Sformatini di zucca allo speck e rosmarino

Sformatini di zucca allo speck
Siamo giunti quasi agli sgoccioli con la stagione della zucca ed io mi sento di voler dedicare un piccolo tributo a questo versatilissimo ortaggio, visto che in tutti questi mesi è stato molto presente sulla mia tavola. Una sorta di ultimo saluto (vabbé forse detta così suona un po’ male, uhm…) fino al prossimo autunno ecco. Mi auguro di pubblicare questa ricetta ancora in tempo in modo che qualcuno di voi possa provarla, perché senza voler sembrare presuntuosa o esageratamente piena di me, mi sento dipoter affermare che questi sformatini sono davvero buoni, sfiziosi e appaganti. Provare per credere, insomma :)
Il problema della zucca però è che se viene gustata così, in versione nature o quasi, ha sempre quel sapore tendenzialmente neutro che vira al dolciastro e per questo motivo deve essere accompagnata da qualche altro ingrediente un po’ più deciso che le doni maggiore carattere, come le spezie o i formaggi, o come in questo caso lo speck, che con la sua sapidità e il suo gusto affumicato, la nobilita e la esalta. Ma questo binomio non mi è nuovo, devo dire che infatti la ricetta odierna è una diretta conseguenzadi questo risotto alla zucca e speck che pubblicai diverso tempo fa. L’abbinamento si rivelò davvero piacevole ed equilibrato, a tal punto che ormai per me è diventato una specie di tarlo e quel risotto un must, da rifare almeno una volta al mese.Ecco quindi questi sformatini dove accanto allo speck e alla zucca troviamo il parmigiano reggiano eil rosmarino, altri sapori che, come sappiamo, vi si sposano particolarmente bene. Da servire rigorosamente caldi come antipasto o come contorno per un secondo alla griglia o arrosto.

Sformatini di zucca allo speck e rosmarino

Ingredienti per 4 stampini (da 7 cm di altezza x 8 cm di larghezza)*:
500 g di zucca violina (al netto degli scarti)
100 g di speck a fette tagliato grossino + alcune fette per la decorazione
1 cipolla gialla media
2 uova + 1 tuorlo
5 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
2 cucchiai di panna fresca
olio extravergine di oliva
rosmarino
sale e pepe
Procedimento:
Con un coltello affilato eliminate la buccia della zucca, togliete eventuali semi e filamenti, quindi riducetela a cubetti. Mondate la cipolla e tritatela finemente, quindi fatela rosolare in una capiente casseruola insieme all’olio extravergine di oliva e ad un rametto di rosmarino. Dopo circa 5-6 minuti unite la zucca e fatela insaporire mescolando con un cucchiaio di legno. Coprite quasi completamente il tutto con dell’acqua e fate cuocere, scoperto, a fiamma media fino a quando sarà diventata asciutta, sempre mescolando di tanto in tanto. Fate raffreddare. Nel frattempo con un coltello riducete i 100 g dispeck a listarelle e fatelo rosolare in una padella antiaderente senza grassi fino a farlo diventare leggermente croccante.
Trasferite il composto a base di zucca cipolla e rosmarino nel boccale del mixer con le lame metalliche e riducete il tutto in crema. Unite due uova intere, un tuorlo e due cucchiai di panna, quindi azionate nuovamente l’apparecchio. Dovrete ottenere una crema liscia e vellutata. Versate il tutto in una ciotola, aggiungete il parmigiano reggiano grattugiato, lo speck e mescolate con cura in modo da ottenere un composto omogeneo. Regolate di sale e pepe a piacere.
Imburrate con cura 4 stampini di alluminio (io ho usato quelli da babà di 7 cm di altezza x 8 cm dilarghezza) e versatevi all’interno il composto precedentemente preparato. Livellate e fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 40-45 minuti o comunque fino a quando noterete che sono diventati ben sodi e si saranno leggermente sollevati dalla loro posizione iniziale. Fateli riposare per qualche minuto quindi capovolgeteli sui piatti da portata. Servite subito accompagnandoli con altro speck croccante ridotto a listarelle e fatto rosolare in una padella antiaderente senza grassi e decorate con un ramettodi rosmarino. 

* Nota: con questa dose otterrete circa 7 stampini di alluminio usa e getta da muffin, naturalmente sarà necessario ridurre il tempo di cottura a circa 25-30 minuti.

Autore

Sara Querzola
Sara Querzola
Ciao sono Sara e questo è Fiordifrolla, un luogo in cui si intrecciano e trovano una collocazione alcune delle mie più grandi passioni: cucina, scrittura, fotografia, vino e viaggi. Questo blog è nato nel 2008 quasi per gioco, con gli anni è diventato il mio lavoro: ad oggi sviluppo ricette (e video), le cucino e le fotografo per numerosi ed importanti editori, riviste e agenzie.
  • 7
  •  
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    19
    Shares

Un commento su “Sformatini di zucca allo speck e rosmarino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.