Crostata alla crema di cioccolato e lamponi — Fior di frolla 28 maggio 2010 alle 04:09

[...] che senza dubbio è tra i miei preferiti e del quale avevo già parlato tempo fa, con il famoso fondant di Trish Deseine, da me modificato. Mi basta pronunciare queste due magiche parole per sentire una fitta allo [...]

4 martina 19 marzo 2011 alle 22:44

è anche tra i miei preferiti!!!!

5 Sara@fiordifrolla 21 marzo 2011 alle 21:29

@ Martina: grazie!

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.