Torta al cioccolato e lamponi

Capita a volte di voler realizzare un dolce di quelli eleganti, coperti da favolose glasse o coperture, ma di non avere il tempo (o la voglia) di realizzarle. A me succede spesso devo dire, soprattutto nei momenti nei quali è la mia proverbiale pigrizia a farla da padrona. Ecco che allora è necessario avere una ricetta “furba”, di quelle non troppo elaborate, ma che facciano figura e che, magari, si glassino pure da sole come per magia.

Come dite, pretendo troppo? Forse avete ragione, ma credo di aver trovato un primo rimedio a questo problema con questa torta al cioccolato fondente e lamponi, nel quale la copertura viene preparata per prima e versata all’interno della tortiera, seguita dall’impasto della torta stessa. A fine cottura basterà rigirare il tutto per ottenere una torta lucida e glassata (non in maniera del tutto perfetta, questo va detto, ma basterà spatolarla per renderla maggiormente uniforme). Per ottenere un risultato più fine consiglio caldamente l’utilizzo di una marmellata senza semi, scelta che renderà meno grossolana la superficie del dolce.

Il dolce morbido al cioccolato fondente e lamponi è una torta, la cui ricetta originale porta la firma di Bill Granger, che sembra quasi un budino per quanto è umida, morbida e fondente, e che ho apprezzato molto per il suo non essere troppo dolce e pesante (senz’altro grazie anche al fatto che nell’impasto c’è solo cacao in polvere e non cioccolato), come risultano invece alcuni dolci ad essa simili, a tal punto che si riesce a fare tranquillamente il bis.

Il tutto è interamente basato sull’abbinamento lamponi e cioccolato (uno dei miei preferiti da sempre) che ritroviamo, sia nell’impasto che nella copertura, non solo sotto forma di lamponi freschi, ma anche di confettura che li rende maggiormente profumati e deliziosi.

Torta al cioccolato e lamponi

Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

  • 125 g di farina 00
  • 115 g di burro morbido
  • 125 ml di acqua bollente
  • 90 g di confettura di lamponi
  • 60 ml di latte intero
  • 65 g di zucchero semolato
  • 2 uova medie
  • 30 g di cacao amaro in polvere
  • 1 stecca di vaniglia
  • 1 cucchiaino e 1/2 di lievito in polvere per dolci
  • sale
  • 80 g di lamponi (freschi o surgelati)

per la glassa:

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di confettura di lamponi (senza semi possibilmente)
  • 125 ml di panna fresca

inoltre:

  • 80 g di lamponi per decorare
  • panna montata non zuccherata per servire

Per preparare la torta al cioccolato fondente e lamponi imburrate una teglia a cerchio apribile del diametro di 22 cm e posizionatevi all’interno un foglio di carta da forno, premendo bene in modo da farlo aderire evitando pieghe sia alla base che nei bordi. Preparate la copertura: tritate grossolanamente il cioccolato e trasferitelo in una casseruola insieme alla confettura di lamponi e alla panna. Mescolate con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio, quindi versate il tutto sul fondo della tortiera.

In un contenitore setacciate il cacao in polvere e stemperatelo con l’acqua bollente, mescolando continuamente con una frusta fino ad amalgamare, quindi unite il latte, i semi di vaniglia (ottenuti incidendo la stecca longitudinalmente con la punta di un coltello e prelevandone il contenuto con un cucchiaio) e la confettura di lamponi, mescolando con una spatola o un cucchiaio fino ad amalgamare.

In una seconda ciotola, utilizzando le fruste elettriche, lavorate a crema il burro morbido insieme allo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e leggero, quindi incorporate le uova, una alla volta emescolando bene dopo ogni aggiunta. In un terzo contenitore setacciate adesso la farina insieme allievito e al pizzico di sale. Incorporate alla ciotola con il burro le polveri e il composto al cacao a cucchiaiate in maniera alternata.

Versate l’impasto così preparato all’interno detta tortiera (sopra alla copertura), livellate bene, quindi aggiungete uno alla volta i lamponi, distribuendoli in maniera uniforme nel composto. Fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 30-35 minuti o comunque fino a quando il dolce si sarà rassodato. Lasciatelo raffreddare nello stampo per circa 15 minuti, quindi sformatelo capovolgendolo su di un piatto. Eliminate la carta da forno, a questo punto la glassa dovrebbe trovarsi sulla superficie della torta, se necessario prelevate quella rimasta attaccata alla carta da forno e spatolatela per darle un aspetto più uniforme lungo la superficie e i bordi. Servite la torta al cioccolato fondente e lamponi tiepido o freddo, accompagnando con lamponi freschi e panna montata non zuccherata a piacere.

Se infine, come me, siete cultori del binomio lamponi-cioccolato ecco qualche altra idea (cliccate su ciascuna foto per visualizzare la relativa ricetta):

Fondant au chocolat e lamponi Crostata alla crema di cioccolato e lamponi Dolce al cioccolato bianco e lamponi



Potrebbero interessarti anche...


59 commenti su “Torta al cioccolato e lamponi”

  1. Quando non ho tempo mi dedico volentieri anche io a questi dolci magari poco appariscenti ma dall’ottimo sapore, infondo è questo l’importante! E poi come sempre Sara la presentazione del piatto è bellissima!

    Un bacio e buon weekend!!! Elly

    Rispondi
  2. Trattasi di figata estrema … Io non ho mai pazienza di aspettare che la torta si freddi x glassarla…e se mi dici che non e’ pesante,che era il mio timore, la mettobtra le cose da provare subito. Ho sembra snobbato granger non so perché;)

    Rispondi
  3. Bill Granger è sempre una garanzia. Ho preso uno dei libri che mi avevi consigliato e presto voglio ampliare la mia libreria acquistandone altri…
    Questo dolce è proprio di quelli che mi piacciono, belli umidi e sodi…

    Rispondi
  4. Buongiorno Sara!
    Tutto bene?
    Wow, semplicemente meravigliosa! Una torta fantastica nell’aspetto, nella consistenza e nell’accostamento di sapori… L’adoro già!
    Buon fine settimana cara.
    Un bacio!

    Rispondi
  5. MMMMMMMMMMMMMMMMHHHHHHHHH!!!!!!!!BBuona!Anche se in questo periodo cerco di trattenermi in previsione di abbuffate le tue ricettine mi riempiono il cuore!Sempre bravissima!

    Rispondi
  6. belloooooooooo la torta che si autoglassa mi mancava!!! ma è un’idea geniale, da brevettare ;) e oltre che bella deve anche essere buonissima…stampo subito

    Rispondi
  7. Anche per me il duo cioccolato e lamponi è uno dei migliori! E la semplicità della glassa rovesciata è da provare! Ma se, da vera golosastra, volessi sostituire il cacao col cioccolato fondente?? Ciao!

    Rispondi
  8. L’avevo già vista su Flickr e adesso che leggo la ricetta mi attira ancora di più, a parte che adoro il cioccolato con i lamponi ma sembra avere una consistenza particolarissima.. è da provare ;)

    Rispondi
  9. Mamma mia questo dolce Sara, io adoro i lamponi, il cioccolato e anche Bill Granger motivo per cui, questa torta appena trovo i lamponi la proverò di sicuro, mi ha ipnotizzato la tua splendida foto :**

    Rispondi
  10. @ Elly: senz’altro il gusto è importante, ma ti posso garantire che se presentato con qualche lampone fresco e un ciuffo di panna montata questo dolce fa la sua figura :) Buon week end anche a te.

    @ Genny: a chi lo dici… che sia perché siamo mosse dall’ingordigia che non ci fa aspettare che il dolce si raffreddi? :D Ti confermo che non è pesante, per fare un confronto posso dirti che è molto ma molto più leggero del fondant ad esempio (dolce che per me è da urlo, ma non da mangiare in tutte le occasioni). Senz’altro sostituire il cioccolato con il cacao in polvere alleggerisce di molto, provai la stessa cosa con i miei brownies alla ciliegia e notai la differenza :) Ma dai povero Bill, davvero? :D

    @ Luciana: sì esatto, prima la glassa, poi il dolce e si cuoce tutto insieme, si aspettano 15 minuti, si gira il tutto e la torta è quasi pronta, come ho scritto nel post la glassa sarà un po’ da sistemare :)

    @ Simo: ecco sono proprio contenta che il libro che hai acquistato ti sia piaciuto, posso chiederti quale era? Io ormai ne ho 4 e mi sono piaciuti tutti direi, qualcuno più di altri, ma in generale lo stile mi garba :)

    @ Sandra: sai cara, questa cosa me la disse qualche anno fa anche il mio fidanzato… ora invece non ne può fare più a meno dei miei dolci! :D
    Un abbraccio e buon fine settimana :*

    Rispondi
  11. @ Carolina: Buongiorno Caro! Tutto bene grazie, spero anche per te :) Sono felice che ti piaccia, un bacione e buon fine settimana cara :)

    @ kristel: mi sa che siamo in due allora! ;)

    @ lasorelladellapulce: grazie, fai bene a ridurre un po’ le calorie in questo periodo, vorrà dire che penserò anche a qualche ricetta detox, ma dopo le feste mi sa ;)

    @ Juls: concordo, è anche una questione di sensi di colpa! :D Mi fa troppo ridere “autonoma”, sei una forza Giulia! :D Un abbraccio, divertitevi domani.

    @ manu e silvia: grazie :)

    Rispondi
  12. @ lise.charmel: le ricette furbe piacciono tanto anche a me ed è altrettanto furbo conoscerne qualcuna da sfoderare come asso nella manica per i momenti in cui non si ha tempo di andare tanto per il sottile ;)

    @ Imma: verissimo Imma, una fettina ti rimette in pace con il mondo senza farti sentire troppo in colpa :) Buon week end!

    @ Elenuccia: idea non mia eh, magari mi fossi inventata una roba simile! Il merito è tutto di Bill ;)

    @ Lucia: allora ti consiglio il fondant ai lamponi che è buono così senza essere glassato ;)

    @ Tuki: è vero, la consistenza è molto particolare, sembra quasi un budino per tanto che è umida. Questa è la cosa che mi ha maggiormente colpita di questo dolce devo dire :) Buon fine settimana Jessica :)

    Rispondi
  13. @ Ady: anche tu fan di Bill quindi! Grande Ady! Grazie mille, passa un buon week end :**

    @ Elga: fammi sapere com’è andata!

    @ Cleare: al supermercato, confesso che ho cercato di scegliere quelli più belli :D

    Rispondi
  14. Hi Sara, That looks delicious!!
    Sara, My wife and I will be driving through Bologna on or around the 30th of Jan. I would love to meet you and perhaps treat you to lunch or something of your liking, if you are available. If not, do you have any favorite places, I may visit?
    Please write me at my e-mail : chefchuck1@yahoo.com
    Thank you :)

    Rispondi
  15. Mmmmh. Momento di estasi.
    Per i lamponi col cioccolato, binomio di cui potrei vivere.
    Per la torta che si autoglassa, ottima soluzione per una (fondamentalmente) pigra come me.
    Per la consistenza. Queste sono le “chocolate cake” che più adoro. Scioglievoli, fondenti, avvolgenti.
    Ripeto, momento d’estasi.
    Bravissima come sempre, grazie per la ricetta (che rifarò prestissimo, non potrei fare
    altrimenti!)
    Un bacione,
    A.

    Rispondi
  16. Certo che in prossimità del Natale esprimi davvero il meglio di te!

    Bravissima: questa torta è il trionfo della golosità e del buon umore!

    Rispondi
  17. Adoro l’abbinamento frutti di bosco e cioccolato, soprattutto se si parla di lamponi.
    Ottima ricetta, assolutamente da provare!

    Rispondi
  18. @ Laura: grazie!

    @ Edda: grazie a te, è davvero molto morbida e umida, quasi “budinosa” :)

    @ Chef Chuck: I’ll write you an email soon ;)

    @ Elel: bene, spero ti piacerà :)

    @ Your Noise: ti capisco perché lamponi e cioccolato è uno degli abbinamenti che preferisco tra tutti. Lo trovo molto equilibrato e lussurioso :) Grazie mille Agnese un bacione :)

    Rispondi
  19. @ Virò: dici? :D Sarà l’atmosfera!

    @ Symposion: grazie a te e… evviva le ricette furbe!

    @ Milen@: grazie cara :)

    @ Acquolina – Francesca: anch’io sai? ;) Sono troppo golosa!

    @ Mamma in pentola: benvenuta e grazie a te :)

    @ Ramona: piacere di conoscerti e grazie mille :)

    @ La Cri: :D

    Rispondi
  20. Ciao Sara! é stupenda e la settimana prossima mi cimento nella crezione. Una domanda: se i lamponi sono surgelati, li faccio scongelare o li metto cosí come sono? grazie mille e ancora complimenti!

    Rispondi
  21. @ Toni: li puoi utilizzare tranquillamente senza scongelarli, io lo faccio sempre perché quando posso utilizzo solo quelli che raccolgo io con le mie manine e che congelo in quantità industriali per tutto l’inverno ;)

    Rispondi
  22. E siccome sono bionda e vado leeeeeenta, una domanda alla volta..scusa!!! poi giuro che non rompo piú :) la faccio domani per una cena giovedí sera. Meglio che la lasci in frigo vero? vivo al caldo! grazie ancora, bacio

    Rispondi
  23. Ciao Sara, ieri ho preparato questo dolce e sono rimasta davvero soddisfatta…la sua consistenza è eccellente! Grazie per avermi fatto conoscere Bill Granger, da oggi sono una sua fan ;)

    Rispondi
  24. Sara un’altra cosa…ho un po’ di difficoltà a trovare la confettura di lamponi quì dalle mie parti e ho pensato di farla io…hai una ricetta per confetture collaudata? Ormai di te mi fido ciecamente! ;) E se invece volessi sostituirla con un altro gusto tu cosa metteresti? Amarene? Ciliegie? Frutti di bosco? Illuminami please! Un abbraccio e grazie!

    Rispondi

Lascia un commento