Panna cotta al prosciutto con granita di melone

"Panna cotta" al prosciutto con gelatina di melone

Ovvero una variazione sul tema del classicissimo prosciutto e melone. Ammetto di non essere una grande consumatrice di questo piatto, o meglio, molto spesso mi trovo a mangiare prima tutto ilprosciutto e poi a dissetarmi con il melone, così fresco e ricco di acqua, piuttosto che a gustarli contemporaneamente. Questa voltà però, grazie allo stimolante contest indetto da Davide Cocco diStudioCru, ho deciso di mettermi in gioco, riproponendo in chiave moderna (e pure un po’ fashion se vogliamo) questo piatto tipico italiano, abbinandolo al Tai Rosso inviato a me e a tutti gli altri partecipanti. Per la precisione quello che ho ricevuto era il Tai Rosso Doc Colli Berici 2009dell’azienda Riveselle – Piovene Porto Godi. Un vino ottenuto da uve “cugine” della Grenache francese e del Cannonau, dal bellissimo e intrigante colore rubino con leggeri riflessi porpora, limpido, fresco, che secondo me ben accompagna la sapidità del prosciutto e il gusto del melone. Io ci ho trovato delle note di frutti rossi come la ciliegia e pure qualche sentore floreale, forse rosa, non so, non voglio sbilanciarmi, non sono un’esperta e preferisco lasciare spazio a degustazioni più dettagliate, precise e competenti.

Dopo un lungo meditare su cosa proporre per questo concorso, ho pensato ad una ricetta che mi permettesse di mantenere inalterate le caratteristiche principali di questo piatto, ovvero la sua grande freschezza e la non-cottura degli ingredienti che lo compongono, pertanto mi sono subito orientata verso qualcosa da servire freddo, anzi quasi ghiacciato. Ed ecco che immediatamente la balzana idea ditrasformare un dessert al cucchiaio (mi sono ispirata a questa mia ricetta) in una “panna cotta”, salata e al prosciutto per giunta, ha preso forma nella mia mente. E il melone? Mi è bastato semplicemente frullarlo, così nature, per poi congelarlo, mescolandolo più volte e a intervalli regolari con una forchetta, per ottenere una favolosa e profumata granita.

Dopo aver assaggiato il contenuto di questa verrine, che servirei come antipasto e non come portata principale o piatto unico, possibilmente in un bicchiere ben più piccolo di quello che vedete nella mia foto e facendo delle porzioni quindi un po’ più ridotte, mi sento di consigliarvi caldamente di fare due stratidi uguali dimensioni affinché i due sapori primari siano ben equilibrati e in bocca vi ritroviate conl’effettivo gusto di prosciutto e melone. Capirete quindi che è fondamentale degustare prelevandocon il cucchiaino un po’ di entrambi per comprendere appieno l’essenza di questo piatto.

“Panna cotta” al prosciutto con granita di melone

Ingredienti per 2 persone:
per la “panna cotta” al prosciutto:
7 cl di panna fresca da montare
7 cl di latte intero + 2 cucchiai
40 g di prosciutto crudo a fette sottili
1 foglio di gelatina alimentare o colla di pesce (2 g)
pepe

per la granita:
100 g di melone
1 pizzico di fior di sale
1 ciuffo di basilico

Procedimento:
Preparate la panna cotta: mettete in ammollo la gelatina in acqua fredda per il tempo indicato sulla confezione (nel mio caso 10 minuti). Tritate il prosciutto crudo finemente al coltello, quindi mettetelo in un contenitore dai bordi alti insieme alla panna e al latte. Frullate il tutto utilizzando il frullatore ad immersione fino ad ottenere un composto liscio, vellutato e cremoso. Pepate, non occorre sale in quanto il prosciutto è sapido di suo. Strizzate bene la gelatina e fatela sciogliere brevemente in una piccola casseruola nella quale avrete fatto scaldare 2 cucchiai di latte. Mescolate con cura con un cucchiaio dilegno fino a quando si sarà completamente sciolta, quindi unitela al composto precedentemente preparato. Mescolate con cura per amalgamare, quindi trasferite il tutto all’interno di due bicchieri, livellando bene. Coprite con un foglio di pellicola per alimenti e fate riposare in frigorifero fino a quando la panna cotta si sarà solidificata.

Nel frattempo preparate la granita: tagliate il melone a cubetti non troppo grandi, quindi frullatelo conil frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema omogenea. Salate con un pizzico di fior di sale e trasferite in una ciotola che metterete nel congelatore. Ogni mezz’ora mescolate con una forchetta fino ad ottenere l’effetto granita.

Montaggio: quando la panna cotta si sarà solidificata prendetela fuori dal frigo e posizionatevi sopra lagranita di melone, facendo uno strato di uguale spessore possibilmente. Decorate con un ciuffetto dibasilico e servite subito.

Autore

Sara Querzola
Sara Querzola
Ciao sono Sara e questo è Fiordifrolla, un luogo in cui si intrecciano e trovano una collocazione alcune delle mie più grandi passioni: cucina, scrittura, fotografia, vino e viaggi. Questo blog è nato nel 2008 quasi per gioco, con gli anni è diventato il mio lavoro: ad oggi sviluppo ricette (e video), le cucino e le fotografo per numerosi ed importanti editori, riviste e agenzie.
  • 19
  •  
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    29
    Shares

44 commenti su “Panna cotta al prosciutto con granita di melone

  1. Un’idea buonissima e molto raffinata!!!! sicuramente un modo particolare ed insolito di gustare un piatto classico di tutto rispetto….bacioni!!!!

  2. E chiamalo prosciutto e melone! Sono estasiata nel vedere quante varianti possa incontrare questo abbinamento storico. E ora c’è anche un contest!
    Concordo sulle proporzioni magari più piccoline, ma è fantastica!

  3. ottima idea per un finger food moolto originale ed estivissimo! poi prosciutto e melone è un must…ma nessuno ha posto regole su come deve essere presentato no?? ;)
    Bravissima!
    baci baci

  4. io prosciutto e melone me lo mangereia colazione, pranzo e cena tuuuuutti i giorni!! potessi averne un bicchierino; umhhh oggi per pranzo, visto che la colazione l’ho già fatta!!! è un’ottima idea e grazie a questo contest si potrebbe fare un intero tavolo di buffet solo con variazioni di prosciutto e melone!!!

  5. Sara come sempre una rivisitazione degna della tua bravura!!!wow quanto mi piace questo panna cotta rivisitata e profumatissima!!!la terrò presente per qualche fresca cenette serale tra amici ci farò un figurone:D!!bacioni imma

  6. Non so perchè ma leggendo tra le righe ho l’impressione che questa preparazione non ti abbia fatto impazzire…

    E’ il caldo che altera le mie percezioni?!…

  7. @ Luciana: ti ringrazio, ci ho pensato veramente a lungo e tra tutte le idee che mi sono venute in mente questa era quella che mi affascinava di più :))

    @ Raffy: grazie :)

    @ Daniela (senzapanna): grazie Daniela, come ti ho detto su twitter ho cercato di fare qualcosa che non fosse già stato proposto dagli altri partecipanti, ma la tua ricetta per me è la più particolare, bella, raffinata di quelle viste finora :)

    @ parentesiculinaria: sì c’è un contest e ti posso assicurare che ho visto moltissime idee originali e accattivanti, se vuoi vederle trovi molti link nella pagina che ti si apre cliccando sulla parola “Contest” nel mio post :) Sì il discorso della porzione più ridotta deriva dal fatto che queste verrines non sono da gustare secondo me in quantità enormi, perché ritengo che potrebbero risultare anche un po’ pesanti, sai c’è comunque il grasso del prosciutto e la panna :))

    @ maia: grazie, buona giornata a te :)

  8. @ manu e silvia: no, nessuna regola se non quella di utilizzare i due ingredienti fondamentali, ovvero prosciutto e melone :)

    @ k@tia: ecco vedi io non impazzisco per prosciutto e melone, non so perché, ma sono sempre stata così :) Infatti grazie a questo interessante e stimolante contest sono uscite delle idee originalissime e chissà quante ne vedremo, visto che c’è tempo fino al 18 luglio :)

    @ Gloria: grazie, alla fine mi sono detta che se dovevo giocare dovevo ribaltare completamente consistenze e modo di servire il piatto, spero di essere riuscita a proporre qualcosa di interessante!

    @ Onde99: bene, lo sai che al tuo parere ci tengo sempre molto! Grazie mille, un abbraccio!

    @ Roxy: ti ringrazio, mi fa piacere che apprezzi :)

  9. Ciao Sara,

    come ti avevo anticipato ormai 2 mesi fa, ho pubblicato la tua meravigliosa ricetta del Clafoutis zucchine, crudo e noci…finalmente dirai tu! Hai ragione, ma è ormai da Maggio che latito parecchio dal blog…al lavoro c’è sempre casino, a casa la chiavetta non ne vuole sapere di andare quindi per poter pubblicare devo aspettare qualche momento di calma in ufficio o il più delle volte la pausa pranzo! Ad ogni modo grazie mille ancora per la ricetta e, se ne hai voglia, puoi fare un salto da me a vedere com’è venuta ;-)
    Un abbraccio
    Bietolin@

  10. @ Imma: ti ringrazio, è stato stimolante per me stravolgere e rivisitare un classico italiano, sovvertendo un po’ le regole!
    Un bacione e buona giornata!

    @ Tery: ti ringrazio, ti confesso che a me piace molto partire da ricette dolci e crearne delle salate (e viceversa), è un esercizio divertente :)

    @ arabafelice: eheheh, grazie :)

    @ Virò: è il caldo, senz’altro. Come ho scritto nel post, non sono una patita di prosciutto e melone e quindi non posso di certo strapparmi i capelli dicendo che è il piatto migliore del mondo. Questa verrine sa di prosciutto e melone, d’altronde gli ingredienti sono quelli, e credo che sia così che deve essere :) Ho scritto di ridurre la dose, se è quello che ti perplime, perché dopo aver degustato ho pensato che quella quantità fosse un po’ “stomachevole” per una sola persona, probabilmente a causa della panna e del grasso del prosciutto. Se invece si presenta il tutto in piccoli bicchierini e si bilanciano bene i due strati, credo sia un piatto gradevole e gustoso, ovvio che di base deve piacere l’abbinamento prosciutto e melone. Comunque, non pubblicherei mai qualcosa che non mi convince appieno, ho un archivio zeppo di ricette bellissime, ma che non mi sento di pubblicare in quanto, a me, non sono piaciute al 100%.

    @ Ale: certo che sì :))

    @ Yaya: grazie!

  11. ah.. .sara sara… ne inventi sempre una in più del diavolo! Questa ricetta oltre che innovativa, dev’essere sicuramente freschissima e buonissima! Complimenti per l’idea…e la presentazione, bella come sempre!

  12. Ma sei genialeeee tu! :)
    Ma quanto è stupendo questo piatto.. ehm, pardon, bicchierino? Sai che non ci avevo proprio mai pensato a unire le due cose in un bicchiere? Fantastico davvero! :)

  13. Concordo sul suggerimento di ridurre gli strati e di servire la panna cotta nei bicchierini: adoro prosciutto e melone e trovo la versione in panna cotta molto raffinata :)

  14. Vista solo adesso…
    Ma sei troppo brava ! ! ! !
    Preparazione buona e molto chic. E mi piace molto il tuo “stravolgimento”, apprezzo chi ha il coraggio di fare qualcosa di nuovo!!!!!

  15. Sara se fanno votare io voto la tua, è fresca, in linea con la stagione e ha colori bellissimi. Ma davvero si doveva far e un aperitivo o antipasto? mi era sfuggito proprio. Allora non metto le altre ricette, non c’azzeccano :-)))

  16. Anch’io di solito mangio prima il prosciutto e poi il melone!Complimenti mi piace molto quest’idea è freschissima sei molto brava, un saluto buona serata.
    Gabri

  17. @ Bietolin@: ciao cara, grazie per avermi informata! Ti capisco, io sto pubblicando regolarmente ma sono sempre impegnatissima e quindi non sono sempre al pc. Se riesco a passare volentieri, ma non ti garantisco nulla, vista la scarsità di tempo.
    Un abbraccio

    @ Mirtilla: ti ringrazio, sono felice che la mia sperimentazione ti piaccia!

    @ Micaela: grazie mille, un bacione cara :)

    @ il gatto goloso: grazie, devo dire che partecipare a questo contest è stato particolarmente stimolante e i partecipanti stanno preparando delle ricette bellissime e molto originali :)

    @ Sonia: grazie, voglio venire a vedere la tua proposta, ho visto le foto su flickr e mi incuriosiscono molto! ;)

  18. @ Milena: grazie Milena, cedo che la riduzione della porzione sia inevitabile per poter apprezzare al meglio questi bicchierini senza che risultino troppo pesanti, soprattutto mi riferisco allo strato inferiore :)

    @ CorradoT: qui si è proprio trattato di trovare il coraggio di fare qualcosa di nuovo, qualcosa che non fosse già stato proposto dagli altri partecipanti. Ammetto che le prime due idee che mi erano venute in mente sono poi state riproposte anche da alcuni di loro, quindi giorno dopo giorno ho dovuto affinare la mia idea rendendola unica. Spero di esserci riuscita!

    @ Daniela (senza panna): nemmeno io ho capito che si dovesse pubblicare solo una ricetta da antipasto-aperitivo, forse converrebbe chiedere un chiarimento a Davide. Io se fossi in te le altre due ricette che hai in mente le pubblicherei lo stesso, tanto sono fuori concorso e poi sono certa che saranno un ottimo contributo alla rivisitazione del tema prosciutto-melone :)

    @ Gabriella: grazie, buona giornata!

  19. Davvero elegante la tua rivisitazione, e freschissima soprattutto! Nemmeno io amo mangiare prosciutto e melone assieme, ma in questo modo mi incuriosisce assai :)

  20. @ Tuki: mi consola il fatto di non essere la sola a non riuscire a mangiare prosciutto e melone contemporaneamente! Ti ringrazio, la parola “elegante”, scritta da te, per me è un gran bel complimento :)

    @ Lisa: grazie :)

  21. Brava, questa mi sembra la realizzazione più azzeccata di ‘destrutturazione del prosciutto e melone’, fresca e stuzzicante!
    Buon we, carissima!

    P/S:Ieri avrei voluto farti assaggiare i miei arancini…

  22. @ Dario: ti ringrazio Dario, ho cercato di destrutturarlo e rivisitarlo in una maniera diversa, che non fosse ancora stata pubblicata dagli altri paretcipanti :) E tu non sai cosa avrei dato per poterli assaggiare i tuoi arancini, dopo vengo a consolarmi con la foto, spero che ci sia su fb ;)

    Un abbraccio e buona settimana!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.