Tarte al cioccolato bianco e fragole

Tarte al cioccolato bianco e fragole

E così, finalmente, interrompo questa breve pausa che mi ero autoimposta. Non per chissà quale motivo eh, avevo solamente terminato le ricette in archivio e dovevo avere il tempo di riprendere a cucinare seriamente. Il fatto è che ultimamente ho trascorso pochissimi fine settimana a casa e la sera torno sempre troppo stanca per cucinare qualcosa che meriti di essere pubblicato in queste pagine.

Spero che abbiate trascorso delle belle giornate di festa, io come vi avevo raccontato nell’ultimo post sono andata in Francia, più precisamente nella meravigliosa Val Thorens, a concludere la stagione sciistica in compagnia di altri 61 appassionati come me. Sono stati tre giorni molto intensi devo dire, infatti ho dormito pochissimo, però ne è davvero valsa la pena ecco. Purtroppo non ho foto da mostrarvi perché il nostro bagaglio prevedeva solo un piccolo zaino e quindi spazio per la reflex proprio non c’era, ma conto di prendermi una rivincita magari proprio il prossimo inverno, chissà.

Ho deciso di riprendere le pubblicazioni con questa tarte, che ho preparato per una cena a casa mia con alcuni cari amici. Ci tenevo particolarmente a fare bella figura e quindi ho optato per qualcosa che fosse non solo altamente goloso, ma che si presentasse anche altrettanto bene. A quanto pare sono riuscita nel mio intento, pensate infatti che quando i miei amici hanno visto il dolce, che avevo adagiato proprio sull’alzata che vedete in foto, mi hanno chiesto se fosse finto e mi hanno detto che era un peccato mangiarlo! Ma ne valeva la pena, perché la magnifica crema al cioccolato bianco che va a farcire il guscio di pasta frolla (che ho realizzato con lo zucchero a velo, scelta che preferisco in quanto la pasta da cotta risulta molto più friabile) si è rivelata qualcosa di paradisiaco, che ho apprezzato ancora di più in quanto non troppo dolce, visto che ho scelto di non aggiungere zucchero. La ricchezza di questo ripieno va inoltre ad equilibrarsi perfettamente grazie all’acidità delle fragole (per fortuna sono riuscita a trovarne delle buone e succose).

Consiglio di decorare il dolce con le fragole solo poco prima di servire, onde evitare che, a contatto con lo zucchero a velo e la crema, rilascino parte del loro succo che andrebbe poi a rovinare la tarte non solo a livello estetico, ma anche di gusto, visto che la pasta frolla si potrebbe inzuppare perdendo in questo modo la sua caratteristica friabilità.

Tarte al cioccolato bianco e fragole

Ingredienti per uno stampo da crostata da 24 cm di diametro:
per la pasta frolla:
200 g di farina 00
100 g di burro
80 g di zucchero a velo setacciato
2 tuorli
1 pizzico di sale

per la crema al cioccolato bianco:
230 g di cioccolato bianco
375 ml di panna fresca
3 tuorli
1 cucchiaino di essenza di vaniglia

inoltre:
500 g circa di fragole per guarnire
zucchero a velo per spolverizzare

Iniziate preparando la pasta frolla: nella planetaria lavorate con il gancio a k il burro freddo tagliato a tocchetti con lo zucchero a velo fino a quando si sarà ben amalgamato. Sempre tenendo l’apparecchio in funzione, aggiungete i tuorli uno alla volta fino a farli incorporare e unite per ultima la farina setacciata insieme al pizzico di sale. Amalgamate il tutto fino ad ottenere una pasta liscia, se necessario lavoratela brevemente a mano. Avvolgete la pasta nella pellicola alimentare e lasciate riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

Nel frattempo preparate la crema al cioccolato bianco: tritate grossolanamente il cioccolato biancoe ponetelo in una casseruola a bagnomaria insieme alla panna. Mescolate con una frusta fino a quando otterrete un composto liscio e omogeneo. Togliete dal fuoco ed incorporate i tuorli, uno alla volta, el’essenza di vaniglia sempre rimestando con una frusta dopo ogni aggiunta. Fate raffreddare. In questa fase la crema sembrerà molto liquida (cosa del tutto normale perché al suo interno non c’è farina), ma non vi preoccupate, si rassoderà con la cottura in forno.

Su di una spianatoia stendete la pasta frolla in un cerchio dello spessore di circa 5 mm, disponetela in uno stampo da crostata da 24 cm di diametro, opportunamente imburrato, ed eliminate l’eventuale eccesso che potrebbe uscire dai bordi passandoci sopra con il mattarello. Versate la crema alcioccolato bianco a temperatura ambiente all’interno del guscio di pasta frolla e fate cuocere nel forno già caldo a 140° per circa 50 minuti – 1 ora, o comunque fino a quando la crema apparirà soda ela pasta sarà cotta. Sfornate, fate raffreddare completamente e, solo prima di servire, decorate la superficie con le fragole che avrete tagliato poco sotto la parte verde. Completate spolverizzando il tutto con dello zucchero a velo.

Autore

Sara Querzola
Sara Querzola
Ciao sono Sara e questo è Fiordifrolla, un luogo in cui si intrecciano e trovano una collocazione alcune delle mie più grandi passioni: cucina, scrittura, fotografia, vino e viaggi. Questo blog è nato nel 2008 quasi per gioco, con gli anni è diventato il mio lavoro: ad oggi sviluppo ricette (e video), le cucino e le fotografo per numerosi ed importanti editori, riviste e agenzie.
  • 132
  •  
  • 79
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    211
    Shares

87 commenti su “Tarte al cioccolato bianco e fragole

  1. @ Alessia: benvenuta, piacere di “conoscerti”! A presto :)

    @ Mau: io non vedo l’ora di rifarla! :D Sono troppo golosa, non c’è nulla da fare :)

    @ Symposion: bellissima poi la Val Thorens, c’è un comprensorio molto grande che merita di essere esplorato ;) Grazie mille, buona serata!

    @ Riccardo: tu quindi dici che la mini-vacanza mi ha fatto bene, eh? Mi sa che hai ragione sono tornata molto più carica e ed energica :) Ma si che ti verrà bella, non ho dubbi! Molto presto inaugurerò una nuova rubrica… seguimi! ;)

    @ Dario: eccerto! A prestissimo Dario, un bacione.

    @ Francesca: sono certa che anche la tua sarà stata ottima :)

    @ Patty: davvero? E’ bellissima questa cosa, il vostro affetto mi riempie il cuore di gioia! Grazie mille, davvero, un abbraccio.

    @ Lo Zucchino d’Oro: ti ringrazio, mi fai arrossire! :) Buona serata

  2. Ciao complimentissimi le tue creazioni sono fantastiche così come il tuo blog! Il mio di blog è nato da poco… passa a trovarmi ne sarei felice! :*

  3. ….Nuova rubrica ????? ma certo che ti seguiro’ se continui con delle delizie cosi’ come posso non seguirti rischi anche di trovare una tenda canadese picchettata sotto casa con me dentro ad attendere leccornie e istruzioni su come realizzarle …..:-) dai pero’ non puoi lasciarmi cosi’,qualche anticipazione ?????

  4. @ Laura: grazie mille e benvenuta!

    @ Fede-agliolioepeperoncino: grazie :)

    @ chezuppa: per fortuna! Ringrazio di non soffrirne altrimenti non saprei come fare :)

    @ Daniela: grazie :)

    @ Riccardo: sissì nuova rubrica! Ho appena finito di scrivere il post, non posso naturalmente anticiparti nulla, l’unica cosa che posso dirti è che non ci saranno ricette ma si parlerà comunque di qualcosa legato al cibo ;) Notte e a domani, poi mi dici cosa ne pensi, ci tengo ;)

  5. La tua torta è semplicemente fantastica…io ho provato a rifarla ma, nonostante il gusto ottimo, si sbriciolava tutta e la crema è troppo liquida e non si rassoda. Help wanted!!!!!

  6. Ciao Sara, la tarte e’ nel forno ma ho alcune perplessità: ho impastato la frolla e l’ho rimessa un frigo a riposare il tempo di fare la crema e farla raffreddare…la crema e’ totalmente liquida e quando ho nesso tt in forno, dopo un po’ le pareti si sono sciolte! Ho seguito alla lettera la ricetta…cosa sara’ successo?!?
    Baci

  7. Eccomi qui per farti sapere quanto la tarte fosse buona ;-)) la base e’ rimasta un po’ cruda, quindi magari la prossima volta le faccio fare un passaggio veloce da sola, senza crema? La crema si e’ asciugata ed era buonissima! Grazie per le splendide ricette!
    Un bacio e buona domenica

  8. Ciao Sara, l’ho provata e mi è piaciuta moltissimo, l’accostamento fragole e cioccolato bianco è stata una scoperta per me! Io ho solo aumentato di poco il tempo di cottura, ma immagino che questo dipenda dal mio forno. Buona domenica!

  9. @ Veronica: la ricetta della frolla è delle Sorelle Simili ed io la trovo affidabilissima (e credimi non sai quante volte l’ho fatta). E’ molto friabile, ma non si sbriciola così facilmente, almeno per la mia esperienza :) La crema si rassoda con la cottura in forno della tarte, forse l’hai cotta troppo poco, il tempo che io ho indicato è con il mio forno, magari con il tuo servono diversi minuti in più. Secondo me l’hai solo tolta troppo presto dal forno :)

    @ Laura: grazie :)

    @ Lea: sono contenta che ti sia piaciuta! La crema appena fatta (intendo appena preparata sul fuoco) è per forza molto liquida perché non contiene farina al suo interno. Si rassoderà solo una volta in forno e ti posso garantire che la mia era possibile tagliarla in maniera netta con il coltello :) Se le pareti della frolla si sono sciolte è forse perché la crema non era perfettamente fredda? Sono dettagli da non trascurare questi, in ogni caso prima di versare la crema è sempre buona norma mettere la teglia con la frolla all’interno già stesa in frigorifero per una una buona mezzora in modo da far tornare alla giusta temperatura il burro. Per la base sì puoi procedere alla classica cottura in bianco, altrimenti la prossima volta lascia cuocere la tarte un po’ di più con calore sia sotto che sopra, mettendo un foglio di carta da forno nel caso la superficie dovesse scurire troppo :)
    Un bacio.

    @ Elisa81: sono molto contenta che ti sia piaciuta, grazie. Sì il tempo di cottura varia da forno a forno ed hai fatto bene ad allungarlo se ti sembrava necessario :) Buona serata a te.

  10. allora fatta! l’ho preparata sabato per portarla ad una cena da amici, è piaciuta molto! le tue ricette sono sempre una certezza!
    grazie ancora,
    Cristiana

  11. Grazie, grazie e ancora grazie…adesso riprovo a farla!!! Mi piacerebbe prepararla per il primo compleanno del cucciolo ma mi sa che mi devo esercitare. Ah…non ti ho detto che nel mettere la torta in forno, già caldo ovviamente, ho sparso crema di cioccolato bianco ovunque. Sono un vero disastro!!! :-)

  12. Ciao,la tua torta è semplicemente perfetta!L’ho fatta ieri per la festa della mamma ed è stato un vero successo:divorata in un baleno e una marea di complimenti che vorrei girare a te.Volevo renderti partecipe del mio successo perche ho pensato…”se qualcuno ottenesse un riscontro così positivo con una mia ricetta mi piacerebbe saperlo” e così…GRAZIEEEEEEE!

  13. Grazie cara Sara, la prossima volta faro’ prima la classica cottura in bianco ;-) la crema era perfetta e buonissima, sai che ero un po’ scettica riguardo la crema al cioccolato bianco, invece devo ricredermi! Sei favolosa!!!
    Ciao

  14. @ Cristiana: wow! Bene, anzi benissimo, sono proprio contenta che sia stata apprezzata, grazie di cuore per avermelo fatto sapere :) Buona notte!

    @ Veronica: sono cose capitano, basta solo fare molta attenzione e vedrai che anche tu riuscirai a prepararla ne sono certa ;)

    @ Marzia: oh bene, come sono contenta! Hai pensato benissimo Marzia, perché i vostri successi sono anche i miei e so che mi crederai se ti dico che per me non c’è soddisfazione maggiore :) Grazie a te quindi, a presto!

    @ Lea: grazie, un bacio.

  15. che meraviglia! ma come fate a sfornare le crostate senza romperle??? io non ci riesco nemmeno con le crostatine :(

  16. @ Ilaria: bene, grazie a te per avermelo fatto sapere, per me non c’è soddisfazione più grande! ;)

    @ Simona: presto svelerò il mio trucco, intanto ti consiglio di leggere il post sullo stampo da crostata con fondo amovibile, magari fa al caso tuo :)

  17. Ciao Sara, tanti complimenti per il tuo sito che seguo molto volentieri. Finalmente ti scrivo, è da tanto che volevo farlo per farti i miei complimenti. Provo spesso le tue ricette e devo dire che sei fantastica. L’ultima ricetta l’ho provata ieri, ho fatto la tarte al cioccolato bianco………. Eccezionale!!! Brava Sara!!

  18. Mi paleso per un attimo solo per ringraziarti. Preparo spesso le tue ricette e non mi hanno mai deluso (specie questa torta che ho già proposto un sacco di volte a parenti e amici e viene continuamente richiesta): le dosi corrette, le spiegazioni accurate, lo stile di scrittura sempre chiaro e corretto, sono particolari nient’affatto scontati e che rendono il tuo blog uno dei miei preferiti in assoluto.

  19. @ Cinzia: grazie mille, mi fa molto piacere sapere che tu ti sia trovata bene con questa ricetta :) A presto!

    @ Lettrice Fantasma: benvenuta :) Quello che scrivi è bellissimo, mi riempie il cuore di gioia e mi ripaga di tanti sforzi che faccio per aggiornare queste pagine con tanta passione e devozione :) Quindi grazie a te, come dico sempre siete voi la vera risorsa di questo mio spazio :)

  20. Ciao! non credo che riuscirai a leggere questo commento per tempo, ma ci provo! Non ho capito se la frolla va cotta un pochino prima di mettere la farcia oppure no!! spero proprio che tu legga per tempo perchè domani farò questo dolce per portarlo a casa dei miei suoceri ^^’ Buon Natale!

  21. @ Roberta: arrivo in ritardo, ma mi ero persa la notifica del commento nei meandri della posta elettronica. Ti confermo che vanno cotte insieme in questo caso. Spero tu sia riuscita ugualmente a risolvere. Buon anno!

  22. Ciao! Le ho cotte insieme, ma la pasta non mi è venuta troppo friabile, sembrava avesse preso l’umidità del ripieno! Poi ci ha messo 1h e 30 a cuocere…era sempre cruda!!! comunque l risultato è stato apprezzato ugualmente in quanto il gusto finale era comunque molto buono! Per Natale mi hanno regalato il Kitchen aid (olè!!) quindi riproverò con lui, magari mi verrà meglio!

  23. @ Roberta: sì devi senz’altro riprovare, altrimenti se hai paura che non si cuocia per bene puoi sempre passare il guscio di frolla in forno per 12 minuti circa con gli appositi pesetti e poi levi tutto (carta e pesi) e fai asciugare per altri 3. Fai raffreddare versi la cerma e inforni di nuovo ;) Ottimo acquisto il kitchen aid! Colore?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.