Puglia e Basilicata: il mio viaggio

Mare a San Pietro in Bevagna (Ta)

Eccomi di ritorno dalle vacanze. Vacanze che si sono articolate un po’ in giro per l’Italia, dalla Pugliaall’Alto Adige, passando per la Basilicata. Sono davvero moltissimi i chilometri percorsi, ma devo dire che ne è valsa davvero la pena, perché ho visto luoghi e panorami spettacolari a me sconosciuti. Sono tornata abbronzata (o, come dico sempre, doratina), felice e rilassata, peccato solo per l’influenza che mi sono beccata subito dopo il mini-soggiorno in Val Venosta, località che sarà oggetto di un altro post a parte, scoprirete poi il perché.

Come avrete intuito quindi, oggi niente ricetta (mi serve il tempo materiale per cucinare e rimpilzare ilmio scarno archivio e, per questo, ci vorrà ancora un po’ di pazienza, ma non troppa ;), desidero raccontarvi invece più o meno brevemente (mi sa che è la seconda), la prima parte della mia vacanza, mostrandovi qualche scatto di ciò che ho visto, raccontandovi le mie sensazioni, emozioni e, perché no, darvi qualche indirizzo o consiglio mangereccio. Devo dire che è stata la prima volta in cui mi sono spinta così a Sud e la prima cosa che mi ha colpita è stata la luce: così forte, intensa, a volte quasi abbacinante, che viene ancor più accentuata dal candore delle mura delle abitazioni in alcuni paesini come Ostuni e Cisternino, per citarne un paio. E poi il calore e l’ospitalità delle persone che ho incontrato che hanno contribuito a farmi sentire a casa da subito. Per non parlare dell’ottima cucina locale: focacce con i pomodorini (condite e non), cavatelli, orecchiette, pucce, gnummareddi, cacioricotta, caciocavallo, pane (quello di Altamura Dop ad esempio, ma potrei dire anche quello di Laterza volendo), panzerotti e tanto altro.

Collage-Alberobello

Ovunque nelle campagne si possono scorgere coltivazioni di olive (molto nota è la Bella della Daunia, a marchio Dop) e uva, sia da tavola, che da vino.

Ulivi

Vigneti a Lizzano

E poi c’è il mare che in alcune località è limpidissimo e blu. Ecco alcune spiagge da non perdere:

Mare a San Pietro in Bevagna (Ta)
1. San Pietro in Bevagna (Ta)

Campomarino (Ta)

2. Campomarino (Ta)

Iniziamo questo mini tour da Castellaneta (Ta), paesino delle Murge che sorge su di una gravina (una sorta di gola di origine carsica molto profonda, anche più di 100 m talvolta, simile ad un canyon) e che è noto per essere la città natale di Rodolfo Valentino, noto attore protagonista di numerosi film del cinema muto. Molto caratteristica è la parte vecchia, ecco qualche scorcio:

Castellaneta

Rodolfo Valentino

E nei meandri dei vicoletti che la percorrono, molto spesso è facilissimo incontrare (qui come un po’ in tutti i paesi che ho visitato) persone che vendono i loro prodotti lungo la strada, talvolta anche davanti al portone di casa:

Street market in Castellaneta

Street market in Castellaneta

E poi c’è Polignano a Mare (Ba), paese altamente scenografico abbarbicato su di uno sperone di roccia a strapiombo sul mare (quello Adriatico per capirci), che ho trovato molto pittoresco e di una bellezza da mozzare il fiato:

Polignano a Mare

Polignano a Mare

Polignano a Mare

Polignano a Mare

Anche qui i colori dominanti sono il bianco, quello delle case, e il blu, del cielo e del mare in tutte le loro sfumature, a caratterizzare maggiormente il paesaggio. Peccato che insieme alle foto non si possano sentire i profumi di buon cibo che aleggiavano per le viuzze, roba da bussare alla prima porta e chiedere di essere invitati a pranzo! Una menzione particolare va poi al caffé speciale, che potete trovare presso la gelateria di Mario Campanella, a base di caffé espresso, panna montata, liquore all’amaretto escorza di limone (questo è ciò che ci ho trovato e che mi sono annotata, ma non ne sono del tutto sicura). Piacevolissimo.

Caffé speciale e pasticciotto

Da qui ci siamo spinti verso la valle d’Itria, zona che si divide tra le province di Taranto, Bari e Brindisi eche si contraddistingue per la presenza dei trulli, abitazioni preistoriche in pietra dalla forma caratteristica a cono. La loro massima concentrazione è visibile ad Alberobello (Ba), dove sono stati nominati anche Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

alberobello7

alberobello2

alberobello6

Sempre in questa favolosa valle si trova Ostuni (Br), soprannominata anche la “città bianca”, nome che deriva dal colore della calce con la quale sono costruite le sue abitazioni.

ostuni3

ostuni5

ostuni4

ostuni2

ostuni6

Un altro paesino di uguale bellezza, sempre in questa valle, secondo me è Cisternino, in provincia di Brindisi, (e qui ringrazio chi tra di voi me lo aveva consigliato tra le mete imperdibili di questa vacanza, perché merita veramente una visita), nominato uno dei borghi più belli d’Italia, secondo la Consulta del Turismo dell’Associazione dei comuni italiani (Anci). Passeggiando tra i suoi vicoli poetici e suggestivi c’è da perdersi tra archi, cortili ciechi e scalette.

Cisternino

Dove mangiare: noi ci siamo trovati bene alla Taverna della Torre, in via San Quirico 3, un’osteria(segnalata anche nella guida Osterie d’Italia 2010 di Slowfood) dove potrete trovare piatti tipici della tradizione della valle d’Itria. Merita un assaggio la selezione di antipasti misti.

Un altro dei borghi più belli d’Italia è stato dichiarato il piccolo centro storico di Locorotondo (Ba), comune particolare per i suoi tetti aguzzi, nel quale si respira un’atmosfera intima tra vicoli e i numerosissimi balconi fioriti.

collage-locorotondo

Per concludere il mio giro per la valle d’Itria, non potevo non spendere due parole sulle famose Grotte di Castellana, che si trovano presso Castellana Grotte (Ba). Qui è possibile seguire due itinerari guidati a scelta, uno breve da 1 Km e un altro più lungo da circa 3 Km, nei quali ci si può avventurare tra le cavità sotterranee fino ad arrivare ad una profondità di circa 72 m. Inutile dire che lo spettacolo è garantito, le formazioni di stalattiti e stalagmiti  assumono colori diverissimi, dal verde, all’arancio, al rosa fino al bianco. Uno spettacolo della natura da non perdere dunque.

Grotte di Castellana

Grotte di Castellana

E questa?

Granita al caffé con panna

Non è di certo un piatto tipico locale, me ne rendo conto, ma vi voglio ugualmente segnalare dove ho mangiato una delle granite al caffé con panna migliori che abbia mai assaggiato (fino a questo momento si intende). La potete trovare presso il Caffé Tripoli, in via Garibaldi 35, a Martina Franca (Ta).

Ed infine c’è la meravigliosa Matera, nota per i suoi sassi, gli storici rioni dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 1993, le cui case scavate nel tufo sono cosa di rara bellezza. Sicuramente una delle località che più mi ha colpito durante l’intera vacanza.

Matera

matera7

Matera

Matera1

Matera - modellino in scala

matera3

matera4

matera5

Concludo questo lunghissimo post con raccontandovi brevemente dell’incontro con i cari Angela eGiuseppe (@vinicolamente su twitter) di Sapori dei Sassi . Se passate da quelle parti fate una visita al loro negozio, nel quale potrete deliziarvi con numerosi prodotti tipici sia lucani che pugliesi, oltre a moltissimi vini di qualità. Se invece vi trovate un po’ fuorimano, non c’è problema, potrete fare la vostra spesa anche on line qui. Come dite? Se ho acquistato qualcosa? Certo che sì, tra tutti vi nomino i peperoni cruschi, il caciocavallo podolico, i lampascioni sott’olio, la farina di grano arso Senatore Cappellie tanti vini, tra i quali lo Stupor Mundi e il 400 Some (entrambi Aglianico del Vulture) di Carbone vini.

E così dopo questo lungo viaggio in una parte della suggestiva Puglia (la prossima volta vorrei andare in Salento), ci siamo diretti a nord, al confine con l’Austria e la Svizzera, ma questo, come avevo scritto diverse righe più su, sarà l’oggetto di un nuovo post.

Ah, dimenticavo, sono felicissima di essere tornata tra voi. Mi sono mancati il blog, la cucina, ma soprattutto mi siete mancati voi :)

Autore

Sara Querzola
Sara Querzola
Ciao sono Sara e questo è Fiordifrolla, un luogo in cui si intrecciano e trovano una collocazione alcune delle mie più grandi passioni: cucina, scrittura, fotografia, vino e viaggi. Questo blog è nato nel 2008 quasi per gioco, con gli anni è diventato il mio lavoro: ad oggi sviluppo ricette (e video), le cucino e le fotografo per numerosi ed importanti editori, riviste e agenzie.
  • 32
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    33
    Shares

56 commenti su “Puglia e Basilicata: il mio viaggio

  1. Infatti, dicevo: ma in Salento non ci sei andata? Certo, non sarebbe stato bello, secondo me, vedere tutto in un botto, fai bene a ritornare in Puglia per vedere la parte meridionale, laddove io vivo. Hai visitato delle città fantastiche, proprio ieri sono stato ad Alberobello: la strada che da Alberobello porta a Cisternino: I love it! Quando vieni in Salento, se ti servono informazioni, chiedimi pure: lo conosco fin nei suoi segreti più segreti ;)

  2. @ Fabio: no che non ci sono andata… un vero peccato lo so. Ma hai ragione tu, vedere tutta la Puglia in una volta sola sarebbe stato troppo. Concordo, quella strada è favolosa. Non sai quanto mi piacerebbe venire in Salento, spero di poterlo fare molto presto e, naturalmente, ti chiederò qualche consiglio molto volentieri :) Grazie!

  3. son contenta che ti sia piaciuta: hai ancora tante meraviglie da vedere, dal Gargano alla Daunia alle Tremiti. L’importante è cominciare. Ma i bagni li hai fatti o … hai solo mangiato? Comunque penso che in Italia si mangi benissimo in ogni regione e con grande varietà, da noi regnano sovrane le verdure. Baci

  4. Che bello vedere immagini a me così familiari e ora così lontane su questo blog, che ho scoperto solo stamattina! Grazie! E anche per tutte le ottime ricette!

  5. Ciao! Sono capitata sul tuo blog x caso, cercando su google dei posti carini da poter visitare nei dintorni della mia cittá in occasione del 25 aprile, e sono rimasta davvero colpita delle meravigliose parole spese per la mia cittå. Io vivo a Matera e sono materana di nascita, e ti garantisco che molte volte la mia cittá viene sottovalutata. Ti ringrazio davvero di cuore per le belle parole spese e volevo anche approfittare per farti i complimenti per le meravigliose foto che hai scattato! Spero tornerai presto a trovarci! Un abbraccio!!!

    http://thesweetbeauty.blospot.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.