lunedì 17 maggio 2010

Sformato di spinaci alla bolognese con sottilette le cremose per il Kraft Cooking Session

Sottilette Le Cremose

Eccomi di ritorno per raccontarvi cosa sono andata a fare lo scorso venerdì a Milano. In pratica sono stata invitata da Kraft e dalla Mindshare a partecipare al secondo episodio di Kraft CookingSession, che quest’anno era interamente dedicato alle sottilette Le Cremose. Il tutto si è svolto nella splendida cornice del Teatro 7 dove ad attenderci c’era la cara Sandra Salerno di Un tocco diZenzero, resident chef della manifestazione, alla quale va tutta la mia massima stima per come ha saputo condurre la sessione culinaria, con maestria, professionalità, ma anche con grande umanità e spirito di gruppo.

Ognuna delle blogger invitate è stata chiamata a preparare una ricetta del territorio o legata allapropria tradizione familiare, rivisitandola in chiave moderna utilizzando appunto questo tipo disottilette. Un esperimento interessante per me che non sono solita utilizzare questo genere di prodotti e, se all’inizio devo ammettere che ero un po’ titubante sul risultato finale del mio piatto, una volta assaggiato mi sono del tutto dovuta ricredere. Vi consiglio di seguirmi perché a fine post troverete la mia ricetta.

Vetrina del teatro 7

E’ stata una giornata che definirei quasi magica, mi sono sentita trattata e coccolata come una principessa. Nulla è stato lasciato al caso, era tutto curato nei minimi dettagli e per questo devo ringraziare lo staff di KraftMindshare e Sandra stessa per la perfetta organizzazione. Ho finalmente conosciuto persone che desideravo vedere da tempo, trascorso con loro momenti preziosi disano divertimento, condivisione e, soprattutto, di buona cucina in compagnia. Ringrazio quindi anche le mie compagne di viaggio e vi invito a leggere anche i loro punti di vista sull’evento. Eccole qui in questa carrellata:

Sandra e Daniela

Sandra – Un tocco di Zenzero Daniela – Senza Panna

Elena

Elena – La cucina di Adina

Elga e Babs

Elga – Semi di Papavero e Barbara – Chez Babs

Laura

Laura – Io così come sono

Giada

Giada – Fiordilatte

Nadia e Paoletta

Nadia – Mamma che buono e Paoletta – Anice e Cannella

Francesca e Valentina

Francesca – Dolci e non solo e Valentina – La cuoca pasticciona

Insieme a tutte loro c’era Lory – La mercante di spezie che non sono riuscita a fotografare.

Ecco come promesso il mio reportage fotografico con il quale intendo esprimervi il mio personale puntodi vista sulla manifestazione. Inizio dal buffet che ci ha accolto al nostro arrivo al Teatro 7:

Il buffet

Dal buffet

Focaccia

Arrosto e fagiolini

Crostini brie e pistacchi

e questi invece sono alcuni dei piatti che abbiamo preparato utilizzando le sottilette Le Cremose:

Flan alle erbe provenzali e sottilette Le Cremose con emulsione di pomodoro

Flan alle erbe provenzali e sottilette Le Cremose con emulsione di pomodoro di Sandra

Timballo di pasta alla ferrarese di Elga

Timballo di pasta alla ferrarese di Elga

Il frico di Lory

Il frico di Lory

Gratin di maccheroni e sottilette le cremose di Sandra

Gratin di maccheroni e sottilette di Sandra

Carciofi alla Cavour di Giada

Carciofi alla Cavour di Giada

Sformato di spinaci alla bolognese

Lo sformato di spinaci alla bolognese – mia ricetta

Crocchette con le sottilette Le cremose di Nadia e Daniela

Frittelline di sottilette di Nadia e Sciatt Valtellinesi di Daniela

Le polpettose © di Sandra

Le polpettose di Sandra

Pere con pain d'epices pimento della Giamaica e sottilette le cremose di Sandra

Pere con pain d’épices pimento della Giamaica e sottilette di Sandra

Preparazione del crumble primaverile con sottilette Le Cremose

Crumble primaverile di Sandra

Per vedere altri scatti di questo favoloso evento potete visitare il mio album su Flickr oppure guardare questo slideshow che ho creato per l’occasione:

E ora concludo questo lunghissimo post raccontandovi della mia ricetta: lo sformato di spinaci allabolognese. Dovete sapere che è un piatto che ci tramandiamo nella mia famiglia da ben 4 generazioni, pare che la prima a prepararlo fu la mia bisnonna Imelde, poi mia nonna Amalia, mia madre ed infine la ricetta è giunta da pochissimo tempo a me. La versione tradizionale di questo sformato, quella più conosciuta per intenderci, prevede di solito la besciamella e talvolta anche la mortadella o il prosciutto crudo. Nella mia famiglia invece è sempre stato preparato utilizzando gli ingredienti e le modalità che vi indicherò nella ricetta, niente besciamella, ma solo spincai, uova, parmigiano, latte, farina e burro. Si tratta di un piatto sostanzioso, che di solito tagliamo a rombi o quadrotti (come nel mio caso) e che sarebbe bene servire caldo o tiepido, anche se è buonissimo a temperatura ambiente.

Una sorta di finger food di altri tempi se vogliamo, che potete preparare anche per un aperitivo o presentare in tavola come antipasto per una cena informale. Mangiato in porzioni più abbondanti è invece un robusto e saziante piatto unico. Probabilmente il mio giudizio su questo sformato è fuorviato dall’orgoglio che provo per questa ricetta familiare, ma vi dico solo che quando l’ho assaggiato per la prima volta cucinato dalle mie stesse mani mi sono commossa. Non mi aspettavo che fosse così buono come quello che mangiavo spesso ogni volta che andavo a fare visita alla nonna!

Sformato di spinaci alla bolognese con sottilette Le Cremose

La ricetta tradizionale della mia famiglia sarebbe così, nature, senza sottilette per capirci, ma io perl’occasione ho pensato di creare uno strato centrale bianco, cremoso e scioglievole che ho ottenuto semplicemente grazie alle sottilette Le Cremose. Devo ammettere che inizialmente dubitavo che in questa mia variante lo sformato potesse essere così buono come quello che ho mangiato da bambina e invece mi sono dovuta ricredere, perché è proprio grazie a quello strato che questo piatto si bilancia nelle consistenze e nel sapore. La dimostrazione l’ho poi avuto facendo assaggiare uno di questi cubetti a mia madre, che se in un primo momento si era dimostrata un po’ scettica, è stata definitivamente conquistata e sedotta al primo morso. Come potrete immaginare sono particolarmente affezionata a questa ricetta di famiglia e sono orgogliosa di averla fatta conoscere a tutti voi non solo attraverso il blog, ma anche alla possibilità che ho avuto attraverso il Kraft Cooking Session.

Sformato di spinaci alla bolognese

Ingredienti per 16 quadrotti (circa 6-8 persone):
1 kg di spinaci freschi al netto degli scarti
100 g di farina 00
4 uova intere
1 bicchiere di latte
100 g di burro fuso a temperatura ambiente
200 g di parmigiano reggiano grattugiato
3 sottilette Le cremose
noce moscata a piacere
sale, pepe

Procedimento:
Mondate gli spinaci eliminando le radici, le foglie di scarto e lavateli accuratamente. Fateli scottare in acqua bollente salata per alcuni minuti senza coprire (questo serve a non fa diventare scure le foglie), quando si saranno inteneriti, scolateli e passateli immediatamente in acqua fredda per bloccarne la cottura. Strizzateli molto bene in modo da eliminare quanta più acqua possibile e tritateli grossolanamente al coltello. In una ciotola abbastanza capiente sbattete le uova con una frusta o conuna forchetta, unite il parmigiano, il burro fuso e il latte mescolando dopo ogni aggiunta con cura fino ad amalgamarli. Aggiungete la farina setacciata, mescolate di nuovo fino ad incorporarla completamente, e da ultimi gli spinaci. Rimestate fino ad ottenere un composto omogeneo. Regolate disale, pepe e aggiungete un po’ di noce moscata a piacere.

Trasferite metà del composto in una teglia quadrata da 23 x 23 cm di lato rivestita con carta da forno bagnata e ben strizzata, livellando con cura con un cucchiaio. Tagliate 3 sottilette Le Cremose a fettine e disponetele in maniera ordinata sul composto di spinaci. Coprite con il composto restante sempre disponendolo in maniera omogenea e fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 40 minuti. Fate intiepidire, tagliate a quadrotti e servite subito.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

59 comments

1 Carolina 17 maggio 2010 alle 07:43

Buongiorno cara Camo!
Come ti ho già scritto su flickr, questo è un super reportage!
Molto, molto bello.
Un bacio e buona settimana.

2 Valeria 17 maggio 2010 alle 07:58

complimenti per le foto e per la ricetta molto molto sfiziosa!

3 Lauretta e Mary 17 maggio 2010 alle 08:20

che belle che siete!!!!!!!! e che piatti meravigliosi!! siamo un po’ invidiose :-)), complimenti!!

4 Alessandra 17 maggio 2010 alle 09:00

che meraviglia! vorrei poter assaggiare tutto!

5 alem 17 maggio 2010 alle 09:03

bellissime le tue foto!!!!
E che bellissima giornata deve essere stata!

6 Francesca 17 maggio 2010 alle 09:14

POST Meraviglioso….foto meravigliose!
Lo sformato me lo salvo voglio farlo al più presto! DELIZIOSO!

7 rosalia 17 maggio 2010 alle 09:14

E’ bello lavorare e divertirsi,complimenti.

8 imma 17 maggio 2010 alle 09:25

tesoro ecco dove eri scappata venerdi!!wow come mi piacerebbe partecipare a queste manifestazioni c’è sempre da imparare moltissimo!!lo sformato lo preparo per cena…mi hai dato una grandissima idea per consumare gli spinaci che ho in frigo!!sei una fonte di idee illuminanti e golose per me!!bacioni imma

9 cavoliamerenda 17 maggio 2010 alle 09:32

bellissima la tua ricetta, quel morsino cremoso in foto spazza via tutte le perplessità!
Anch’io non conoscevo queste cremose ma ci avete messo una gran curiosità!

PS:bello vedere in una cucina così un aggeggio che ho in casa oltre ai millemila aggeggi che so che non avrò mai… =)
(parlo del minipimer Braun)

Buona giornata e grazie per questa bella ventata di simpatia!

10 Onde99 17 maggio 2010 alle 09:32

Tesoro, sono contentissima che sia stata una bella esperienza: si vede dalle foto che è stata una giornata indimenticabile!!! Più tardi ti scrivo, così ti racconto anch’io! Un bacio

11 Sandra 17 maggio 2010 alle 09:34

Eccomi!!
Una parola sola: meraviglia. Siete state tutte bravissime, avete realizzato tutti i piatti in tempi record, con grande professionalità
Un abbraccio

12 Lory 17 maggio 2010 alle 09:34

Ciao Sara ,è stato bellissimo conoscerti ;-)
Una giornata davvero meravigliosa,un frullatore di emozioni ,sensazioni meravigliose!
Spero di rivedervi davvero presto per condividere ancora una volta questo pieno di allegria e spensieratezza!
Un abbraccio grande grande e a chi mi leggera..IL SUO SFORMATO ERA QUALCOSA DI PAZZESCO!!!! ;-)))

P.S Nella mia roll non ti linkerò mai no no no no ,mi avete abbandonato lo sai vero? ahahahahah!
Un grazie ancora di cuore!!

Lory

13 babs 17 maggio 2010 alle 09:43

ciao sara, ma che bello il tuo reportage! sono in arrivo a bologna, se scendo presto ti chiamo! buona giornata. B

14 marta 17 maggio 2010 alle 09:59

che invidiaaaa!
REPORTAGE STUPENDO!

15 Pippi 17 maggio 2010 alle 10:51

Ciao Sara!! E’ stato davvero un piacere conoscerti di persona e soprattutto ….gustare il tuo meraviglioso sformato! Bellissime le foto complimenti! poi mi manderai la mia da fotografa heheehehehehe
un bacione affettuoso
Pippi

16 Elisakitty's Kitchen 17 maggio 2010 alle 10:56

ciao Sara, bè ultimamente sempre in giro?
Deve essere stato un bell’incontro i tuoi reportage riescono ad essere sempre ricchi di dettagli e a cogliere momenti importanti. Brava anche per lo sformato goloso.

17 Daniela (senzapanna) 17 maggio 2010 alle 10:59

Bellissime foto e bel racconto.
E’ un piacere leggerti ed è stato bello incontrare te e tutte le altre.

18 Dario 17 maggio 2010 alle 11:05

Deve essere spettacolare il tuo sformato, sicuramente è da provare! Sicuramente anche questa per te sarà stata un’esperienza divertente, stimolante ed educativa! Ma povero me comune mortale! Remember, you’re simply the best!

19 Juls 17 maggio 2010 alle 11:22

Che bellissima esperienza che deve essere stata! in ogni foto c’è la luce che ti contraddistingue, eccezionale! brava!

20 cris 17 maggio 2010 alle 11:40

bellissimo reportage, per un altrettanto bella giornata immagino!:)
complimenti anche ai piatti che avete cucinato!mi è venuta un’acquolina!!

21 Giò 17 maggio 2010 alle 11:48

le foto sono bellissime e la pappa immortalata sembra tutta golosissima! il tuo sformato mi ingolosisce molto, proverò a farlo nature senza sottilette

22 Sara@fiordifrolla 17 maggio 2010 alle 11:59

@ Carolina: buongiorno carissima! Ti ringrazio, sono felice che le mie foto e il mio racconto sull’evento ti siano piaciuti. Come ti ho detto su flcikr ho fatto 730 foto ed è stata dura selezionarne solo una cinquantina.
Buona settimana anche a te, un abbraccio.

@ Valeria: grazie mille, baci :)

@ Lauretta e Mary: grazie ragazze!

@ Alessandra: sono usciti dei piatti molto golosi devo dire, c’è stato da leccarsi i baffi :)

@ Alem: una giornata favolosa, ho conosciuto tante blogger che leggevo da tempo immemore e mi sono molto divertita a cucinare insieme a loro!

@ Francesca: sono felice che il mio sformato ti sia piaciuto così tanto, come ho detto nel post sono particolarmente affezionata a questa ricetta :)

@ rosalia: grazie :)

23 Sara@fiordifrolla 17 maggio 2010 alle 12:14

@ Imma: allora fammi sapere se avete gradito, ci tengo molto! Sì ero scappata a Milano per partecipare a questo evento, è stato bellissimo Imma, davvero. Un bacione.

@ cavoliamerenda: Chiara come ho detto nel post in tutta sincerità un po’ di perplessità iniziale ce l’avevo, ma dopo aver assaggiato e toccato con mano lo sformato era davvero buono con questo strato cremoso. Buona giornata e grazie a te!

@ Onde99: esatto è stata proprio una giornata indimenticabile. Sabato mattina sono stata anche da Ladurée, ma non ho fatto in tempo a sistemare le foto. A dopo!

@ Sandra: grazie a te Sandra per l’ospitalità e la perfetta organizzazione, è stato un vero piacere cucinare al tuo fianco!
Un bacio affettuoso.

@ Lory: Lory il piacere è stato tutto mio! Sono davvero felice ed orgogliosa di averti potuta conoscere di persona, mi auguro anch’io che avremo modo di incontrarci più spesso. E grazie per i complimenti allo sformato della mia nonna, le ho già riferito tutto e si è pure commossa.
Spero che ci perdonerai per averti abbandonata sulla mega-navetta ;)
Un abbraccio e grazie di tutto!

@ babs: ok Barbara se ce la facciamo entrambe ti saluto volentieri! E’ stato bello poterti dare finalmente un volto :)

24 Serena 17 maggio 2010 alle 12:56

Ma che meraviglia!!! Avrei tanto voluto partecipare anch’io, anche solo assistere e guardarvi incantata mentre preparavate questi manicaretti!!! Bell’idea per un antipasto primaverile gustoso. Un abbraccio

25 Sara@fiordifrolla 17 maggio 2010 alle 13:45

@ Marta: grazie!

@ Pippi: Laura il piacere è stato anche mio, anche perché non vedevo l’ora di dare un volto alla mamma della mia pasta madre ;) Scherzi a parte, è stata davvero una bellissima giornata, appena riesco ti mando la tua foto, promesso!
Un abbraccio

@ Elisakitty’s Kitchen: ultimamente sì, ma è solo una coincidenza che fossero due eventi in due week end così ravvicinati! Grazie per i complimenti ai miei reportages, è una soddisfazione per me sapere che sono apprezzati.
Un bacione

@ Daniela (Senza Panna): grazie, è stato stupendo anche per me. Una giornata da ricordare!

@ Dario: Dario io forse sono di parte perché la ricetta è della mia tradizione familiare, ma è superlativo questo sformato. Secondo me merita una prova! Buona settimana :)

@ Juls: ti ringrazio, il tuo è il complimento più bello che si potesse fare alle mie foto. Un abbraccione

@ cris: grazie cara, questa volta ho cucinato e fatto molte più foto rispetto al venerdì precedente, non ti dico il lavoraccio che ho dovuto fare ieri per scrivere questo post! :*

@ Giò: fammi sapere, senza sottilette è la ricetta pura così come mi è stata data dalla mia nonna :)

@ Serena: ti ringrazio, è un piatto sostanzioso questo che può essere portato in tavola anche come piatto unico volendo, magari accompagnandolo con un formaggio fresco e dell’ottimo pane :)

26 Dario 17 maggio 2010 alle 14:08

Ma sicuramente merita una prova, l’ho già annotato!

27 valentina 17 maggio 2010 alle 14:30

Davvero belle le tue foto… e se non pubblicavi la tua ricetta l’avrei richiesta al volo perchè é troppo buona… da sperimentare al più presto e per qualsiasi tipo di evento.. bacio grande e grazie di tutto é stato un piacere conoscerti… a presto

28 Sabrina&Luca 17 maggio 2010 alle 14:31

Complimenti davvero, stiamo seguendo questo evento in giro per la rete, ma vogliamo farti i complimenti per questo bellissimo servizio, corredato di foto e piatti, questi ultimi da leccarsi i baffi! Complimenti per lo spinacino che sentiamo molto di casa e che gradiamo molto, che tra parentesi significa che sicuramente lo rifaremo a nostra volta! E poi è stato davvero bello vedervi tutte all’opera e grazie a te abbiamo dato un volto ad un paio di bloggers che non conoscevamo!
Un abbraccio e buona settimana
Sabrina&Luca

29 verdecardamomo 17 maggio 2010 alle 15:05

Ciao Sara,
come sempre le tue foto sono stupende e riesci sempre a cogliere mille sfumature di una stessa situazione. Questo evento deve essere stato molto divertente. Complimenti per la ricetta
Claudia

30 Laura 17 maggio 2010 alle 15:43

Oh, mamma, sono quasi le 16… quasi ora di merenda dopo un pranzo striminzitissimo e cosa vedo qua? Sei un attentatrice ambulante!
Tutte queste sembrano così buone…
Non sono mai stata a una di queste giornata, ma da come ne scrivi devono essere super. brava!

31 micaela 17 maggio 2010 alle 16:39

siete state tutte bravissime, dev’essere stato anche molto divertente… buonissima la tua ricetta, semplice ma d’effetto… me la segno volentieri visto che vado matta per gli spinaci! un bacione.

32 lagaiaceliaca 17 maggio 2010 alle 17:24

che bello questo reportage, e poi tante food blogger tutte assieme, dev’essere stato molto divertente.

il tuo sformato alla bolognese… mi ricorda quelli che mangiavo da mia nonna (la cui casa era proprio sul confine fra modena e bologna).

che bontà!

33 Precisina 17 maggio 2010 alle 19:55

Certo che… rivedere tutta stà roba da mangiare eh?! :))))))))) Bacini cara, N.

34 CorradoT 17 maggio 2010 alle 20:55

Ma questo sformato e’ spaziale ! ! !
Devo proprio provare la tua versione con le fettine cremose

Brava

35 Edda 17 maggio 2010 alle 22:23

Un reportage, vivo, personale pieno di emozioni, grazie (e cosi’ dai voglia anche a me di conscere tutte queste belle foodblogger ;-)
Lo sformato è da provare assolutamente!

36 Sara@fiordifrolla 17 maggio 2010 alle 22:43

@ Dario: ;)

@ valentina: grazie a te, per me non c’è soddisfazione più grande nel sapere che questo sformato vi sia piaciuto così tanto. Spero avremo modo di vederci presto, un bacio.

@ Sabrina&Luca: eh già essendo voi bolognesi come me questo sformato di spinaci lo dovreste conoscere molto bene! La versione più conosciuta è quella con la besciamella, mia nonna invece l’ha sempre fatto nel modo che ho indicato, ma senza sottilette.
Un caro saluto, buona settimana a voi!

@ verdecardamomo: grazie Claudia, sei davvero molto gentile! Un bacione e a presto!

@ Laura: eheheh ci tengo allo stato dei vostri rotolini io ;)

@ Micaela: non sapevo che tu andassi matta per gli spinaci! Questa ricetta è molto semplice è vero, ma riscuote sempre successo, almeno qui da me :) Un bacione

37 Sara@fiordifrolla 17 maggio 2010 alle 22:48

@ la gaia celiaca: grazie, è stata una giornata favolosa, divertente e all’insegna della cucina, ce ne vorrebbero più spesso :)

@ Precisina: mamma mia Nadia, ho finito domenica di digerire la cena da Berton, da tanto che abbiamo mangiato! Un bacio cara, è sempre bello rivedersi.

@ CorradoT: la versione con le sottilette gli dona la giusta cremosità, ma è buonissimo anche nella versione nature di nonna. Grazie Corrado, ci tengo tanto a questa ricetta.

@ Edda: spero di essere riuscita a trasmettere il clima di fermento e divertimento che c’era nella cucina del Teatro 7! Grazie a te, buona serata cara.

38 Paolo 18 maggio 2010 alle 09:26

bella esperienza avete vissuto…complimenti per il reportage

39 roberto granatiero 18 maggio 2010 alle 14:18

Ma ciao… ma che belle foto… le mie appassiscono al confronto, davvero.. sei bravissima

40 Nadji 18 maggio 2010 alle 15:44

J’aurai bien aimé être là pour goûter à tout ça.
Magnifique.
A bientôt.

41 Valeria 18 maggio 2010 alle 16:26

Ciao, ragazze siete delle donne fortunatissime. Chissà se un giorno la cucina diventerà il mio hobby principale? Se sì vorrò essere lì con voi durante questi fantastici momenti di condivisione! Per ora insieme a scrittura e lettura è la mia oasi di pace e felicità. Lo sformato lo faccio, non c’è dubbio. Un salutone. Ps Ho visto un’altra Valeria nei post, io sono Valeria ex timidaweb :-). Dovrò trovarmi un nick name…

42 lucia 18 maggio 2010 alle 17:51

Wow, mi sto godendo tutti i vostri reportage, sono una curiosa di natura!! Le foto sono bellissime e sono felice che tu ci abbia dato la possibilità di dare uno volto a ricette e parole che seguo in rete. Un abbraccio e a presto. Lucia
PS la nuova veste del tuo blog mo piace sempre di più!

43 Francesca 18 maggio 2010 alle 19:28

Sara, ma quante volte ho lasciato commenti sul tuo blog? tante, tante, tante…ma tu lo sai che averti conosciuta mi ha riempito di gioia? non so il perchè però pensavo non fossi una ragazza giovane, giovane…. sei davvero una piccola grande donna!Un bacio

44 Sara@fiordifrolla 18 maggio 2010 alle 19:46

@ Paolo: grazie Paolo :)

@ Roberto Granatiero: ma ciao caro fotografo! Se le tue foto appassiscono, le mie allora si seccano del tutto :D
Scherzi a parte, ma quando le vedremo le tue foto? Grazie mille per essere passato e per tutti i consigli che mi hai dato, è stato un piacere consocerti!

@ Nadji: merci beaucoup et bienvenue! Je suis très heureuse que mon reportage te plait, a bientot :)

@ Valeria: la cucina e la fotografia sono diventate la mia passione principale, il mio rifugio dallo stress e dai brutti pensieri. E’ bello sapere che anche per te è una forma di svago stare ai fornelli! Fammi sapere se ti è piaciuto lo sformato, sono molto curiosa :)
Se cambi nickname avvisami eh!
Buona serata!

@ Lucia: grazie mille, vero che i nostri racconti sono molto appassionanti? :)
A presto!

@ Francesca: guarda, io mi sento di dirti lo stesso, è stato davvero bello per me poterti dare finalmente un volto. Forse ti sembro tanto giovane, mi danno tuti almeno 5-6 anni di meno, ma quest’anno vado per i 30 :) Grazie per le tue parole, mi riempiono il cuore di gioia.
Un abbraccio.

45 katia 19 maggio 2010 alle 05:24

ciao sono arrivata qui per caso ed e’ stato il colpo di fulmine: Complimenti con la C maiuscola! Sono stata attirata dallo sformato era un secolo che non lo vedevo, anch’io sono di Bologna, e amo spudoratamente rifare e rivisitare le Nostre ricette, a casa mia si fa con la besciamella e i pezzetti di mortadella…che spettacolo. Ti salvo subito sul mio blog, a presto Kat

46 Sara@fiordifrolla 19 maggio 2010 alle 08:34

@ katia: benvenuta :)
Infatti so che la ricetta dello sformato varia un po’ in base alle famiglie, la mia nonna lo faceva così come ho raccontato, ma senza sottilette naturalmente. E’ favoloso, vero? Un piatto della nostra tradizione da recuperare a mio avviso.
A presto!

47 Monica 24 maggio 2010 alle 14:55

Buonissima la ricetta dello sformato. L’ho provata e la riuscita è stata perfetta. Ho solo dimezzato il burro, chè data la stagione, siamo tutti un po’ in ristrettezze!!!
Complimenti e grazie della compagnia e dei suggerimenti che ci dai!
Monica

48 Sara@fiordifrolla 25 maggio 2010 alle 10:02

@ Monica: benvenuta :)
Bene, mi fa tantissimo piacere, ancor più perché questa ricetta è di famiglia e me la porto nel cuore. Capisco la diminuzione del burro in questa stagione in vista della prova costume ;)
Grazie a te per avermelo fatto sapere, buona giornata!

49 Monica 25 maggio 2010 alle 10:36

Cara Sara, Le ricette di famiglia son le migliori, quelle cui ci si affeziona di più e di cui si è maggiormente orgogliose! Grazie per il benvenuto! Questo è un posto accogliente e caldo come la cucina delle ns. mamme!

50 Sara@fiordifrolla 25 maggio 2010 alle 14:29

@ Monica: è un bellissimo complimento questo che mi fai e ti ringrazio di cuore. E’ importante per me sapere che vi trovate bene in questo mio spazio!
A presto :)

51 aria 8 giugno 2010 alle 18:18

Ciao Sara, hai veramente un bellissimo blog pieno di fotografie stupende e altrettante ricette meravigliose..sto preparando questo sformato in questo momento, per me e mio marito che è vegetariano…posso metterlo sul mio blog con il relativo link al tuo sito? fa un profumino…scusa l’intrusione, ciao ciao!

52 aria 8 giugno 2010 alle 18:19

Ah, dimenticavo…posso congelarlo se mi dovesse avanzare?

53 Sara@fiordifrolla 9 giugno 2010 alle 08:10

@ Aria: benvenuta :)
Grazie mille, sono felice che il blog ed i suoi contenuti ti piacciano. Certo che puoi pubblicarlo a tua volta sul tuo blog linkandomi, fammi sapere quando hai fatto così vengo a vedere casomai :)
Onestamente io non l’ho mai congelato, qui a casa mia quando lo faccio non tocca terra, ma immagino si possa congelare, anche se poi non ho la minima idea di come sia una volta scongelato. Bisogna provare :)

A presto!

54 aria 21 giugno 2010 alle 20:50

Ciao Sara, ecco fatto, l’ho postato linkandoti…ho aspettato di vedere come veniva la prova congelatore…devo dire che anche se appena sfornato è super…ha superato alla grande anche questa prova1 complimenti e ancora grazie per la ricetta, il tuo blog è fantastico!

55 Sara@fiordifrolla 22 giugno 2010 alle 08:21

@ aria: grazie a te per avermelo fatto sapere, sono contentissima! :)

56 Torta streusel alle pesche e lavanda — Fior di frolla 16 luglio 2010 alle 03:02

[...] pesche gialle (provenienti direttamente dal frutteto di mia nonna Amalia, quella dello sformato di spinaci alla bolognese per intenderci) e fiori di lavanda, il tutto sormontato da uno strato di golose briciole croccanti, [...]

57 Vita da precisina » In cucina con Kraft 30 novembre 2010 alle 08:21

[...] per tutti i sottilettari convinti, dell’evento ne parlano anche: Fior di frolla, Semi di papavero, Chez Babs, Io così come sono, Senza panna e Dolci e non [...]

58 martina 19 marzo 2011 alle 22:15

fatta anche questa settimane fa.sempre per l’ufficio di mio marito.perfetto, bello…succoso con queste sottilette cicciotte…perfetto per qualche picknick o festa…mi piace!!!!

59 Sara@fiordifrolla 21 marzo 2011 alle 19:44

@ Martina: sono contenta che questa ricetta di famiglia, alla quale sono particolarmente affezionata come potrai immaginare ti piaccia, grazie!

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.