lunedì 22 settembre 2008

Girandole di pollo con prosciutto cotto e scamorza

girandole

Ore 21.00 di venerdì sera, arrivo nel luogo concordato, parcheggio l’auto, controllo l’orologio ed aspetto,con una sensazione di vuoto nello stomaco. Dopo pochi minuti la vedo arrivare, sì lei, Arietta, in una frazione di secondo il mio cervello si affolla di pensieri… esco dalla macchina, mi dirigo verso di lei efinalmente la vedo di persona. La cosa strana è che, essendo un po’ timida inizialmente con le persone che non conosco, non mi sento affatto in imbarazzo, non sono diventata paonazza, niente di tutto questo… anzi mi sono sentita subito a mio agio, come se fossi uscita con lei altre volte. Abbiamo parlato per ore e ore, abbiamo scherzato, riso, tutto è stato molto spontaneo e naturale, ma la cosa che conta è che ho conosciuto una personale speciale, una vera Amica.

E sempre per un’amica, lunedì scorso, ho preparato queste girandole di pollo. Avevo visto la ricetta su Cucina Moderna Oro giorni prima, mi è piaciuta all’istante e così ho pensato di prepararla apportando alcune modifiche: in particolare ho sostituito la spalla cotta con il prosciutto cotto ed ho aggiunto lascamorza. Il risultato è stato un secondo piatto appetitoso, originale, ma soprattutto buono e veloce da fare perché l’ho preparato la sera stessa dopo essere tornata dalla palestra in pochi minuti.

Ingredienti per 4 persone:

800 g di petto di pollo a fettine
150 g di prosciutto cotto
Scamorza dolce a fette q.b.
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
1 mazzetto di basilico
Olio extravergine di oliva
Sale q.b.
Pepe q.b

Sbucciate l’aglio e tritatelo nel mixer insieme al prezzemolo ed al basilico che avrete precedentemente lavati ed asciugati. Prendete le fettine di petto di pollo e adagiatele una alla volta tra due fogli di carta da forno e battetele con il batticarne cercando di assottigliarle il più possibile. Disponete su ciascuna fetta un po’ del trito aromatico, una fetta di prosciutto cotto, che avrete opportunamente tagliato in modo che non sbordi, una fettina di scamorza dolce e arrotolate il tutto cercando di comprimere il ripieno. Ora con un coltello affilato spuntate le estremità in modo da ottenere dei cilindri regolari etagliate ogni rotolino ricavando delle girandole di circa 2/3 cm di spessore. Infilate 4 girandole per ogni spiedino, irroratele con un filo di olio, e cuocetele sulla piastra di ghisa ben calda fino a quando la carne apparirà cotta in ogni punto. Regolate di sale e di pepe e servite immediatamente.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

0 comments

Non ci sono ancora commenti...

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.