Torta mousse di cioccolato e una novità

Da dove inizio? Dalla novità, tanto per fare qualcosa di diverso. Come sapete viaggiare è una mia grande passione e avere l’occasione di poter scoprire e approfondire le bellezze di un territorio, non solo paesaggistiche ma anche legate all’enogastronomia, raccontandole attraverso queste pagine e non solo, per me è sempre fonte di crescita e arricchimento. E così nei prossimi giorni prenderò parte ad un blog tour, un po’ come quello dello scorso dicembre, questa volta la mia meta non sarà il Trentino, bensìuna città che amo profondamente: Torino. Ci sono stata una sola volta in occasione del Salone del Gusto due anni fa e non vedevo l’ora di poterci tornare, per poterla visitare con la calma che richiede.

Il progetto si chiama Quality4Travel e coinvolge tre regioni: Piemonte, Liguria e Lombardia. Nove blogger, tre per ogni città, dal 7 al 10 marzo visiteranno TorinoMilano e Genova alla scoperta delle rispettive tipicità ed eccellenze. Insieme a me a Torino ci saranno Federica Piersimoni (aka Federchicca, mia compagna di viaggio nel blogtrip #Vitanova11) e Felicity Campbell, mentre i nomi degli altri blogger li potete trovare, unitamente alle loro bio, in questa pagina.

Il programma è davvero molto ricco, soprattutto di momenti dedicati all’enogastronomia, non sto ad elencarvi tutto, ma comunque vi scrivo qualche anticipazione: visiteremo il Birrificio Torino, pranzeremo a La Granda in mezzo al Pane e andremo al mercato di Porta Palazzo in compagnia dello Chef Kumalé aka Vittorio Castellani. Inoltre non poteva mancare una visita a Cioccolatò 2012, dove parteciperemo a degustazioni e laboratori. Queste sono solo alcune delle nostre attività, che ve ne pare? Personalmente non vedo l’ora di partire alla scoperta di questa città! Se vi va di seguirmi in diretta i canali sono quelli social, quindi twitter (seguite l’hashtag #Q4T) e facebook, ma ovviamente al mio ritorno non mancherà un reportage dei miei, nel quale condividerò con voi indirizzi, consigli ed emozioni.

A proposito di cioccolato, penso sia giunto il momento di parlare di questa tarte, no? Torno ancora una volta sul tema mousse al cioccolato, sperando di non annoiarvi (sappiate che almeno fino al prossimo autunno non ne parlerò più ;), con una ricetta che ho ideato per partecipare all’iniziativa organizzata da Lindt per la Pasqua, che poi ho preparato per il compleanno di mio padre.

Come guscio ho utilizzato la pate sucrée crillon di Felder, una pasta molto friabile che ha il pregio di essere adatta alla cottura in bianco in quanto è molto stabile, il cui retrogusto leggero di mandorla ben si abbina al ripieno. Quest’ultimo va a contrastare a livello di consistenza con la pasta, in quanto è morbido, aereo, setoso e vellutato (non devo aggiungere nulla di più mi sa) e altro non è che la mousse che ho tanto elogiato in questo post. A completare il tutto una generosa pioggia di cacao amaro in polvere, che fa un po’ l’effetto tartufo di cioccolato se vogliamo, e del ribes bianco per decorazione.

La ricetta la trovate anche nel sito Lindt.

Torta mousse di cioccolato

Ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro:
per la pasta sucrée crillon:
200 g di farina 0
120 g di burro morbido
80 g di zucchero a velo
½ stecca di vaniglia
25 g di farina di mandorle
1 uovo
1 pizzico di fior di sale

per la mousse al cioccolato:
200 g di panna fresca
215 g di cioccolato fondente Lindt al 75%
150 g di panna montata

inoltre:
cacao amaro
ribes bianco o rosso per decorare

Mettete il burro all’interno di un recipiente e setacciatevi sopra lo zucchero a velo. Aggiungete i semi divaniglia, ottenuti incidendo verticalmente la stecca con un coltellino affilato, la farina di mandorle e il sale. Mescolate il tutto aiutandovi con una spatola. Unite l’uovo e, dopo averlo incorporato, la farina. Impastate il tutto molto velocemente fino ad ottenere una pasta omogenea. Avvolgetela con della pellicola per alimenti e fatela riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

Trascorso questo tempo stendetela con il mattarello su di una superficie leggermente infarinata portandola allo spessore di 5 mm circa, quindi ponetela all’interno di uno stampo circolare da crostata del diametro di 24 cm di diametro. Bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta, ricopritela dicarta da forno e disponetevi all’interno i fagioli secchi o gli appositi pesetti. Fate cuocere il tutto nel forno già caldo a 180° per circa 15 minuti, trascorsi i quali eliminerete carta e pesetti e riposizionerete il guscio di frolla in forno per altri 5-10 minuti circa o comunque fino a leggera doratura. Sfornate e fate raffreddare su di una griglia per dolci.

Nel frattempo preparate la mousse: tritate grossolanamente il cioccolato e trasferitelo all’interno diuna ciotola. In una casseruola portate ad ebollizione la panna fresca e versatela ancora calda sulcioccolato, mescolando con una frusta energicamente fino ad ottenere una ganache liscia, setosa ed omogenea. In un contenitore ben pulito montate la panna (i 150 g) con lo sbattitore elettrico o la planetaria ed incorporatela alla ganache tiepida molto delicatamente, ed in più riprese, con movimenti dal basso verso l’alto fino ad ottenere un composto omogeneo.
Montaggio: versate la mousse così preparata all’interno del guscio di pasta frolla, livellatela con cura, efate raffreddare in frigorifero fino a quando essa si sarà solidificata (almeno 6 ore). Poco prima diservire spolverizzate con cacao amaro in polvere e decorate con ribes fresco a piacere.

Autore

Sara Querzola
Sara Querzola
Ciao sono Sara e questo è Fiordifrolla, un luogo in cui si intrecciano e trovano una collocazione alcune delle mie più grandi passioni: cucina, scrittura, fotografia, vino e viaggi. Questo blog è nato nel 2008 quasi per gioco, con gli anni è diventato il mio lavoro: ad oggi sviluppo ricette (e video), le cucino e le fotografo per numerosi ed importanti editori, riviste e agenzie.
  • 21
  •  
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    29
    Shares

43 commenti su “Torta mousse di cioccolato e una novità

  1. Complimenti per il tour, ti seguirò sicuramente dato che sono in contatto con su tutti i social network! :)
    Poi come prima cosa auguri a tuo parà e poi… Ma che goduria di torta eh!? :))
    La pate sucrèe devo provarla mooolto presto

  2. Inutile dirti che la sto divorando cn gli occhi e che la proverò sicuramente!!! Complimenti sempre per l’eleganza cn la quale presenti le tue preziosissime ricette ;-)
    Ma in Sicilia, a Catania più che altro, nn vieni mai??? Uffa!
    Un abbraccio e buon inizio settimana
    Lea

  3. Ciao! che dire, complimenti per il coinvolgimento in questo bellissimo progetto. Sicuramente porterà interessanti sviluppi
    Ottima qnche questa raffinatissima torta, con una golosissima mousse!
    un bacione

  4. Sono felicissima (e orgogliosa ;D) che tu sia stata scelta per questo tour!!!
    Hai modellato la sucrée crillon in modo esemplare, un guscio raffinato e friabile che racchiude la deliziosa mousse.
    Il candore dei ribes sul velluto di cacao è la tua meravigliosa firma ;D
    Sempre superlativa!

  5. Bella iniziativa.. Poi io ho vissuto fino a 20 anni a Torino, perciò qs iniziativa la trovo particolarmente interessante!
    Per quanto riguarda la tua tarte… da fare assolutamente.
    Se vieni a fare un giro nel mio blog qualche ricetta piemontese la trovi..
    Ciao

  6. @ Valentina: e il ripieno in effetti lo è, la consistenza è infatti quella di una mousse al cioccolato :)

    @ kitty’s kitchen: mi fa piacere sapere che mi seguirai, è vero siamo in contatto su ogni social e ormai per certi versi le distanze sono quasi azzerate in alcuni casi :) La torta è per veri golosi, essendo il dolce per il compleanno di mio padre (grazie per gli auguri) ero certa che con questa ricetta lo avrei davvero fatto contento e per fortuna così è stato :)

    @ mary: me lo state dicendo in tanti, il fatto è che poi mi tento da sola e non va bene ;)

    @ Vaniglia: grazie, dire che non vedo l’ora di partire forse è scontato, ma è proprio così perché Torino è una città che ho visitato una sola volta, peraltro fugacemente, e ha davvero lasciato il segno :)

    @ C: grazie, concordo Torino è davvero una bella città, ha un grande fascino per me :)

  7. @ Paola: ma chissà, magari un saluto al volo riusciamo a farlo, non so, dipende anche da quanto sarà serrato e ricco il programma :)

    @ Lea: innanzitutto grazie per i complimenti :) Mah sai che forse alla fine un giro proprio a Catania potrei venirlo a fare? Non dico nulla finché non sono sicura però, ma se dovesse essere davvero così stai pur certa che ti avviserò ;) Un abbraccio e buona settimana anche a te!

    @ manuela e silvia: grazie mille, spero di aver suscitato un po’ di curiosità, almeno quanto è la mia in questi giorni prima della partenza ;)

    @ Monica: crepi il lupo!

    @ Carolina: ti ringrazio Caro ;) Quello rosso lo avevo già usato per decorare molti dolci e mi sembrava un po’ scontato, quello bianco invece non era mai apparso nelle foto e poi trovo contrasti davvero bene con il colore scuro della mousse :) Un abbraccio.

  8. @ Rossana: il tuo affetto mi riempie sempre il cuore di tanta felicità Ross :* La sucrée crillon mi è sembrata una delle soluzioni più indicate per accogliere il ripieno di questo dolce, ciò che ha fatto la differenza è stata la farina di mandorle, perché immaginavo donasse un leggero retrogusto tostato :) Il ribes bianco l’ho usato perché quello rosso era comparso troppe volte nelle mio foto come decorazione di dolci al cioccolato e poi mi sembrava anche meno natalizio, non so :)

    @ Mariarosaria: grazie :)

    @ Marta: anche a me è sembrata un’iniziativa interessante sin da subito, il progetto è davvero molto bello e ricco, insomma non potevo non accettare! Crepi il lupo!

    @ breakfast at lizzy’s: grazie, sono davvero contenta di essere stata scelta e di essere stata abbinata proprio alla città di Torino :)

    @ Claudia: sono felice che il progetto ti piaccia e sarò curiosa di conoscere il tuo punto di vista da torinese :) Adoro la cucina piemontese!
    Un caro saluto

  9. @ Rossana: e come potrei non dirtelo? :* Aspetto solo di essere sicura perché non voglio creare false speranze, soprattutto mie, perché sogno di atterrare in terra di Sicilia da tempo immemore e poi ci sono amiche e una persona speciale che non vedo l’ora di conoscere dal vivo ;)

  10. La tua mousse è ormai una preparazione cult a casa mia e gli amici che mi invitano a cena corredano l’invito con un “Ti va di portare la mousse al cioccolato, vero?”!

    La versione torta mi piace, proverò senz’altro questo guscio, magari anche in versione tartellette monoporzione.

    Con quanto anticipo possono essere preparate secondo te, prima che la base cominci ad ammorbidirsi?

  11. in un periodo dove non mi faccio mai mancare il dolce questa ricetta è più che benvenuta!
    buona settimana
    ps molto bella l’idea del quality4travel!

  12. Innanzitutto complimenti per la novità e il tuo blog-viaggio! Deve essere una bella soddisfazione, bravissima! Poi rinnovo i complimenti altre due volte; una per le tue foto che sono sempre splendide, e due per questa deliziosa, accattivante e golosa tarte! Adoro Felder..nel mio ultimo post ho fatto due sue creazioni se ti va di passare..
    Un abbraccio, a presto!

  13. @ Rossana: ;)

    @ PolaM: grazie!

    @ Lea: non è ancora nulla di confermato eh, quindi non illudiamoci! ;) Un bacio

    @ Virò: queste sono le cose che amo leggere, pensa che i miei amici spesso mi fanno la stessa richiesta :) Io al massimo le preparerei con un giorno di anticipo non di più, non ti so dire come fosse qualche giorno dopo perché questa tarte non ci è arrivata ;)

    @ Sere: chissà perché mi chiedo! ;)

    @ Gio: mi fa un sacco piacere, se poi metti che una volta non hai tempo di preparare la pate sucrée puoi sempre fare solo la mousse ;) Buona settimana

    @ Kika: grazie per questa valanga di complimenti che fanno sempre piacere! A presto :)

  14. Che altro dire? La forchetta è troppo troppo lontana… Semplicemente fantastica!!!! Ho adorato la mousse, figurarsi questa torta!
    Complimenti ancora!

  15. Buongiorno cara,ben tornata!ho fatto questa meraviglia ieri con della frolla che avevo avanzato.Molto buona ma la proverò anche con la tua pasta sucrée crillon!

  16. Ciao! potrei sapere pf dove si trovano i pesetti per cuocere la pasta frolla? con i legumi non mi trovo bene.. grazie :)

  17. @ Miki: wow! Benissimo sono contenta che ti sia piaciuta, se provi la crillon fammi sapere cosa ne pensi che sono davvero curiosa!

    @ Marianna: io i pesetti li acquisto nei negozi specializzati, ma si possono trovare anche on line suppongo, i miei provengono da Roma (li acquistai a suo tempo da Peroni) :)

  18. @ Adina: ciao Adina, che bello ritrovarti! Grande, mi fa piacere che sia stata apprezzata, immagino che con i lamponi sarà stata favolosa. Io sono una vera sostenitrice di questo meraviglioso abbinamento (lamponi+cioccolato) :)

  19. Ieri sera mia cognata ci ha presentato questa torta, che dire..da rifare assolutamente. Ho dato solo un’occhiata al tuo blog, ma cavolo ho ancora da imparare tanto !

  20. La voglio provare assolutamente!! cercavo proprio una mousse adatta ad essere usata a mo’ di torta, credi che al posto della frolla potrei fare una base di biscotti sbriciolati e burro, tipo cheesecake? la mousse dopo una notte in frigo regge bene al taglio? spero tanto in un tuo suggerimento!! grazie, e complimenti per il tuo blog :)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.