mercoledì 17 agosto 2011

Zuppa fredda al pomodoro e finocchio con crostini al caprino e semi vari

Zuppa fredda al pomodoro con crostini al caprino e semi di finocchio

Abituata alle fresche temperature delle quali si poteva godere in montagna (eh sì, alla fine sono scappata nuovamente in Alto Adige anche lo scorso fine settimana ;), il caldo che ho ritrovato a Bologna mi ha a dir poco levato ogni forza. Lo sbalzo tra la fresca e pura aria dolomitica e la proverbiale afa padana non è decisamente cosa da poco e, purtroppo, a nulla vale per me barricarsi in casa con l’aria condizionata. Non so voi, ma dopo un po’ mi manca quasi il respiro e mi sento perfino reclusa, prigioniera tra le stesse mura domestiche.

In questi momenti si rende fondamentale cucinare qualcosa che non richieda l’utilizzo di forni e fornelli(eccezione fatta per la tostatura del pane per i crostini che accompagnano questa ricetta), partendo da materie prime di ottima qualità, preferibilmente come nel mio caso, ortaggi ed erbe aromatiche appena colti. Ecco che questa zuppa di pomodori e finocchio (che strizza l’occhio a qualcosa di simile che ho scovato sull’ultimo numero di Saveurs), da servire rigorosamente fredda, diventa il pasto ideale, perché fresca, leggera e veloce da preparare, aspetto che non ci farà sprecare preziose energie.

Si tratta di una zuppa che deve essere condita a piacimento, trovando il giusto equilibrio tra sale, pepe, olio, aceto e basilico, che andranno dosati a seconda del proprio gusto personale. Consiglio di accompagnarla con delle fette di pane tostato sul quale avrete spalmato dell’ottimo caprino fresco, spolverizzandolo con dei semi (anch’essi tostati) come cumino, sesamo, finocchio (la mia scelta preferita), nigella, ecc. Ecco come prepararla:

Zuppa fredda al pomodoro e finocchio con crostini al caprino e semivari

Ingredienti per 3-4 persone:
6-8 pomodori San Marzano maturi (a seconda delle dimensioni)
1 finocchio
2 dl di passata di pomodoro home made
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
peperoncino macinato q.b.
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
basilico fresco (a volontà)
1/4 di spicchio d’aglio
sale, pepe

per i crostini:
pane a fette, tostato
caprino fresco
basilico fresco
semi vari a piacere (di finocchio, sesamo, nigella, di papavero, cumino ecc.)

Lavate accuratamente i pomodori, il finocchio e il basilico, quindi asciugateli. Tagliate i San Marzano a pezzetti e trasferiteli nel vaso del frullatore. Pulite il finocchio, eliminando la foglia esterna, notoriamente coriacea, e riducete anch’esso a pezzetti. Aggiungetelo ai pomodori insieme all’aglio e alla passata di pomodoro. Mettete in funzione l’apparecchio e, mentre è acceso, aggiungete a filo l’olio extravergine di oliva. Unite poi il basilico e frullate di nuovo. Regolate di sale, pepe e, se la preparazione risultasse un po’ troppo densa, diluitela con poca acqua fredda (oppure con qualche cubetto di ghiaccio, che riporterà la zuppa alla giusta temperatura). Trasferite il tutto in una zuppiera, coprite, efate raffreddare in frigorifero mentre preparate i crostini.

Fate tostare le fette di pane in forno fino a quando saranno belle dorate. Fatele intiepidire e spalmatelecon il caprino fresco, aggiungendo a piacere basilico fresco (o altre erbe aromatiche) e spolverizzatecon la tipologia di semi prescelta. Servite la zuppa ben fredda nei piatti da portata (non prima però di averla riassaggiata per calibrare i sapori e correggerli con altro sale, pepe o basilico) accompagnandolacon i crostini.

Nota:

- è possibile sostituire il finocchio con metà cetriolo, che andrà preventivamente tagliato a metà, privato dei semi e disposto su di uno scolapasta con del sale grosso in modo da fargli perdere un po’ del suo caratteristico gusto amaro.

Articoli correlati:

Stampa questo post Stampa questo post
Condividi su:

21 comments

1 arabafelice 17 agosto 2011 alle 05:55

Per un’amante delle zuppe fredde com me questa capita proprio a fagiolo, una variazione interessante del più classico gazpacho, più o meno…
Grazie!

2 Mascia 17 agosto 2011 alle 06:37

Ricetta splendida come sempre !!!!
e come sempre me la metto nel quaderno delle ricette “to do” !
Buona giornata

3 Francesca 17 agosto 2011 alle 07:41

Eh sì, l’afa si sta facendo sentire di nuovo… Per fortuna esistono piatti come questo, fresco e ricco di cose buone, ideale per affrontare queste giornate! La provo questa zuppa, a presto :)

4 imma 17 agosto 2011 alle 08:03

Delicata e vellutata la tua zuppa davvero un tocco soave!!bacioni,imma

5 ileana ribes e cannella 17 agosto 2011 alle 08:11

io adoro le zuppe, questa dev’essere buonissima e col caldo di questi giorni credo proprio che la proverò!! buona giornata, a presto :)

6 Rossana 17 agosto 2011 alle 08:48

Il finocchio dona aromaticità, freschezza e dolcezza, irresistibili i crostini ;P
Grazie per la ricetta anti-afa!
Buona giornata ;)))

7 fragoliva 17 agosto 2011 alle 08:50

davvero irresistibile questa zuppa fredda
A.

8 Stella78 17 agosto 2011 alle 10:14

Mi hai dato una splendida idea per la cena di questa sera, grazie!

9 Giulia 17 agosto 2011 alle 10:14

Caspita, deve essere deliziosa!! Con il caldo di questi giorni (almeno da me) e’ proprio l’ideale||

10 speedy70 17 agosto 2011 alle 10:21

Deliziosa e perfetta per la stagione, bravissima!!!!

11 Arianna 17 agosto 2011 alle 13:57

Un’ottima ricetta per questo caldo!

12 Anna 17 agosto 2011 alle 14:09

Fantastica ricetta, non richiedendo cottura deve essere anche molto ricca di vitamine e sali minerali! Un vero toccasana insomma, grazie Sara!

13 Sara@fiordifrolla 17 agosto 2011 alle 17:09

@ arabafelice: sì esatto, si tratta proprio di una variazione sul tema gazpacho, altro tipo di zuppa fredda che personalmente adoro :) Grazie a te!

@ Mascia: grazie mille, è un piacere sapere che ne farai buon uso ;) Buona serata :)

@ Francesca: benvenuta, se ti va fammi sapere cosa ne pensi, sono curiosa ;)

@ Imma: delicatissima, te lo confermo, quasi quasi la preparo di nuovo anche stasera ;) Baci cara

@ Ileana Ribes e Cannella: mi fa piacere, spero gradirai :) Buona serata!

14 Sara@fiordifrolla 17 agosto 2011 alle 17:12

@ Rossana: brava, è proprio a quello che serve, rende meno monotono il sapore della zuppa stessa ;) Grazie a te come sempre per tutto ;)
Un abbraccio

@ Fragoliva: grazie, qui a casa devo dire che la sto riproponendo spessissimo :) A presto!

@ Stella78: grande, mi fa tanto piacere! :D

@ Giulia: anche qui fa davvero troppo caldo e in queste giornate accendere anche solo il fornello diventa quasi proibitivo :)

15 Sara@fiordifrolla 17 agosto 2011 alle 17:13

@ Speedy70: grazie!

@ Arianna: concordo ;)

@ Anna: e infatti lo è! Grazie a te, a presto :)

16 Claudia Annie 17 agosto 2011 alle 21:11

complimenti, una superquisitezza delicata e golosa! un bacione :)

17 Le Rocher 18 agosto 2011 alle 09:18

Favolosa questa zuppa fredda!

18 Carla 18 agosto 2011 alle 10:39

Ho talmente tanti pomodori che ogni suggerimento è benvenuto!!!! Questa ricetta è perfetta.. gustosissima e fresca. Vado alla caccia dei “semi vari” e sono pronta!

19 fra 19 agosto 2011 alle 09:40

Come ti capisco io non vedo l’ora di fuggire da bologna ma devo aspettare fine settembre :( vabbè vorrà dire che mi consolerò provando questa intrigante zuppetta! Un bacione
fra

20 Alessia 20 agosto 2011 alle 19:08

ideale in queste giornate assurdamente calde.

21 Sara@fiordifrolla 21 agosto 2011 alle 11:07

@ Claudia Annie: grazie :)

@ Le Rocher: ti ringrazio!

@ Carla: stesso problema anch’io, tanti pomodori da smaltire provenienti dall’orto e questa zuppa è un validissimo sistema ;)

@ Fra: porta pazienza, vedrai che il momento delle ferie arriverà anche per te e poi non so come la pensi tu, ma Bologna d’agosto semideserta ha un certo fascino ;) Un bacione

@ Alessia: tipo oggi ;)

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.