lunedì 6 dicembre 2010

Lombata arrosto con fontina e pancetta affumicata

Lombata arrosto con fontina e pancetta

Era da un po’ che non mi dedicavo ai secondi. Non che io abbia smesso di cucinarli, anzi, però mi rendo conto che alla fine faccio sempre quelle 7-8 ricette, consolidate nel tempo, a rotazione. Invece questa volta avevo voglia di un bel piatto della domenica nuovo, di quelli rustici e saporiti come piacciono a me. Di quelli che fanno da piatto unico se accompagnati da un contorno (qui andrei di patate, preparate nella modalità che preferite, o funghi ad esempio) e ti riappacificano con il mondo per quanto sono rassicuranti. Di quelli che li porti in tavola e fanno subito famiglia.

E così mi sono dedicata a questo arrosto di maiale, carne che forse è una di quelle che utilizzo di meno per queste cotture, ma che mi ha lasciata molto soddisfatta perché è rimasta tenera e succosa. L’idea generale è molto semplice, si tratta di far cuocere la lombata esattamente come fosse un arrosto, per poi tagliarla, circa dieci minuti prima dal termine della cottura, in tasche verticali (il cui numero dipende da quello delle porzioni chiaramente), da farcire con quello che si vuole. Io ho utilizzato della cipolla gialla rosolata, pancetta affumicata, anch’essa rosolata senza grassi, e Fontina Dop, che dopo un breve passaggio in forno, diventerà meravigliosamente scioglievole e filante. Non so se anche voi avete notato quella goccia di formaggio che cola sul lato sinistro della carne, io sì, e sappiate che non era affatto voluta, ma ritengo che renda il piatto ancora più goloso ed invitante, non trovate?

Lombata arrosto con fontina e pancetta affumicata

Ingredienti per 4-5 persone:
900 g di lombata di maiale in un solo pezzo
2 cipolle gialle medie
200 g di fontina Dop
4-5 fette di pancetta affumicata
2 dl di Marsala secco
5-6 steli di erba cipollina
olio extravergine di oliva q.b.
burro q.b.
salamoia bolognese (o in alternativa fior di sale, pepe, rosmarino e salvia tritati)

Procedimento:
Mondate le cipolle, tagliatele a rondelle sottili e fatele rosolare in una padella antiaderente insieme al burro mescolando di tanto in tanto. In una seconda padella antiaderente fate rosolare la pancetta affumicata senza grassi. Ungete la carne con abbondante olio extravergine di oliva, cospargetela conun po’ di salamoia bolognese, quindi massaggiatela con cura per far penetrare gli aromi sotto la superficie. Fatela rosolare uniformemente in una casseruola che possa andare in forno insieme a un po’ di olio extravergine di oliva , rigirandola di tanto in tanto utilizzando due cucchiai di legno per non forare la carne. Versate il Marsala, facendo attenzione a non farlo cadere direttamente sulla carne (versatelo quindi ai lati della casseruola), fatelo scaldare insieme al fondo di cottura, quindi trasferite il tutto nel forno già caldo a 180° per circa 55 minuti – 1 ora (calcolate circa 25 minuti ogni 500 g di carne per il lombo). Durante la cottura bagnate l’arrosto frequentemente con il fondo di cottura che si sarà creato per mantenerla morbida e succosa.

Trascorso questo tempo sfornate la carne, trasferitela su di un tagliere e lasciatela riposare per circa 5-10 minuti. Con un coltello affilato incidete la carne in senso verticale per due terzi in modo da creare delle tasche, quindi farcite ciascuna di esse un po’ di cipolla rosolata, una fetta di pancetta affumicatae la fontina tagliata a fette abbastanza spesse. Fate cuocere nuovamente a 180° per altri 10 minuti circa, quindi sfornate, cospargete con erba cipollina tagliazzata e servite subito irrorando ciascuna fettacon il fondo di cottura.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

35 comments

1 Tweets that mention Lombata arrosto con fontina e pancetta affumicata — Fior di frolla -- Topsy.com 6 dicembre 2010 alle 06:11

[...] This post was mentioned on Twitter by La Pentola Magica, Sara Querzola . Sara Querzola said: Lombata arrosto con fontina e pancetta affumicata http://goo.gl/fb/jA8nh [...]

2 Concetta Pollice 6 dicembre 2010 alle 08:30

sono le 8,30 di lunedì mattina, ma mi piace! buona giornata

3 Rosalia 6 dicembre 2010 alle 08:54

Buona, penso di preperarlo mercoledì ,per il pranzo dell’ Immacolata.
Grazie del suggerimento.

4 stefy 6 dicembre 2010 alle 09:04

Una vera delizia……………

5 Carolina 6 dicembre 2010 alle 09:20

Buongiorno!
Questa immagine ieri sera mi ha fatto una gran gola, soprattutto calcolando che è una vita che non mangio della carne come si deve… Questo Natale ho proprio intenzione di rifarmi! ;)
Quando parti per la tua adorata montagna? Ci siamo?
Buona settimana cara!

6 Taty 6 dicembre 2010 alle 09:25

Fabtastico…
non amo la carne..ma quella di maiale cucinata così…delirio di sapori!!!
Buon inizio settimana!!!

7 Sandra 6 dicembre 2010 alle 09:47

Intrigante cara Sara :)
Un secondo piatto perfetto, con sapori decisi.. proprio come piace a me!
Buona settimana e buona festaaaaaaa
:*

8 manu e silvia 6 dicembre 2010 alle 10:07

Ciao! mamma che buono questo pezzo di carne!gustoso, ricco di profumi e dal sapore fresco ed affumicato!il formaggio filante ci stà una meraviglia!
assolutamente da copiare!
un bacione

9 imma 6 dicembre 2010 alle 10:24

un secondo cosi è da vero chef Sara e la foto parla da sola è davvero un piatto favoloso!!bacioni imma

10 CorradoT 6 dicembre 2010 alle 10:34

Ma questo e’ un peccato di gola….
E io che pensaco tu fossi dolcetti-dipendente!!
Molto ben fatto, complimenti :)

11 Dario 6 dicembre 2010 alle 10:53

Buongiorno carissima, sono rientrato a Roma ieri alle 2 di notte, a letto alle 3 circa e sveglia alle 7 per ander a lavorare, no comment! Si presenta benissimo questa lombata, di sicuro è buonissima!

Un abbraccio

12 Elga 6 dicembre 2010 alle 10:59

Ne ho già stampate due copie, una per me e una per la mia collega, ti dico solo questo!

13 Tery 6 dicembre 2010 alle 11:15

Questa ricetta mi piace proprio tanto!
Sono sempre alla ricerca di ricette di carne sfiziose e questa lo è molto!
PS. Anche la foto è bellissima, complimenti!

14 mirtilla 6 dicembre 2010 alle 11:16

che tentazione..

15 Sara@fiordifrolla 6 dicembre 2010 alle 11:42

@ Concetta Pollice: bene, mi fa piacere, è un buon segno, no? ;)

@ Rosalia: figurati, grazie a te. Come ho scritto nel post, volendo, è possibile anche cambiare gli ingredienti con i quali farcire le tasche :)

@ Stefy: grazie :)

@ Carolina: buongiorno cara! Immagino che a Natale ritornerai a casa a Firenze, giusto? Immagino quanto sarà bello il vostro rientro. Parto mercoledì notte in modo da essere all’apertura degli impianti sulle piste ;) Sono carichissima, non vedo proprio l’ora, pensa che inizio a non dormire troppo la notte… :D Buona settimana anche a te :*

@ Taty: il maiale si presta molto a questi sapori in effetti, la prossima volta volendo si potrebbero aggiungere anche dei funghi :)

16 Sara@fiordifrolla 6 dicembre 2010 alle 11:47

@ Sandra: sono questi i secondi che piacciono a me, un po’ rustici e da famiglia :) Anche se i miei preferiti sono i brasati ;) Un abbraccio cara, buona settimana anche a te :*

@ manu e silvia: grazie ragazze!

@ Imma: ti ringrazio, in realtà è un piatto semplicissimo, che abbiamo trovato molto sfizioso :) Un bacione

@ CorradoT: peccatissimo! Macché Corrado, la mia vera passione sono i secondi, solo che alla fine, come ho scritto nel post, faccio sempre più o meno quelli :) Grazie mille.

@ Dario: mamma mia, allucinante! Ti ci vorranno gli stecchini per tenere su le palpebre stamattina! :D Un abbraccio caro, buona giornata (nei limiti del possibile vista la situazione ;)

17 Sara@fiordifrolla 6 dicembre 2010 alle 11:49

@ Elga: ahahah mitica! :D Per le porzioni calcolate che con una fetta di questo arrosto ci si sazia abbondantemente vista la sua opulenza ;) Io almeno ero abbastanza piena e sai che di certo l’appetito non mi manca :D

@ Tery: ti ringrazio molto, anch’io sono sempre in cerca di ricette sfiziose :)

@ Mirtilla: :D

18 ( parentesiculinaria ) 6 dicembre 2010 alle 12:43

Secondo me il bravo cuoco si riconosce nella preparazione della carne… so di dire un’eresia probabilmente, ma lo penso.
Non è facilissimo presentare un buon arrosto…
Inoltre fotografare i secondo prevede sempre anche doti da buon fotografo.
Insomma… non ti manca nulla.
E quella gocciolina colante è davvero il tocco godurioso.

19 alexandra 6 dicembre 2010 alle 13:24

quoto parentesi culinaria. Davvero un bel piatto e ben fotografato…rende davvero l’idea del “succulento”…

20 Sara@fiordifrolla 6 dicembre 2010 alle 15:57

@ Parentesiculinaria: avevo letto da qualche parte che si vedeva anche dalle uova, se non sbaglio, in ogni caso penso anch’io che si riconosca dalla carne. Io ho una vera passione per i secondi, ma trovo che renderli appetibili in foto sia un compito veramente arduo, perché il più delle volte sono scarsamente fotogenici. Per me quindi è un gran complimento quello che mi hai fatto, spero solo di esserne all’altezza :) Meno male che almeno tu mi hai dato soddisfazione con quella gocciolina ;)

@ Alexandra: grazie Alex, buona serata :*

21 Milen@ 6 dicembre 2010 alle 18:41

Dico solo che è un secondo peccaminoso e condivido in pieno quanto scritto da Parentesi: complimenti :D

22 Federica 6 dicembre 2010 alle 19:00

che delizia!!! un piatto da gran gourmet!!!! un bacione!

23 Sara@fiordifrolla 6 dicembre 2010 alle 19:13

@ Milen@: molto peccaminoso Milena! ;) Adesso voglio meditare altre varianti!

@ Federica: ti ringrazio, buona serata :)

24 Symposion 6 dicembre 2010 alle 21:19

ha un aspetto davvero invitante! metto da parte la ricetta per la prossima cena :)

25 daniela (senzapanna) 6 dicembre 2010 alle 22:07

e… e… e… l’abbinamento con il vino? il post in tandem?
:-(

Comunque il tuo piatto mi fa venire voglia di montagna!!!
:-)

26 simo 6 dicembre 2010 alle 22:13

Fantastico! Non ho altre parole…

27 Sara@fiordifrolla 7 dicembre 2010 alle 08:12

@ Symposion: ti ringrazio Gio :)

@ Daniela (senzapanna): buondì cara! Prometto che riprenderemo questa tematica con l’anno nuovo, è un momento un po’ incasinato per entrambi :D Anche a me fa pensare alla montagna questo piatto, anzi mi sa che l’idea è nata dalla voglia impellente che ho di partire ;)
Buona giornata :*

@ Simo: grazie :)

28 Laura 7 dicembre 2010 alle 09:47

Bellina questa ricettina!
Anch’io dovrei mettermi a sperimentare un po’ con i secondi e ampliare i miei orizzonti oltre le solite cinque/sei ricette. Comincerò da questa!

29 Lauretta e Mary 7 dicembre 2010 alle 10:42

Segno subito questa ricetta! invitante e chic è un valido secondo per natale o per il 1° dell’anno! grazie mille

30 Sara@fiordifrolla 7 dicembre 2010 alle 13:11

@ Laura: bene, io intanto provvedo ad allargare i miei, poi vi aggiorno! ;)

@ Lauretta e Mary: ti ringrazio, a questa cosa non avevo pensato in effetti :) Buona giornata!

31 Veronica 7 dicembre 2010 alle 15:24

mmm che fame…
meraviglioso!

32 Sara@fiordifrolla 7 dicembre 2010 alle 15:38

@ Veronica: grazie :)

33 Valeria 7 dicembre 2010 alle 22:11

Ciao Fiordifrolla,
gnam, che arrosto goloso! Sono Valeria T. quella che prepara i menù utilizzando per intero tue ricette. E per il cenone di San Silvestro ho preparato una fantastica lista di piatti tuoi. Sono supergasata! Dunque, antipasti: bocconcini di bufala e speck, flan di parmigiano con confit di cipolle, crescente al prosciutto crudo, pan cake cipolle e pancetta + affettati e formaggi e cruditè in pinzimonio. Poi sandwich di gnocchi al semolino con finocchiona e zola. Parenti o amici porteranno il cotechino con le lenticchie e i panettoni vari. Che ne dici? Dovrei inserire la carne? Ho paura di far troppe portate e di solito alla cena del 31 si preferisce stuzzicare più che abbottarsi onde evitare antipatici abbiocchi… Fammi sapere. Un salutone! Valeria T.

34 vincent 7 dicembre 2010 alle 22:31

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l’iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su “Inserisci il tuo blog – sito”
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com

35 Cranberry 7 dicembre 2010 alle 23:58

Ore 23:56, tra poco dovrei mettermi a letto…ma solo a vedere la foto della ricetta mi sta tornanro la fame!
Stanotte mi sognerò questo piatto!
E’ DI.VI.NO!
Bravissima^^
UN bacione e buona festa dell’Immacolata.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.