Torta al mandarino

Dovete sapere che ricevo forniture continue di agrumi dalla Sicilia, grazie ai miei suoceri, che in maniera molto premurosa, li raccolgono dai loro alberi e ce li spediscono insieme ad altre prelibatezze. Di norma sono limoni e arance che così buoni e succosi non ne ho mai mangiati, poi sono veramente biologici e quindi utilizzo le loro scorze con grande sicurezza per profumare i miei piatti.

In cucina per esempio mi piace utilizzarli in vari modi: da una semplice e gustosa spremuta, ad una insalata di finocchi irrorata con il loro succo, fino al decoro su un buon dolce, come questa torta all’arancia che ho pubblicato qualche tempo fa.

Nell’ultima spedizione c’erano dei meravigliosi mandarini, che in parte ho mangiato così al naturale, e in parte ho conservato per un paio di giorni per impiegarli in una ricetta. Inizialmente non avevo le idee chiare in merito, perché ero indecisa se preparare la marmellata e donargli una seconda vita in barattolo. Marmellata che tra l’altro è stata parte delle mie colazioni la scorsa estate nel mese in cui sono stata in Sicilia e la collego per questo sempre a buone vibrazioni.

Alla fine ho tuttavia deciso di utilizzarli per preparare una torta al mandarino che è davvero molto profumata e di un delicato profumo di rosa. Il succo di mandarino e la sua scorza sono particolarmente inseriti nei dolci e creme poiché conferiscono un gusto fresco, fine e di grande intensità durante la cottura.

Per la base di questa preparazione ho scelto una ricetta di famiglia, la torta mantovana, che ho aromatizzato con scorza di mandarino grattugiata. Si ottiene un dolce molto soffice, grazie alla montata di uova, con aggiunta di burro e fecola di patate e per me ha indelebilmente un profumo di altri tempi, come quando in casa si avevano pochi ingredienti dai quali la nonna o la mamma, riuscivano a creare delle bontà indimenticabili che facevano felice tutta la famiglia.

torta mantovana al mandarino-2

La torta mantovana è una base molto versatile che di norma andrebbe completata con mandorle e pinoli, almeno così mia nonna ha sempre fatto, io però ho preso forse la cattiva abitudine di utilizzarla come ottimo impasto di base per comporre dolci sempre diversi. Una volta per un cliente ho preparato anche delle tortine monoporzione decorate con ricotta e fichi, sempre su questa base, tanto per dirvi quanto è versatile.

Per la decorazione di questo dolce al mandarino ho utilizzato fette di mandarino caramellate e disposte sulla sommità. Per profumare lo sciroppo ho inserito un po’ di acqua di rose alimentare (potete trovarla qui) che aggiunge un pizzico di magia e l’ho spennellato sull’intera superficie della torta ai mandarini. Questa glassa ha una duplice funzione: di fare attaccare le fette di mandarino, di lucidarle e di rendere, se possibile, la torta ancora più umida e morbida.

torta mantovana al mandarino-1

Torta al mandarino

La torta al mandarino è un dolce composto da una base ultra soffice di torta mantovana e una decorazione di fettine di mandarino caramellate
5 da 1 voto
Stampa Pin Lascia un commento
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 1 ora
Porzioni: 8 persone
Chef: Sara Querzola

Ingredienti:

    per la torta mantovana:

    • 100 g di farina 00
    • 20 g di fecola di patate
    • 4 tuorli
    • 1 uovo intero
    • 150 g di zucchero semolato
    • 150 g di burro
    • 1 cucchiaino di lievito per dolci
    • la scorza grattugiata di 1 mandarino

    per la decorazione:

    • 180 g di zucchero semolato
    • 80 ml di acqua
    • 4 mandarini non troppo morbidi
    • ½ cucchiaino di acqua di rose alimentare

    Come preparare: torta al mandarino

    • Nella ciotola della planetaria montate le uova con lo zucchero semolato fino a quando otterrete un composto bianco e spumoso. Aggiungete la scorza di mandarino grattugiata. Incorporate in più riprese la farina e la fecola setacciate insieme al lievito. Da ultimo unite il burro, poco alla volta, mescolando con cura con una spatola fino a rendere il composto omogeneo.
    • Versate il tutto all’interno uno stampo a cerniera da 20 cm di diametro imburrato e infarinato. Livellate e cuocete nel forno già caldo a 180° per circa 40 minuti. Per testare la cottura vale la prova stecchino. Fate raffreddare completamente prima di sformare.
    • Per i mandarini: tagliate i mandarini a fettine sottili e privateli dei semi. In una padella bassa e larga mettete l’acqua e lo zucchero e mescolate. Portate a bollore, abbassate la fiamma e unite le fettine di mandarino. Proseguite la cottura per 15 minuti, girandole per due volte.
    • Scolate delicatamente le fettine dal loro sciroppo e ponetele su un foglio di carta forno. Aspettate che si siano intiepidite prima di piegarle per la decorazione (non dovranno essere fredde). Aggiungete l’acqua di rose allo sciroppo e mescolate. Utilizzate questo composto per spennellare l’intera superficie del dolce. Decorate la parte superiore con le fettine di mandarino piegandole a metà e poi ancora a metà, aprendole un po' e disponendole sulla superficie del dolce.
    Hai provato questa ricetta?Scatta una foto e condividila taggando @fiordifrolla in modo che io la possa vedere. La ricondividerò nelle mie stories!


    Potrebbero interessarti anche...


    2 commenti su “Torta al mandarino”

    Lascia un commento