mercoledì 26 gennaio 2011

Spaghetti di farro alla crema di topinambur, prosciutto croccante e limone

Spaghetti di farro alla crema di topinambur, prosciutto croccante e limone

Adoro la domenica mattina. Svegliarmi quando ne ho voglia (a seconda della stanchezza e dei bagordi della sera precedente), magari stiracchiandomi più volte ancora mezza sognante nel letto, e sapere che ho un’intera giornata davanti a me per dedicarmi alle mie passioni e all’altra mia unica attività: l’ozio. Esapere che c’è il pranzo, momento molto sentito a casa mia, nel quale cucinare piatti della tradizione o dare sfogo alla creatività del momento, magari mettendo in pratica quelle idee che mi erano balenate nella mente, magari mentre guidavo l’auto nel tragitto dall’ufficio a casa. Vi è mai capitato infatti dicreare una ricetta mentre, chessò fate la spesa, o state facendo qualcosa che non centri nulla con la cucina? A me succede spesso e l’ultima volta è stata qualche giorno fa proprio con il piatto del quale desidero parlarvi oggi.

E così siamo giunti al primo appuntamento dell’anno con la pasta Monograno Felicetti e alla terza ricetta a base di farro (per chi se le fosse perso a fine ricetta ci sarà un breve riepilogo ;), il mio preferito tra tutte le monovarietà, per il suo sapore naturalmente ricco, l’aspetto particolarmente rusticoe la sua ruvidità, caratteristiche che, non so perché, me lo rendono anche più facile da abbinare ad altri ingredienti. Come in questo caso appunto. L’idea di partenza è stata quella di utilizzare il topinambur che avevo in casa da qualche giorno, che continuava ad associarsi nella mia mente al farro ogni volta che pensavo a come utilizzare questa pasta. Alla fine mi è bastato assecondare la mia intuizione ed avvolgere gli spaghetti con una crema delicata, a base di questo tubero (preventivamente lessato)frullato con poco latte e la sua acqua di cottura, e di donare una nota di sapidità e colore con delprosciutto crudo, reso croccante attraverso la rosolatura in una padella antiaderente senza grassi. Epoi c’è la freschezza data dalla scorza di limone, piccola aggiunta che a mio avviso ha fatto la differenza e che proviene da un ricordo di famiglia, ovvero da un condimento (proprio a base diprosciutto e limone) che mia madre faceva spesso quando abitavo ancora con i miei genitori.

Spaghetti di farro alla crema di topinambur, prosciutto croccante elimone

Ingredienti per 2 persone:
200 g di spaghetti di farro Monograno Felicetti
150 g di tompinambur
80 g di prosciutto crudo in 1 sola fetta
30 ml di latte
scorza di limone q.b.
parmigiano grattugiato q.b.
sale, pepe

Procedimento:
Per prima cosa preparate la crema: sbucciate il topinambur con un pelapatate e, dopo averlo lavato, riducetelo a fettine spesse che farete cuocere in una casseruola contenente acqua salata. Quando esse si saranno intenerite, scolatele (conservando l’acqua di cottura), quindi frullatele insieme al latte ed aggiungete poca acqua di cottura in modo da ottenere una crema non troppo densa (ma nemmeno troppo liquida).

Tagliate il prosciutto a listarelle non troppo spesse e fatelo soffriggere in una padella antiaderente fino a quando sarà diventato croccante. Lavate il limone, quindi grattugiatene un po’ di scorza (senza prendere l’albedo, troppo amaro) e prelevatene una parte anche con il rigalimoni, ottenendo in questo modo dei lunghi fili gialli che utilizzerete come decorazione.

In una capiente casseruola colma d’acqua salata (ma non troppo) fate cuocere gli spaghetti. Nel frattempo avrete cura di scaldare la crema di topinambur in una padella antiaderente a fuoco dolce. Scolate la pasta (conservando un paio di mestoli di acqua di cottura), trasferitela nella padella con il condimento, aggiungete il parmigiano grattugiato, la scorza di limone e saltate il tutto, aggiungendo poca acqua di cottura se necessario. Trasferite nei piatti di portata, guarnite con il prosciuttocroccante e le listarelle di scorza di limone restanti, quindi servite subito.

Come promesso ecco le altre due ricette a base di farro (per visualizzare i post cliccare sulla relativa foto):

Penne con verza, patate e fontina in carta fata Ditalini di farro al ragù di fagiano

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

43 comments

1 Sara 26 gennaio 2011 alle 06:19

Il topinambur non l’ho mai assaggiato, ma il farro è ottimo. Complimenti per l’inventica :)

2 gaia 26 gennaio 2011 alle 07:43

buongiorno sara!
ottima questa ricetta come anche le precedenti a base di farro!io ormai ho eliminato quasi del tutto la pasta bianca tradizionale!

3 Cristian 26 gennaio 2011 alle 07:46

Brava Sara, l’abbinamento farro topinambur è davvero azzeccato;essendo vegetariano dovrei soltanto trovare un’alternativa al prosciutto, avete qualche idea?

4 alessandra 26 gennaio 2011 alle 08:20

Buongiorno Sara! Complimenti per l’accostamento!!!Utilizzo spesso il topinambur ma soprattutto per vellutate oppure crudo in insalata…non ho mai pensato di poterlo associare al limone ma pensandoci credo sia un ottimo connubio!bravissima!

5 Tweets that mention Spaghetti di farro alla crema di topinambur, prosciutto croccante e limone — Fior di frolla -- Topsy.com 26 gennaio 2011 alle 08:25

[...] This post was mentioned on Twitter by Sara Querzola, La Pentola Magica. La Pentola Magica said: Spaghetti di farro alla crema di topinambur, prosciutto croccante e limone: Adoro la domenica mattina. … http://bit.ly/hqfHPR #ricette [...]

6 Sandra 26 gennaio 2011 alle 08:44

Siamo innamorate dello stesso monograno!! facciamo a turno? Curioso l’abbinamento con il limone :) da provare! bacioni cara, sei sempre bravissima e mai scontata!

7 Your Noise 26 gennaio 2011 alle 08:48

Buongiorno! Anche per me la pasta al farro è la più “interessante” dal punto di vista del sapore e degli abbinamenti possibili! Il tuo mi sembra veramente azzeccato e anch’io avrei aggiunto la scorzetta di limone, penso ci stia veramente bene.
Bravissima

8 kristel 26 gennaio 2011 alle 08:52

Anche io adoro la domenica per i tuoi stessi motivi!!! Magari fosse tutti i giorno cosi. Ottimo questo piatto di pasta. Bell’abbinamento! Buona giornata :)

9 kitty's kitchen 26 gennaio 2011 alle 09:03

Questa pasta al farro ha tirato fuori il meglio di te sai?
Hai fatto delle ricette davvero interessanti Sara questa forse è quella ch emi piace di più sarà che amo il topinambur

10 Carolina 26 gennaio 2011 alle 09:11

Concordo con Elisa: la Monograno Felicetti ha saputo conquistarti e tirare fuori il meglio di te in ogni preparazione in cui l’hai usata. Sono una più interessante dell’altra.
Non sono ancora riuscita a mangiare il topinambur. Un ortaggio che sa di carciofo, ma che carciofo non è sono sicura che mi deluderebbe… Pensi di avere un bel carciofino nel piatto e, invece, oplà c’è un topinambur! ;)
Buona giornata cara!

11 lise.charmel 26 gennaio 2011 alle 09:13

anch’io amo la domenica mattina e il fatto di avere un po’ più di tempo per darmi da fare col pranzo, invece delle solite ricette spicce.
e amo moltissimo la pasta al farro, che noi compriamo col gruppo d’acquisto. mi piace molto l’abbinamento prosciutto e limone: credo si combinino perfettamente e penso proprio che te lo copierò (e vediamo se ho la forza di sbucciare i topinambur, che sono così bitorzoluti)

12 alexandra 26 gennaio 2011 alle 09:42

Si va di topinambur oggi!!! buoni nella pasta, una mezza idea mi era venuta…poi ho virato per la cocotte. Ma farro-topinambur-limone mi pare proprio una bella compagnia!!

13 sara b 26 gennaio 2011 alle 09:45

ciao saretta :-) devo ammettere che non amo “cucinare” il prosciutto, però c’è da dire che così trattato risulti sicuramente gradevole. la ricetta in generale però mi piace tantissimo: amo il sapore carciofato del topinambur!

14 babs 26 gennaio 2011 alle 09:54

eccola la strepitosa sara!
ciao bimba :) no comment sulla ricetta, è encomiabile come sempre. e tu? come stai? il lavoro tutto ok? ps: vieni ad identità???? fammi sapere!
baci
b

15 mirtilla 26 gennaio 2011 alle 09:57

ciao sara,he bel connubio,particolarissimo :)

16 Onde99 26 gennaio 2011 alle 10:11

Quando ho letto la tua email non ho resistito: sono venuta subito a vedere la ricetta (anche se solo ora trovo il tempo di commentare)! Mi rimane l’incognita dei topinambour, che continuo a non aver mai assaggiato, ma hai dato della crema una descrizione così carezzevole che non posso che pensare che potrei adorare questo piatto!

17 stefania 26 gennaio 2011 alle 10:13

anche io adoro la domenica mattina, e ora adoro anche questi tuoi gustosissimi spaghetti

18 Tery 26 gennaio 2011 alle 10:20

Ciao Sara, questi spaghetti mi fanno venire una fameeee!!!! Sono stupendi, credo che te li copierò presto! :)

19 Giò 26 gennaio 2011 alle 10:22

adoro il farro in tutte le sue forme e questa ricetta mi attira molto, soprattutti perchè ho tutti gli ingredienti in casa!

20 imma 26 gennaio 2011 alle 10:23

Sara il piatto è delizioso come smepre e come solo tu sai fare ma sono qui anche per invitarti al mio nuovo contest e tu nn puoi mancare ci tengo!!
Anno nuovo e contest nuovo per Dolci a gogo!!In collaborazione con Le Creuset, il mio blog ha organizzato un contest “Tutto in cocotte”. Tra tutte le ricette partecipanti sarà scelta la più meritevole premiata con 4 cocotte Le Creuset.
Cosa aspetti? Per altre informazioni corri a leggere il post.

21 Dario 26 gennaio 2011 alle 10:44

Ma lo sai che a casa mia ho una buona scorta di pasta monograno Felicetti? Quasi quasi questo we provo la tua ricetta… Mannaggia a te, non sono nemmeno le 11 e già ho fame!!! Buona giornata

22 Benedetta 26 gennaio 2011 alle 12:19

Le penne con la verza le avevo gia’ viste, mi sembra che le abbiamo postate quasi in contemporanea, pero’ io in un periodo di lightume uso il primosale anzichè la fontina. Certo meno cremoso come risultato, ma molto gustoso! Certo la tua versione con carta fata è piu’ chiccosa..!
Voglio comprare il topinambur, mi hai fatto venire davvero voglia!

23 Giovanna 26 gennaio 2011 alle 12:49

prima o poi dovrò decidermi ad utilizzare il topinambur. Tutti lo usano e tutti ne parlano e io sono rimasta indietro visto che non l’ho mai nemmeno assaggiato! Questa monograno Felicetti dovrò provarla…

24 Alda e Mariella 26 gennaio 2011 alle 13:09

Che piatto originale….bellissima presentazione!c

25 Rossana 26 gennaio 2011 alle 13:45

Sapori che si esaltano vicendevolmente in un equilibrio perfetto!

26 Le Rocher 26 gennaio 2011 alle 16:10

Questo piatto è spettacolare!!!!!!

27 Milen@ 26 gennaio 2011 alle 20:49

Ho ancora qualche topinambur: metterò inn pratica il tuo suggerimento :D

28 Sara@fiordifrolla 26 gennaio 2011 alle 21:11

@ Sara: grazie :) Il topinambur a me piace molto, ho in mente di utilizzarlo presto per un’altra ricetta :) Per farti capire un po’ che sapore ha posso dirti che assomiglia vagamente al carciofo :)

@ Gaia: ma sai che anch’io ultimamente cerco di utilizzare cereali e pasta integrale? La pasta al farro è la mia preferita, la mangio sempre molto volentieri :)

@ Cristian: grazie Cristian :) Per dare un tocco di croccantezza penso che si potrebbe sostituire il prosciutto con delle foglie di basilico fritto, che sta molto bene sia con il topinambur che con il limone. Altrimenti io andrei di nocciole tostate e tritate, escludendo il limone però :)

@ Alessandra: è un abbinamento quello limone-topinambur che ho scoperto piacermi molto, ti dirò :)

@ Sandra: ecco vedi la nostra sintonia è anche di pasta! Io vorrei che il turno del farro non finisse mai, ma sono ansiosa di mettermi in gioco con il kamut ;) L’abbinamento con il limone a me è piaciuto molto, sempre però insieme al prosciutto :) Grazie cara, detto da te è un complimento non da poco. Un abbraccio.

@ Your Noise: grazie Agnese, sono contenta che il mio esperimento ti convinca, io credo proprio lo ripeterò senz’altro molte volte ancora :)
Buona serata, un bacio.

@ Kristel: grazie mille e buona serata :)

29 Sara@fiordifrolla 26 gennaio 2011 alle 21:24

@ Kitty’s kitchen: ti ringrazio, sarà perché mi piace tanto e mi viene più facile abbinarla ad altre :)

@ Carolina: questa cosa mi rincuora, perché è vero che ci sono ricette che, come questa, sono nate quasi da sole, ma per altre il lavoro è stato durissimo e fatto di molti tentativi prima di giungere al risultato che mi convincesse del tutto :) A me il topinambur piace proprio tanto, assomiglia vagamente al carciofo, ma non ti devi aspettare lo stesso sapore ecco :)
Buona serata cara, un bacio.

@ lise.charmel: guarda Claudia, io per sbucciare i topinambur faccio esattamente nello stesso modo dello zenzero, ovvero taglio le protuberanze e poi sbuccio tutto con un pelapatate (protuberanze comprese) :) Io con questo sistema mi trovo bene ;) Ah, fammi sapere se l’abbinamento ti è piaciuto per favore!

@ Alexandra: perché anche tu hai pubblicato una ricetta a base di topinambur? :) Grazie Alex, sono felice che l’abbinamento ti ispiri, dopo l’assaggio mi ha convinta del tutto :)

@ Sarab: quella di utilizzare il prosciutto per un condimento per la pasta è una cosa che deriva dalla tradizione emiliana (vedi post delle tagliatelle al prosciutto) :)

@ Babs: ciao stella! Io sto benissimo grazie, sono molto serena (come prevedibile, no? ;) Spero che anche lì vada tutto per il verso giusto. No che non vengo ad Identità, ho un impegno domenica al quale non rinuncerei per nulla al mondo ;) Spero di rivederti presto, magari passo nuovamente a trovarvi in studio una volta che ci siete entrambi (tu e Alessandro). Un abbraccio :*

30 Sara@fiordifrolla 26 gennaio 2011 alle 21:37

@ Mirtilla: grazie!

@ Onde99: no tesoro mi devi promettere che prima o poi lo assaggerai. Anzi, facciamo così, la prossima volta che venite da noi potrei preparare qualcosa che lo preveda e, ovviamente, anche un piatto di riserva nel caso scopriste che non fa per voi! ;)

@ Stefania: grazie, abbiamo molto in comune allora ;)

@ Tery: bene, questa cosa mi fa molto piacere!

@ Giò: allora non puoi proprio perdertela, spero ti piacerà :)

@ Imma: grazie mille per avermi informata Imma, verrò a leggere esattamente di cosa si tratta :)

@ Dario: so che sei un buongustaio e quindi onestamente me l’immaginavo che a casa avessi una buona scorta della pasta Felicetti (grande Dario!) :) Ahahah pensa che sono le 21.32, io ho già cenato e un piatto di questi spaghetti me lo farei molto volentieri lo stesso! :D

@ Benedetta: non lo sapevo, verrò a vedere :) Buona serata :)

@ Giovanna: non sei rimasta indietro, per carità, ma se hai la curiosità di assaggiarlo io te lo consiglio, almeno puoi farti un’idea e capire se ti piace o meno. Perché se tutti ne parlano non vuol dire che debba necessariamente piacere a tutti ;) Quella Monograno Felicetti è una pasta dalla qualità molto elevata secondo me, se la provi sarei curiosissima di sapere un tuo parere in merito :)

@ Alda e Mariella: grazie :)

@ Rossana: grazie cara, anche per me l’insieme è molto equilibrato devo dire :)

@ Le Rocher: ti ringrazio :)

@ Milen@: e mi sa tanto che io metterò in pratica il tuo, che ho intravisto poco fa via fb… sei un genio!

31 Onde99 27 gennaio 2011 alle 09:31

Affare fatto! Io, in cambio, domenica, a parte il piatto forte con il quale ti sto rincretinendo da giorni, sottoporrò alla vostra approvazione una mia invenzione in linea co il tono light che mi hai commissionato per il menu!

32 Ady 27 gennaio 2011 alle 10:49

Eccomi un pò in ritardo, ma sono tsati giorni un pò impegnativi, i topinambur li ho trovati da pochissimo, ma mi piacciono molto, con la pasta mai fatti, il limone lo adoro e credo che in questo piatto dia un nota fresca niente male, bel piatto as usual, bacissimi :)

33 ( parentesiculinaria ) 27 gennaio 2011 alle 14:52

Chissà perchè non ho mai usato i ciapinabò (come li chiamiamo qui in Piemonte), se non crudi in pinzimonio o nella bagna caoda…
Leggere di salsine a base di_ mi intriga abbastanza…
La pasta callosa e ruvida è la mia passione e il prosciutto con il limone è per me un abbinamento nuovo.
Insomma… gli ingredienti per incuriosirmi li hai messi tutti :)

34 Giulia 28 gennaio 2011 alle 20:06

Ciao Sara, ti seguo da molto ormai, ma e’ la prima volta che ti scrivo. Visito la tua pagina quasi ogni giorno, per sognare ad occhi aperti davanti alle tue creazioni. E per questo ho deciso di assegnarti questo premio. Ti va di passare a ritirarlo da me? Sarei onorata. Un bacio

http://lemaninefatatedigiulia.blogspot.com/2011/01/premio-e-ringraziamenti.html

35 Sara@fiordifrolla 29 gennaio 2011 alle 13:54

@ Onde99: mi hai troppo incuriosita, non vedo l’ora sia domani per scoprire cosa ci hai preparato! A prestissimo, un abbraccio.

@ Ady: io l’ho mangiato anche oggi il topinambur, me ne era avanzato un po’ e l’ho utilizzato per fare un’altra ricetta che preparai tanto tempo fa e mi era piaciuta molto. Ma non so perché mi sono accorta che non l’avevo mai pubblicata! Grazie cara, buon week end :)

@ parentesiculinaria: ma sai che io invece crudi non li ho mai assaggiati? Devo troppo provare, sono molto curiosa di sapere come sono ;) Felice di averti incuriosita, grazie mille, un bacio.

@ Giulia: ciao Giulia, ti ho risposto a questo stesso commento nel post del soufflé al pecorino e tartufo :)

36 Alessia 30 gennaio 2011 alle 23:01

Ecco un primo come piace a me..il che vuol dire che mi salvo la ricetta e alla prossima occasione…
ciao e buon inizio di settimana
A.

37 Sara@fiordifrolla 31 gennaio 2011 alle 13:04

@ Alessia: poi mi fai sapere eh! Mi raccomando. Io nel frattempo ho preparato un’altra ricetta al topinambur che pubblicherò molto presto :) Buona settimana anche a te :)

38 Crema di fagioli di Gradoli e topinambur — Fior di frolla 7 febbraio 2011 alle 05:04

[...] topinambur, si, in effetti dall’ultima volta nella quale l’avevo utilizzato me n’era rimasta (o forse l’ho volutamente tenuta [...]

39 Rotolo di coniglio arrosto con topinambur e salsiccia — Fior di frolla 14 novembre 2011 alle 05:02

[...] tubero, che io amo particolarmente e che ho già utilizzato per questa zuppa e questa pasta (tanto per rispolverare quello che è stato ;), si dimostra sempre particolarmente interessante e [...]

40 bacidiburro 18 marzo 2012 alle 11:35

Ciao Sara!
Oggi volevo provare a fare questa pasta, ma… non so come mai, non si visualizza la pagina!
Il sito ha qualche problema?
Non si vede proprio la ricetta, non capisco perchè…

41 ENRICA 18 marzo 2012 alle 12:00

Anche io non riesco ad aprire le ricette!

42 Sara@fiordifrolla 20 marzo 2012 alle 00:20

@ Bacidiburro e Enrica: problema risolto nella quasi totalità dei post, domani recupererò la piccola parte di post del 2008 che è rimasta indietro. Si è trattato di un problema tecnico, per fortuna sono riuscita a farvi fronte!

43 bacidiburro 20 marzo 2012 alle 19:39

Benissimo allora, son contenta che tu sia riuscita…questa pasta ve per domenica prossima :-)

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.