Crema spalmabile di cioccolato e nocciole home made

Lo so che è maggio inoltrato e dovrei quanto meno pubblicare ricette fresche e leggere, ma le temperature esterne, ancora piuttosto bassine, non mi fanno venire voglia di questi piatti (la sera qui fa ancora freschino ecco), ho bisogno invece di qualcosa di energetico e che mi tiri su, non di morale eh, ma parlo proprio a livello fisico (a giudicare dalla fatica che faccio la mattina a svegliarmi direi che sento moltissimo la primavera). Cosa c’è quindi di più adatto di una bella crema spalmabile al cioccolatoe nocciole home made? Niente! Se poi ci si aggiunge la soddisfazione di prepararsela in casa da sé in pochissimo tempo e di restare estasiati ogni volta che si affonda il cucchiaino in quel barattolo ricco divoluttà, beh credo potrete capire perché non sono riuscita a trattenermi dal provarla.

Devo dire che il risultato mi ha lasciata molto soddisfatta, certo non è identica a quella crema che tutti conosciamo (sì dai quella famosissima che inizia con la N), ma credo ci vada comunque abbastanza vicino. Forse sarà merito della favolosa crema composta da 100% nocciole da agricoltura biodinamica che ho utilizzato, non so, ma mi è bastato annusarla per sentire proprio quel caratteristico profumo lì, intenso, di nocciola tostata. In ogni caso ho ottenuto una crema densa, avvolgente, facilmente spalmabile sia da appena fatta che dopo essere stata messa in frigorifero. La cosa che mi è piaciuta di più, inoltre, è che non è eccessivamente dolce, grazie al latte condensato che permette dieliminare del tutto lo zucchero. E’ favolosa spalmata sul pane, sulle fette biscottate, per farcire dolci eaccompagnare biscotti, sui crackers salati (beh di questo mi vergogno un po’, però per me l’abbinamento merita), insomma non sarò di certo io ad insegnarvi come utilizzarla!

Non vi so dire esattamente quanto si conservi, fuori dal frigo in tempi molto rapidi, mi sacrificherò e farò una prova per voi! A tempo debito aggiornerò il post, promesso. Se intanto c’è qualche pazzo scatenato che, come me, a maggio ha voglia di questa cremina qui, ecco la ricetta:

Crema spalmabile  di cioccolato e nocciole home made

Ingredienti per un vasetto da circa 500 g:
200 g di cioccolato fondente
200 g di latte condensato
6 cucchiai di latte a temperatura ambiente
50 g di  crema di nocciole (100% nocciole e biodinamica, io l’ho trovata da NaturaSì)
60 g di burro

Procedimento:
Tagliate il burro a pezzetti e fatelo fondere a bagnomaria in una piccola casseruola a fiamma bassa.  Filtratelo facendolo passare attraverso un colino a maglie fitte rivestito con una garza umida. Lasciate raffreddare. Con un coltello tritate grossolanamente il cioccolato e fatelo fondere con il latte a temperatura ambiente in un’altra casseruola sempre a bagnomaria. Spegnete la fiamma e, lasciando il recipiente a bagnomaria, unite al cioccolato il burro e il latte condensato, mescolando bene per amalgamare. Incorporate da ultima la pasta di nocciole sempre amalgamando con cura. Mettete lacrema ottenuta in un vasetto a chiusura ermetica sterilizzato, portate a temperatura ambiente, e se vi serve utilizzatela subito, altrimenti conservatela in frigorifero.

Nota: in seguito allo stazionamento nel frigorifero la crema risulterà un po’ più addensata, ma sarà ugualmente possibile spalmarla su fette di pane, fette biscottate o qualsiasi cosa la vostra fantasia suggerisca. Così come la vedete in foto è come appare circa 10 minuti dopo essere stata presa fuori dal frigo.

[ricetta tratta da Sale & Pepe Dicembre 2009 – Speciale Ricevere – e riadattata utilizzando la crema dinocciole come suggerito da Elga e Genny]



Potrebbero interessarti anche...


70 commenti su “Crema spalmabile di cioccolato e nocciole home made”

  1. Buongiorno Saretta, visto che sei cascata nel labirinto creme spalmabili, da cui uscire è difficilissimo, posso segnalarti la crema di Mannori cioccolato, olio e sale?
    Una droga, l’avevo pubblicata l’anno scorso su tzatziki, la trovi nell’indice delle ricette.
    un bacione

    Rispondi
  2. Manco io all’appello?
    Mia sorella mi ha messo da parte una crema alla nocciola super: ora so cosa farne :)
    Intanto vado anche a leggere il post di Lydia!

    Rispondi
  3. La volevo fare anch’io però sto aspettando di trovare una ricetta che non preveda l’uso di pasta di nocciole già fatta e latte condensato…Lo so, vorrò fare una faticaccia ad aprire le nocciole una ad una, ma alla fine sarà tutta “farina (di nocciole) del mio sacco! ;-)
    PS non sei l’unica ad abbinarla ai crackers salati!

    Rispondi
  4. Saretta per me la cioccolata è una quattro stagioni va sempre bene anche a ferragosto!!! non sarà uguale a quella industriale ma vuoi mettere dare ai bimbi una Nut fatta in casa??per loro che sono grandi appassionati(ma anche la mamma lo è:D) questa va fatta subito!!!Un ideona golosissima!!bacioni imma

    Rispondi
  5. Io, io, io!!! :D
    Questa te la copio all’istante, ma proprio alla velocità della luce! E fortuna che per adesso sono in ufficio… ;)
    Camo, sembra proprio nutella! Considera che per me questo è un complimento…
    Un bacio e buon we!

    Rispondi
  6. bellissima!

    ma somiglia di più a quella famosissima che comincia con la n di sette lettere, o a quella un po’ meno famosa che comincia sempre con la n ma è di quattro lettere… ed è molto più buona secondo me?

    la vorrei fare anch’io, mi sembra semplice, ma la crema di nocciole non va bene per una celiaca come me, non è sicura. ci vorrebbe una ricetta che preveda le nocciole tal quali…

    Rispondi
  7. anche in pieno agosto con 40 gradi….questa crema va sempre bene…me la scrivo subito…a casa mia si spalma nutella a tutto andare e questa deve essere decisamente meglio…baci katia

    Rispondi
  8. Non parlarmi di temperature basse e maltempo: per colpa del clima mi è saltato un impegno fissato per domenica e a cui tenevo moltissimo :-(
    Comunque, io di quella cremina lì ho voglia anche in Agosto, anzi, mi hai fatto venire in mente che l’ho appunto finita e che potrei provare anch’io a farla in casa. Ti invidio molto quell’allegato a Sale&Pepe, che io a suo tempo dribblai, sbagliando, come sempre si sbaglia quando si dribbla qualcosa di goloso :-)

    Rispondi
  9. Semplicemente favolosa!!.Ho la pasta di nocciole non zuccherata bio,il latte condensato,la faccio immediatamente,ora,subito.Ho due bimbi che il pane e nut lo vogliono come merenda anche l’estate.Se poi mi consenti,se vuoi la metterei anche sul mio blog naturalmente linkandoti.Se non dovesse farti piacere non fa nulla,ciao e buon weekend!!!

    Rispondi
  10. Presente! Ecco un’altra pazza che in questo periodo continua ad aver voglia di cose… non troppo dietetiche! Proverò la tua crema e… sono sicura che mi leccherò i baffi! A prestoooooo!!!!!

    Rispondi
  11. eppure, eppure no, non l’ho mai fatta! eppure che di quell’altra sarei golosissima!! Farò un salto da NaturaSì giusto per questa, perché merita!

    Rispondi
  12. In questo preciso istante mi ci vorrebbe proprio una fetta di pane con questa crema di nocciola, ho proprio bisogno di tirarmi su… L’ho fatta una volta e non ha assolutamente niente a che vedere con i prodotti industriali!
    Bravissima come sempre, buona giornata!

    Rispondi
  13. @ paolettapink81: è perfetta con tutto, che curi anche il raffreddore? ;)

    @ genny: come avrei potuto non cadere in tentazione? Vengo a vedere le altre due, poi ogni tanto mi sacrifico e le provo! :D

    @ Lydia: buongiorno carissima! Aspetta, aspetta, hai detto cioccolato olio e sale? Corro subito a vederla, sarà la prossima che farò, ormai sono nel tunnel!

    @ Milena: pensa che credevo che fosse troppo tardi per pubblicare questa crema, ma evidentemente mi sbagliavo! Sono curiosa di sapere quale proverai e, soprattutto, quale sarà la tua variante ;)

    @ Elga: giustissimo, della serie che ti viene anche da domandarti come facevi prima senza questa robina qui :D Un bacione.

    @ castagna: la ricetta che ho trovato su Sale & Pepe prevedeva 50 g di nocciole tostate, io non le ho utilizzate perché ho l’idea che tritandole nel mixer rimangano sempre un po’ troppo grossolane, ecco perché ho optato per la crema :)

    Rispondi
  14. é un’idea bellissima, ma mi piacerebbe una crema di nocciole fatta in casa da aggiungere al posto di quella già pronta, dove la trovo una ricetta?
    Grazie!

    Rispondi
  15. aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaah che spettacolooooooooooooooooooooooooooooo

    sono pronta con le pinne e il boccaglio, una volta nel vasetto non tiratemi più fuori, please!!!!

    Rispondi
  16. Uh come ti capiamo, noi ci stiamo tirando su col cioccolato bianco, anche perchè hai detto bene, le temperature esterne sono basse e la voglia di coccolarsi con qualcosa di goloso ci accomuna. La crema di cioccolato spalmabile è una di quelle cose che non abbiamo mai nemmeno pensato di fare, immaginando che richiedesse tanto, tantissimo tempo, invece eccoci qui a scoprire quanto facile sia…
    Buon fine settimana
    Sabrina&Luca

    Rispondi
  17. eccomi, ci sono anch’io! Vedo ceh vi conoscete tutti (almeno mi sembra di capire) io invece mi sono introdotta un pò per caso. Ho appena pensato: e se farcissi le mie torte decorate con una bella crema di nocciole? cerco su google…e proprio oggi hai inserito questo post! Sarà destino, devo assolutamente provarla…vi farò sapere! ciao e grazie Sofia

    Rispondi
  18. @ Imma: mi trovi d’accordissimo con quello che dici Imma e poi questa crema di nocciole è fatta da 100% nocciole, zero conservanti o altra sostanza chimica :) Un bacione, buon fine settimana!

    @ Nico: eheheh non si sa chi tra me e te è più goloso… ;)

    @ alem: detto tra noi, anch’io! :D

    @ Carolina: so come la pensi riguardo alla Nutella, per me è la stessa cosa, ne ho provate di simili confezionate, anche con un prezzo più elevato o una marca esclusiva ma non c’è pezza! Questa qui come ho detto nel post non è uguale, sarei una bugiarda ad affermare una cosa simile, però a me è piaciuta moltissimo, molto più di certe altre creme indistriali :)
    Un abbraccio bella, buon week end anche a te.

    @ lagaiaceliaca: io quella che dici tu che inizia con la N di quattro lettere non l’ho mai assaggiata, quindi non ti saprei dire! Come dicevo a Carolina questa crema non è uguale alla Nutella, anche perché sarei già milionaria temo, ma a me (e non solo) è piaciuta moltissimo. La ricetta originale della rivista prevedeva la stessa quantità di nocciole tostate finemente tritate che io ho sostituito con la crema perché temo che altrimenti si sentirebbero un po’ i grumi ecco :)

    @ katia: fammi sapere se la provi allora ;)

    Rispondi
  19. Ciao Sara! che crema da leccarsi i baffi..però volevo chiederti un consiglio…dove abito io in Natura si non c’è..purtroppo….quindi dovrò recarmi in un supermercato normale…che tipo di crema di nocciole mi consigli…oppure ….se le trito finissime??? oppure? :-(
    un bacione
    Pippi

    Rispondi
  20. mamma mia…ecco la famosa cremina che manderebbe al manicomio chiunque! e sono piu’ che certa che questa preparata in casa sia di gran lunga piu’ buona di quella confezionata (chissa’ che intrugli ci mettono :/ ). Ho sempre voluto provare a farla in casa, finalmente ho la ricetta :) Cmq qui bisogna ribattezzarla eh…come la chiamiamo? Io la chiamerei SARELLA :P

    Rispondi
  21. @ Onde99: non dirlo a me, ci tenevo un sacco, uff! Ma ci rifaremo e se tu non ti sarai ancora preparata questa crema qui vorrà dire che verrò io con un paio di vasetti ;)
    Un abbraccio

    @ nitte: certo che la puoi pubblicare, se metti il link non devi neanche chiederlo :) Fammi sapere piuttosto se vi è piaciuta!
    Buon fine settimana anche a te!

    @ barbara: questa cosa mi consola! :D Io l’ho fatta assaggiare anche ai miei amici ieri sera ed è stata graditissima. A presto!

    @ cris: vero, sottoscrivo tutto ;) Un bacione

    @ manu e silvia: grazie ragazze, è buonissima con tutto secondo me, una vera tentazione!

    @ ely: come ho scritto nel post la puoi trovare da NaturaSì :)

    Rispondi
  22. @ Juls: no Giulia non puoi perdertela e poi vuoi mettere che soddisfazione c’è a farsela in casa? Certo non è uguale alla più famosa Nutella, ma a me è piaciuta proprio tanto :)

    @ Saretta: ah vedi tua madre era avanti anni luce e già ti preparava la nutella home made, mitica!

    @ Tery: esatto! :D

    @ lise.charmel: no lo schermo non è buono, sa di plastica un po’ vero? :D Hai ragione, meglio andare direttamente di cucchiaino!

    @ Alice: prego figurati, sono contenta di essere cascata a fagiolo!

    @ Dario: grazie Dario, ero sicurissima che questa ricetta ti sarebbe piaciuta!
    Buon fine settimana, un bacio.

    @ Formica: non te lo so dire, so che la rivista dalla quale ho tratto questa ricetta proponeva di prendere lo stesso quantitativo di nocciole tostate e di frullarle il più fine possibile nel mixer, ma in questo modo non si ottiene una crema, bensì una specie di farina.

    Rispondi
  23. @ elenuccia: anche due :D

    @ gaia: se non ti offendi prendo maschera e pinne e vengo con te a tuffarmi nel barattolo!

    @ Sabrina & Luca: vi capisco perché anch’io ero convintissima che ci volesse chissà quanto tempo, e soprattutto chissà quali strani ingredienti, per prepararla e invece… è facilissima e dà grande soddisfazione!
    Buon fine settimana anche a voi, baci.

    @ Riccardo Benvenuti: grazie mille e benvenuto :)

    @ sofia: benvenuta :) Ok attendo tue notizie allora, a presto!

    @ Virò: eheheh lo sapevo di non essere la sola golosa che abbina nutella e crackers salati!
    Un bacione

    @ terry: grazie cara, io mi sono limitata a seguire la ricetta trovata su Sale & Pepe e devo dire che, sostituendo le nocciole con la crema, l’ho trovata favolosa :)

    @ Pippi: ciao Laura!
    Non ho mai fatto caso se in altri supermercati ci sia in vendita la crema di nocciole sai, io comunque ho preso quella della marca Rapunzel. Ho letto che si può sostituire con lo stesso peso di nocciole tostate e finemente tritate nel mixer, ma temo che in questo caso però rimarrebbero dei piccoli grumi. Oppure io ne ho un vasetto in più, se vuoi te lo mando, davvero :)
    Un bacione, fammi sapere.

    @ Simo: eheheh grazie cara :)

    @ patty: io l’ho trovata nel reparto dove c’è lo sciroppo d’acero, il miele e il malto :)

    @ lagaiaceliaca: ecco allora la Novi la devo provare! Sono felice che abbiamo trovato la soluzione gluten free ;)

    @ Veronica: eheheh ti ringrazio, ma non possiamo chiamarla così perché la ricetta non è di mia invenzione, l’ho tratta da un giornale! Anche nel tuo caso forse sarebbe meglio sostituire la crema di nocciola con le nocciole tritate perché, come mi ha detto La Gaia Celiaca qui sopra, la crema non è sicura. Tieni presente che se però usi le nociole tritate ti verranno un po’ di grumi :)
    Buon fine settimana!

    Rispondi
  24. Io non vado pazza di quella crema che comincia con la N, ma quelle rare volte che il marito si ricorda di fare colazione potrebbe scatenarsi la tragedia se non c’è in casa un vasetto di scorta :)
    Se riesco a rifilargli la crema spalmabile fatta da me credo che poi riuscirei a sottometterlo a tutti gli altri miei esperimenti!
    Buon fine settimana!

    Rispondi
  25. e ma io l’avrei fatta piu’ che altro per i miei cari :( C’e’ il latte e (magari ne avrei assaggiata un po’ hihihihih) non posso esagerare ahime’!!!!!!! Cmq i grumi non danno tantissimo fastidio, la bonta’ della crema rimarrebbe invariata. Certo, bella liscia sarebbe meglio, ma a me piacciono pure le cose un po’ “rustiche” e “imperfette” :D

    Rispondi
  26. Ciao,l’ho fatta,l’ho fatta ieri,ho avuto un pò da fare ma adesso sono corsa a dirtelo, ti ringrazio per il consenso e certamente che metto il link diretto ma mi sembrava scortese non chiederlo visto che non ci conosciamo.Ti posso dire una cosa??Mi hai rovinataaa è da ieri che affondo il cucchiaino è buona,buona,buona.Avevo una pasta di nocciole favolosa e la nocciola si sente moltissimo nella crema.La nut è ottima ma è una crema alla nocciola che non sa di nocciola.Grazie e baci pubblcherò in settimana il post,se ti fa piacere ti avviso ,ma non ti aspettare foto belle come le tue io non son tanto brava.Scusami per essere stata logorroica.Baci e ancora grazie.

    Rispondi

Lascia un commento