domenica 28 dicembre 2008

Risotto ai quattro formaggi

risottoformaggi

Sono state giornate di festa intense le ultime… ho trascorso con grande gioia, ma lavorando anche duramente, l’intero week-end ai fornelli, dapprima per organizzare la cena di ieri sera per la mia tesoraArietta e oggi per iniziare a preparare alcune portate del menù di capodanno (vedrete alcune ricette nei prossimi post) che festeggerò a casa mia insieme ad altre coppie di amici. Voi come passerete la notte di San Silvestro? Noi niente feste o serate in discoteca, solo approfitteremo dell’occasione per mangiare bene (si spera…) e bere dell’ottimo vino in compagnia, il genere di cose che per me non ha prezzo.

Ma veniamo a noi… Il cibo ha molti poteri, come la capacità di unire e aggregare le persone attorno a tavolate all’insegna della convivialità e dell’amicizia, permette di compiere viaggi virtuali stando comodamente seduti in casa nostra assaggiando questa o quella specialità tipica delle più svariate nazioni del globo, ristora e ci fa recuperare le forze dopo una lunga ed estenuante giornata… questi naturalmente sono solo alcuni esempi, ma ciò di cui mi interessa parlarvi oggi è la peculiarità di far evocare in noi ricordi che restavano accovacciati e silenti in un remoto angolo del nostro cervello chissà da quanto tempo.E’ proprio grazie ad un ricordo, questa volta non mio bensì del mio ragazzo, che ho preparato questo risotto ai quattro formaggiche lo ha catapultato dritto dritto nella sua infanzia, quando era solito mangiare questo piatto insieme alla sua famiglia in un ristorante molto rinomato negli anni ottanta per avere oltre 40 primi piatti nel suo menù.

E’ un risotto ricco dal punto vista nutrizionale, molto appetitoso e profumato, dall’inconfondibile consistenza cremosa e intrigante, semplicissimo da preparare, ma che risulta sempre di grande successo. I protagonisti di questo piatto sono: gorgonzola, fontina, emmentaler e parmigiano reggianoquattro formaggi di fama internazionale e tutelati dal marchio Dop della Comunità Europea.

La ricetta originale l’ho presa da qui e ve la riporto di seguito:

Ingredienti per 4 persone: 

350 g di riso carnaroli
50 g di fontina
50 g di emmentaler
50 g di gorgonzola
parmigiano grattugiato a piacere
1 cipolla
prezzemolo
1/2 bicchiere di vino bianco secco
brodo di carne q.b.
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Tagliate la fontina, l’emmentaler e il gorgonzola a cubetti. Mondate la cipolla e tritatela finemente. Fatela rosolare in una casseruola con un po’ di olio extra vergine di oliva e, quando sarà diventata trasparente, unite il riso lasciandolo tostare per alcuni minuti. Sfumate con il vino bianco, fate evaporare e regolate di sale e pepe.

Portate il riso a cottura irrorandolo con un mestolo di brodo caldo di tanto in tanto mescolando con un cucchiaio di legno continuamente per non farlo attaccare. Qualche minuto prima che sia giunto a cottura aggiungete i formaggi tagliati a cubetti insieme al prezzemolo tritato ed amalgamateli con cura. Una volta che il risotto sarà pronto spegnete il fuoco e mantecate con abbondante parmigiano grattugiato sempre rimestando. Coprite e lasciate riposare per pochi minuti e servite.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

0 comments

Non ci sono ancora commenti...

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.