giovedì 11 marzo 2010

Torta al cioccolato & nocciole senza farina, con panna montata alla cannella

Torta al cioccolato e nocciole senza farina
Approfitto del tempo decisamente inclemente e tutt’altro che primaverile di questi ultimi giorni (a proposito non so come sia lì da voi, ma qui nevica in maniera incessante da un paio di giorni), per coccolarvi con un dolce che spero potrà rinfrancarvi, riscaldarvi e farvi tornare di nuovo il sorriso nel caldo della vostra casa, nonostante fuori sembra di essere ancora in pieno inverno. Cosa c’è infatti di più avvolgente e rassicurante del cioccolato?
La torta di oggi appartiene alla categoria “brutti, ma buoni” che comprende tutti quei dolci alcioccolato, umidi e fondenti, che non sono proprio perfetti da vedere, né facilissimi da sformare, ma nonostante il loro aspetto sono di una bontà unica. Uno tra tutti? Beh la torta tenerella , ad esempio. E’ il caso anche di questa torta senza farina dal cuore umido e dalla crosticina superficiale croccante, molto fragile e per questo soggetta a crepe, i cui ingredienti principali sono il cioccolato e le noccioletostate, un binomio classico senz’altro, ma che a me personalmente piace sempre, specie se le materie prime utilizzate sono di primissima qualità. A vivacizzare un po’ il tutto, che lo sapete ormai che mi annoio facilmente, c’è (se proprio come me non volete farvi mancare nulla e siete fermamente convinti che le calorie siano soltanto una convenzione), una voluttuosa panna montata leggermente zuccherata e aromatizzata alla cannella. Consiglio di servire il dolce con dei frutti rossi (nel mio caso ribes rosso)la cui acidità si rende necessaria per spezzare un po’ il gusto avvolgente dell’impasto di questa lussuriosa torta.

Torta al cioccolato e nocciole senza farina con panna montata allacannella

Ingredienti per uno stampo circolare da 20 cm di diametro:
200 g di cioccolato fondente tritato
125 g di burro
225 g di zucchero semolato
100 g di nocciole
5 uova

per servire:
250 ml di panna
1 cucchiaio di zucchero a velo
1 cucchiaino di cannella in polvere

per decorare:
ribes rosso a piacere
cacao in polvere per spolverizzare

Procedimento:

Tostate le nocciole in una padella antiaderente e tritatele il più finemente possibile nel mixer insieme ad un cucchiaio di zucchero semolato (prelevatelo dalla quantità totale di zucchero indicata nella lista degli ingredienti) in modo da ottenere una sorta di farina. Spezzettate il cioccolato fondente e raccoglietelo in una ciotola resistente al calore posta sopra ad una casseruola piena d’acqua e fatelo fondere a bagnomaria insieme al burro mescolando di tanto in tanto. Quando il composto sarà completamente fuso toglietelo dal fuoco e mescolate di nuovo fino a farlo diventare omogeneo. Lasciate intiepidire.
Incorporate lo zucchero semolato e le nocciole tritate al cioccolato fuso, mescolando fino ad ottenere un composto privo di grumi. Aggiungete adesso i tuorli (conservando gli albumi), uno alla volta, avendo cura di incorporarli bene con le fruste elettriche prima di aggiungere i seguenti. In una seconda ciotola montate a neve ben ferma gli albumi utilizzando la planetaria o uno sbattitore elettrico con le fruste ben pulite. Prelevate piccole porzioni di albumi montati ed uniteli al composto di cioccolato, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare.
Versate l’impasto in uno stampo circolare a cerchio apribile del diametro di 20 cm precedentemente imburrato e rivestito di carta da forno (io ho usato uno stampo da 24 cm, se volete ottenere un risultato più alto è da preferire quello da 20 cm). Livellate con cura e fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 45-50 minuti o comunque fino a quando noterete che il composto si sarà rassodato (deve comunque risultare un po’ umido al centro). Fate raffreddare completamente, sformate con la massima attenzione (io ho eliminato solamente l’anello conservando la base dello stampo)spolverizzate con il cacao in polvere setacciato e decorate con un rametto di ribes rosso. Servite il dolce accompagnandolocon la salsa alla cannella, ottenuta montando la panna insieme allo zucchero a velo e la cannella.
[ricetta tratta da "Cucinare in relax" di Bill Granger - Luxury Books, da me leggermente modificata]

E prima di salutarvi dedico questi fiori a tutti coloro che, come me, non vedono l’ora che arrivi la primavera:
Roses
 
Aggiornamento: vi segnalo 99 colombe, un blog nato per aiutare l’Abruzzo ancora in difficoltà dopo il terribile terremoto che lo ha colpito il 6 Aprile 2009 e il suo mirabile progetto che ha lo scopo di aiutare una storica azienda dolciaria abruzzese, quella delle Sorelle Nurzia, che si trova in difficoltà, per motivi che tutti potete ben immaginare. Trovate tutte le informazioni qui.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

2 comments

1 lorenzo 28 ottobre 2010 alle 18:01

Ciao, ho preparato la panna alla cannella qualche giorno fa usata come accompagnamento al tortino al cioccolato dal cuore caldo e che dire…risultato sublime! ..ho pensato per un attimo di aver avuto l’idea originale della panna alla cannella ma ahimè così non è stato! :)) ciao

2 Sara@fiordifrolla 29 ottobre 2010 alle 13:01

@ Lorenzo: benvenuto :) Vero che è favolosa la panna montata alla cannella con i dolci al cioccolato? Sai cosa c’è che alla fine in cucina non si inventa mai niente, alla fine c’è sempre qualcuno che ha avuto la stessa intuizione da qualche parte ;)

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.