giovedì 5 maggio 2011

Tips & tricks #1: lo stampo da crostata con fondo amovibile

Stampo da crostata a fondo amovibile

“Come fai a sformare le crostate con bordi perfetti e senza romperle?”. E’ solo una delle tante domande che spesso mi vengono poste sia nei commenti alle mie ricette o in privato via mail. E così ho pensato che fosse il caso di creare una piccola rubrica che ho chiamato “Tips & tricks”, con cadenza assolutamente irregolare e stabilita dalla sottoscritta, nella quale condividere con voi qualche trucchetto o consiglio, nella speranza che possa esservi di aiuto nella realizzazione dei vostri piatti. Magari, con il vostro contributo, scopriremo insieme dell’esistenza di un aggeggio al quale non avevamo mai pensato prima, o di quella caccavella che avevamo snobbato l’ultima volta che siamo stati in quel negozio nel quale amiamo tanto andare e , dopo averla provata, ci chiederemo come abbiamo fatto fino a quel momento a farne a meno.

Mi piacerebbe che questo spazio fosse il più possibile interattivo, quindi sarò molto felice di leggere le vostre esperienze in merito, se ne avete, e i vostri commenti a riguardo. Ci tengo a sottolineare che non si tratta di alcuna forma di pubblicità, non mi sentirete mai parlare infatti né di brand né di nomi di alcuna azienda, questo dovevo assolutamente dirvelo in maniera esplicita prima di incappare in qualche fraintendimento.

E così ho pensato di inaugurare la nuova rubrica iniziando proprio con uno degli stampi ai quali sono maggiormente affezionata, perché da quando ho cominciato ad utilizzarlo non ho mai più avuto problemi nello sformare una tarte o una quiche, grazie al suo fondo amovibile (naturalmente va inserito all’interno del cerchio, non come lo vedete in foto insomma, ho dovuto presentarlo in questo modo affinché si potesse capire come è fatto). Al momento di sformare basterà mettere una mano al di sotto del fondo e con l’altra, molto delicatamente, abbassare l’anello che va a costituire il bordo. A questo punto vi troverete con quest’ultimo attorno al braccio (proprio come un enorme braccialetto) ma, cosa molto più interessante, sarà che quello che avete cucinato risulterà perfettamente integro. Ecco altri suoi pregi:

1. questa tortiera ha la particolarità di essere totalmente antiaderente (per davvero eh, non come succede certe volte con alcuni stampi) e quindi, sì, potete posizionarvi il vostro impasto all’interno senza dover impazzire ad imburrare ogni singola piega o angolo. Magari a voi sembrerà una cosa da poco, ma posso assicurarvi che quando cucinate molto e avete poco tempo, questa è una vera e propria manna dal cielo! ;)

2. il disco che va a costituire il fondo della tortiera è molto resistente e quindi potete maneggiare lacrostata e trasferirla nel piatto di servizio senza temere di rovinarla con antiestetiche crepe;

3. la base non sborda dal fondo della crostata e quindi potete anche fare a meno di toglierla, evitando in questo modo di danneggiare quello che avete preparato; l’unica accortezza che bisogna avere è quella di essere delicati durante le operazioni del taglio delle fette, in modo da evitare di rigarla e farle perdere parte del rivestimento antiaderente.

Io ne ho di due formati, da 24 e 28 cm di diametro, e devo dire che a mio avviso sono stati un ottimo investimento. Voi avete esperienze a riguardo? Se sì, come vi siete trovati? Altrimenti conoscete altri stampi simili?

Un’ultima domanda e poi la smetto, giuro: cosa ne pensate di questa nuova rubrica? :)

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

83 comments

1 Chiara 5 maggio 2011 alle 05:32

Ciao!! Rubrica interessantissima e, sopratutto, molto utile! In effetti è vero, al di là della personale bravura gli strumenti giusti aiutano tanto e non sempre si conoscono tutti. Personalmente ho iniziato i vari shopping culinari nel reparto casalinghi del super e al di là di teglie enormi (le classiche del supermercato) non si trova, ed una persona che non ha molto l’occhio per le ricette rischia spesso di trovarsi con stampi a diametro 26 e dosi di impasti molto piccole che ti portano ad avere torte basse basse. Da quando ho iniziato a frequentare i negozi di attrezzatura da pasticceria i risultati sono migliorati parecchio, questa teglia è stata una dei primi acquisti a cui sono seguite teglie rettangolari e la “famosa” teglia da crostata lunga e stretta che tanto desideravo ogni volta che aprivo Sale&pepe o altri blog. Poi è stata la volta degli anelli da pasticceria, la sac a poche con le bocchette in acciaio (anzichè quelle di plastica del super) e anche qui i risultati erano veramente notevoli.
Grazie per aver condiviso con noi la tua nuova rubrica!!
Un abbraccio

Chiara

2 alessandra 5 maggio 2011 alle 06:41

penso che sia una gran bella idea. Il problema è che anzichè limitare gli acquisti, so già che mi troverò costretta ad ampliarli, ma queste son cosa a cui mi rassegno subito :-)
una domanda ancora più tecnica, invece: come le lavi? perchè io prima le lascio a bagno in acqua fredda, per togliere le eventuali incrostature- e poi infilo tutto in lavastoviglie: ma alla fine restano sempre un po’ opache, tanto che mi vergogno persino a fotografarle. Dimmi che non devo lucidarle, ti prego- che non ce la posso fare :-))
ancora complimenti per l’iniziativa
buona giornata
ale

3 Milen@ 5 maggio 2011 alle 06:46

Attendevo con curiosità il varo della nuova rubrica anche per capire quale tema avesse affrontato e mi hai sorpresa: è una gran bella idea, perché si parla sempre di ricette, ma troppo poco di quello che c’è dietro, degli attrezzi giusti per una perfetta riuscita!
Brava Sara, i miei complimenti sinceri :D
Questo stampo mi manca!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

4 gaia 5 maggio 2011 alle 07:30

uh sara..ho la scorta di questi stampi,tondo,quadrato,rettangolare…ormai non ne posso più fare a meno!
bella questa idea della rubrica con consigli&co!

5 cleare 5 maggio 2011 alle 07:34

bellissima l’idea di questa rubrica! Mi piace tanto scoprire nuovi trucchetti che ti facilitano la vita!
la tortiera così ce l’hanno anche da ikea in 2 varianti però nn è antiaderente purtroppo.
Io ne ho 2 della Pavoni col bordo in silicone rigido e una ha il fondo in vetro quindi è bella anche per servire!

6 veru 5 maggio 2011 alle 07:44

Ecco la guastafeste :) Io questi stampi non so usarli pure se mi ostino a provarci: preferisco quelli con la cerniera per le robe alte mentre per le altre, le crostate in primis, resto fedele a quelli classici. Ma io sono una che si arrangia, ormai dovrebbe essere noto :)

La rubrica mi piace molto, io pure ce l’ho ;)

7 Cristina 5 maggio 2011 alle 07:58

Ciao!!
Io ho scoperto il tuo sito da poco tempo e devo dire che praticamente ogni giorno vengo qua a cercare qualcosa, anche perché spesso ho ospiti nel weekend e mi piace programmare le cose con un certo anticipo. Trovo sempre ricette molto interessanti che riscontrano un grande successo tra i miei ospiti. E l’idea di questa rubrica penso sia davvero originale e soprattutto molto utile. Andrò sicuramente a cercare questo stampo, io utilizzo quelli a cerniera, ma anche se comodi non sono mai totalmente antiaderenti, e se c’è una cosa che davvero “odio” è spennellare le teglie con burro , olio ecc…
Grazie mille per il suggerimento.

8 Morena 5 maggio 2011 alle 08:02

Io adoro queste rubriche, vado sempre a caccia di trucchetti per migliorare le mie preparazione..ho 3 stampi di questo tipo rotondi e 2 rettangolari in alluminio presi ancora una decina di anni fa ai corsi..devo dire la verità che non mi trovo molto bene, le crostate non cuociono bene mentre con altri vengono perfette ed a volte trovo difficoltà a toglierle dalla base..aderiscono così tanto che sembra ci sia il sottovuoto come una ventosa..forse non ho ancora ben capito come usarli..dovrò mettermi con più impegno!..Bellissima iniziativa Sara..ti seguirò!!!
ciao Morena

9 caris 5 maggio 2011 alle 08:23

Utilissima perchè c’è sempre da imparare e scoprire qualcosa di uovo! Brava!
P.S.: ormai non posso più fare a meno di questa teglia, da quando l’ho scoperta! :)

10 elenuccia 5 maggio 2011 alle 08:34

Io ne ho uno simile ma con il fondo di vetro. Sinceramente non è che mi trovi proprio benissimo perchè si fa una gran fatica a staccare la crostata dal piano di vetro.

11 CorradoT 5 maggio 2011 alle 08:35

Questo stampo ce l’ho (da 24), ma il mio non e’ antiaderente. Provvedere.
Per “l’enorme braccialetto”: sconsiglio di eseguire l’oprazione quando questo e’ ancora rovente :)
CIAO

12 Mascia 5 maggio 2011 alle 08:40

La voglio anch’io questa tortiera !!! E si, questa è una rubrica che per le principianti come me è una manna dal cielo !! Mi piace un sacco !
Buona giornata

13 Mascia 5 maggio 2011 alle 08:41

lo voglio anche io questo stampo !!
Questa rubrica, per le principianti come me, è una manna dal cielo !! Approvatissima !!
A presto Mascia

14 Carolina 5 maggio 2011 alle 08:46

Buongiorno Sara!
Per come la vedo io sono uno dei migliori investimenti che si possa fare. Ho iniziato con uno stampo di questo tipo rettangolare (ricordi l’abbiamo comprato assieme in occasione del “Foodies in Rome”?), poi è arrivato quello tondo da 24 cm e adesso sto valutando di comprare la versione monoporzione, la crostatina insomma.
La nuova rubrica mi piace molto. Apprezzo sempre questo genere di consigli. Trovo che spesso possano essere più utili di una ricetta… ;)
Buon fine settimana!

15 vale 5 maggio 2011 alle 08:57

adoro queste tortiere! è un pezzo che le guardo, ma tra una spesa e l’altra continuo a rimandare… per il momento uso le tortiere alte a cerniera!

16 LILLY 5 maggio 2011 alle 09:00

Ma che splendida iniziativa Sara!!!
Per me che sono una dilettante, questa rubrica sarà fondamentale per imparare i trucchetti più importanti! Premetto subito che io questa tortiera nn l’ho mai vista ;-(( e, soprattutto, anche senza base amovibile, nn riesco a trovarla così con i “merletti” dal diam. di 24 cm…mi sa che inizierò ad acquistare questi articoli su internet visto che qui a Catania nn siamo fornitissimi! Se via mail (privata) mi vorrai dare qualche suggerimento te ne sarò infinitamente grata!!!
Baci baci

17 mauro visentini 5 maggio 2011 alle 09:21

Brava Sara! Sempre tempestiva nelle sue iniziative.
per Elenuccia e Morena che hanno difficoltà d’uso:
è indispensabile usare una lunga spatola di almeno 30 cm, larga attorno a 3 cm, e sottile come un coltello, flessibile, e passarla fra crostata e fondo, senza rigare il rivestimento.
Naturalmente, è buona norma ungere il bordo ed il fondo della tortiera con burro.
Anzi, come probabilmente già saprà, ci sono dei grassi tecnici per pasticceria, insapori, in bombolette spray, che sono validissimi aiuti.
Purtroppo non saprei dirle se siano venduti attraverso il canale “supermercati”, ma la richiesta crea il venditore.
A presto, Mauro V. (che non è Mauro Quinto)

18 Valeria 5 maggio 2011 alle 09:21

bellissima questa rubrica e molto utile!
Avevo visto queste tortiere, ma non mi convincevano… ora vado subito a comprarle :)
grazie :))

19 alessandra 5 maggio 2011 alle 09:23

Approvo questa fantastica iniziativa!!! io purtroppo finora non sono riuscita a trovare stampi per torte o crostate dal diametro inferiore ai 26cm…so che questa rubrica non è a scopo pubblicitario ma se qualcuna di voi potesse indicarmi un sito on line specializzato le sarei davvero grata :) Buona giornata!!!!

20 Tery 5 maggio 2011 alle 09:34

Bella questa rubrica!! Mi piace tantissimo! I trucchi in cucina servono sempre :-)
Questa tortiera non l’ho mai usata, ma mi sa che è ora di iniziare..!

21 il gatto goloso 5 maggio 2011 alle 09:53

CHe figata questo stampo!! Ma io non l’ho mai visto da nessuna parte… ecco, lo voglio, lo devo assolutamente avere…Sisssì!!!!! :D
Adesso che ho preso il termometro da forno e posso tranquillamente fare le torte credo che lo sfrutterei alla grande!
Questa rubrica è una figata! Grandissssssimaaaa :)

22 yapettis 5 maggio 2011 alle 09:53

Davvero interessante…io che sono agli inizi in cucina penso che dopo un investimento iniziale avrò tutto e sarà tutto utile, grazie a questo scambio di dritte, mi piace! e sn contenta dell’aspetto interattivo!

23 ELel 5 maggio 2011 alle 10:14

Ottima rubrica e ottimo trucchetto :)

24 angela 5 maggio 2011 alle 10:28

nella mia nuova cucina (una giovane sposa non compra sempre tutto prima di sposarsi!!!) mancava proprio (e aggiungerei “ANCHE”) lo spampo per crostate/quiche.
Ovvio che adesso so cosa comprare e non sprecare soldini.
OTTIMA RUBRICA!!! anzi, grazie.

25 ValeVanilla 5 maggio 2011 alle 11:00

…rubrica superpreziosa!!!! grazie ValeVanilla

26 ValeVanilla 5 maggio 2011 alle 11:05

adorabile rubrica… grazie!!!

27 marina 5 maggio 2011 alle 12:58

Prima ho usato quelle in ceramica,quindi le portavo in tavola così,poi con l’avvento della carta forno, travasavo le crostate senza romperle,ma questa teglia che tu mostri è praticissima….la comprerò.
Mi piace questa rubrica,grazie,Marina

28 Debora 5 maggio 2011 alle 13:13

ho anche io questo stampo per la crostata! mi trovo benissimo! prima riuscivo a staccarla con facilità, ma sempre con il terrore di rompere la crostata o peggio la base di frolla per una torta con crema e frutta.. ma adesso vado sul sicuro!
devo dire che io compro sempre tante cose per la cucina! mi piacciono le novità e gli attrezzi in generale! .. questa rubrica mi piace! ^_^

29 Victor 5 maggio 2011 alle 13:54

Sono utilissime. E finalmente ho captito come si riesce ad avere il bordo festonato perfetto (se si mette la carta da forno nella tortiera senza fondo amovibile invitalbilmente il bordo non risulta così netto). Ne ho una da 20, una da 26, quella rettangolare e 12 mini da 10 cm. Il lavaggio lo faccio solamente a mano e poi in forno a 50 gradi per 10 minuti per farle asciugare perfettamente (soprattutto quelle piccine). Complimenti per l’idea … attendo il prossimo Tip.

30 Virò 5 maggio 2011 alle 13:56

Ho scoperto solo di recente queste teglie quando, a casa di amici, hanno presentato due briseè salate rettangolari lunghe praticamente perfette!

Va da sè che sono finite immediatamente sulla lista delle cose da acquistare ed il tuo post è un’ulteriore conferma.

L’idea di questa rubrica mi piace tantissimo: spero che abbia una cadenza…frequentissima!

31 Patty 5 maggio 2011 alle 14:34

Sara, sono stampi meravigliosi, sono in genere quelli per le pie americane, ma nonostante ne conosca l’esistenza, non li ho ancora trovati nei negozi della mia zona e la cosa mi mortifica alquanto perchè la crostata è il mio dolce per antonomasia e la faccio praticamente sempre. Si trovano anche on line? Bacione, Pat

32 amichecuoche 5 maggio 2011 alle 14:51

Ah sì che bella questa rubrica…da oggi in poi partirò con il mio ce l’ho, sì ce l’ho, ops mi mancaaa!Sarà acontento mio marito..l’oggetto in questione ce l’ho e ce l’ho anche in versione piccina piccina e in versione rettangolare e lunga!Devo dire che li trovo fantastici e molto pratici!Forse quelli piccoli un pò meno ma sono piccolezze, per la serie, li ricomprerei di nuovo:-)Ciao!!

33 Veronica 5 maggio 2011 alle 17:15

Ciao cara,
anch’io come elenuccia ce l’ho con il fondo di vetro e mi son trovata così scomoda che alla fine l’ho rimossa dal mio “pacchetto teglie”.
Io mi trovo comoda anche con le teglie normali, basta imburrarle e infarinarle per bene, e si sformano anche quelle perfettamente, oppure più sbrigativamente, un bel pezzo di carta forno, e via ;)
Baci,
Veronica
PS Ottima l’idea della rubrica!

34 Veronica 5 maggio 2011 alle 17:16

Ho dimenticato: bellissimi gli stampini nella nuances del crema!

35 Marina 5 maggio 2011 alle 18:49

Mi unisco a questo coro unanime, la rubrica mi piace moltissimo come questo stampo!
A presto

36 federica 5 maggio 2011 alle 19:26

questa rubrica la trovo molto molto interessante…e mi piace tantissimo questo stampo…devo trovarlo e ne voglio 2 come te di 2 misure!!!!!!!!!!!!ciao!

37 maia 5 maggio 2011 alle 19:37

anche io ne ho una serie col fondo amovibile e i cerchi da pasticceria e li trovo fenomenali!!

aspetto con ansia il prossimo tips & triks!

38 Sara@fiordifrolla 5 maggio 2011 alle 20:07

@ Chiara: quello che dici è sacrosanto. Nel senso che sì, senza dubbio la bravura personale fa la sua parte, ma è altrettanto vero che l’utilizzo di materiali ed utensili professionali o quasi aiuta molto. E’ il caso di questo stampo a mio avviso :) Grazie a te per aver espresso il tuo punto di vista, mi fa molto piacere che la nuova rubrica sia stata così ben accettata :) Buona serata, baci.

@ Alessandra: ahahah a questa cosa non avevo pensato (mi riferisco all’acquisto compulsivo!), ma in effetti non hai tutti i torti, anzi hai tutta la mia solidarietà perché so bene cosa si prova! Per quanto riguarda il lavaggio faccio tutto a mano, lasciando un po’ in ammollo lo stampo e poi asciugo molto bene con un panno pulito. Io non ci penso nemmeno a lucidarle, va bene tutto, ma non arrivo a tanto! :D Grazie mille per i tuoi complimenti che mi spronano a continuare con questa rubrica :) Un bacione, saluta anche Daniela per favore!

@ Milen@: è proprio quello che ho pensato infatti, si fa un gran parlare di ricette e ingredienti, ma poi due parole sulle attrezzature si spendono raramente :) Sono state molte mail che ho ricevuto a farmi venire questa idea in mente! Ti ringrazio per la tua sincerità e per le tue parole di incoraggiamento, cercherò di far crescere questo nuovo spazio al meglio delle mie possibilità :)

@ Gaia: anch’io ho quello rettangolare, lo acquistai a Roma e da allora siamo inseparabili :) Grazie, baci.

@ Cleare: ecco vedi quella con il bordo in vetro non l’ho mai provata, dovrò testarla! Lo dicevo io che alla fine con questi post ci sarebbe stato un bellissimo scambio di idee e consigli ;)

@ Veru: ognuno penso che sia liberissimo di utilizzare gli strumenti che preferisce, a me piace sapere cosa offre il mercato, provare e poi scegliere in base alle mie esigenze :)

39 Sara@fiordifrolla 5 maggio 2011 alle 20:15

@ Cristina: ciao, piacere di conoscerti! Innanzitutto grazie per quello che hai scritto, è molto soddisfacente per me sapere che ti trovi bene con le mie ricette e che vieni a farmi visita frequentemente. Mi fa anche piacere sapere che questa nuova rubrica sia stata accolta da questo successo, vorrà dire che cercherò di impegnarmi per fare in modo che resti all’altezza delle aspettative :) A presto!

@ Morena: per il discorso di staccare la base della tortiera dal fondo del dolce ho io un trucco, che ovviamente sarà oggetto di uno dei prossimi post di questa rubrica ;) Davvero non ti si cuociono bene? Io non ho riscontrato lo stesso problema, anzi, devo dire che in realtà mi sembra il contrario, che siano di materiali diversi? :) Ciao Morena, un bacione!

@ Caris: grazie mille!

@ Elenuccia: probabilmente il vetro non ha la stessa caratteristica di antiaderenza del materiale con il quale sono fatte queste teglie, non so, a me non è mai successo che qualcosa rimanesse attaccato né sotto, né lungo i bordi :)

@ Corradot: ahahah! Beh, sì, è ovvio che le crostate vanno sformate da fredde preferibilmente, anche perché così sono maggiormente resistenti :)

@ Mascia: e sono proprio i principianti il pubblico al quale questa nuova rubrica si rivolge, quindi mi fa molto piacere leggere che mi seguirai :)

40 Sara@fiordifrolla 5 maggio 2011 alle 20:27

@ Carolina: ciao Caro!
E come potrei dimenticarmi del nostro Foodies in Rome? Anche se ti confesso che di tutti quello rettangolare è quello che utilizzo di meno, anche se secondo me è il più bello nella forma :) Anch’io sto cercando quelli da tartellette, ma la vedo un po’ dura… mi sa che acquisterò come al solito on line ;) Grazie per il tuo preziosissimo parere, un abbraccio e buon fine settimana!

@ Vale: se un giorno passerai dalla cerniera a queste prometti che poi mi dici come ti sei trovata? ;)

@ Lilly: come dicevo qualche commento più su, è proprio a chi non è esperto in cucina che vuole rivolgersi questa nuova rubrica e sono contenta se la nuova idea ti piace! Non so quanto i negozi siano forniti lì dalle tue parti, il consiglio che intanto ti posso dare è quello di cercare negozi che vendano articoli professionali da pasticceria, immagino che ce ne siano senz’altro con quei fantastici dolci che si preparano lì :) Comunque se vuoi possiamo sentirci via mail ;) Un abbraccio e grazie!

@ Mauro Visentini: buonasera Chef! Grazie per il suo prezioso contributo, mi sa che qui quello più tempestivo è lei dei due eh :D Prossimamente mostrerò come faccio io a separare il dolce dalla base della tortiera, ovviamente sarà oggetto di un nuovo post :) Se non erro il burro spray lo si torva anche alla Metro, almeno l’ultima volta mi pare di averlo visto lì, anche se onestamente rifuggo un po’ da queste cose che hanno un aspetto chimico :) A presto Mauro Quinto, ehm… Visentini ;) Scherzo ovviamente eh!

@ Valeria: spero che tu ti troverai così bene come mi ci sono trovata anch’io! Nel caso fammi sapere :)

@ Alessandra: il consiglio che ti posso dare è quello di cercare negozi che vendano materiale per pasticceria, ti posso assicurare che ce ne sono di molto forniti :) Altrimenti basta fare una veloce ricerca su internet, in ogni caso se hai bisogno di qualche dritta puoi scrivermi via mail :)

41 Valentina 5 maggio 2011 alle 20:29

Ciao! Sono proprio contenta per questa rubrica, davvero utilissima! Ce l’ho anch’io questo stampo, l’ho comprato insieme a quello rettangolare stretto(troppo chic!!) e mi trovo da Dio!! Ma io continuo a imburrare e infarinare nonostante come dici tu sia “molto antiaderente”..dici che posso far senza allora??

42 Sara@fiordifrolla 5 maggio 2011 alle 20:33

@ Tery: concordo! Grazie mille :)

@ Il Gatto Goloso: Claudia davvero da quando ho questi stampi non posso più farne a meno! Grazie, grazie, grazie, sono così contenta che questa rubrica ti piaccia :)

@ Yapettis: l’aspetto interattivo era quello che mi premeva maggiormente, perché per esperienza so che da questi post possono nascere scambi di idee e consigli molto interessanti! Io che cucino da tanti anni posso dirti che non so quando avrò veramente tutto, perché ogni volta trovo sempre qualcosa di nuovo che mi manca! :) A presto allora!

@ Elel: grazie :)

@ Angela: grazie a te! Sono molto d’accordo sul fatto di non comprare tutto subito (non parlo solo di attrezzature da cucina eh, ma anche dei mobili), è bello anche farsi un’idea e maturarla strada facendo :)

@ Vale Vanilla: grazie!

43 Sara@fiordifrolla 5 maggio 2011 alle 20:44

@ Marina: premetto che secondo me le teglie in ceramica hanno sempre il loro fascino, specie per quelle torte salate o quiches che vanno portate in tavola ancora tiepide :) Spero che ti troverai altrettanto bene con questi stampi, io ho condiviso la mia esperienza, poi sono molto curiosa di leggere la vostra :) Grazie a te!

@ Debora: vorrà dire che allora andrò a caccia di attrezzature particolari per rendere sempre nuova ed interessante (nei limiti del possibile) questa rubrica ;) Acquistare nuovi aggeggi per me è una mania, alla fine ne ho così tanti che non so più dove metterli!

@ Victor: infatti uno dei problemi maggiori per me era il bordo, che non veniva mai perfetto con la carta da forno. In questo modo invece ho risolto ogni problema :) Anch’io come te lavo a mano, ma asciugo con un panno pulito. Voglio provare la tua dritta di asciugare in forno, grazie mille ;)

@ Virò: anch’io ho quella rettangolare e ti dico che senza questo genere di stampi sarebbe molto difficile riuscire a sformarle senza rovinarle, perché essendo così lunghe e strette secondo me sono più delicate :) Felicissima che la rubrica ti piaccia, grazie!

@ Patty: io ho acquistato i due circolari a Milano e quello rettangolare a Roma, durante alcuni giri a tema food che ho fatto nel tempo. So che ci sono alcuni siti che li vendono, altrimenti cerca negozi specializzati in materiale per pasticceria :) Un bacione.

@ amichecuoche: ecco quelli piccoli io non ce li ho ad esempio! Sono curiosa si sapere come mi ci troverò, prima però devo trovarli! :)

@ Veronica: sto leggendo commenti poco negativi di queste teglie con il fondo di vetro, mi viene da pensare che tutto ciò dipende dal fatto che quest’ultimo non ha lo stesso potere antiaderente di questi stampi. Che dici? Sicuramente quello che dici è vero, però con la carta da forno i bordi non vengono così perfetti a mio avviso :)

44 Sara@fiordifrolla 5 maggio 2011 alle 20:49

@ Marina: grazie mille :)

@ federica: mi sono dimenticata di scriverlo nel post, ma ho anche quello rettangolare, che però uso pochissimo (non chiedermi perché) :) Grazie!

@ Maia: concordo! Ti ringrazio :)

@ Valentina: io di solito vado tranquilla senza imburrare (la pasta frolla è già unta di suo e se lo stampo è veramente antiaderente si staccherà benissimo), tranne nei casi in cui so già che il ripieno potrebbe essere molto umido, nei quali imburro solamente. Non è necessario infarinare :)

45 Simona 5 maggio 2011 alle 21:21

eh, la sto cercando da un po’, da quando in un negozio ne avevo scovata una che però era di 28cm quindi non la comprai perchè mi pareva troppo grande, e sto ancora girando per trovarne una!!!!

46 mariabianca 5 maggio 2011 alle 22:03

E’ veramente una “genialata”aver inventato stampi di questo tipo.Li ho di due misure ma mi manca quello che desidero di più: lo stampo amovibile rettangolare,lungo e stretto…..non lo trovo!!!!!
Ho inaugurato una sezione del mio nuovo blog intitolandola l’utile e l’inutile: desidero parlare di tutte le caccavelle possibili ed inimmaginabili.Ho solo scritto un primo post ma devo iniziare con le fotografie ed i commenti.
Se ti va di venirmi a trovare mi farai molto piacere

47 yapettis 5 maggio 2011 alle 23:52

No vabbè risponde anche a tutte coloro che hanno commentato…ti seguo da poco ma già ti adoro!!!
peccato nn averti beccata prima :D

48 cristiana 6 maggio 2011 alle 07:54

ciao, anche io concordo sull’utilità di questa nuova rubrica. E’ da tempo che penso di comprare uno stampo come quello di cui parli, mi piacerebbe anche rettangolare, stretto e lungo, ma non li ho visti nei negozi a Firenze. Forse l’unico che può averli è Bartolini. C’è qualcuno che sa indicarmi altrimenti dove comprarli?
Grazie e buona giornata,
Cristiana

49 lise.charmel 6 maggio 2011 alle 09:22

come molte altre tue commentatrici io possiedo quello rettangolare lungo e stretto e fa sempre un figurone! la crostata è un dolce che faccio molto poco, per quello non ne ho preso altri, ma in effetti questa è una soluzione molto pratica e confesso che quando ho visto la torta di sotto, quella con le fragole anch’io ho notato il bordo perfetto della frolla!

50 Giovanna 6 maggio 2011 alle 10:09

ottima rubrica… questa teglia ce l’avevo anche io prima che mia madre me la rubasse… direi di continuare con “tips and tricks”, è certamente utile per tutti! continua continua…

51 jelena 6 maggio 2011 alle 10:18

La risposta… Penso che sia ottima!!!!! Spesso un piccolo Tip o Trick aiuta a risolvere il dilemma che da solo non potevi neanche immaginare…Anshe de questo sulla crostata la sapevo ma è scritta bene e l’ho letta con piacere. BRAVA!

52 Valeria 6 maggio 2011 alle 11:18

me li sono regalati giusto qualche settimana fa dopo aver sbavato d’invidia per anni dietro alle vostre perfettissime crostate! 24, 28 e rettangolare lungo! una meraviglia!!

53 Azabel 6 maggio 2011 alle 11:27

Questa rubrica mi sembra un’idea stupendissima ^_^
Io di queste ne ho parecchie: in banda però, senza rivestimento antiaderente… e non si attacca nulla se ci si fa un po’ attenzione. Inoltre costavano la metà rispetto a quelle come la tua, e questo mi ha permesso di prendere un set completo partendo dai 20 fino ai 26 cm. Mai più senza, anche se a fare i bordi sono una frana lo stesso :))

54 giulia 6 maggio 2011 alle 13:33

Ciao Sara,
io adoro questo stampo, lo trovo comodissimo adesso voglio acquistare anche quello rettangolare..
mi piace molto questa rubrica
un abbraccio

55 Moscerino 6 maggio 2011 alle 15:53

la rubrica è utilissima (anche se il vero segreto che vorrei apprendere riguarda la pasta e la cottura in bianco perchè, pur con tutta l’accortezza del mondo, i miei bordi si “siedono” sempre) e non vedo l’ora di seguire i prossimi episodi!

56 Dario 6 maggio 2011 alle 18:41

Ce l’hoooooo!!!!

57 Symposion 6 maggio 2011 alle 19:20

ah ah ah troppo carina questa rubrica! continua!
buon we!

58 Symposion 6 maggio 2011 alle 19:20

ma ti riterrò responsabile delle mie nuove spese… :D

59 Riccardo 6 maggio 2011 alle 20:05

Grande Sara come sempre !!! non ho piu’ parole sei una sorpresa dietro l’altra e tutte una migliore dell’altra !!! questa rubrica è carinissima perche’ alimenta dibattiti e ti puo’ far capire pregi e difetti che non considereresti mai o non apprezzeresti non avendo mai provato determinati articoli soprattutto per un principiante come me, percio’ grazie tante anche di questo spazio che ci regali oltre alle tue solite e spettacolari ricette splendidamente fotogragate !!!! grazie grazie grazie

60 alxli 6 maggio 2011 alle 20:07

Bellissima questa tua nuova rubrica!
Anch’io da quando ho scoperto la teglia da crostata con fondo removibile non l’abbandono più crostate perfette e fuori dalla teglia :-) io uso quella della Guardini ma ne ho anche una quadrata che mi da tante soddisfazioni. Brava come sempre!

61 titty 7 maggio 2011 alle 20:57

Io ho il tuo stesso stampo da 24 e mi trovo benissimo! l’unica cosa è che trovo il bordo troppo basso. La rubrica è utilissima!!! a volte un dolce viene rovinato quando basterebbe un piccolo accorgimento o trucchetto! Ti seguo da sempre ; ))

62 la pat 8 maggio 2011 alle 17:50

Ma dove le comprate queste cose??? Date qualche indicazioni perchè io (vivo a Prato) non sono riuscita a trovarle! Grazie :-)
Complimenti alla padrona di casa

63 federica 8 maggio 2011 alle 19:46

ciao, scusami ma dove li posso acquistare questi stampi? grazie 1000!

64 Sara@fiordifrolla 8 maggio 2011 alle 21:20

@ Simona: ti consiglio di fare qualche ricerca in rete, io quando non trovo gli stampi che cerco nei negozi cerco su internet e molto spesso su ebay :)

@ mariabianca: io ce l’ho quello rettangolare e mi credi se ti dico che è quello che uso di meno? Bellissima e molto interessante anche la tua iniziativa, brava!

@ yapettis: quando ho tempo cerco di rispondere a tutti, trovo che queste pagine non avrebbero lo stesso sapore senza un po’ di interazione ;)

@ cristiana: io non ti so consigliare negozi a Firenze purtroppo, spero che qualche lettore della tua zona magari ti sappia dare qualche indicazione in più :) Buona serata!

@ lise.charmel: io di crostate e quiches ne faccio tante invece (beh il nome del blog un po’ lo fa capire no? :D) e da quando ho questi stampi mi sono tolta molti problemi!

@ Giovanna: grazie, cercherò di continuare facendo del mio meglio! :)

@ Jelena: ti ringrazio, onestamente non mi aspettavo un simile riscontro positivo! E’ vero, a volte un piccolo consiglio o un’indicazione in più fanno la differenza, spero che in questo modo impareremo tutti qualcosa che possa esserci d’aiuto :)

65 Sara@fiordifrolla 8 maggio 2011 alle 21:28

@ Valeria: il tris che ho anch’io, confermo che sono davvero unici :)

@ Azabel: grazie Alice, non mi ricordo più quanto le ho pagate, ma onestamente non mi sembrava che fossero così care. Però l’idea di farsi un set completo non è mica male eh ;) Baci.

@ Giulia: grazie Giulia, sono contenta che la rubrica ti piaccia e concordo con te sulla grande utilità di questi stampi :) Un abbraccio

@ Moscerino: sto lavorando anche su quello (la cottura in bianco), ma temo che mi ci vorrà un po’ più di tempo ed un po’ più di esperimenti :) Alla prossima puntata allora ;)

@ Dario: immaginavo! Mitico!!!

@ Symposion: grazie mille, buona serata. Mi sa che mi riterranno responsabile in molti :D

@ Riccardo: eccoti qua! Aspettavo il tuo parere! Ma grazie a te, come ti dicevo è qualcosa che ruota intorno alle ricette, quindi in questi prossimi post cercherò di andare a scovare per voi gli attrezzi più utili per renderci più facile la vita :) Buona serata, un caro saluto.

66 Sara@fiordifrolla 8 maggio 2011 alle 21:33

@ Alxli: grazie mille, io quella che indichi tu non l’ho ancora provata, mi avete mosso tutti una certa curiosità :)

@ titty: sì è vero il bordo potrebbe sembrare basso, però ritengo che sia la misura giusta per avere un buon rapporto tra la quantità di ripieno e quella della frolla :) Sono molto contenta che tu mi segua da sempre, grazie!

@ La pat: purtroppo non ti so dare indicazioni sulla zona di Prato, ma trovi molto più facilmente questi stampi anche su Ebay volendo, basta fare un po’ di ricerche :)

@ Federica: come ho scritto nel post non farò pubblicità, sappi che li puoi trovare nei negozi specializzati in materiale da pasticceria o anche si ebay :)

67 Dario 8 maggio 2011 alle 22:58

…e ti dirò di più: l’ho usata per preparare la crostata di mele lime e cannella che tu hai gentilmente ospitato sul tuo blog!

68 alexandra 9 maggio 2011 alle 07:48

Anni fa le trovavo solo in Francia…ora per fortuna ci sono anche qui. Da qualche tempo sono passata ad usare dei semplici anelli (o braccialetti) di acciaio dopo averli visti usare ad un corso da un pasticcere francese…bello quando la vit in cucina si semplifica!!

69 alexandra 9 maggio 2011 alle 07:48

Anni fa le trovavo solo in Francia…ora per fortuna ci sono anche qui. Da qualche tempo sono passata ad usare dei semplici anelli (o braccialetti) di acciaio dopo averli visti usare ad un corso da un pasticcere francese…bello quando la vita in cucina si semplifica!!

70 federica 9 maggio 2011 alle 09:05

ok grazie! cercherò! buona settimana!

71 Zaza 9 maggio 2011 alle 12:59

Ciao, trovom la rubrica utile a pratica, ho una domanda……..dove posso acquistarlo??

72 alxli 9 maggio 2011 alle 18:40

@La Pat guarda su questo sito è serio e affidabile http://www.guardini.it

73 Lizzy 9 maggio 2011 alle 20:52

Molto interessante la tua rubrica!
evvero non si parla mai molto degli strumenti, quando invece a volte potrebbero risolvere molti impicci e semplificare le cose.

Questa tortiera per esempio non l’avevo mai vista! io di solito uso la carta forno e ovviamente il risultato non è proprio precisissimo! grazie mille!

74 Riccardo 9 maggio 2011 alle 21:42

Addirittura? sono molto onorato che apettassi il mio commento….Ribadisco il mio parere molto ma molto positivo sulla tua speciale rubrica davvero utile e interessantissima !!!! d’altronde si puo’ solo apprendere da una “guru” come te …..serve un apprendista stregone? nel caso sono pronto !!!! a presto un caro saluto

75 Sara@fiordifrolla 9 maggio 2011 alle 22:04

Grazie a tutti per il vostro prezioso contributo e per aver espresso il vostro parere, senza dubbio questa rubrica andrà avanti! :)

Buona notte a tutti, baci sparsi.

Sara

76 eve 19 maggio 2011 alle 12:00

rubrica bellissima!ecco la mia risposta relativa al mio utensile più utile:
http://www.scriveve.it/food/spruzzaolio/

77 Sara@fiordifrolla 23 maggio 2011 alle 20:23

@ eve: grazie, l’ho letta con molto interesse :)

78 Simona 23 maggio 2011 alle 20:56

non l’ho mai vista nei negozi dedicati…ma ora che so della sua esistenza la cercherò e la troverò!!! ;))

GRAZIE!

79 Sara@fiordifrolla 23 maggio 2011 alle 22:33

@ Simona: prego, in ogni caso sappi che su ebay lo si trova, basta fare qualche ricerca ;)

80 Alice88 19 gennaio 2012 alle 09:11

GRAZIEEEE MILLEEEEEEE :) peccato che al supermercato non si trovano!! ma sicuramente in un negozio di casalinghi li troverò!! questo risolverà tutti i miei problemi finalmente ;)

81 Sara@fiordifrolla 19 gennaio 2012 alle 22:05

@ Alice88: si puoi trovare questi stampi nei negozi specializzati oppure li puoi acquistare anche on line, ci sono diversi siti che li vendono :)

82 Alessandro 28 gennaio 2013 alle 16:40

fantastica recensione, ne sto giusto acquistando due proprio di 24 e 28 di diametro!!! quello che putroppo non riesco a trovare è da 22 o da 20…. hai per caso un sito da consigliarmi a riguardo??? grazie !

83 Sara@fiordifrolla 9 febbraio 2013 alle 16:58

@ Alessandro: purtroppo non sono riuscita nemmeno io a trovarle di quelle dimensioni, penso ci siano maggiori probabilità di trovarle in quale eshop su internet :)

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.