mercoledì 9 luglio 2008

Spiedini di Zucchine e Polpette di Pollo

spiedini-pollo2

Dopo l’abbuffata virtuale di muffins dello scorso lunedì, ho deciso di proporvi un piatto che definirei abbastanza light: gli spiedini di zucchine e polpette di pollo. In effetti sono piuttosto ipocalorici se considerate il fatto che le polpettine di pollo sono cotte nel forno e non contengono uova o salumi, ma solo un po’ di parmigiano grattugiato! La ricetta è tratta da “La Cucina Italiana – Speciale 135 ricette facili per l’estate”.Questo secondo costituisce un modo simpatico per non presentare il solito petto dipollo ed è un’idea divertente per farlo mangiare anche ai più piccini.
Spiedini di zucchine e polpette di pollo
Ingredienti:
200 gr di petto di pollo
3 zucchine
50 gr di mollica di pane
1 Scalogno
Prezzemolo
Rosmarino
Maggiorana
Un mazzetto aromatico (timo, maggiorana, basilico, origano)
2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
Latte
Vino bianco
Olio extravergine di oliva
Sale q.b.
Tagliate il petto di pollo a fettine e fatelo marinare in un contenitore insieme allo scalogno, il rosmarino, la maggiorana e coprite con un dito di vino bianco per circa 60 minuti. Mettete la mollica dipane in un piatto e ammollatela con del latte. Trascorsi i 60 minuti frullate nel mixer il petto di pollo a fettine, unitevi il pane ben strizzato, il parmigiano grattugiato, il prezzemolo ed il rosmarino tritati eregolate di sale. Tritate il mazzetto aromatico ed amalgamatelo al composto che dovrà risultare abbastanza cremoso. Preparate le polpettine, che dovranno avere le dimensioni di una noce, e tagliate le zucchine a fette abbastanza spesse (ma non troppo, altrimenti rischiate che non si cuociano correttamente nel forno).
Ora in uno stecco da spiedino infilate una fetta di zucchina, poi una polpetta fino ad ottenere nel complesso 5 fette di zucchine e 4 polpettine (prendete spunto osservando la foto). Irrorate glispiedini con olio extravergine di oliva, salateli e cuoceteli nel forno all’interno di una teglia per circa 20 minuti a 180°. Trasferiteli su di un piatto da portata e serviteli caldi.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

0 comments

Non ci sono ancora commenti...

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.