venerdì 19 marzo 2010

Panfrutto alle mele

Panfrutto alle mele
Ovvero, probably the spiciest cake in the world. Il nome è volutamente un tantino esagerato e scherzoso, ma devo dire che questa è davvero una delle torte di mele più speziate che io abbia mai mangiato. E pensare che ho persino ridotto leggermente le dosi riportate nella ricetta originale, che porta la firma di lui, il mitico Bill Granger. Vaniglia, cannella, zenzero, chiodi di garofano (macinati lo preciso), pepe lungo e noce moscata sono gli aromi che rendono magico il suo profumo, che tanto mi fa ricordare quello della pasticceria del nord Europa, così ammaliante e intenso.
Non si tratta della classica torta di mele, umida e appiccicosa, che credo un po’ tutti ci prefiguriamo nel nostro immaginario, ma al contrario la sua trama risulta molto simile a quella di un cake dolce, un po’ più asciutta quindi e per questo ben si presta ad essere accompagnata da un cucchiaio di ottimo yogurt cremoso per l’ora del té, oppure da una voluttuosa salsa inglese alla vaniglia, se decidete di vestirla da sera per servirla per un fine pasto informale, ad esempio. Ma in questo dolce non ci sono solo melee spezie, bensì anche uvetta e noci grossolanamente tritate, che donano quel piacevole tocco croccante sotto ai denti.
Lo stampo ideale pe cuocere questo panfrutto alle mele sarebbe quello per bundt (qui trovate un esempio per farvi un’idea, se ancora non lo conosceste), tortiera con foro centrale particolarmente lavorata, che ha la prerogativa di conferire ai dolci un’allure molto più raffinata. Non disponendo purtroppo di questo stampo ho optato per quello da brioche (che mi ha fatto allungare di molto però il tempo di cottura del dolce, va detto), ma in alternativa è possibile utilizzarne uno classico da ciambella o da kugelhopf volendo.
Resta il fatto che, sarà anche un dolce particolarmente speziato, ma io l’ho trovato proprio piacevolissimo e perfetto per un té pomeridiano con le amiche o per una golosa pausa di riflessione. Ecco la ricetta:

Panfrutto alle mele

 Ingredienti per uno stampo per bundt da 25 cm (o da brioche da circa 26 cm):
250 g di farina 00
250 g di burro ammorbidito
180 g di zucchero di canna
60 g di zucchero semolato
mele golden
85 g di noci tritate grossolanamente
75 g di uvetta
3 uova
3 cucchiai di té caldo
2 cucchiaini di lievito
2 cucchiaini di zenzero in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
noce moscata a piacere
pepe lungo grattugiato a piacere
1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano macinati
1 pizzico di sale
1 bacca di vaniglia
per servire:
zucchero a velo
Procedimento:
Preparate il té e versatene circa 3 cucchiai sull’uvetta che avrete messo all’interno di una ciotolina, lasciate in infusione per almeno 10 minuti, quindi scolatela e tenetela da parte. Sbucciate le mele, privatele del torsolo e riducetele a cubetti. In una ciotola capiente setacciate la farina con il lievito e le spezie (chiodi di garofano macinati o pestati finemente in un mortaio, cannella, pepe lungo e noce moscata grattugiati, zenzero in polvere), aggiungetevi i due tipi di zucchero, il burro morbido a temperatura ambiente, le uova e i semini della vaniglia (che avrete ottenuto incidendo per il lungo la stecca con un coltello affilato raschiandone la polpa con la punta di un cucchiaino). Lavorate il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto chiaro e omogeneo. Unite adesso le mele, le noci grossolanamente tritate all’interno di un mortaio e l’uvetta ben strizzata. Mescolate con una spatola per amalgamare il tutto.
Imburrate ed infarinate uno stampo per bundt da 24-25 cm di diametro (o da ciambella, da kugelhopf o da brioche, vedi premessa), versatevi all’interno l’impasto e livellatelo con cura. Fate cuocere il dolce nel forno già caldo a 180° per circa 1 ora (con questo stampo io ci ho impiegato circa 1 ora 30) o comunque fino a quando uno stecchino infilato nel suo centro uscirà ben pulito. Se notate che durante la cottura la superficie della torta tende a scurirsi troppo copritela con un foglio di alluminio (io vi consiglio di infornarla già così perché diventerà scura senz’altro) senza però chiuderla troppo. Quando sarà cotta, lasciatela intiepidire nello stampo per circa 15 minuti su una griglia di metallo, quindi molto delicatamente cercate di sformarla capovolgendola su di un piatto. Spolverizzate con abbondante zucchero a velo e servite accompagnando con una salsa inglese o con un cucchiaio di yogurt cremoso.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

2 comments

1 Milena 8 novembre 2010 alle 16:24

Ciao, mi sono innamorata di quel meraviglioso stampo per bundt che indichi in questa ricetta.
Sapresti indicarmi qualche negozio che lo vende?
Ti ringrazio davvero tanto.
Milena

2 Sara@fiordifrolla 9 novembre 2010 alle 08:30

@ Milena: non sapendo di quale città tu sia, ti consiglio di acquistarlo on line, su ebay ci sono moltissimi stores che li vendono, io non te ne sono indicare uno in particolare :) Se sei di Roma immagino che il fornitissimo Peroni ce l’abbia :)

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.