Torta salata con carciofi

Dopo tante ricette dolci è il caso di passare anche a qualcosa di salato, magari con le verdure di stagione, che non so voi, mi fanno essere sempre alla ricerca di nuove idee per cucinarle. Le torte salate spesso vengono concepite come ripieghi svuota frigo, poco invitanti, farcite con tante uova per legare tra loro le rimanenze. Ebbene, con questa torta salata con carciofi, voglio riabilitare, per quanto possibile, questo tipo di preparazione, dimostrando che in base agli ingredienti utilizzati, si può ottenere una portata appetitosa, di quelle che una volta assemblate, basta cuocerle in forno senza pensieri e che sono sicura, dovrete rifare al più presto.

I carciofi posso sembrare una verdura banale. In realtà nascondono un sapore molto buono e complesso. Hanno la meravigliosa capacità di far sembrare tutto più dolce ciò che si gusta dopo di loro; perfino l’acqua. Provare per credere. Nella mia amata Sicilia, Antonio Cappadonia, un maestro gelatiere del territorio, nel suo laboratorio a Cerda (PA), ha voluto esplorare in modo ardito questa verdura e ne ha creato un sorprendente gelato al carciofo, dimostrando così che il carciofo è un alimento tra i più versatili.

Di ricette con i carciofi in questo blog ce ne sono diverse: una è quella delle penne ritorte ai carciofi con pomodori secchi e limone, un flan ai carciofi da servire con delle polpettine di carne che sono la morte sua, una quiche di carciofi e prosciutto crudo o i miei famosi spiedini di vitello ai carciofi e molto altro.

torta salata con carciofi-3

I carciofi, che in questo periodo nel mio frigo non mancano mai, come evidenziano le ricette di questo blog, mi piace abbinarli a ingredienti molto diversi per consistenza e gusto per dare vita a miscele di sapori ricchi e sfiziosi. Anche se la maniera per me più golosa di cucinarli, è anche la più semplice, ovvero con un sughetto di olio, aglio, e un po’ di pomodoro (cioè acqua calda e concentrato), lasciandoli cucinare coperti fino a quando diventano tenerissimi. Li fa sempre mia madre e per me non ha eguali ed entra di diritto tra le mie ricette del cuore.

Questa torta di carciofi ha una particolarità poiché questa volta ho provato ad inserire gli ingredienti in una galette. Ho così ottenuto una torta salata composta da un guscio di pasta brisée e un ripieno di spinaci, parmigiano, gorgonzola dolce e timo. L’ho lasciata volutamente vegetariana, ma in caso voleste arricchirla un po’ potete aggiungere pancetta affumicata o della coppa, per dire.

Da servire come antipasto oppure come piatto unico, magari accompagnandola a una fresca insalata mista.

torta salata con carciofi-3

Torta salata con carciofi

La torta salata con carciofi è un antipasto sfizioso composto da uno scrigno di pasta brisée che racchiude un ripieno di carciofi, spinaci e gorgonzola
5 da 2 voti
Stampa Pin Lascia un commento
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 1 ora
Tempo di riposo: 30 minuti
Porzioni: 8 persone
Chef: Sara Querzola

Ingredienti:

    per la pasta brisée:

    • 250 g di farina 00
    • 185 g di burro freddo
    • 2-3 cucchiai di acqua fredda
    • 1 pizzico di sale

    per il ripieno:

    • 4 carciofi violetti
    • 200 g di spinaci
    • 200 g di gorgonzola dolce
    • 1 spicchio d’aglio
    • 3-4 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
    • 1 goccio di vino bianco secco
    • timo fresco
    • olio d’oliva
    • sale
    • pepe

    inoltre:

    • 1 uovo
    • semi di papavero

    Come preparare: torta salata con carciofi

    • In una ciotola lavorate con la punta delle dita la farina con il burro. Aggiungete l’acqua a filo, il sale e impastate velocemente fino a ottenere una pasta liscia e omogenea. Date la forma di una palla o di un panetto e avvolgetela nella pellicola alimentare. Lasciatela riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
    • Fate appassire gli spinaci in una casseruola con 1 dito di acqua coprendo per qualche minuto. Teneteli da parte.
    • Mondate i carciofi privandoli delle foglie esterne più dure e delle punte, quindi tagliateli a metà, eliminate l’eventuale fieno che potreste trovarvi all’interno e tagliateli a spicchi sottili. Immergeteli in una ciotola contenente acqua acidulata con succo di limone per fare in modo che non anneriscano. Mondate i gambi e tagliateli a rondelle.
    • In una padella antiaderente fate insaporire 2 cucchiai d’olio con l’aglio e, quando sarà dorato, eliminatelo. Aggiungete i carciofi ben scolati dall’acqua acidulata e tamponati con carta da cucina e fateli rosolare per qualche minuto. Unite il vino bianco, fate evaporare la parte alcolica e coprite. Cuoceteli fino a quando saranno appena morbidi. Aggiungete gli spinaci, salate, pepate e fate insaporire. Spegnete e unite timo fresco in quantità a piacere.
    • Con il matterello stendete la pasta brisée sulla spianatoia infarinata, portatela a uno spessore di 5 mm. Trasferite il disco ottenuto su una teglia rivestita di carta forno. Disponete al centro gli spinaci, i carciofi alternandoli con il gorgonzola a pezzetti e il parmigiano grattugiato. Dovrete lasciare uno spazio di almeno 4 cm dai bordi esterni della pasta. Ripiegate i lembi di pasta verso l’interno e fissateli tra loro facendo una delicata pressione.
    • Sbattete l’uovo con una forchetta e utilizzatelo per spennellare i bordi della pasta. Cospargetela con i semi di papavero. Cuocete nel forno già caldo a 200° per 40-45 minuti.
    Hai provato questa ricetta?Scatta una foto e condividila taggando @fiordifrolla in modo che io la possa vedere. La ricondividerò nelle mie stories!


    Potrebbero interessarti anche...


    Lascia un commento