Passeggiando tra Castel del Rio e Dozza Imolese

casteldelrio5

Cosa fare in una domenica a tratti soleggiata e a tratti uggiosa? Stare a casa, magari sul divano a guardare un film potrebbe essere un’idea, ma uscire e recarsi sui colli vicini a Bologna per visitare qualche paesino e scattare qualche foto è un’ipotesi ancor più allettante. Ecco quindi la breve cronaca della nostra (mia e del mio compagno) domenica trascorsa per la precisione sulle dolci colline che sovrastano Imola. Niente ricetta quindi per oggi, ma saprò farmi perdonare più avanti, promesso.

La nostra prima tappa è stata Castel del Rio, dove si è svolto il primo appuntamento della sagra dedicata interamente al marrone omonimo, a marchio Igp (qui il link al sito del Consorzio di tutela). A dire il vero, non so se per l’orario sbagliato o per quale altro motivo, questa volta siamo rimasti un po’ delusi, visto che c’erano quattro bancarelle in tutto, ma in ogni caso a mio avviso questa manifestazione merita comunque una piccola visita, se non altro per la qualità dei prodotti in vendita (magari aggiungendo all’itinerario qualche altra meta, come quella che vi mostrerò più giù).

E quindi oltre alle mele e pere cotogne che vedete nella prima foto e ai marroni di Castel del Rio, è possibile acquistare molti prodotti tipici autunnali come le nespole, le giuggiole e funghi (porcini, per lo più secchi).

casteldelrio2

casteldelrio4

casteldelrio3

casteldelrio1

In questa manifestazione, per chi fosse interessato, è possibile gustare oltre alle caldarroste, tutta una serie di dolci a base dei famosi marroni raccolti in questa zona (come i capaltéz, il castagnaccio, le frittelle, ecc.), nonché miele, funghi, composte e confetture di marroni varie. Qui trovate il programma dettagliato della sagra.

Abbandonata la valle del Santerno, abbiamo deciso di recarci a Dozza Imolese (dove andiamo molto spesso), paese posto sulle colline che si trovano lungo la via Emilia, molto caratteristico e nominato uno dei borghi più belli d’Italia. La sua peculiarità sono i muri esterni dipinti di alcune abitazioni, opere di grandi maestri che rendono unico e pittoresco l’ambiente circostante. Eccone alcuni:

dozza3

dozza4

Le radici del pensiero

dozza1

dozza8

dozza7

dozza6

dozza10

dozza9

dozza11

Ma Dozza non è solo questo, percorrendo le due strade parallele che la attraversano longitudinalmente è possibile raggiungere la massiccia rocca sforzesca, che ospita al suo interno la sede dell’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna (ora capite il perché delle nostre frequenti visite ;), nella quale è possibile trovare una fornita selezione di vini regionali (come l’Albana di Romagna, l’unico vino in regione ad avere ottenuto il marchio Docg) e di prodotti tipici, come la saba, aceti balsamici, marmellatee conserve.

dozza12

Enoteca regionale -dettaglio

dozza13

Non trovate anche voi che siano luoghi molto suggestivi? Io ne vado particolarmente fiera e, con un po’ di sano campanilismo, non posso che raccomandarvi caldamente di farvi una visita.

Autore

Sara Querzola
Sara Querzola
Ciao sono Sara e questo è Fiordifrolla, un luogo in cui si intrecciano e trovano una collocazione alcune delle mie più grandi passioni: cucina, scrittura, fotografia, vino e viaggi. Questo blog è nato nel 2008 quasi per gioco, con gli anni è diventato il mio lavoro: ad oggi sviluppo ricette (e video), le cucino e le fotografo per numerosi ed importanti editori, riviste e agenzie.
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares

32 commenti su “Passeggiando tra Castel del Rio e Dozza Imolese

  1. Concordo su tutta la linea… sano campanilismo anche per quanto mi riguarda… Un pochino più lontano ma sempre carino è far un giro alla festa dei frutti dimenticati a Casola Valsenio… c’è il 16-17 ottobre. Buona giornata;)

  2. ero molto incuriosita da Dozza perché era stata citata anche su Sale e Pepe e ti ringrazio per avercene mostrata un po’: a me i tuoi post sui viaggi piacciono moltissimo!
    non sapevo che fosse questa la stagione delle giuggiole, mia zia ne ha una pianta, ora me ne faccio dare un po’ :)

  3. @ Cenerentola: un vero peccato sono d’accordo! Un bacione bella, buona giornata!

    @ Mirtilla: grazie!

    @ Lelena: benvenuta :) Hai fatto bene a ricordarmi di Casola Valsenio, sono anni che mi prefiggo di andarci e poi per un motivo o per l’altro non riesco mai. Spero che questa sia la volta buona! :) Buona giornata anche a te!

    @ lise.charmel: davvero? Non sapevo che fosse stata citata anche da Sale & Pepe, dopo vado a sfogliarlo, sono curiosa! Sì io ne ho viste molte di giuggiole in vendita, non so perché non le ho comprate, una volta arrivata a casa me ne sono pentita :)

    @ rosalia: bello vero? Ogni angolo d’Italia nasconde tesori! Sì mandami pure una mail, non appena ho un po’ di tempo ti rispondo senz’altro :)

  4. @ lagaiaceliaca: e faresti benissimo perché Dozza merita di essere visitata almeno una volta! E poi in quelle zone è pieno di ottimi ristoranti e cantine vitivinicole ;)

    @ Elga: ma dai davvero? Allora un giorno ti consiglio di farci una passeggiata, il paese è piccolino, però molto ma molto grazioso. Una vera chicca secondo me :)

  5. Quando il campanilismo è di questo tipo va più che bene! Come hai detto tu: è sano! :)
    Hai ragione Sara: sono luoghi estremamente suggestivi… Ed io non li conoscevo.
    Le foto sono splendide. Una più bella dell’altra.
    Buona settimana cara!

  6. Tesoro, ma questi posti sono vicini a casa tua? Cioè, intendo, potrebbero essere un’idea per un dopo pranzo, nell’improbabile caso che domenica non piova?

  7. Secondo te cosa posso provare alla vista di queste immagini se non una grande invidia? Buona giornata, carissima!

    P/S:Domani farò colazione con il tuo piatto altoatesino dal nome impronunciabile, ti farò sapere!

  8. @ Carolina: vero, il mio campanilismo viene fuori infatti solo in queste occasioni :) Queste zone me le porto nel cuore, in autunno ci vado molto spesso per rilassarmi e fare due foto!
    Un bacione carissima e buona settimana anche a te!

    @ Onde99: beh non proprio vicinissimi, ci vorranno tre quarti d’ora-un’ora direi. Dozza è proprio quel paesino del quale ti ho tanto parlato le altre volte che siete venuti a casa mia, se non ci alziamo da tavola troppo appesantiti (:D) potremmo anche fare un salto, perché no! ;)

    @ Dario: eh ma anche lì da te in quanto a bei posti non si scherza, eh?! Buona giornata anche a te Dario! E quella di domani sarà una super colazione, fammi sapere che ne pensi, un abbraccio!

  9. Sara che posti incantevolo e che foto meravigliose e le caldarroste che fanno subito autunno!!!ci andrei di corsa in questo posticino cosi accogliente e pieno di atmosfera!!bacioni imma

  10. Sono dei bellisssimi posti da visitare, hai fatto proprio bene ad uscire di casa ieri! :-D La prossima volta che vuoi fare un giretto sulle colline dell’appenino, ti consiglio di andare a Marradi, paesino famoso per la festa dei marroni!E’ molto caratteristico, e c’è pure il trenino a vapore che effettua un viaggio speciale per portarci le persone!:-D Buon inizio settimana un bacione

  11. @ Mirtilla: non ci sono mai stata a Marradi, grazie per la segnalazione, sarà senz’altro una delle mie prossime mete! Buon inizio settimana anche a te, un bacione :)

    @ L’inverno di June: benvenuta :) Concordo con quanto hai scritto, non aggiungo una parola di più :) Buona serata!

  12. Non sono mai stata in questi luoghi, ma il tuo racconto unito alle tue foto mi hanno ingolosita come i fichi maturi appena raccolti :-)
    I dipinti sono meravigliosi, di grande suggestione.
    Non so cosa darei per assaggiare le composte e confetture di marroni :-)
    Un carissimo saluto.

  13. certo sono zone fatastiche dell’Italia che io conosco poco, valgono bene una visita! immagino tu abbia fatto incetta di tutte le bontà che ai fotografato giusto? a presto

  14. Vi chiedo cortesemente una informazione: ci sono castagneti a Castel del rio dove portare i bimbi a raccogliere castagne?
    Grazie

  15. bellissime foto!!! che voglia di castagne! guardare queste foto mi fa ricordare quando siamo andati ad Oropa e li in zona eravamo andati a far castagne….che buone !!! e quanti chili in più si mettono!!!va bene lo stesso!ciaooo a tutti Maria

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.