Friands alle fragole e pistacchi

friandsfragolepistacchi2

Eccomi di ritorno da un bellissimo evento legato al mondo del vino, #Barbera2, che si è tenuto lo scorso sabato a Nizza Monferrato (At) e del quale non mancherò di certo di scrivere nei prossimi giorni, giusto il tempo di sistemare le foto e riordinare le idee. Non vi anticipo nulla però (un po’ di sana curiosità ci vuole, no?) e passo alla ricetta che è oggetto del post di oggi.

Premessa. Non so se da quello che scrivo su queste pagine si capisca o meno (mi sa che è più la prima ;), ma sono una persona molto organizzata. Questa mia caratteristica si trasferisce anche in cucina ovviamente e quindi spesso mi trovo a cucinare pietanze che non mi servono all’istante, ma che invece impacchetto e congelo per le emergenze. E così nel mio freezer sovente si possono trovare scorte per ogni evenienza, dalle torte salate (già tagliate in spicchi), al pane (anch’esso già affettato), passando per sformatini, tortellini (e qui viene fuori la bolognese che è in me), brodo di carne e dolci come se piovesse, si sa mai che mi trovassi senza nulla per una cena improvvisata o non fossi in grado di sopperire ad una voglia del momento.

L’ultima cosa che ho cucinato a questo scopo sono stati questi friands, dei dolcetti originari dell’Australia e della Nuova Zelanda il cui impasto sembra essere un’elaborazione di quello dei più famosi financiers francesi. Si tratta di dolcetti che di solito sono composti da una base di farina di mandorle, albumi, burro, zucchero a velo e pochissima farina, alla quale di norma si aggiungono frutta fresca, cocco grattugiato, ecc, che hanno una caratteristica forma ovale (che si ottiene attraverso l’apposito stampo), ma molto spesso li si trova anche preparati all’interno degli stampi da muffins, come nel mio caso appunto. Se vi ricordate ne avevo già realizzata una variante al cocco e lamponi, qualche tempo fa a proposito della rubrica “Recuperiamo gli albumi”, che ovviamente oggi si arricchisce di una ricetta in più.

Questa volta sono partita dall’impasto base e l’ho arricchito con delle fragole (un po’ molto mature che stazionavano nel frigorifero da qualche giorno, ecco insomma un’idea per riutilizzare anche queste)tagliate a cubetti e dei pistacchi, che ho usato grossolanamente tritati all’interno e polverizzati come decorazione per la superficie di questi friands, abbinamento che mi piace sempre molto sia a livello cromatico che di gusto. Ho così ottenuto delle tortine molto profumate, davvero deliziose, che trovo perfette per una merenda con le amiche insieme ad una buona tazza di tè e a tante chiacchiere.

friandsfragolepistacchi

Friands alle fragole e pistacchi

Ingredienti per circa 12-14 friands:
125 g di burro
110 g di farina di mandorle
210 g di zucchero a velo
100 g di farina 00
1/2 cucchiaino di lievito
5 albumi
fragole fresche q.b.
pistacchi sgusciati non salati q.b. (circa 70-80 g)

inoltre:
pistacchi tritati finemente per spolverizzare (facoltativo)

In una piccola casseruola mettete il burro e fatelo fondere a fiamma moderata, fino a quando assumerà un colore appena dorato. Fate raffreddare. In una ciotola mettete la farina di mandorle, lo zucchero a velo, la farina e il lievito setacciati, mescolate bene con un cucchiaio per amalgamarli. Aggiungete gli albumi, mescolando bene con una frusta, e il burro fuso (non caldo mi raccomando) rimestando di nuovo fino ad ottenere un composto omogeneo. Incorporate da ultimi i pistacchi grossolanamente tritati ed amalgamate.

Versate il composto così preparato all’interno di 12-14 stampini da muffins, rivestiti con gli appositi pirottini oppure opportunamente imburrati ed infarinati, quindi distribuitevi sopra 3-4 cubetti di fragole, che farete affondare leggermente (non del tutto, dovranno essere ben visibili) con una delicata pressione del dito, riempiendoli per 3/4. Spolverizzate la superficie di ogni tortino con dei pistacchitritati finemente (facoltativo) e fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 20-25 minuti, o comunque fino a quando i friands appariranno dorati in superficie, elastici al tatto ed umidi al centro. Servite tiepidi o a temperatura ambiente.

Autore

Sara Querzola
Sara Querzola
Ciao sono Sara e questo è Fiordifrolla, un luogo in cui si intrecciano e trovano una collocazione alcune delle mie più grandi passioni: cucina, scrittura, fotografia, vino e viaggi. Questo blog è nato nel 2008 quasi per gioco, con gli anni è diventato il mio lavoro: ad oggi sviluppo ricette (e video), le cucino e le fotografo per numerosi ed importanti editori, riviste e agenzie.
  • 20
  •  
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    28
    Shares

34 commenti su “Friands alle fragole e pistacchi

  1. Qui da te se ne imparano sempre di nuove. Ricetta favolosa e foto che te lo dico a fa! :)
    Volevo proprio esserci anche io a #barbera2 giuro che mi sto proprio mangiando le mani! Bacione

  2. Uguale uguale a me, come no: in casa mia è già tanto se non piange il frigo :-) Credo che l’ultima volta che ho congelato qualcosa di preparato in anticipo per un’occasione successiva è stato quando dovevate venire a pranzo da noi, ma poi è nevicato ed è saltato tutto (tipo due anni fa): allora ho congelato la roba e ve l’ho presentata la settimana dopo. Ecco, in quel caso sono stata molto organizzata ;-)
    Tesoro, adoro i tuoi pirottini: dove li hai presi?

  3. Buongiorno cara Sara!!!
    Ho proprio 5 albumi in frigo che aspettano di essere utilizzati e questa ricetta potrebbe essere perfetta!!! sn di circa 5 giorni…fa qualcosa o li butto…o faccio dei macarones!!???
    Anche io desidero sapere dove hai preso questi splendidi pirottini che inseguo già da tempo ma nn riesco a trovare da nessuna parte ;-(

    Un bacione e buon inizio settimana

  4. Adorazione! ;) Mi fanno impazzire i financiers e questa versione è davvero interessante. Fragole e pistacchi, poi, non ne parliamo! Bellissima la foto, complimenti.
    E mi unisco anch’io a chi chiede dei pirottini: li sto cercando ovunque di questo genere ma non ne trovo :(

    Grazie, buon lunedì!
    Agnese

  5. Bellissima questa ricetta. adoro le fragole e proprio a proposito ho postato anche io oggi una ricetta con le fragole. Complimenti questi friands sono sublimi.

  6. carinissimi con qquei pirottini e poi mi sa proprio che son buoni buoni! Beata te che sei cosi organizzata..io purtroppo nn ho al momento un congelatore che mi permetta di organizzarmi..sigh

  7. @ Mary: grazie!

    @ Sandra: già… data la sintonia che c’è credo non possa essere diversamente tra noi! La cosa mi fa troppo piacere ovviamente e mi trovi d’accordissimo con quello che dici: riverderti è sempre bello. Non vedo l’ora che si presenti la prossima occasione. Un abbraccio stretto.

    @ maya: bene ed io che credevo che li conoscessero tutti ;) Grazie.

    @kitty’s kitchen: ma infatti io ero convintissima che ci saresti stata anche tu e invece… spero sarà per la prossima Elisa! Ti ringrazio, magari questi friands li avevi già visti e li conoscevi con un altro nome (per me era così fino a poco tempo fa ;). Un bacio

    @ Raffy: anch’io, è un abbinamento favoloso!

  8. @ Juls: ci credo, ci credo invece! Dai che sono curiosa di vedere ;) Buona settimana anche a te Juls :*

    @ Onde99: i pirottini me li ha regalati Lydia di Tzaziki a colazione e provengono da Parigi, ma mi sa che si possono anche acquistare on line, magari su ebay o qualche sito come Plurimix point credo ;) Ahahah beh dai, sei organizzata quando serve! ;) Non mi sono dimenticata della tua mail eh, è solo che non so da che parte prendere… so che puoi capirmi. Un abbraccione, saluta M.

    @ Marica: la farina di mandorle si trova in tutti i supermercati più forniti, nel reparto della frutta secca di solito :)

    @ Francesca: è vero! Questa è la terza ricetta dolce con le fragole per quest’anno e l’anno scorso anch’io ne avevo fatta una salata ;)

    @ Lilly: puoi farci sia i macarons che questi friands decidi tu! I pirottini come ti avevo scritto via mail, li trovi on line su ebay oppure prova da Plurimix point :) Un bacione e buona settimana a te :)

  9. @ Your Noise: questi pirottini sono stati un regalo (di Lydia che me li ha presi a Parigi) onestamente non so indicarti dove puoi acquistarli, io proverei a fare qualche ricerca on line (nei commenti qui sopra ho fatto un paio di nomi… ;). Grazie mille Agnese, buona serata.

    @ Amichecuoche: e infatti provengono proprio da là! ;)

    @ Titti: io che li ho assaggiati entrambi ti dico che sono equivalenti e per me meritano di essere provati tutti e due :) Un bacione.

    @ Silvia: certo che puoi, ho risposto nei commenti qui sopra, essendo un regalo non so dirvi esattamente dove acquistarli in Italia :)

    @ Annamaria: grazie mille, è una ricetta molto versatile che si presta a moltissime varianti ;)

  10. @ Cleare: io fortunatamente ne ho due e sono sempre pieni murati di roba! Però alla fine quando arrivo a casa all’ultimo e non ho tempo per cucinare mi salvo sempre in un modo o nell’altro ;)

    @ Speedy70: grazie a te, baci.

    @ Symposion: e hai fatto bene, dopo tutto è il loro momento, no? ;) La barbera è un vitigno che regala grandi emozioni e l’evento è stato molto interessante :)

  11. Decisamente golosi! mi incuriosisce la leggerezza nell’utilizzo dell’albume. Ho provato qualcosa di simile ma utilizzando la crema al cioccolato come decorazione sopra le tortine … bisogna provare con la frutta adesso! grazie.

  12. Queste eteree tortine delle fate mi fanno impazzire!
    voglio anch’io i pirottini! plurimix ne ha tanti altri carini ma non questi…

  13. ok probabilmente sono un po’ ignorante in materia…ma perchè se clicco giù su “iscriviti” mi da error? :/ cmq inserita nei miei personalissimi preferiti XD

  14. io invece non sono affatto organizzata e ti invidio moltissimo! ho sempre sognato di avere il freezer pieno di cosine buone da tirar fuori all’occorrenza, ma il massimo che riesco a fare (e pure saltuariamente) sono i pancakes, qualche brioches ed il sugo di pomodoro fresco.
    Fai anche corsi di organizzazione riempi-freezer???? :D

  15. @ Lizzy: concordo, da adesso in poi è il momento di approfittare della frutta di stagione nei dolci, anche se ogni tanto un po’ di cioccolato non guasta! ;)

    @ Onde99: spero li troverai altrimenti proveremo a cercarli in Francia, fammi sapere ;)

    @ Rossana: ah ecco vedi, mi pareva di averli visti lì una volta… mi metto alla ricerca su siti francesi e se ho buone notizie prometto che vi aggiorno!

    @ Titty: grazie, sei davvero molto carina! :)

    @ Sara: grazie di cuore. Forse non hai compliato correttamente tutti i campi? Se non funziona dimmi che proviamo di capirci qualcosa insieme ;)

    @ ValeVanilla: grazie!

    @ Moscerino: è che se non mi organizzo mi viene l’ansia! Una volta ero anche peggio, ora sono più flessibile su certi aspetti ;) Ahahah, no non faccio più corsi in generale al momento, ho un lavoro che mi richiede troppa attenzione :) Un bacio.

  16. @ fede aglioolioepeperoncino: che brava che sei! Anch’io trovo molto comodo utilizzare quello che si è cucinato e congelato con la dovuta calma, soprattutto quando rientro a casa tardi la sera e non ho il tempo necessario per realizzare tutto quello che vorrei :)

    @ roberto: grazie per l’invito e benvenuto :)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.