Preparato homemade per cioccolata in tazza

Alzi la mano chi in questi giorni dalle temperature a dir poco polari non si è preparato (o non ha desiderato) una favolosa, densa, lussuriosa cioccolata in tazza. Io ovviamente le alzo entrambe, perché dopo ore e ore trascorse a spalare la neve al gelo, ne ho abusato, visto che l’unica cosa in grado di donarmi energie, calore (e piacere) è stata proprio questa cremosa bevanda scura.

Dimenticate i preparati industriali e pensate che potete realizzare la vostra miscela direttamente con le vostre mani, sapendo soprattutto quello che c’è dentro. Per non parlare della soddisfazione che avrete nell’aprire la vostra dispensa e trovare un bel barattolo (preferibilmene di vetro, che trasferisce meno odori rispetto alla plastica, magari decorato da un’etichetta un po’ girly come la mia ;) che nel giro di pochissimi minuti può diventare una grande fonte di gioia per tutta la famiglia.

La preparazione è davvero semplice, anche scema se volete, basta infatti tritare il cioccolato finemente ed aggiungervi gli altri ingredienti. Naturalmente più alta sarà la qualità degli stessi (mi riferisco soprattutto al cioccolato e al cacao amaro), migliore sarà la resa. In questo caso l’aggiunta di spezie sarebbe del tutto superflua, ma se proprio non potete farne a meno potete arricchire la vostra miscela con ciò che più vi aggrada: cannella, vaniglia, fava tonka, polvere di arancia, cardamomo, insomma a voi la scelta! La ricetta originale proviene da qui, che poi è stata adattata sulla base di questa di Paoletta.

Preparato homemade per cioccolata in tazza

Preparato homemade per cioccolata in tazza

Ingredienti per circa 12 tazze:
180 g di cioccolato fondente al 65%
85 g di cacao amaro
30 g di zucchero di canna
100 g di zucchero a velo
30 g di fecola di patate

Tritate finemente il cioccolato fondente (potete farlo anche utilizzando il mixer, l’importante è procedere ad impulsi e controllare spesso che il cioccolato non si surriscaldi). Sempre nel tritatutto unite il resto degli ingredienti e azionate l’apparecchio fino ad ottenere un composto omogeneo e ben polverizzato. Il vostro preparato a questo punto è pronto è può essere aromatizzato a piacere (vedi premessa) sia utilizzando le spezie intere, che metterete all’interno del barattolo (vedi stecca di vaniglia, cannella, anice stellato, ecc.) o in polvere. Conservate all’interno di un contenitore ermetico.

Per preparare la vostra cioccolata calda sappiate che per 1 tazza serviranno:

3 cucchiai di preparato per cioccolata in tazza
150 ml di latte fresco

Versate il preparato per cioccolata in tazza all’interno di una piccola casseruola insieme al latte freddo che verserete poco alla volta, mescolate con un cucchiaio evitando di fare grumi. Ponete sul fuoco e rimestate continuamente fino ad ottenere una crema densa e vellutata. Servite subito con panna fresca e pasticceria secca.



Potrebbero interessarti anche...


65 commenti su “Preparato homemade per cioccolata in tazza”

  1. Oggi qui a Verona nevica un sacco!!!!ma un saltino al negozio lo faccio volentieri….e questa sera cioccolatona in tazza!!;) (ps- ieri pomeriggio ho preparato un cake semi-integrale con mirtilli e vaniglia…….so già quale sarà il degno accompagnatore della mia bella cioccolata;) un bacio Sara!!

    Rispondi
  2. La cosa più bella di tutto il post è il vassoio di legno, la persona che te l’ha regalato dev’essere molto raffinata e dotata di grande buongusto, non trovi? Eddài che scherzo! Lo sai, sono una fedelissima dei preparati (ho buste tuttiigustipiùuno, ultimamente ne ho trovata una, che avevo dimenticato in fondo alla dispensa, alla banana, a me le banane nemmeno piacciono, perché ho comprato del preparato per cioccolata calda alla banana?), ma fatta in casa ha più fascino e poi, hai ragione tu, il barattolino con l’etichetta girlish è molto più shabby delle buste sparse!

    Rispondi
  3. Sara sei grande! Proprio l’altro giorno la mia bimba chiedeva ‘Ci facciamo una bella cioccolata calda?’ Ora con la tua ricettina potremo farla!
    Se ti va fra qualche giorno farò un giveaway ‘modaiolo’ su Le chicche di Paola, sarai la benvenuta se vorrai partecipare!
    Un abbraccio

    Rispondi
  4. come viene bella cremosa! a me l’hanno regalata l’anno scorso, fatta in casa come la tua, ma io non bevo mai la cioccolata, preferisco imbottirmi di tisane.
    il vasetto è davvero delizioso, in particolare il nastrino e comunque serena ha ragione: gran bel vassoio! ;)

    Rispondi
  5. ho visto parecchie ricette di preparati per cioccolata, ma non mi sono ancora decisa a preparare il mio e quindi rimango senza cioccolata. sono proprio una pigrona :)

    Rispondi
  6. Ero davvero stanca del Ciobar, che ha il pregio di essere veloce ma lascia in bocca un sapore troppo dolce.

    Questa è davvero la ricetta su misura per me: utilizzerò il cioccolato che mi piace ed avrò sempre la scorta pronta.

    Se poi (improbabile!) ne avanzerà un po’ prima dell’estate, la tufferò nel primo impasto da ciambellone…

    Rispondi
  7. La mia dose empirica a cucchiai iniziava a scarseggiare…prevedeva di aggiungere il ciocc.fonf. fuori dal fuoco.
    Io ci aggiungo un bel baccello di vaniglia Tahiti ;D

    Questa domanda te l’aspetti:
    e i fiordifrollini?
    Le comparse dei tuoi sfondi sono superlative quanto i protagonisti delle ricette!

    Il mio problema è che faccio fatica a farmi bastare solo una tazzina…

    GRAZIE PER LA COCCOLA!

    Rispondi
  8. Io ho trovato un ottimo consiglio qui: http://www.dissapore.com/cucina/la-ricetta-perfetta-cioccolata-calda-in-tazza/
    Utilizzo il minipimer e la cioccolata diventa davvero più morbida e segosa, avvolgente!
    L’ultima volta poi ho provato a fare un bicerìn torinese: caffè sul fondo, poi cioccolata e sopra panna montata appena appena, deve essere ancora quasi liquida, infine spolverata di cioccolato e via! Ottima! Aspetto la neve di venerdì per bissare!
    Ciao ciao

    Rispondi
  9. Uh, anche per me è tempo di cioccolata in tazza… anche se di solito lo improvviso al momento e mi limito a usare il cacao. Dovrei provare… Tanto più che qua è bora-time, ormai tira da una settimana e mezza :-S come puoi vedere anche dal mio blog…

    Rispondi
  10. Al posto della cioccolata fondente posso usare del cacao amaro in polvere????? me ne hanno regalato quantità enorme e non so come utilizzarlo

    Rispondi
  11. @ Caterina: e poi regala davvero tanta soddisfazione poter fare una cioccolata in tazza utilizzando il preparato realizzato con le proprie mani ;)

    @ Mary: oggi è nevicato anche qui a Bologna, per fortuna poco e così non è stata compromessa la circolazione :) Infatti questo preparato è anche molto comodo per realizzare una salsa al cioccolato espressa da usare come accompagnamento per i dolci :) Un bacio cara!

    @ Mascia: originariamente era un barattolo che conteneva miele, io l’ho decorato con quel nastrino azzurro e non ho fatto altro che metterci un’etichetta che si intonasse ;)

    @ Irma: già, infatti ho pensato che per queste temperature polari sarebbe stata proprio l’ideale :)

    @ Elena: grazie!

    @ Valentina: prova prova e poi dimmi! ;)

    Rispondi
  12. @ Ileana Rec: penso che mai come in questo caso tu debba cogliere l’attimo! ;)

    @ LadyB: mi sa che il prossimo Natale la regalo anch’io ;)

    @ Serena: ahahah! Concordo. Sia sulla bellezza del vassoio che sulla descrizione della persona che me l’ha regalato! ;) Sono certa che questa a M. piacerebbe assai (con panna ovviamente) :D

    @ Valentina: la faccio volentieri anch’io ;)

    @ Paola: sono contenta di aver pubblicato questa ricetta al momento giusto, spero che la tua bimba sarà contenta! E poi puoi dargliela tranquillamente da mangiare che sai esattamente cosa contiene :)

    @ lise.charmel: io non la bevevo prima di usare il preparato, ci credi? Ora devo cercare di nascondermi il barattolo ;)

    Rispondi
  13. @ Monica: credo che con questo freddo sia arrivato il momento giusto! ;)

    @ Anna: dai che è una ricetta velocissima a prova di pigrizia!

    @ Sere: non ti sfugge niente, eh?! Sì infatti li ho preparati e presto ne pubblicherò la ricetta ;)

    @ Dario: sono certa che una bella tazza di cioccolata calda ti potrà dare un piccolo momento di conforto :) Un abbraccio.

    @ Raffy: infatti è proprio tutta un’altra cosa!

    @ L’albero della carambola: bello chic, ma calda, sono contenta che l’atmosfera della foto trasmetta queste sensazioni :)

    Rispondi
  14. @ manuela e silvia: già, proprio così!

    @ Virò: come te, nemmeno io amo il sapore troppo dolce di quel preparato, credo che utilizzando il cioccolato che più ti piace riuscirai a trovare la miscela che fa al caso tuo. Se dovesse avanzare puoi anche utilizzare la cioccolata come salsa estemporanea da utilizzare per accompagnare torte e dolci secchi :)

    @ Marina: grazie a te!

    @ Julie: grazie, poi fammi sapere se ti è piaciuto!

    @ Rossana: io con questo sistema (preparato + latte a freddo, poi riscaldo) ottengo sempre una cioccolata bella densa e setosa :) Figurati se da te non mi aspettavo questa domanda! I fiordifrollini (lol!) saranno oggetto di uno dei prossimi post ;) Grazie a te stella, un bacio.

    @ Giulia: grazie per aver condiviso questo link, prossima volta lo faccio anch’io il bicerin!

    Rispondi
  15. @ breakfast at lizzy’s: esatto l’idea è proprio quella di avere un barattolino in dispensa comodo e da utilizzare ogni volta che lo si vuole :)

    @ Dulcistella: mamma mia oltre al freddo polare, la bora. Non ti invidio! Provala anche con questa parte di cioccolato fondente, secondo me il risultato è notevolmente più appagante ;)

    @ Chiara Conticini: grazie :)

    @ Moscerino: viene davvero bella densa e cremosa, poi mi dirai!

    @ Ilgamberorusso: il preparato è comodissimo, permette di ottenere un cioccolato in tazza in pochi minuti ogni volta che lo si vuole :)

    @ Maria: ciao Maria, ti ho risposto anche su twitter, ma lo scrivo anche qui perché magari potrebbe essere d’aiuto a qualcuno. La ricetta prevede sia cioccolato fondente che cacao amaro in polvere, io non ometterei il primo perché secondo me la cioccolata in tazza ne perderebbe in gusto e consistenza :)

    Rispondi
  16. ho sempre avuto un certo timore nel fare il preparato per cioccolata perchè una volta mi han detto che la fecola va trattata in un certo modo altrimenti crea problemi..però se lo fai così tu io mi fido e procedo!! Ne preparo un bel barattolo per il mio boy. Carinissima anche l’etichetta!

    Rispondi
  17. @ Ilaria: grazie!

    @ Cleareilpomodororosso: onestamente io problemi in questo caso non ne ho riscontrati, la cioccolata viene bella densa e vellutata :)

    @ irene: verissimo, è tutta un’altra cosa!

    Rispondi
  18. Io e i miei piccolini abbiamo provato sabato pomeriggio questa cioccolata ed è spettacolare, comodissima da usare, cremosa al punto giusto e buona a non finire. Il giorno dopo avevamo invitato un’amichetta e loro hanno voluto farla assaggiare anche a lei. Che dirti: Sara sei la mia disperazione, tento sempre di mettermi a dieta ma poi leggo le tue ricette e la tentazione di provarle è troppo forte.

    Rispondi
  19. @ Anna: ahahah sei la mia disperazione è bellissimo, mi fa troppo sorridere in questa accezione! Trovo che siamo molto comodo questo preparato, domenica pomeriggio anch’io ho avuto amici a casa per una merenda e non ti dico come hanno accolto le tazze di cioccolato caldo e fumante che portavo in tavola!

    Rispondi
  20. Infatti. Quando, dopo aver frullato il cioccolato, ho aggiunto gli altri ingredienti e ho visto il risultato, mi sono detta: non ci posso credere!!!! così semplice. E dopo averlo provato nel pomeriggio, ho realizzato che, oltre ad essere veloce e facile da fare, è anche squisito da mangiare! questo week end cioccolata con gelato!!!!

    Rispondi
  21. Ottima idea che ruberò per fare dei regali di Natale!!
    Siccome la fecola non la uso mai e sarebbe un peccato comprarla per poi usarne pochi grammi, pensavo che in casa ho della farina di riso…secondo te potrebbe andar bene lo stesso? grazie!

    Rispondi
  22. @ Roberta: l’alternativa è usare una farina, la fecola è molto più fine e dà un risultato vellutato. Non ho mai provato con la farina di riso ma ad occhio e croce mi sembra una buona idea, anche perché ha un sapore abbastanza neutro :) Fammi sapere che sono curiosa!

    Rispondi
  23. Ciao Sara ho adocchiato questa ricetta qualche tempo fa e ho deciso di usarla per i regalini di Natale.. se posso vorrei fare una domanda: posso sostituire lo zucchero bianco con lo zucchero di canna? vorrei usare solo quest’ultimo ma non so se devo modificare le dosi! grazie ^^

    Rispondi

Lascia un commento