giovedì 2 febbraio 2012

Gnocchi allo zafferano e stracchino

Gnocchi allo zafferano e stracchino

Vi scrivo da una Bologna letteralmente sommersa dalla neve. Erano davvero moltissimi anni, c’è chi dice forse dal memorabile 1985 (io ero molto piccola a quell’epoca ma non mi dimenticherò mai i gelati di neve che mi preparava mia nonna), che non si verificavano precipitazioni di questo genere. Se da un lato il panorama circostante è di una bellezza da togliere il fiato, e voi sapete quanto io ami alla follia la neve e il suo silenzio surreale, è inutile che vi dica che qui è davvero scomoda, soprattutto per la circolazione perché le strade sono il più delle volte in condizioni pessime.

Così si cerca di uscire di casa solo per lo stretto necessario, per recarsi al lavoro o per fare la spesa e il tempo invoglia alla preparazione di cibi scalda cuore (e pancia aggiungo), dalla polenta con la farina gialla di Storo e formaggi di malga che ho cucinato ieri sera, fino un piatto di morbidi gnocchi di patate che si sciolgono in bocca, come questi dei quali vi parlo oggi.

Il procedimento che ho utilizzato per prepararli è quello solito, che comunque ho riportato per comodità, mentre per quanto riguarda il condimento ho optato per qualcosa di più sostanzioso e adatto alla stagione, come salsiccia e stracchino, che fondendosi andrà a rendere più cremoso il tutto, e qualche ago di rosmarino per donare un po’ di freschezza e aromaticità. Infine, per caratterizzare maggiormente il piatto, ho scelto di cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata aromatizzata allo zafferano (il mio in stimmi della Val d’Orcia).

Gnocchi allo zafferano e stracchino

Ingredienti per 4-6 persone:
per gli gnocchi:
1 kg di patate a pasta bianca farinose
300 g circa di farina
1 uovo

per il condimento (dosi approssimative, io sono andata un po’ ad occhio):
300 g circa di salsiccia
250 g circa di stracchino
una noce di burro
1 rametto di rosmarino
1 pizzico zafferano in stimmi
sale, pepe

Lavate accuratamente le patate, mettetele all’interno di una casseruola coprendole con acqua fredda, e lessatele con la buccia. Scolatele e, mentre sono ancora calde, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate disponendole su di una spianatoia infarinata. Quando il passato sarà tiepido, unitevi l’uovo, circa metà della farina e un pizzico di sale e iniziate ad impastare con le mani aggiungendo poco alla volta il resto della farina fino a quando otterrete un impasto soffice, ma compatto e privo di grumi, che non si appiccica più alle mani.

Nota: la quantità di farina da utilizzare è assolutamente variabile ed indicativa, perché dipende dalla diversa capacità di assorbimento delle patate.

Ora prendete una parte dell’impasto, formate dei cilindretti e tagliateli in tocchetti di circa 2 cm di lunghezza. Infarinateli, passateli uno alla volta lungo i rebbi di una forchetta per conferirgli la classica forma a gnocchetto (operazione facoltativa) e disponeteli su di un panno pulito ed infarinato.

Preparate il sugo che andrà ad accompagnare gli gnocchi: in una padella antiaderente fate sciogliere il burro, quindi fatevi rosolare la salsiccia, privata del budello e sgranata, insieme agli aghi di rosmarino. Unite lo stracchino tagliato a dadini e mescolate a fiamma bassa fino a quando si sarà completamente sciolto. In una casseruola portate ad ebollizione abbondante acqua salata insieme allo zafferano e tuffatevi gli gnocchi, pochi per volta altrimenti si attaccano. Quando affioreranno in superficie scolateli con un mestolo forato e conditeli con il sugo appena preparato. Servite subito completando con una macinata di pepe.

Vino consigliato: un vino bianco di buona struttura caratterizzato da sapidità e mineralità come un Greco di Tufo.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

36 comments

1 Chiara 2 febbraio 2012 alle 08:50

Anche nella poco distante Forlì siamo letteralmente sommersi dalla neve!!! E questi gnocchetti danno proprio l’idea di scaldarti cuore, mente e pancia!
Da provare assolutamente l’abbinamento salsiccia stracchino con zafferano!

2 Serena 2 febbraio 2012 alle 09:14

Strano che non avevamo fissato di trovarci questo fine settimana, che normalmente è la condizione necessaria e sufficiente a far nevicare!
Sì, sì, sì, stasera sono da mia suocera (che cucinerà sicuramente qualcosa di adatto alla stagione, tipo l’insalata di riso), ma domani vado anch’io di polenta con formaggi di malga e sabato gnocchi! Però ho le salsiccie di cinghiale, che sono più secche, che dici, le trito o le faccio a cubetti? Perché in padella non si sgranano…

3 Damaris 2 febbraio 2012 alle 09:15

Buongiorno Sara! In quel di Castel San Pietro Terme è tutto fermo. Siamo sommersi e la sottoscritta è reduce da una giornata di ieri all’insegna dello spalare neve. Oggi ho bisogno di caldino e morbidino. Questi gnocchi mi sembrano perfetti veramente comfort. Li proverò certamente. Buona giornata!

4 Raffy 2 febbraio 2012 alle 09:16

un piatto che divorerei all’istante…complimentiiiiii!!

5 valentina 2 febbraio 2012 alle 09:18

ANCHE QUA SIAMO IMMERSI NELLA NEVE!
e embra nn voglia smettere, davvero ottima l’idea dello stracchino e zafferano insieme! un bacio
vale

6 elena 2 febbraio 2012 alle 09:19

Per fortuna sono appena riuscita ad evitarmi una trasferta nella tua città, vista la nevicata! Anch’io mangiavo i gelati di neve, peccato che ora non si possa più fare :( Stupendo questo piatto, mi piace la sua cremosità. Un abbraccio

7 ilgamberorusso 2 febbraio 2012 alle 09:19

Ma che bella questa ricetta:io adoro lo zafferano e con consistenze morbide come quelle di un risotto o gnocchi lo trovo eccezionale!Quanto al ‘bianco’ che vi ricopre, penso il fascino della neve risieda tutto nella compattezza ovattata che costringe tutti a fermarsi per un po’.Chissà che darei per un po’ di neve a Roma!

8 nutella 2 febbraio 2012 alle 09:22

Gustosissima questa ricetta… e sommersi dalla neve anche qui a Cento…

9 Valentina 2 febbraio 2012 alle 09:24

Uau, che meraviglia.. :-)
Un primo coi fiocchi adatto per un pranzo…innevato :-)

10 Mascia 2 febbraio 2012 alle 09:59

Quante volte te l’ho già detto che adoro ogni piatto che prepari ?? Parecchie mi sa … te lo dico di nuovo pero’, non posso farne a meno !

11 Rossana 2 febbraio 2012 alle 10:04

giovedì GNOCCHI!
Io li amo, di solito li preparo alla sorrentina,
ma questa tua versione è perfetta per la stagione…let it snow:)
Lo zafferano è il tuo tocco di classe…

Ovviamente mi ha catturata “la creatura” nello sfondo,
è aromatizzato al cumino o immagino male?
Un bacio

12 Nadia 2 febbraio 2012 alle 11:44

E’ proprio quello che ci vorrebbe. Anche qui, vicino a Torino, ma verso la Francia, fa un freddo becco e nevica da 5 giorni, fatta eccezione per una pausa di qualche ora l’altro giorno. Un mezzo disastro, e abitando in montagna ci vuole per forza la Jeep…con le catene. Uff. Però è bellissimo, vale la pena faticare un pò di più per andare al lavoro!

Nadia – Alte Forchette -

13 Benedetta 2 febbraio 2012 alle 11:53

Ecco, mi hai fatto venire una super voglia di farli. Anche se qui non c’è ombra di neve (per fortuna,visto che non siamo proprio abituati!) mi sa che inizio a lessare le patate.. a presto!

14 pannifricius delicius 2 febbraio 2012 alle 12:14

Anche qui freddo polare, la neve per fortuna non ha attaccato… un piattino così me lo papperei proprio volentieri!!!!

15 dolcebattito 2 febbraio 2012 alle 12:27

E continua a nevicare qui a Bologna !!! E mi sembra anche piu’ forte che ieri..diventa difficile anche andare al lavoro o a fare la spesa ma un piatto cosi buono e caldo risolleva e risolve tanti problemi :)))))

16 Marina 2 febbraio 2012 alle 13:12

Neve anche in riviera romagnola :) golosi questi gnocchi e belli corposi!

17 Isabeau 2 febbraio 2012 alle 13:53

buonissimi questi gnocchi dorati e cremosi!
davvero complimenti!

18 breakfast at lizzy's 2 febbraio 2012 alle 14:03

Ma quanto devono essere bbbbuoni!?
li adoro i tuoi gnocchi!

19 sere@cucchiaio di stelle 2 febbraio 2012 alle 14:46

qui a Milano non è proprio come a bologna, ma anche a me tutta questa neve ha fatto tornare in mente le meravigliose granite di neve (con sciroppo alla fragola!) che la mia nonna mi preparò ai tempi, mettendo un pentolino sul balcone e semplicemente aspettando che si riempisse!!!!

20 Juls @ Juls' Kitchen 2 febbraio 2012 alle 15:35

avavo voglia di farli oggi, poi mi son distratta emi è passato il tempo, ed era giovedì! vabeh, faremo venerdì gnocchi!

21 andrea 2 febbraio 2012 alle 16:14

belli, proverò a farli mettendo però lo zafferano negli gnocchi!

22 Paola 2 febbraio 2012 alle 21:25

Ma che buoni!!! Mia figlia adora fare gli gnocchi, quindi, visti il freddo e la neve di Torino, magari nel we ci lanciamo con questo sughetto

23 Sara@fiordifrolla 2 febbraio 2012 alle 21:26

@ Chiara: immagino che anche lì sarete belli sommersi. Io ho spalato la neve per tutta la mattinata e, credimi, tra il freddo che ho preso, la stanchezza e la fame, un fumante piatto di questi gnocchi è proprio quello che avrei desiderato :)

@ Serena: ti giuro che ho fatto lo stesso pensiero. Di solito quando a Bologna arrivano queste copiose nevicate è perché o io vengo a Firenze o tu qui da me. Ahahah il piatto molto stagionale di tua suocera direi che è proprio un must per l’inverno ;) Io le salsicce di cinghiale le farei a cubetti e non le farei soffriggere troppo o diventano iper salate :)

@ Damaris: buonasera cara! Anch’io come te ho spalato tutta la mattinata e questa sera sono davvero stanca, per non dire distrutta. Con il grande freddo che dicono arriverà nei prossimi giorni credo sia fondamentale mangiare cibi scalda cuore (o scalda tutto ;) e per me gli gnocchi rientrano assolutamente in questa categoria :) Un abbraccio.

@ Raffy: grazie :)

@ Valentina: stracchino + zafferano + salsiccia e rosmarino sono un abbinamento che mi ha molto colpita, sembra fatto apposta per abbracciare dei soffici gnocchi di patate :)

24 Sara@fiordifrolla 2 febbraio 2012 alle 21:32

@ Elena: hai fatto bene, in molte zone le strade non sono pulite e sarebbe stato senza dubbio problematico. Già è un vero peccato che i gelati di neve non si possano più fare, io ci impazzivo. Mia nonna lo faceva al limone e metteva qualcos’altro che non ricordo, ma glielo voglio chiedere!

@ Ilgamberorusso: in effetti la neve costringe a fermarsi un po’, specie quando scende così copiosa ;)

@ Nutella: ci credo, speriamo che puliscano bene le strade adesso perché altrimenti con il freddo che farà diventeranno una lastra di ghiaccio!

@ Valentina: ma non solo ovviamente, possono essere un validissimo piatto per un pranzo domenicale invernale :)

@ Mascia: ma il fatto è che io non mi stanco di sentirtelo dire ;) Grazie, sei sempre tanto carina!

25 Sara@fiordifrolla 2 febbraio 2012 alle 21:40

@ Rossana: ahahah lo volevo scrivere sai?! ;) Ah beh gli gnocchi alla sorrentina li faccio spesso anch’io, sono tra i miei preferiti! La creatura nel fondo è un pane che proviene dal panificio di San Vigilio (come puoi immaginare non ho resistito e ne ho fatta una certa scorta ;), è integrale ed è aromatizzata con i semi di girasole. Un abbraccio!

@ Nadia: se fosse nevicato qui per 5 giorni consecutivi non so onestamente come l’avremmo messa. Qui sono solo 2 e mezzo e per fortuna ha smesso, anche se le previsioni dicono sia solo una breve pausa purtroppo. Sì è bellissimo il panorama, però tutta questa neve porta davvero molti disagi :)

@ benedetta: neve o non neve ogni scusa è buona per prepararli ;)

@ pannifricius delicius: grazie :)

@ dolcebattito: sì stamattina nevicava davvero in maniera decisa, non facevo in tempo a pulire il marciapiede che dopo poco era già tutto di nuovo bianco :)

26 Sara@fiordifrolla 2 febbraio 2012 alle 21:44

@ Marina: direi anche sostanziosi! ;)

@ Isabeau: mille grazie :)

@ breakfast at lizzy’s: spero piaceranno così come li abbiamo apprezzati qui ;)

@ Sere: stesso procedimento anche per mia nonna, ma al posto dello sciroppo di fragola metteva il limone e qualcos’altro che purtroppo non ricordo, ma non mancherò di chiederglielo :)

@ Juls: ahahah, ogni giorno e buono per fare gli gnocchi! Un bacio cara

@ Andrea: buona idea!

@ Paola: spero gradirete ;)

27 Babi 2 febbraio 2012 alle 22:17

Questi gnocchi devono avere un sapore davvero particolare! Le foto sono bellissime. Anche qui neve, ma niente a che vedere con la vostra zona. Spero la situazione si normalizzi presto!

28 Chiara 2 febbraio 2012 alle 23:18

Devono essere anche buonissimi!Mi piace molto l’idea dello zafferano, penso stia davvero bene con la salsiccia.

29 manuela e silvia 3 febbraio 2012 alle 11:56

Oltre ad un bel colore, hanno anche un aspetto cremoso ed invitante!
bacioni

30 Valentina 3 febbraio 2012 alle 13:24

sono assolutamente stupendi e che condimento originale!!!

31 Claudia Annie 3 febbraio 2012 alle 16:28

wooooooooooow che delizia! complimenti, un bacio :)
ps: ho realizzato un nuovo concorso “Fashion Food”: in premio 100 euro di shopping! Ti aspetto :)

32 Gio 3 febbraio 2012 alle 19:41

con tanta neve la cucina ti scalda davvero il cuore e non solo, ottimi gnocchi! :)
buon we

33 bianca 4 febbraio 2012 alle 07:30
34 nico 4 febbraio 2012 alle 10:16

ciao sara,
ma tu pensa proprio ieri con mia moglie abbiamo fatto i gnocchi! Anche se li abbiamo fatti verdi(con spinaci) ma questi proposti da te in bianco sono veramente sfiziosi…. sarà per la prossima volta!! A proposito di bianco anche da me è tutto innevato…

35 Sara@fiordifrolla 6 febbraio 2012 alle 21:30

@ Babi: pensa che stamattina alle 7.30 qui il termometro segnava -13° C. Con queste temperature mangiare cibi ricchi e confortanti è molto importante secondo me :)

@ Chiara: secondo me sta molto bene anche con lo stracchino, gli regala una nota particolare :)

@ manuela e silvia: grazie!

@ valentina: non so se sia originale o meno però qui abbiamo gradito!

@ Claudia Annie: grazie per la segnalazione :)

36 Sara@fiordifrolla 6 febbraio 2012 alle 21:34

@ Gio: non sai quanto mi trovi d’accordo! Buona serata :)

@ Nico: buoni gli gnocchi con gli spinaci, li adoro! Prossima volta sarò io a farli verdi ;)

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.