martedì 10 maggio 2011

Vellutata di piselli al caprino e maggiorana

Vellutata di piselli al caprino e maggiorana

E dopo tanta opulenza (non mi riferisco allo stampo vuoto eh, bensì a quello che vi ho cotto l’ultima volta, ovvero la tarte al cioccolato bianco e fragole ;) passiamo a qualcosa di un po’ più leggero, che non so voi, ma io ne sentirei un po’ il bisogno.

Con l’arrivo della primavera molti piatti si colorano di tutte le tonalità del verde: asparagi, piselli, fave, taccole e fagiolini infatti ne sono i protagonisti. I sapori si fanno più delicati e pietanze ricche di intingoli tipicamente invernali lasciano il posto a preparazioni più semplici e dal gusto più fresco. Nel mio orto inoltre le giovani piantine di erbe aromatiche stanno crescendo nuovamente ed io non posso fare altro che iniziare a farne largo uso. Quest’anno, finalmente, oltre a quelle più comuni abbiamo piantato lamaggiorana che, se da secca non mi piace affatto, ho scoperto che al contrario da fresca fa la differenza in alcune ricette, come in questi involtini ai pistacchi ad esempio.

Ultimamente, tra le tante cose, mi piace molto gustare questa verdissima vellutata, nella quale il sapore dolce dei piselli si va a sposare, a mio avviso in maniera deliziosa, con quello dello scalogno edella maggiorana. Tre semplici ingredienti che insieme mi conquistano sempre per il loro delicato equilibrio. Per rendere questa crema un po’ più corposa ho aggiunto del caprino fresco (finalmente sono riuscita a scovarne uno degno di tale nome;), che ho frullato insieme ai piselli, e che grazie alla sua sapidità vi si abbina molto bene. In alternativa consiglio di sostituire questo formaggio con un cucchiaio di panna acida per porzione, altra versione che ho già sperimentato e che trovo altrettanto valida.

Ovviamente siete liberi di completare questa vellutata con quello che più vi aggrada, come crostini dipane condito con olio e sale e tostato in forno, cialdine di parmigiano (che se volete potete preparare seguendo la mia ricetta delle coppette, semplicemente diminuendo le quantità e facendo dei piccoli cerchi di formaggio da appoggiare ancora caldi su di un mattarello per conferirgli una forma ondulata), pancetta affumicata o prosciutto a listarelle fatti rosolare in padella senza grassi, scaglie di mandorle, ecc.

Vellutata di piselli al caprino e maggiorana

Ingredienti per 2-3 persone:
500 g di piselli sgranati
2 scalogni grandi
2 steli di maggiorana fresca
1 caprino fresco da 50 g (sostituibile con panna acida, 1 cucchiaio per piatto)
brodo vegetale caldo q.b.
olio extravergine di oliva
sale, pepe

Mondate gli scalogni ed affettateli sottilmente. Fateli appassire in una casseruola a fuoco medio insieme a 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva ed aggiungetevi i piselli insieme alle foglioline dimaggiorana lavate e tamponate con della carta assorbente. Fate insaporire brevemente, mescolando con un cucchiaio di legno, unite quindi brodo vegetale caldo a sufficienza in base alla densità che volete ottenere e fate cuocere a fiamma media fino a quando i piselli saranno cotti. A questo punto aggiungete il caprino sbriciolato e frullate il tutto con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea, se essa dovesse risultare troppo densa aggiungete poco brodo vegetale caldo alla volta. Regolate di sale e di pepe e servite subito, trasferendo la vellutata così preparata nei piatti di servizio. Accompagnate con crostini di pane tostato a piacere o quello che la fantasia vi suggerisce (vedi premessa).

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

29 comments

1 Mascia 10 maggio 2011 alle 07:07

Wow che meraviglia questa … mi sa che questa settimana ci provo anche io … anche se ho almeno 15 tue ricette già da provare !!!
Buona giornata
Mascia

2 Marina 10 maggio 2011 alle 07:26

Buongiorno Sara, è vero le nostre cucine adesso sono rivestite di verde, con mia grande gioia!
Il rapporto che hai tu con la maggiorana io ce l’ho con il timo: fresco lo adoro, secco mi nausea…
Ottima questa vellutata, profumata e saporita, marina

3 elena 10 maggio 2011 alle 07:31

Eh sì, un piatto leggero ogni tanto ci vuole. Io preparo un bel passato di verdura almeno una volta alla settimana e devo dire che in famiglia è sempre molto apprezzato. Questa sarà un’ottima alternativa. Ciao

4 meg 10 maggio 2011 alle 08:17

La vellutata di piselli è una vera bontà, poi insaporita da maggiorana e caprino è ancora più gustosa e delicata. Ciao!

5 aria 10 maggio 2011 alle 08:46

la vellutata di piselli mi piace tantissimo…così insaporita dev’essere una goduria…sana e gustosa!

6 amichecuoche 10 maggio 2011 alle 08:57

..considerando le temperature, ancora non proprio primaverili, devo dire che questa vellutata casca proprio a fagiolo!!:-))

7 Titti@CuisineOblige 10 maggio 2011 alle 09:00

Ma quato è bella?! Adoro la primavera che incomincia a portare un po’ di colori sulla nostra tavola: questo piatto ne è un esempio meraviglioso! Mi piace un sacco: delicata ed elegante! Bravissima! Baci, Titti

8 Onde99 10 maggio 2011 alle 09:14

La vellutata di piselli mi piace tantissimo, anche nella bella stagione, perché fredda è ottima (poi, insomma, non è che qui la sera ci sia quel caldaccio afoso che uno dice “mi spoglio”), ma con il caprino non l’avevo mai assaggiata, è un’ottima idea!

9 imma 10 maggio 2011 alle 09:28

Sara una vellutata decisamente paradisiaco con i colori della primavera nel piatto!!Baci Imma

10 Raffy 10 maggio 2011 alle 10:16

deve essere davvero squisita, la provo!!

11 mirtilla 10 maggio 2011 alle 11:09

deliziosa,e che bella cocottina

12 Your Noise 10 maggio 2011 alle 11:29

Approvo la scelta di qualcosa di light e sano! Anch’io dovrei darmi a una “pausa gastrica” dopo i dolci e le cene di questi ultimi mesi… e poi le vellutate sono meravigliose, ottime anche tiepide in questa stagione sono l’idea, con tutte queste belle verdurine. Bella l’idea del caprino, ho nel frigo solo ricotta, per questa volta mi accontento ;)
Buona giornata!

13 CorradoT 10 maggio 2011 alle 12:25

E’ proprio vero che a fare cose arzigogolate son tutti buoni, e che invece far bene le cose semplici e’ segno di grandezza :)
Bene l’uso di brodo vegetale. La maggiorana io l’aggiungerei subito prima di minipimerare, il risultato e’ ancora piu’ fresco. Ma ognuno nella sua cucina e’ re….
CIAO

14 cleare 10 maggio 2011 alle 17:06

bella, granulosina come piace a me. Nn amo molto le vellutate troppo liscie..mi sembra di nn mangiare niente!! questa la provo anche perchè anch’io sento la necessità di cosine fresche e sane e il connubio piselli+caprino già mi piace. La maggiorana poi mi piace anche fresca (ma solo quella del giardino di casa..)

15 paola 10 maggio 2011 alle 19:58

che buona idea il caprino! avevo provato a fare una ricettina simile, ma mancava qualcosa… il tocco di genio di una esperta come te!

16 Gianna 10 maggio 2011 alle 20:05

Hai ragione, ogni tanto qualcosa di leggero ci vuole! E questa vellutata verde è perfetta in questa stagione, credo la rifarò una sera di queste, grazie per l’idea. Baci

Gianna

17 Sara@fiordifrolla 10 maggio 2011 alle 20:26

@ Mascia: ahahah, beh la cosa ovviamente non può che farmi piacere! Questa io la faccio quasi una volta a settimana, quando voglio stare più leggera anche senza caprino e mi piace sempre tanto! Buona serata :)

@ Marina: in generale le erbe aromatiche secche hanno un sapore sempre un po’ troppo chimico per me, quello che mi piace meno di tutti è il coriandolo, mi da proprio la nausea. Sono molto meglio le erbe fresche, decisamente!

@ Elena: anch’io vado di zuppe e vellutate almeno una volta a settimana e poi con l’arrivo della stagione calda preparo alcune varianti da gustare fredde, trovo che siano molto pratiche e gustose da mangiare per cena :)

@ Meg: grazie :)

@ Aria: io la adoro, per me è un vero e proprio comfort food :)

18 Sara@fiordifrolla 10 maggio 2011 alle 20:30

@ Amichecuoche: e poi quando sarà un po’ più caldo è buona anche tiepida ;)

@ Titti: io adoro il cambio di stagione in cucina, perché l’arrivo di nuova frutta e verdura è sinonimo di nuove idee, nuovi sapori e piatti :) Grazie mille, baci.

@ Onde99: qui continuiamo a mangiare zuppe & co sempre volentieri, lunedì sera per dire ho fatto pasta e fagioli! Il caprino è un validissimo sostituto della panna acida, credo ti piacerebbe ;) Un abbraccio tesoro.

@ Imma: grazie Imma, un bacio!

@ Raffy: se ti va fammi sapere se ti è piaciuta!

19 Sara@fiordifrolla 10 maggio 2011 alle 20:41

@ Mirtilla: grazie, le boules tete de lion sono le mie preferite, le trovo davvero molto eleganti!

@ Your Noise: pienamente d’accordo con te! Delle vellutate non mi stanco mai, le faccio praticamente con ogni verdura e mi risolvono moltissime cene :) Buona serata Agnese, baci.

@ CorradoT: me l’aspettavo questo appunto, ma ho provato entrambe le versioni ed io preferisco questa ;) Grazie Corrado!

@ Cleare: già, anch’io preferisco quando hanno una consistenza un po’ più rustica, mi danno anche l’idea di essere più sazianti! Ti confermo che caprino e piselli è un abbinamento che secondo me merita, poi se la provi casomai mi farai sapere :)

@ Paola: spero che il caprino sia il tocco che mancava! ;) Buona serata!

@ Gianna: grazie e benvenuta :)

20 Riccardo 10 maggio 2011 alle 21:38

sara’ che ancora non ho cenato ….ma anche a me che non vado proprio matto matto per questo genere di piatti ( o meglio li mangio volentieri sotto gli 8 10 gradi cent.)mi hai davvero stuzzicato parecchio !!!!!

21 chezuppa 11 maggio 2011 alle 10:27

mmmm che delizia! adoro il caprino!

22 Cristina 12 maggio 2011 alle 20:02

Il verde della primavera nel piatto :-)
Che bontà!
Cri

23 Sara@fiordifrolla 12 maggio 2011 alle 20:33

@ Riccardo: grazie, buona serata!

@ chezuppa: :)

@ Cristina: grazie mille!

24 andrea 12 maggio 2011 alle 23:12

Delizioso, io adoro le vellutate ,e questa sembra strepitosa =)

25 lucrezia 15 maggio 2011 alle 11:59

ciao!!
sono capitata qui per caso, ma questa ricetta mi ha colpito subito!!
quest inverno a parigi, in un ristorante famoso, ho mangiato una vellutata fredda di avocado e caprino, una cosa deliziosa.
ho provato a casa poi, a frullare un avocado.. non ti dico che schifo! chissà come hanno fatto!?
bhe cmq intanto proverò la tua ai piselli :-)

e poi ti andrebbe di vincere una fantastica t-shirt “fake chanel” ??

passa da me!!! e partecipa al mio GIVEAWAY!

http://theshabbylabels.blogspot.com/2011/05/my-first-giveaway.html

26 Sara@fiordifrolla 15 maggio 2011 alle 19:20

@ andrea: grazie :)

@ lucrezia: di avocado non l’ho mai fatta, ma sai che mi hai mosso una certa curiosità? :) Grazie per l’invito, vengo a leggere :)

27 antonella 30 maggio 2011 alle 09:08

Cara Sara, ho sperimentato la tua ricetta utilizzando dell’ottima crescenza di capra al posto del ‘caprino’ (l’unico a disposizione era di latto vaccino!). Il risultato è stato eccellente, anche se mi è scivolata la mano del sale ;-)
Grazie di cuore,
Antonella aka Carlottella

28 Sara@fiordifrolla 30 maggio 2011 alle 22:41

@ Antonella: carissima, non sai che piacere mi ha fatto sapere che tu abbia apprezzato questa vellutata! Come ti ho scritto via twitter, approvo la tua modifica, anzi non vedo l’ora di testarla io stessa alla prossima occasione :) Grazie a te, è una bella soddisfazione per me questa. Un caro saluto.

29 Penne al pesto di pistacchi di Bronte e maggiorana — Fior di frolla 27 marzo 2012 alle 04:02

[...] un’erba aromatica che come sapete amo molto in cucina (non so se vi ricordate di questa vellutata o di questi sfiziosi involtini ad esempio) per quel suo retrogusto fresco e al tempo stesso [...]

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.