mercoledì 22 settembre 2010

Panna cotta allo yogurt greco e limone con salsa di mirtilli al basilico

pannacottayogurtlimone

Un altro dolce e poi vi prometto che per un po’ non ne vedrete più (avviso ai lettori: non fate affidamento su questa frase, perché tanto sappiamo tutti benissimo che non potrà mai accadere una cosa simile). Non so dirvi cosa mi sia preso, ma sono entrata in questo goloso tunnel e stento ad uscirne, anche se dovrei perché temo che questa mia ultima tendenza non sia proprio un toccasana per la mia linea. Bisogno di dolcezza? Non direi più del solito, in tutta onestà si tratta di pura gola e basta. Inutile girarci attorno, tanto quella è :)

Si tratta di un dessert che vuole essere un saluto definitivo all’estate, ai suoi colori, ai suoi profumi e ai suoi prodotti. In fondo ieri è iniziato ufficialmente l’autunno. Ripensandoci (anche se non mi piace molto soffermarmi troppo a riflettere sul passato, meglio guardare avanti) la mia estate è stata bella, rilassante, divertente e ricca di sorprese, di viaggi e anche di nuove conoscenze. Archivio questa stagione con una cremosa panna cotta allo yogurt greco, aromatizzata semplicemente da una puntadi limone (sia la scorza che il suo succo) che le regala grande piacevolezza e freschezza. Ma lo faccio soprattutto utilizzando i mirtilli (e con questa ho terminato la scorta che avevo nel congelatore purtroppo…), frutti estivi per eccellenza, che hanno accompagnato tante ricette (se siete curiosi date un’occhiatina qui) e che ho impiegato per preparare un goloso e denso topping da abbinare a questo dolce al cucchiaio. In pratica ho scelto di accompagnare questa panna cotta con una salsa che senz’altro i più attenti ricorderanno di aver già visto qui, nella ricetta del mio budino di spaghetti. Un matrimonio che non esiterei a definire perfetto, nel quale la dolcezza della salsa si stempera nel gusto leggermente acidulo della panna cotta, il tutto rinfrescato dal delicato e aromatico sapore delbasilico.

Salutato (quasi definitivamente) un frutto blu, do ufficialmente il benvenuto all’arancio ;) Stay tuned!

Panna cotta allo yogurt greco e limone con salsa di mirtilli al basilico

Ingredienti per 4 persone:
250 ml di panna fresca
125 ml di latte + 2 cucchiai
2 fogli di gelatina (4 g)
60 g di zucchero a velo
1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata finemente
2 cucchiai di succo di limone
190 g di yogurt greco denso

per la salsa di mirtilli al basilico:
125 g di mirtilli (freschi o surgelati)
1-2 cucchiai di zucchero a velo setacciato
il succo di mezzo limone
2 foglie di basilico
1/2 stecca di vaniglia

Procedimento:
Mettete in ammollo la gelatina in un piatto fondo contenente acqua fredda per il tempo indicato sulla confezione (nel mio caso 10 minuti). Versate i 125 ml di latte e la panna in una casseruola a fuoco basso e portateli a bollore. Togliete dal fuoco, unite lo zucchero a velo ben setacciato e mescolate conun cucchiaio di legno fino a quando si sarà completamente sciolto. Aggiungete la scorza e il succo dilimone e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Fate raffreddare. Incorporate lo yogurtgreco ed amalgametelo bene con una frusta. In una piccola casseruola fate scaldare i due cucchiai dilatte e unitevi la gelatina ben strizzata. Mescolate con un cucchiaio di legno per farla sciogliere, quindi unitela al composto precedentemente preparato sempre rimestando. Versate il tutto in 4 bicchierini da 125 ml e mettete in frigorifero per 4 ore o finché la panna cotta non si sarà rassodata.

Per la salsa di mirtilli al basilico: in una piccola casseruola mettete i mirtilli lavati e asciugati insieme allo zucchero a velo setacciato, al succo di limone filtrato dai semi, alla stecca di vaniglia incisa longitudinalmente e alle due foglie di basilico. Fate cuocere a fiamma moderata mescolando il tutto con un cucchiaio di legno e schiacciando 3/4 dei mirtilli con una forchetta. Lasciate sul fuoco fino a quando otterrete una salsa abbastanza densa e sciropposa, quindi eliminate la vaniglia e le foglie dibasilico. Fate raffreddare completamente.

Versate sopra a ciascun bicchierino un po’ di ragù di mirtilli ben freddo e servite.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

41 comments

1 Cenerentola 22 settembre 2010 alle 05:35

mi sembra perfetta come ricetta-saluto per quest’estate che vola via, spazzata dai primi venticelli autunnali…(come sono poetica!!)
complimenti come sempre Sara!

2 imma 22 settembre 2010 alle 07:18

tesoro e perche vorresti privarci dei tuoi dolci,nooooooooooooooo ed io come faccio????no no continua a postarli perche di visioni golose e delicate come questa io nn ne posso fare a meno e meno!!!uno spettacolo di morbidezza e benvenuto arancio allora!!!baci imma

3 Sandra 22 settembre 2010 alle 08:46

ma che te mi vuoi mortaaaaaaaa??? ;)
STREPITOSA!!
Dopo il rigatone per chi vuole il dolce, passa di qui!
bacio

4 Cris 22 settembre 2010 alle 09:00

adorabili docletti al cucchiaio dal profumo irresistibile! chissà cosa combini con l’arancio!!:)
buona giornata

5 Sara 22 settembre 2010 alle 09:01

Deliziosa e delicata… poi i colori si sposano così bene…
Complimenti, sono certa che il sapore è ancora meglio

Sara

6 lagaiaceliaca 22 settembre 2010 alle 09:08

no no dai non smettere di proporci dolci, a noi piacciono un sacco!
e poi una panna cotta così, come potevi non farla?!?!?! bella l’idea del basilico, è un’aromatica che adoro, la metterei ovunque, ma non ho ancora sperimentato la versione in dolce. che sia la volta buona?

7 Onde99 22 settembre 2010 alle 09:37

Quando ho letto che intendevi farla finita con i dolci mi è preso un colpo… spero lo promettessi solo ai tuoi lettori e non ai tuoi commensali!!!! ;-)Visto che lunedì il Topy mi abbandona per una settimana e io mi trasferisco dai miei, cercavo appunto un’idea per un dessert in formato limitato per addolcire la domenica, ma senza lasciare avanzi… capiti a fagiolo! (Oggi mirtilleggia anche il mio blog)

8 Tery 22 settembre 2010 alle 09:43

Va bene…allora mi decido anche io a salutare l’estate… però solo se conservi un bicchierino di questa panna cotta anche per me!! :))
Mi piace tanto la foto, la tovaglietta con i fiorelline rende l’immagine così “romantica”!

9 Juls @ Juls' Kitchen 22 settembre 2010 alle 09:51

Mammasaura, come diceva Denver! che bella che è questa pannacotta, bianca immacolata con la profondità del ragu di mirtilli!

10 Elga 22 settembre 2010 alle 09:56

Bellissima da vedere è altamente invitante con quei mirtilli lascivi e lucidi! Brava ma se hai ancora mirtilli per casa io sono pronta a vedere cosa ci fai, per l arancio c’è tempo :D

11 giulia pignatelli 22 settembre 2010 alle 10:01

Mi piace da morire questa ricetta!!! te la copio di sicuro!!!

12 Mirtilla 22 settembre 2010 alle 10:10

Questo sì che è un bel saluto all’estate che se ne va! E’ una panna cotta decisamente deliziosa, e poi questo topping di mirtilli ha un colore così intenso che la rende ancor più affascinante! Chissà che bontà! Peccato che l’estate sia finita… mi mancherann oquesti dolci semifreddi e cremosi…. ma in fondo, chi l’ha detto che no nsi possono fare in inverno?!?

13 chia_ge 22 settembre 2010 alle 10:36

Che meraviglia!!! Stupenda questa panna cotta … anche se devo confessare, che essendo poco appassionata di frutti di bosco in genere, attendo con molta ansia le tue prossime creazioni in ARANCIO!!!
1Bacione e complimenti ancora per le foto (quando capita di accedere ai tuoi link delle “vecchie ricette” salta all’occhio il salto di qualità delle tue abilità di fotografa!!!)
:-*

14 Dario 22 settembre 2010 alle 10:46

Buona, semplice e fresca, credo proprio sarà il dolce che farò ai miei colleghi per lunedì, ma stavolta me ne tengo da parte uno per me!
Buona giornata carissima!

15 kristel 22 settembre 2010 alle 10:57

NO no io voglio ancora dolci!! Mi piacciono molto e poi i tuoi sono sempre spettacolari. Questo mi sembra perfetto per salutare l’estate. Aspetto quelli d’autunno. :)

16 Your Noise 22 settembre 2010 alle 11:09

Adoro la pannacotta! Poi l’abbinamento con il topping di mirtilli mi fa sciogliere, oltre che per bontà anche e soprattutto per bellezza! La tua è splendida. E il tocco di limone? Perfetta nota agrumata per salutare l’estate :)
Ti seguo da moltissimo, ma solo ora commento perchè solo da poco ho anch’io un blog :)
Se ti va passa, sono alle prime armi ma faccio del mio meglio, e la passione non mi manca :)
A presto
Agnese

17 Sara@fiordifrolla 22 settembre 2010 alle 11:26

@ Cenerentola: ti ringrazio, anche qui le temperature si stanno lentamente abbassando (e detto tra noi, non è che la cosa mi dispiaccia ;)
Un bacione

@ Imma: no Imma, chiaramente scherzavo, anche perché sono io la prima a non poterne farne a meno, poi c’è anche il mio compagno che reclama dolci a volontà, quindi non sarebbe proprio possibile!
Un abbraccio

@ Sandra: ecco vedi, senza saperlo abbiamo già creato un piccolo menu, i tuoi favolosi rigatoni (che non sai quanto mi tentano) seguiti da un piccolo dolcino ;)
Un bacione cara

@ Cris: per l’arancio vedrai tra pochissimo qualche piccola anticipazione ;) Buona giornata anche a te :)

@ Sara: grazie :)

18 Sara@fiordifrolla 22 settembre 2010 alle 11:33

@ La Gaia Celiaca: eheheh no tranquilla, prometto che non smetto! Anche perché come dicevo a Imma sono io la prima che non può farne a meno, ormai sono drogata! :D Il basilico con i frutti di bosco, specie con i mirtilli è qualcosa che da quando ho scoperto non mollo più, lo trovo favoloso :)

@ Onde99: chiaramente scherzavo e, comunque, ai miei commensali una dolce conclusione del pasto non la farei mai e poi mai mancare… quindi sei avvisata! ;) Sono felice che questa panna cotta capiti al momento giusto! Ah quindi anche tu sei andata di mirtilli eh… più tardi passo a vedere ;)

@ Tery: ok promesso, un bicchierino conservato per te ;) Quella tovaglia è la mia preferita, è tirolese ed è un regalo di mia nonna paterna. Ci sono molto affezionata :)

@ Juls: ahahah “mammasaura” era da un pezzo che non lo dicevo!

@ Elga: mirtilli finiti, l’arancio non era inteso come arancia ecco, credo tu possa ben immaginare a cosa mi riferisco ;) Ho dei gran lamponi però ancora in freezer, potrei iniziare a dare fondo alle mie scorte… :*

19 micaela 22 settembre 2010 alle 11:35

non sei la sola cara mia ad aver voglia di dolci… anhc’io sono messa come te! buonissima questa panna cotta, sai che non ho mai provato a farne una? i mirtilli sono spettacolari, mi dispiace che sia finita la stagione! un bacione.

20 Sara@fiordifrolla 22 settembre 2010 alle 11:38

@ Giulia Pignatelli: mi fa piacere, grazie!

@ Mirtilla: infatti possiamo continuare a farli i semifreddi e i dolci al cucchiaio, rimangono sempre una coccola piacevole! :) Baci

@ Chia_Ge: vuoi l’arancio? Arriverà prestissimo, promesso! Eheheh anche a me viene da sorridere nel guardare le mie prime foto… e vabbé dai testimoniano una piccola crescita ;)
Un abbraccio e buona giornata anche a te!

@ Dario: approvo la tua idea di conservarne da parte uno per te, fammi sapere eh! Buona giornata Dario, un bacione.

@ kristel: tranquilla, sono già qui che penso al prossimo che mi piacerebbe fare! :D

@ Your Noise: benvenuta, mi fa tanto piacere che tu abbia deciso di scrivermi, grazie :) E in bocca al lupo per la tua nuova avventura!

21 Virò 22 settembre 2010 alle 11:48

Bella l’aggiunta dello yogurt greco: mi dà l’idea che migliori la consistenza del dolce…voglio proprio provarci!

22 Carolina 22 settembre 2010 alle 12:21

Mi piace molto quella parentesi.
Per un attimo avevo temuto per il peggio… ;)
Un bacio!

23 elenuccia 22 settembre 2010 alle 13:48

Attentato!!! io per una visione così potrei anche morire….che meraviglia e che bell’accostamento di colori, il bianco candido dello yogurt con il bli intenso dei mirtilli.

24 Sara@fiordifrolla 22 settembre 2010 alle 14:57

@ Micaela: allora mi consolo! ;) E’ un dessert facilissimo e anche molto veloce non considerando il tempo di riposo in frigorifero :)

@ Virò: lo rende senz’altro molto più cremoso infatti, non ti nego che questa aggiunta mi è piaciuta molto e credo d’ora in poi la utilizzerò per altre panne cotte :)

@ Carolina: eheheh non volevo farvi preoccupare, ecco perché ci ho tenuto ad aggiungere quella parentesi ;) Un abbraccio!

@ Elenuccia: ti ringrazio, trovo anch’io che i due colori, nonché i sapori, stiano molto bene insieme :)

25 Symposion 22 settembre 2010 alle 15:36

Ciao Sara con questa la panna cotta mi apri il cuore! by the way è uno dei miei dolci preferiti
peccato che sei lontana…non è che vieni a Salerno per un corso? :)
Gio

26 Veronica 22 settembre 2010 alle 16:51

mmm che bellezza e che bonta’! tra l’altro io sto vivendo un momento in cui sono letteralmente “in fissa” per i dolci al cucchiaio, budini in particolare. Strano perche’ fino a poco tempo fa li guardavo sempre storcendo un po’ il naso, non so perche’…la mia preferenza andava sempre e soltanto ai dolci da forno. Da un po’ invece li ho rivalutati tantissimo, soprattutto il budino che adoro! anche perche’ ho scoperto che viene buonissimo usando il latte di soia alla vaniglia :P
Sara, non hai mai provato ad usare l’agar agar al posto della colla di pesce? io lo preferisco di gran lunga. Almeno sappiamo che viene da un’alga (chissa’ perche’ la cosa mi tranquillizza rispetto all’origine della colla di pesce ossia cotenna di maiale e cartilagini di bovino) ed e’ naturale al 100%. E poi mi piace molto la consistenza che da’ al budino.
E poi il budino che faccio io e’ privo di uova, usando il latte di soia e l’agar agar ottengo un dolce praticamente VEGAN!
Tu che sei sempre alla ricerca di ingredienti nuovi dovresti provarlo secondo me. E fidati che una volta che lo provi non lo molli piu’! comincerai a trasformare tutto in gelatina…
buona giornata :) un bacio

27 Asha@FSK 22 settembre 2010 alle 17:46

Beautiful dish.. such elegance in simplicity!

28 mirtilla 22 settembre 2010 alle 18:05

davvero raffinatissima, sulla bonta’poi nn si sindacalizza!!!

29 Lo Ziopiero 22 settembre 2010 alle 19:46

Ciao. Ma che belle foto!!!
Passerò più spesso a trovarti!
;-)

30 Ambra 22 settembre 2010 alle 21:47

Sei davvero bravissima e queste panne cotte sono una poesia!!Baciotto

31 Sara@fiordifrolla 23 settembre 2010 alle 08:29

@ Symposion: no Giovanni, non credo proprio di venire a Salerno, mi piacerebbe perché non ci sono mai stata ma temo non sarà possibile!

@ Veronica: è un po’ la stessa cosa che è capitata anche a me. Prima solo ed esclusivamente dolci da forno e poi è scoppiato l’amore per i dessert al cucchiaio… per fortuna si cambia e si ampliano i propri gusto, no? ;) No, l’agar agar non l’ho mai usato a dirti il vero, è da tempo che ci faccio un pensierino, vedremo. Comunque in passato la gelatina per addensare i dolci, aspic e via dicendo era fatta con il piedino del vitello, quindi non è tanto quello che mi mi da fastidio, più che altro il prodotto industriale in sé ecco. Qui le uova non ci sono però e nei dolci dove ci vanno io gliele metto sempre molto volentieri, così come il burro, non mi faccio problemi ad aggiungerlo perché a mio avviso il gusto è molto diverso. Ovvio che questo è il mio opinabilissimo parere dettato da alcune prove che ho fatto nel tempo ;) Grazie per le chiacchiere, un bacione e buona giornata a te :)

@ Asha @ FSK: hi Asha, thanks a lot! :)

@ Mirtilla: grazie :)

@ Lo Zio Piero: piacere di conoscerti e grazie, spero anch’io tornerai a farmi visita :)

@ Ambra: grazie, baci :)

32 Federica Novo 23 settembre 2010 alle 13:17

Speriamo veramente che tu non smetta di notiziarci con queste ricette; deliziosa soprattutto le cose con lo yogurt mi fanno impazzire. Complimenti.
Federica

33 gaietta 23 settembre 2010 alle 15:50

sara, sapevo che sarebbe stato amore a prima vista con la tua pannacotta e infatti così è stato appena ho aperto la pagina del tuo blog!

rinnovo i complimenti e mi rammarico per non poterla mangiare (uuf ai latticini), però nulla mi toglie di rifarla per la mia dolce metà che ama la pannacotta sempre e in ogni sua versione!
lo farò di sicuro felice!
baciuz

34 valentina 23 settembre 2010 alle 16:04

Una ricetta deliziosa come sempre (anche se l’autunno inizia ufficialmente solo oggi :-) )

Valentina

35 Veronica 23 settembre 2010 alle 17:13

no, ma anch’io uso volentieri le uova e userei il burro se non fossi intollerante alla proteina del latte (cmq uso un degno sostituto senza grassi idrogenati dal sapore niente male). Lo dicevo solo perche’ so che ti occupi a ti interessi anche di cucina e dolci vegan. Cmq a parte questo ti consiglio di provare lo stesso l’agar agar al posto della gelatina. Magari non ti piacera’ cmq, ma in cucina e’ sempre bello sperimentare cose nuove. Magari te ne innamori, che ne sai? :D
grazie a te e buona giornata ;)
PS: la torta con le pere e le more l’ho fatta ed e’ anche finita…che delizia! con le tue ricette non si sbaglia mai, e’ incredibile. Sei troppo una grande :)

36 Veronica 23 settembre 2010 alle 17:17

scusa, ti dico un’ultima cosa e poi ti lascio in pace con questa storia! se un giorno deciderai di usare l’agar agar, ti consiglio quello in polvere: molto piu’ comodo e facile da usare.baci!

37 Tweets that mention Panna cotta allo yogurt greco e limone con salsa di mirtilli al basilico — Fior di frolla -- Topsy.com 23 settembre 2010 alle 22:22

[...] This post was mentioned on Twitter by Sara Querzola, Sara Querzola . Sara Querzola said: Panna cotta allo yogurt greco e limone con salsa di mirtilli al basilico http://goo.gl/fb/RW9V6 [...]

38 Sara@fiordifrolla 24 settembre 2010 alle 09:37

@ Federica Novo: benvenuta e grazie :) Per il momento non ci penso nemmeno a smettere di pubblicare dolci, tanto meno ricette in generale :)

@ Gaietta: mi fa piacere che sia stato amore a prima vista, grazie! Spero che alla tua dolce metà piacerà questo dessert, nel caso fammi sapere ;)
Un abbraccio

@ Valentina: ehm, sì infatti, devo essermi un po’ persa con le date :)

@ Veronica: l’agar agar lo proverò senz’altro, più che altro perché rappresenta una mia curiosità gastronomica, e grazie per il consiglio che seguirò volentieri ;) Sono felicissima che la torta di pere e more ti sia piaciuta :) Buon venerdì!

39 Virò 24 settembre 2010 alle 18:29

Torno a commentare perchè l’ho preparata e ci tengo a dirti che lo yogurt greco ha dato una consistenza strepitosa alla panna cotta (forse per il mio gusto personale diminuirei un pochino la dose, forse a 150 gr) e la copertura di mirtilli con quelle due fogline di basilico mi ha lasciato senza fiato!

Grazie, le tue proposte sono sempre una garanzia!

40 Sara@fiordifrolla 24 settembre 2010 alle 22:04

@ Virò: oh bene, mi fa piacere che anche tu la pensi come me riguardo al risultato migliore che si ottiene con lo yogurt greco. Ma sono ancor più contenta che l’abbinamento tra il basilico e i mirtilli sia stato di tuo gradimento, io da quando l’ho scoperto lo ripropongo spessissimo :)
Grazie a te per avermi aggiornato!

41 Renee 16 luglio 2012 alle 11:34

Aaaaaaaaahhhh era una vita che cercavo un bel blog ordinato dove prendere ispirazione per le mie giornate d’ispirazione culinaria!! :D ed eccolo qua!! fantastico! e questa sera provo questa deliziosa panna cotta.. TOP

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.