venerdì 2 maggio 2008

Torta di Ricotta

tortaricotta2

Dovete sapere che è da circa un anno e mezzo che, quando mi capita di mangiare a casa dei parenti del mio ragazzo, a fine pasto spesso mi viene proposta questa deliziosa torta di ricotta… Ora io adoro l’abbinamento ricotta-cioccolato-amaretti, li metterei proprio in tutti i dolci, quindi a furia di assaggiarla ho finito per chiedere alla zia del mio ragazzo la ricetta perché dovevo troppo provare a farla! Colgo l’occasione per ringraziare di cuore Paola per avermi fatto conoscere questa magnifica torta.

tortaricotta3

 

Ingredienti:
Per la pasta frolla:
300 gr di farina
150 gr di zucchero
150 gr di burro
1 uovo
1 bustina li lievito
1 presina di sale

Per il ripieno:
300 gr di ricotta
100 gr di zucchero
100/200 gr di amaretti a piacere
1 uovo
100 gr di cioccolato fondente

Per la decorazione:
Zucchero a velo

tortaricotta4

Nel mixer frullate per pochi secondi lo zucchero, il burro freddo e l’uovo. Unite la farina setacciata, il lievito ed il pizzico di sale e lavorare ancora fino a quando saranno ben amalgamati. Raccogliere la pasta così ottenuta, formare una palla velocemente e metterla in frigo a riposare per circa un’ora avvolta nella pellicola trasparente.

Mettete gli amaretti in un sacchetto di plastica chiuso e tritateli grossolanamente aiutandovi con un matterello. Tagliate al coltello il cioccolato fino quasi a tritarlo. In una ciotola montate l’uovo con lo zucchero fino a quando sarà gonfio e spumoso. Unite la ricotta amalgamatela con cura mescolando e aggiungetevi gli amaretti. Rimestate ed incorporate il cioccolato fondente. Mescolate bene fino a quando otterrete una crema omogenea.

Imburrate ed infarinate una tortiera a cerchio apribile del diametro di 26 cm. Prendete i 2/3 della pasta frolla dal frigo e appiattitela su un tagliere coperto di carta da forno fino ad ottenere un disco piuttosto alto. Mettetelo all’interno della tortiera e con le mani distribuitelo uniformemente fino ai bordi. Versatevi sopra la crema alla ricotta e livellate. Sbriciolate la pasta frolla rimasta con le mani in pezzi disuguali e distribuiteli sulla superficie della torta fino a coprirla.
Cuocete in forno a 180° per un’ora circa. Sfornate e spolverate con lo zucchero a velo.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

11 comments

1 Chiunque Può Cucinare · Torta di ricotta, cioccolato e amaretti 1 luglio 2010 alle 21:56

[...] o anche amichevolmente detta Crostata di Sara, ovvero la seconda prova. Avete mai sentito parlare di comfort food? Cioè di quei cibi che, non si [...]

2 Torta di ricotta, cioccolato e amaretti 2 luglio 2010 alle 09:00

[...] o anche amichevolmente detta Crostata di Sara, ovvero la seconda prova. Avete mai sentito parlare di comfort food? Cioè di quei cibi che, non si [...]

3 barbara 2 maggio 2011 alle 12:46

divinaaaaaaaa!ho apportato una piccola modifica:non avendo in casa amaretti ho insaporito la ricotta con qualche goccia di liquore alla mondorla e ho aggiunto una bustina di pinoli:ottima!barbara

4 Sara@fiordifrolla 2 maggio 2011 alle 20:12

@ Barbara: wow, bravissima mi piacciono le tue modifiche! Grazie mille :)

5 maria assunta 11 maggio 2011 alle 14:44

è vero!le tue modifiche hanno avuto un grande successo a tavola. grazie barbara!

6 elisabetta 17 gennaio 2012 alle 15:11

Ciao! vorrei tanto fare questa crostata dopo il sucesso ottenuto con la tua crostata di ricotta e gianduia, ma non trovo la spiegazione del procedimento. Grazie,Elisabetta

7 elisabetta 17 gennaio 2012 alle 17:53

come sarebbe con cioccolato al latte oppure 50% al latte e 50% fondente? troppo dolce, forse?

8 Sara@fiordifrolla 17 gennaio 2012 alle 20:15

@ Elisabetta: ho aggiunto il procedimento, purtroppo deve essersi cancellato quando a suo tempo trasferii il blog dalla vecchia piattaforma a quella attuale :) Grazie per la segnalazione! Secondo me con la parte di cioccolato al latte sarebbe troppo dolce, ma è sempre una questione di gusti.

9 elisabetta 17 gennaio 2012 alle 21:59

Grazie x la risposta chiara e veloce!

10 Rossana 25 gennaio 2012 alle 15:14

L’ho preparata tante volte in questi anni…
Ma grazie alla Petra5 e al cioccolato Callebaut, questa volta è venuta davvero speciale! ;P

Non finirò mai di ringraziarti per tutto ciò che mi insegni e per gli ingredienti eccezionali che senza di TE non avrei mai scoperto!

11 Sara@fiordifrolla 29 gennaio 2012 alle 14:33

@ Rossana: quando è la materia prima a fare la differenza! ;) Sono io che non finirò mai di ringraziare te per il prezioso scambio di idee, trucchi e pensieri che avviene quotidianamente, per me è davvero stimolante :)

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.