lunedì 25 gennaio 2010

Insalata mediorientale di bulgur e quinoa

Insalata di bulgur e quinoa mediorientale
L’idea iniziale, a dire la verità, era di fare dei gusci di finocchi ripieni di cous cous, poi come mi accade il più delle volte in fase di preparazione, mi faccio prendere un po’ la mano e alla fine stravolgo totalmente la ricetta iniziale. E dalla via che c’ero ho pensato di sostituire il cous cous dando finalmente uno scopo a quella confezione di bulgur e quinoa che giaceva da troppo tempo ormai in dispensa, acquistata non so nemmeno io perché, durante uno dei raptus di foodshopping compulsivo che ogni tanto mi colpiscono in fase acuta.
Ecco che quindi dal ripieno per i suddetti finocchi è nata invece una sfiziosa insalata che si è rivelata una vera sorpresa in termini di gusto, tanto che sto già pensando di ripetere l’esperimento quanto prima. Si tratta di un piatto che va servito tiepido (ma anche freddo volendo), quindi adatto anche alle rigide temperature invernali se vogliamo, molto colorato, allegro e dal gusto che mi fa pensare un po’ alle pietanze mediorientali, grazie alla presenza dell’immancabile succo di limone, di una manciata diuvetta e di qualche albicocca secca. Completano il tutto le lenticchie fatte insaporire insieme al finocchio ridotto a dadini e stufato insieme alla cipolla.
Nel complesso questo insieme di sapori risulta armonico e ben bilanciato, infatti il gusto dolce della frutta secca viene mitigato dall’acidulo del limone e del finocchio, mentre un po’ della sua barba regala un tocco rinfrescante. Un piatto unico sano e povero di grassi, ideale anche da portarsi in ufficio per mangiare con gusto senza appesantirsi troppo.

Insalata mediorientale di bulgur e quinoa

Ingredienti per 2 persone:
100 g di bulgur e quinoa biologici (sulla confezione che ho usato io è indicato pronto in 10 minuti)
1 finocchio grande
20 g di uvetta
4 albicocche secche
1 cipolla gialla piccola
50 g di lenticchie già cotte
1 cucchiaio di succo di limone
1,5 dl circa di brodo vegetale caldo
olio extravergine di oliva
barba di finocchio (meglio sarebbe avere del finocchietto)
sale
Procedimento:
In un piccolo contenitore mettete in ammollo in acqua tiepida l’uvetta e le albicocche secche. Mondate il finocchio, eliminando le foglie esterne più dure, quindi lavatelo e riducetelo a dadini con un coltello. Mondate la cipolla e tritatela finemente, quindi fatela rosolare in una padella antiaderente insieme ad un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Quando sarà diventata trasparente unitevi il finocchio e fatelo insaporire per un paio di minuti mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungete le lenticchie e coprite il tutto con il brodo vegetale caldo facendo cuocere per circa 15 minuti o comunque fino a quando il finocchio risulterà tenero e il fondo di cottura sarà del tutto evaporato. Regolate di sale e di pepe.
In una casseruola portate ad ebollizione circa 3 dl di acqua con un giro di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale, quindi unitevi il bulgur e la quinoa fuori dal fuoco mescolando con un cucchiaio dilegno per circa 2 minuti. Rimette sul fuoco e portate a cottura (nel mio caso circa 8-10 minuti). Aggiungete il succo di limone, la barba del finocchio tagliuzzata, l’uvetta ben strizzata e le albicocche secche tritate grossolanamente. Unite da ultime le lenticchie insieme al finocchio e mescolate. Trasferite nei piatti individuali e servite subito.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

0 comments

Non ci sono ancora commenti...

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.