crostata morbida con namelaka-2
Stampa ricetta

Crostata morbida con namelaka al cioccolato bianco e frutti di bosco

La crostata morbida con namelaka al cioccolato bianco e frutti di bosco è un dolce fresco e scenografico da portare in tavola per stupire tutti.
Preparazione40 min
Cottura30 min
Tempo di riposo12 h
Tempo totale1 h 10 min
Portata: Dolci
Cucina: Italiana
Keyword: namelaka, crostata morbida, pasta frolla morbida,
Porzioni: 8 persone
Chef: Fiordifrolla

Ingredienti

Ingredienti per 8 persone:

    per la pasta frolla morbida:

    • 2 uova a temperatura ambiente
    • 90 g di zucchero semolato
    • 100 g di burro fuso
    • ½ bacca di vaniglia
    • 200 g di farina 00
    • 1 bustina di lievito in polvere per dolci

    per la namelaka al cioccolato bianco (di Montersino):

    • 200 g di panna fresca
    • 170 g di cioccolato bianco
    • 100 g di latte intero
    • 10 g di sciroppo di glucosio o miele
    • la scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato
    • 2 g di gelatina in fogli

    inoltre:

    • frutti di bosco misti lamponi, mirtilli, ribes e more
    • menta fresca

    Istruzioni

    • Per prima cosa dedicatevi alla namelaka: tagliate la gelatina a pezzi e fatela reidratare in una ciotola con acqua fredda per 10 minuti. Tritate il cioccolato bianco e raccoglietelo in una ciotola che possa andare nel microonde. Fatelo sciogliere alla massima potenza con più cicli da 30 secondi ciascuno, mescolando ogni volta con un cucchiaio. Non dovrà superare i 45-50°. Per evitare questo bloccate la cottura quando noterete che è rimasto qualche pezzetto ancora non fuso. Continuate a mescolare fino a quando otterrete un composto liscio.
    • Portate a bollore il latte e, fuori dal fuoco, scioglietevi il glucosio e la gelatina ben strizzata. Versate 1/3 del composto caldo sul cioccolato bianco fuso e mescolate con un cucchiaio. Noterete che a mano a mano che il latte viene assorbito il composto si ispessirà, diventando più solido. E’ così che deve essere. Procedete in questo modo anche con il latte restante, che verserete in due riprese.
    • Aggiungete la panna fresca e liquida, la scorza di limone grattugiata ed emulsionate con il frullatore a immersione. Dovrete tenerlo sul fondo della ciotola per evitare di inglobare aria. In ogni caso qualche bollicina si formerà, quindi mescolate con un cucchiaio e noterete che piano piano diminuirà. Coprite la namelaka con un foglio di pellicola alimentare a contatto e fate riposare in frigorifero per 1 notte.
    • Il giorno seguente in una ciotola montate le uova con lo zucchero utilizzando uno sbattitore elettrico o la planetaria. Quando il composto sarà chiaro e spumoso incorporate a filo il burro fuso a temperatura ambiente, i semi di vaniglia e continuate a lavorare finché gli ingredienti saranno amalgamati perfettamente. Aggiungete la farina e il lievito setacciati continuando a sbattere a bassa velocità.
    • Quando avrete ottenuto un composto liscio e omogeneo trasferitelo in uno stampo furbo antiaderente, da 28 cm di diametro, imburrato e infarinato. Livellate bene con il dorso di un cucchiaio e cuocete nel forno già caldo a 180° per 18-20 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire. Rovesciate lo stampo su un piatto da portata e fate raffreddare.
    • Mettete la namelaka all’interno di una sac à poche con bocchetta da Saint Honoré. Distribuite su tutta la superficie la namelaka componendo delle strisce parallele. Decorate con i frutti di bosco e le foglioline di menta. Servite subito oppure tenete in frigorifero fino al momento di portare in tavola.